Programma di Calcolo Tassazione ETF Azioni

fashionvictim83

Nuovo Utente
Registrato
12/7/07
Messaggi
1.086
Punti reazioni
30
Un altro aiutino...

Schermata 2020-12-06 alle 14.10.41.png

Acquisto 17 ETF PMC 96,41
Vendita 17 ETF 95,21
Comm. Acquisto 3,11
Comm. Vendita 3,07

Dai miei calcoli avrei dovuto avere una minus di 20,04 + 6,18 per un totale di 26,22

Mentre Fineco mi ha accreditato una minus di 13 + 3,94 per un totale di 16,94

Dove sbaglio?
 

zitto-ma-dritto

Nuovo Utente
Registrato
20/12/05
Messaggi
5.226
Punti reazioni
298
.

Ho intenzione di investire in etf, prima di iniziare sto cercando di studiare gli strumenti, anche da un punto di vista fiscale.

I redditi di capitale ottenuti tramite etf, sia per quanto riguarda i dividendi che per i capital gain, vanno a costituire base imponibile irpef, da cui dedurre ad esempio un fondo pensione o detrarre eventuali spese mediche?
Qualcuno può confermare?
 

Blacksmith.

AoK Heaven
Registrato
26/4/16
Messaggi
6.676
Punti reazioni
472
Qualcuno può confermare?

La risposta c'è già stata. Se si è in regime amministrato il problema si pone solo per i proventi degli ETF USA. Se è in regime dichiarativo si devono dichiarare tutti i redditi.

I proventi da ETF armonizzati possono essere mandati a tassazione ordinaria in dichiarazione dei redditi se si è in regime dichiarativo, mentre gli ETF non armonizzati vanno sempre a tassazione ordinaria a prescindere dal regime.. In tal caso di broker amministrato ti mandano un documento con i proventi da inserire in dichiarazione dei redditi.
 

lastrico

Moderatore
Registrato
23/12/11
Messaggi
6.357
Punti reazioni
302
Riesumando alcuni vecchi post (luglio 2019)...

Sarebbe ipotizzabile una petizione all' attuale governo per cambiare la legge (introdotta da uno diverso) che non permette di compensare le plusvalenze al momento della vendita degli ETF ?
In modo da trattarli come le azioni/obbligazioni , visto che si compravendono allo stesso modo ?:wall:

Sarebbe bello ma arduo. La disperata ricerca di soldi fa si che lo Stato non possa andare troppo per il sottile soprattutto nella tassazione di queste rendite finanziarie che non sono certo 'di massa'. E tra un governo ed un'altro , al di là delle parole da campagna elettorale continua , non vi è molta differenza su certi aspetti.

Se non ricordo male é stato un recepimento di una normativa a livello europeo . Quindi il ns governo al massimo l'ha "subita". (2014)

E poi non é che prima compensassero integralmente,c'era coesistenza di redditi di capitale (delta nav) e redditi diversi (pa-pv al netto del delta)

Quindi era parziale e cervellotica :D

Certo prima era cervellotica, ora è ingiusta e le cose sbagliate ed ingiuste si possono sempre correggere, a patto che chi ne ha la facoltà venga messo al corrente.
Ovviamente i governanti non sapranno neanche cos'è l' Iva, figuriamoci i redditi Divesi...

Dico la mia, se sbaglio mi correggerete. Capisco la disperata ricerca di soldi da parte dello Stato che non fa andare per il sottile, va bene pagare il giusto, però lo Stato dovrebbe anche porsi il problema degli effetti distorsivi prodotti da certe norme. Il divieto di compensazione penalizza proprio gli ETF cioè l'investimento tendenzialmente più "sano", mi permetto di dire, lineare e meno rischioso data la diversificazione, i ridotti costi di gestione, la leva assente o molto limitata...

Non solo il divieto di compensazione è distorsivo, è anche illogico, mi pare. Difficile comprendere perché si debba trattare diversamente la plusvalenza da un paniere di azioni o obbligazioni, qual è in sostanza un ETF, rispetto alle plusvalenze delle singole azioni e obbligazioni.

Il diverso regime fiscale degli ETF ha inoltre l'effetto di complicare ulteriormente la dichiarazione dei redditi nel regime dichiarativo, perché non si possono sommare tutti i gain e loss ma bisogna conteggiare a parte quelli degli ETF, da non confondere con ETC, ETN ecc.
 
Ultima modifica:

abales

Nuovo Utente
Registrato
14/2/08
Messaggi
777
Punti reazioni
12
La risposta c'è già stata. Se si è in regime amministrato il problema si pone solo per i proventi degli ETF USA. Se è in regime dichiarativo si devono dichiarare tutti i redditi.


Mettiamo che si investa in un ETF Globale, come si fa a scorporare i proventi USA o CINA , rispetto a quelli Europa?
 

abales

Nuovo Utente
Registrato
14/2/08
Messaggi
777
Punti reazioni
12
USA si intende come domicilio del gestore dell'ETF.

quindi come faccio a capirlo? se sono in irlanda (avendo regime amministrato) non devo dichiarare nulla in più?
Come faccio a capire (prima dell'acquisto) quali siano i dividendi che devo aspettarmi?
 

apittis

Nuovo Utente
Registrato
20/2/21
Messaggi
2
Punti reazioni
0
delisting FR0010823385 AMUNDI SH GOV EMTS IN GR 10-15 UCITS ETF

Buongiorno a tutti, sono nuovo del forum. Volevo sottoporre quello che mi è successo in occasione del delisting di FR0010823385 AMUNDI SH GOV EMTS IN GR 10-15 UCITS ETF:
Praticamente mi è stata applicata l'imposta del 26% su tutto l'ammontare liquidato di 125 quote x 49,81 pari a 6226 (ritenuta di 1555!!) e contabilizzato una minusvalenza pari all'intero ammontare investito pari a 8132, come se prezzo fosse andato a 0. Mi aspettavo una contabilizzazione su zainetto fiscale della sola minusvalenza di 1906. E' corretto quello che mi hanno fatto?. Come mi posso tutelare se non lo fosse. Ringrazio chi vorrà aiutarmi.
 

didibongo2

Nuovo Utente
Registrato
3/2/07
Messaggi
224
Punti reazioni
2
doppia tassazione.ETF

Buonasera.
Per cortesia c'è qualcuno che mi può dire in soldoni quanto dovrò pagare in totale le tassazioni sulla vendita di MEU? Oltre al classico 26% italiano quale altra tassazione pago oltre ovviamente alla commissione della banca/sim?. La tassazione straniera è calcolata al momento della vendita oppure è già insita nelle spese di gestione dell'ETF e quindi fa parte del valore della quota? Eventualmente dove trovo delucidazioni in merito? Sugli Etf sento sempre citare la doppia tassazione e quindi a quanto ammonta? Certo la percentuale dipende dal paese in cui ha sede l'Etf ma, insomma, dove trovo scritto chiaro a quale percentuale ammonta?. Ringrazio anticipatamente chi vorrà rispondermi.
 

Camillo75

Bigwig
Registrato
10/3/16
Messaggi
606
Punti reazioni
81
Mi associo alla domanda

Mi associo in qualche modo alla domanda del collega.
Quando sul seguente ETF si dice dividendo 2020 Euro 0,68 si intende al lordo della tassazione italiana ma al netto delle altre spese estere o al lordo di entrambe?
Facciamo ad esempio riferimento a questo ETF:
SPDR S&P Euro Dividend Aristocrats UCITS ETF (Dist) | A1JT1B | IE00B5M1WJ87

Penso che la risposta sia la prima, nel senso che a 0,68 di dividendo distribuito devo togliere il 26% per avere il netto che mi arriverà sul conto.

Leggo su fiscomania (a proposito di ETF su titoli governativi, ma il discorso è uguale, mutando il 12,5 con 26):
"Per questa tipologia di proventi la base imponibile può essere ridotta in proporzione alla quota del fondo investita in titoli pubblici italiani o di Stati esteri white list, inclusi nel D.M. 4.9.96. In caso di ETF che replicano titoli di Stato italiani, di Paesi white list o emessi da enti sovranazionali l’aliquota scende al 12,5%. Tale ritenuta può sommarsi a una eventuale ritenuta operata all’estero, senza che questa possa essere dedotta dall’imponibile né detratta dall’imposta italiana."

Cioè, in estrema sintesi: lo 0,68 già sconta la ritenuta estera e i costi di gestione dell'ETF, giusto?

Grazie.
 
Ultima modifica:

brandotw

Nuovo Utente
Registrato
6/4/21
Messaggi
34
Punti reazioni
0
Ma la doppia tassazione viene applicata solo sui dividendi? Se io posseggo ETF ad accumulo sulla borsa olandese e fra 20 anni ritiro la somma, sono soggetto anche in questo caso a doppia tassazione? (assumendo che sto ritirando in profit ovviamente xD)
 

rosboenritao

eterno rimpianto
Registrato
10/4/16
Messaggi
6.039
Punti reazioni
109
scusate volevo chiedere sul prezzo di vendita di un etf. ho acquistato a 87.5 venuto ieri a 90,5 mi hanno calcolato una minus. forse perchè il prezzo viene fissato sul nav giornaliero che è più basso del prezzo effettivo di vendita? grazie
 

giamyx

Nuovo Utente
Registrato
25/8/04
Messaggi
1.402
Punti reazioni
180
La normativa fiscale per gli ETF prevede che le spese per le commissioni di acquisto e vendita determinino una minus valenza a prescindere dal NAV.
 

cigus

Nuovo Utente
Registrato
15/1/06
Messaggi
12
Punti reazioni
0
Tassazione etf se cambio residenza fiscale

Un saluto a tutto il forum.
Vorrei chiedere a qualcuno se puo consigliarmi per una scelta che dovro' fare tra non molto;posso spostarmi in Europa per un lungo periodo,cambiando quindi anche residenza fiscale,portandomi dietro anche un ETF (swda),comprato sul mercato italiano da molti anni.Se dovessi risiedere per almeno meta' anno in un paese con una tassazione agevolata sulle plusvalenze,potrei forse vendere tutto in quel Paese aspettando di avere la conferma del cambio di residenza,e risparmiare qualcosa.
Non so se si puo' fare,non vorrei che lo Stato italiano mi conteggiasse il tempo in cui ho tenuto il fondo in Italia,facendo un calcolo diverso..
Ringrazio chiunque mi possa aiuitare
 

marcodiggy

Nuovo Utente
Registrato
14/1/18
Messaggi
93
Punti reazioni
3
Un saluto a tutto il forum.
Vorrei chiedere a qualcuno se puo consigliarmi per una scelta che dovro' fare tra non molto;posso spostarmi in Europa per un lungo periodo,cambiando quindi anche residenza fiscale,portandomi dietro anche un ETF (swda),comprato sul mercato italiano da molti anni.Se dovessi risiedere per almeno meta' anno in un paese con una tassazione agevolata sulle plusvalenze,potrei forse vendere tutto in quel Paese aspettando di avere la conferma del cambio di residenza,e risparmiare qualcosa.
Non so se si puo' fare,non vorrei che lo Stato italiano mi conteggiasse il tempo in cui ho tenuto il fondo in Italia,facendo un calcolo diverso..
Ringrazio chiunque mi possa aiuitare

devi risiedere e non avere legami con l'Italia, tipo se i tuoi figli restano e vano a scuola qui, il fisco bussa. il tempo investito da italiano non influisce, ma non basta solo cambiare residenza questo sicuro
 

cigus

Nuovo Utente
Registrato
15/1/06
Messaggi
12
Punti reazioni
0
ho solo una sorella che cmq mi seguirebbe,quindi mi confermi che nel caso in cui mi allontanassi per sempre dall'Italia,con iscrizione all'Aire,nessuna proprieta' qui,e effettiva residenza in un altro Paese,la tassazione del mio ETF non sarebbe piu' soggetta al 26% italiano :rolleyes:
 

imboxofranz

Nuovo Utente
Registrato
24/4/20
Messaggi
43
Punti reazioni
1
Questa è una discussione veramente interessante che cercavo da tempo.
Riassumendo:
Qualsiasi etf azionario (armonizzato) paga un capital gain del 26% nel momento della vendita delle quote. Sia che abbiano azioni americane sia che contengano azioni europee o asiatiche. Correggetemi se sbaglio eh.
Il mio dubbio è, la tassazione dei dividendi è sempre al 26% oppure c'è una tassazione aggiuntiva?
Ed invece nel caso di etf accumulazione i dividendi vengono reinvestiti nel paniere ma tassati?
Grazie