Prysmian, una lezione per il sistema Italia

  • Due nuove obbligazioni Societe Generale, in Euro e in Dollaro USA

    Societe Generale porta sul segmento Bond-X (EuroTLX) di Borsa Italiana due obbligazioni, una in EUR e una in USD, a tasso fisso decrescente con durata massima di 15 anni e possibilità di rimborso anticipato annuale a discrezione dell’Emittente.

    Per continuare a leggere visita questo LINK
  • SONDAGGIO: Potrebbe interessarti una sezione "Trading Sportivo"?

    Ciao, ci piacerebbe sapere se potrebbe interessarti l'apetura di una nuova sezione dedicata unicamente al trading sportivo o betting exchange. Il tuo voto è importante perchè ci consente di capire se vale la pena pianificarla o no. Per favore esprimi il tuo voto, o No, nel seguente sondaggio: LINK.
    Puoi chiudere questo avviso premendo la X in alto a destra.

    Staff | FinanzaOnline

Colbert

Nukeboy 100%
Registrato
21/4/08
Messaggi
2.425
Punti reazioni
101
Come saprete, se non troppo distrutti dai soliti scandali politici che ammorbano la nostra vita quotidiana, distraendoci dai veri problemi del Paese, la ex Pirelli Cavi si appresta a diventare il più grande costruttore al mondo di cavi per TLC e trasmissione di energia con 20.000 dipendenti e ricavi aggregati pari a quasi 6mld di euro:
Prysmian: Energy News
Prysmian alla "disfida" per Draka. La società italiana lancia l'Opas ma arriva la controfferta dei cinesi - Il Sole 24 ORE
UPDATE 3-Prysmian and Draka cable deal takes on No.1 Nexans By Reuters
China's Xinmao Challenges Prysmian for Draka - WSJ.com

Alienata dal resto del gruppo Pirelli pochi anni fa, e venduta a Goldman Sachs, è approdata in Borsa pochi anni fa.
Dopo l'IPO del 2007 GS ha mantenuto una quota che ha dismesso nel corso del 2009; da allora Prysmian è l'unica vera Public Company italiana se si esclude Parmalat.

La condizione di public company, senza quindi un socio forte tra gli azionisti, le ha imposto una serie di acquisizioni, ultima quella della rivale Draka, che le permettesse di restare indipendente raggiungendo le cifre aggregate di cui sopra.
Resta predatore e non preda.

Cosa dedurne allora da questa vicenda?
E' evidente, a mio avviso, che anche le aziende italiane, quando costrette a correre, diventano dei colossi.
Di converso, rimanendo chiuse nel proprio orticello di azionariato stabile sottoposto a patto di sindacato, per non parlare di quelle che si ostinano a restare aziende familiari chiuse all'ingresso di nuovi soci e capitali, alla lunga si rischia di soccombere.
E aspetto non secondario, quando si hanno le carte in regola anche le aziende italiane riesconoa portare a casa merger transnazionali.

Aspetto i vostri pareri
 
il mio intervento a caldo più che un parere è un'ulteriore domanda:
questa crescita dimensionale è retta dalle stesse dinamiche dei costi d'agenzia (più l'impresa cresce, più i manager "autoreferenziali", per via della struttura dell'azionariato, aumentano il proprio beneficio personale) con i conseguenti rischi oppure deriva, appunto, da una migliore scelta dei managers e una migliore gestione da parte degli stessi in caso di public company?
 
l'altro giorno mostravano il distretto tessile di Carpi.
A sentire loro tutto sommato le cose vanno discretamente.
Probabilmente hanno trovato una strada diversa dal passato,
una strada che consente di produrre e guadagnare.
Guardavo i numeri. Non ricordo le aziende ma i dipendenti
mi pare oltre 10.000. Ecco la nostra multinazionale.
Si chiama Carpi SPA.
Non ce la fai a crearne una enorme fondendole tutte.
E forse non è neanche vantaggioso.
Invece di avere un boss ed un board
là ci sono migliaia di piccoli boss. Vero niente economie di scala
(anche se penso ci siano molte sinergie)
ma quanta capacità singole.
 
Questa Prysmian non sta passando un felicissimo momento dal punto di vista del fatturato, non vorrei fosse una fusione per scacciare i cattivi pensieri.

p.s. per colbert vero!
 
l'altro giorno mostravano il distretto tessile di Carpi.
A sentire loro tutto sommato le cose vanno discretamente.
Probabilmente hanno trovato una strada diversa dal passato,
una strada che consente di produrre e guadagnare.
Guardavo i numeri. Non ricordo le aziende ma i dipendenti
mi pare oltre 10.000. Ecco la nostra multinazionale.
Si chiama Carpi SPA.
Non ce la fai a crearne una enorme fondendole tutte.
E forse non è neanche vantaggioso.
Invece di avere un boss ed un board
là ci sono migliaia di piccoli boss. Vero niente economie di scala
(anche se penso ci siano molte sinergie)
ma quanta capacità singole.

Non è detto, perchè i semilavorati e i componenti (ok, magari non riguarderà il tessile, ma di distretti ce ne sono molti altri) vengono prodotti avendo a riferimento non la singola azienda, ma tutto il distretto.

I distretti industriali coniugavano/coniugano molti vantaggi sia della PMI che della grande multinazionale. Per questo sono sopravvissuti e probabilmente sopravviveranno. E per questo sono studiati in tutto il mondo.
 
Non è detto, perchè i semilavorati e i componenti (ok, magari non riguarderà il tessile, ma di distretti ce ne sono molti altri) vengono prodotti avendo a riferimento non la singola azienda, ma tutto il distretto.

I distretti industriali coniugavano/coniugano molti vantaggi sia della PMI che della grande multinazionale. Per questo sono sopravvissuti e probabilmente sopravviveranno. E per questo sono studiati in tutto il mondo.
concordo, il distretto si sviluppa lungo la filiera produttiva ed in ogni singola fase del processo produttivo si realizzano economie di scala, pur avendo a che fare sempre con PMI. ;)
 
costi d'agenzia ?

Tu, di economia d'impresa, ne sai: è un piacere averti qui ;)
Cerco di rispondere: pirelli cavi presentava (e presenta) competenze distintive di primo livello mondiale.
Lo spinoff ha concesso alla parte cavi di "creare valore".
Nel caso di Pry mi sento di poter dire che siamo di fronte ad impresa "italia" in grado di generare vantaggi competiviti, diciamo sulla falsa riga dell'eccellenza presentata da Saipem.
Queste, insieme ad Eni, sono le uniche aziende italiane, di medie/grandi dimensioni, a competere a livello mondiale alla pari con altri big.

Direi pertanto che, come ben sai, i costi d'agenzia sono un "male" presente in tutte le aziende (tranne laddove vi sia "il proprietario/manager" che incorpora in se stesso gli interessi aziendali (share/stakeholder), tuttavia nel caso di PRY abbiamo un esempio di competenze/valore emerso solo grazie al distacco dal dinosauro pirelli (ricordi quanto, ad inizio 2000, si leggeva "spin off per far emergere valore".... visto anche il momento dell'IPO, direi che non si tratti di "vendita a pezzettini, ma di ricerca di emersione di competenze latenti).

Dietro a queste c'è una schiera di piccole/medie aziende che posseggono reali competenze distintive e vantaggi competitivi, a fronte, però. di un dimensionamento "nano" (es Interpump, Ima, Saes Getters, ecc...).

:-)

Pry ce la ho da 12.70

PS: siamo OT, questa è Micro bella e buona :)
 
Ultima modifica:
Tu, di economia d'impresa, ne sai: è un piacere averti qui ;)
Cerco di rispondere: pirelli cavi presentava (e presenta) competenze distintive di primo livello mondiale.
Lo spinoff ha concesso alla parte cavi di "creare valore".
Nel caso di Pry mi sento di poter dire che siamo di fronte ad impresa "italia" in grado di generare vantaggi competiviti, diciamo sulla falsa riga dell'eccellenza presentata da Saipem.
Queste, insieme ad Eni, sono le uniche aziende italiane, di medie/grandi dimensioni, a competere a livello mondiale alla pari con altri big.

Direi pertanto che, come ben sai, i costi d'agenzia sono un "male" presente in tutte le aziende (tranne laddove vi sia "il proprietario/manager" che incorpora in se stesso gli interessi aziendali (share/stakeholder), tuttavia nel caso di PRY abbiamo un esempio di competenze/valore emerso solo grazie al distacco dal dinosauro pirelli (ricordi quanto, ad inizio 2000, si leggeva "spin off per far emergere valore".... visto anche il momento dell'IPO, direi che non si tratti di "vendita a pezzettini, ma di ricerca di emersione di competenze latenti).

Dietro a queste c'è una schiera di piccole/medie aziende che posseggono reali competenze distintive e vantaggi competitivi, a fronte, però. di un dimensionamento "nano" (es Interpump, Ima, Saes Getters, ecc...).

:-)

Pry ce la ho da 12.70

PS: siamo OT, questa è Micro bella e buona :)
Non sapevo di tutte queste cose e, soprattutto, dell'eccellenza di questa impresa a livello mondiale. Speriamo vadano avanti così allora, l'indotto sicuramente ne beneficerà! E grazie per il tuo intervento! ;)
 
Non sapevo di tutte queste cose e, soprattutto, dell'eccellenza di questa impresa a livello mondiale. Speriamo vadano avanti così allora, l'indotto sicuramente ne beneficerà! E grazie per il tuo intervento! ;)

Beh... poi nessuno sa mai se vi sono inefficienze periferiche o latenti ancora sommerse... tuttavia Pry rappresenta un player primario a livello mondiale, con competenze d'eccellenza.

Speriamo non le dissipino... ma la partenza è stata buona.

;)
 
Prysmian: capitale sociale sale a 21.108.897,90 euro - Milano Finanza Interactive Edition

Prysmian: capitale sociale sale a 21.108.897,90 euro

MILANO (MF-DJ)--Il capitale sociale di Prysmian e' salito dai precedenti
18.202.930,20 euro, pari a 182.029.302 azioni del valore nominale unitario
di 0,10 euro, a 21.108.897,90 euro, pari a 211.088.979 azioni del valore
nominale unitario di 0,10 euro.

Per effetto delle adesioni all'offerta pubblica d'acquisto e di scambio
volontaria, si legge in una nota, promossa da Prysmian sulla totalita'
delle azioni ordinarie di Draka Holding pervenute prima che l'Offerta
stessa venisse dichiarata incondizionata, l'aumento di capitale e' stato
eseguito parzialmente. Inoltre Prysmian ha emesso 29.059.677 azioni
ordinarie.

Ulteriori adesioni all'Offerta potranno pervenire fino alle 18h00 del 22
febbraio prossimo.
com/lab

(fine)

MF-DJ NEWS
 
Questa non è la sezione "micro - mercati".
 
Indietro