Putin è un criminale ed il suo generale preferito è un criminale: al freddo e fame

  • Ecco la 72° Edizione del settimanale "Le opportunità di Borsa" dedicato ai consulenti finanziari ed esperti di borsa.

    È stata un’ottava ricca di spunti per i mercati, dapprima con l’esito delle elezioni europee, poi con i dati americani incoraggianti sull’inflazione e la riunione della Fed. L’esito delle urne ha mostrato uno spostamento verso destra del Parlamento europeo, con l’avanzata dei partiti nazionalisti più euroscettici a scapito di liberali e verdi. In Francia, il presidente Macron ha indetto il voto anticipato dopo la vittoria di Le Pen e in Germania i socialdemocratici del cancelliere tedesco Olaf Scholz hanno subito una disfatta record. L’azionario europeo ha scontato molto queste incertezze legate al rischio politico in Francia. Oltreoceano, i principali indici di Wall Street hanno raggiunto nuovi record dopo che mercoledì sera, la Fed ha mantenuto invariati i tassi nel range 5,25-5,50%. I dot plot, le proiezioni dei funzionari sul costo del denaro, stimano ora una sola riduzione quest’anno rispetto a tre previste a marzo. Lo stesso giorno è stato diffuso il report sull’inflazione di maggio, che ha mostrato un rallentamento al 3,3% e un dato core al 3,4%, meglio delle attese.
    Per continuare a leggere visita il link

lorenzov1963

RdC?! A Lavorare!
Registrato
30/7/08
Messaggi
31.723
Punti reazioni
2.434
Attacchi indiscriminati alle infrastrutture elettriche e di genrazione energia, per piegare la popolazione Ucraina al loro volere: già adesso sono oltre 10 milioni senza luce nè possibilità di scaldarsi.
Probabilmente pure alla fame.

L'inverno che è arrivato e che in quelle zone picchia duro, ci sarà da aspettarsi una moria come mosche dei bambini e dei deboli (vecchi,donne..)

Una ripetizione di quello che fece il suo predecessore, al secolo Stalin quando ordinò lo sterminio per fame di 6,5 milioni di Ucraini, Holodomor.

Cani maledetti.
 
Attacchi indiscriminati alle infrastrutture elettriche e di genrazione energia, per piegare la popolazione Ucraina al loro volere: già adesso sono oltre 10 milioni senza luce nè possibilità di scaldarsi.
Probabilmente pure alla fame.

L'inverno che è arrivato e che in quelle zone picchia duro, ci sarà da aspettarsi una moria come mosche dei bambini e dei deboli (vecchi,donne..)

Una ripetizione di quello che fece il suo predecessore, al secolo Stalin quando ordinò lo sterminio per fame di 6,5 milioni di Ucraini, Holodomor.

Cani maledetti.

Questa però è la legge della guerra, da che mondo è nato, non possiamo far finta di ignorarlo. In modi e forme diverse lo hanno fatto tutti, nessuno in questo campo può scagliare la prima pietra.
Chiaramente chiunque lo faccia si aspetti di essere trattato con la stessa moneta, e nel caso specifico mi auguro che i russi vengano cacciati a calci in **** fuori da ogni centimetro occupato in ucraina dal 2014
 
Questa però è la legge della guerra, da che mondo è nato, non possiamo far finta di ignorarlo. In modi e forme diverse lo hanno fatto tutti, nessuno in questo campo può scagliare la prima pietra.
Chiaramente chiunque lo faccia si aspetti di essere trattato con la stessa moneta, e nel caso specifico mi auguro che i russi vengano cacciati a calci in **** fuori da ogni centimetro occupato in ucraina dal 2014

con putin siamo tornati in EUROPA alle guerre di conquista dell'800 e alle massive tecniche di distruzione che la società industriale del '900 ha messo a disposizione degli stati nella prima guerra mondiale e nella seconda guerra mondiale.

putin in oltre 20 anni ha saputo nascondere bene il suo autentico volto all'occidente; nel momento in cui la sua persuasione compiuta grazie all'enorme massa di quattrini fatta circolare nell'Europa occidentale non ha dato i frutti sperati, anzi qualcuno ha intascato però si è subito messo a disposizione degli USA, si è deciso ha ricorrere alle vecchie abitudini guerresche che avevano gli zar dell'800.
 
con putin siamo tornati in EUROPA alle guerre di conquista dell'800 e alle massive tecniche di distruzione che la società industriale del '900 ha messo a disposizione degli stati nella prima guerra mondiale e nella seconda guerra mondiale.

putin in oltre 20 anni ha saputo nascondere bene il suo autentico volto all'occidente; nel momento in cui la sua persuasione compiuta grazie all'enorme massa di quattrini fatta circolare nell'Europa occidentale non ha dato i frutti sperati, anzi qualcuno ha intascato però si è subito messo a disposizione degli USA, si è deciso ha ricorrere alle vecchie abitudini guerresche che avevano gli zar dell'800.

NO. Sappiamo poco di quanto hanno fatto o appoggiato/favorito gli americani in Iraq, per esempio. Ma quando sento parlare Alberto neri, che in Iraq c'è stato come inviato di guerra, certamente non un anti-americano (o comunque non per partito preso, critico quanto serve, come peraltro lo è stato formigli, che pur da atlantista non si è tirato indietro quando si è trattato di denunciare le magagne americane e la loro politica imperialista) mi basta vedere come si trattiene e come cambia tono quando ricorda quello che ha visto con i suoi occhi, la distanza tra quello che millantavano gli americani nelle conferenze stampa (gli inviati non potevano muoversi, all'inizio, come accade oggi in ucraina) e quello che ha constatato con i suoi occhi quando è ha potuto andare a vedere di persona.

In Cecenia e in Siria i russi hanno fatto di peggio, ma nessuno si è indignato perché con Putin si facevano affari, e lo stesso si sta facendo con Erdogan che con gli oppositori interni e i Curdi (che per la cronaca sono stati fondamentali contro l'isis) ha fatto le stesse cose dei russi e passa per essere oggi "l'uomo di pace"

Esiste da sempre una doppia morale, legata agli interessi nazionali. Molto di quanto si vede nelle differenze di visione qui in Ucraina è solo legata ad una diversa visione di quelli che sono i nostri interessi nazionali, con la differenza che i filo-ucraini almeno stanno dalla parte degli aggrediti, tutti gli altri no.

É semmai è questa una differenza non da poco, ma la guerra è guerra, che lo si voglia vedere o meno. Tutti sapevano chi era Putin, solo che si pensava che non avrebbe mai fatto la follia di sfidare l'occidente, perché finché se la prendeva con gli oppositori interni o quando reprimeva altrove e altri nessuno si scandalizzava.
 
È nostro obbligo morale doverli aiutare a superare anche questo.

Per esempio la nave metaniera dell'Eni dovrebbe attraccare ad Odessa sperando abbiano dei rigassificatori da quelle parti e di possa immettere il metano nei loro tubi

Poi camion di merci a loro destinate
 
Ultima modifica:
È nostro obbligo morale doverli aiutare a superare anche questo.

Per esempio la nave metaniera dell'Eni dovrebbe attraccare ad Odessa sperando a bianco dei rigassificatori da quelle parti e di possa immettere il metano nei loro tubi

Poi camion di merci a loro destinate

Ovvio, almeno che per i filo-ucraini che lo si faccia. Ma non dimentichiamoci mai che non l'abbiamo fatto né con gli yemeniti né, tanto meno, con i curdi, a cui abbiamo promesso tanto, che tanto sangue hanno versato anche per noi, e che oggi vengono sterminati.
Probabilmente non possiamo fare altro, non possiamo permetterci in questo momento di trovarci contro pure Erdogan (per adesso ....) ma a me questa doppia morale rivolta ancora lo stomaco.
 
È nostro obbligo morale doverli aiutare a superare anche questo.

Per esempio la nave metaniera dell'Eni dovrebbe attraccare ad Odessa sperando a bianco dei rigassificatori da quelle parti e di possa immettere il metano nei loro tubi

Poi camion di merci a loro destinate

Per emergenze e in luoghi sulla costa come Odessa ci sarebbero queste :D:

https://www.ge.com/news/reports/tur...werships-are-helping-to-electrify-asia-africa

inapplicabili però in zone interne.
 
Ovvio, almeno che per i filo-ucraini che lo si faccia. Ma non dimentichiamoci mai che non l'abbiamo fatto né con gli yemeniti né, tanto meno, con i curdi, a cui abbiamo promesso tanto, che tanto sangue hanno versato anche per noi, e che oggi vengono sterminati.
Probabilmente non possiamo fare altro, non possiamo permetterci in questo momento di trovarci contro pure Erdogan (per adesso ....) ma a me questa doppia morale rivolta ancora lo stomaco.

Ci sono delle priorità da dover rispettare..
Non possiamo aiutare tutto il mondo
Finisce che poi devono aiutare noi
 
Ci sono delle priorità da dover rispettare..
Non possiamo aiutare tutto il mondo
Finisce che poi devono aiutare noi

beh ,gli altri si sono palesati ben prima degli ucraini ,ma non abbiamo fatto un c.azzo lo stesso . adesso c'e' la fregola .
cq l'ho gia' scritto ,il ns paese doveva spendere anche di piu' di cio' che abbiamo dato fin'ora ,ma in aiuti umanitari ,e ci si sarebbe dovuti impegnare di piu' per non fare neppure iniziare la faccenda ,saremmo stati inascoltati ,ripresi ,e fors'anche puniti ,ma potremmo tenere la fronte alta sicuri di aver fatto il meglio, altro che zerbini , invece con quattro ferrivecchi vogliamo essere presenti quando si trattera di dividere la torta degli appalti e ricevere la carezza dai padroni d'oltre oceano,se ci butteranno l'osso come al solito sara' solo giusto.
 
125 mw, non che ci fai molto, ma per riscaldare va benissimo
 
Zelenski è al caldo però, mi dicono
 
Più che di fame parlerei di sete ,il che è molto peggio.
 
Zelenski è al caldo però, mi dicono
infatti l'obiezione che viene fatta a chi parla di "centrali elettriche = obbiettivo militare = obbiettivo lecito" è che le strutture militari e/o di comando e/o d'emergenza sono dotate di generatori elettrici, per cui non sono toccate "pesantemente" da questi attacchi. Sono colpiti solo i civili in senso stretto.
Peraltro basta che vai ad una qualsiasi esselunga o ipercoop e vedi che pure queste sono dotate di generatori, per i frigo. Per cui è cosa comune, non "vedi il privilegiato".

C
 
infatti l'obiezione che viene fatta a chi parla di "centrali elettriche = obbiettivo militare = obbiettivo lecito" è che le strutture militari e/o di comando e/o d'emergenza sono dotate di generatori elettrici, per cui non sono toccate "pesantemente" da questi attacchi. Sono copliti solo i civili in senso stretto.
Peraltro basta che vai ad una qualsiasi esselunga o ipercoop e vedi che pure queste sono dotate di generatori, per i frigo. Per cui è cosa comune, non "vedi il privilegiato".

C

qualunque guerra tocca volontariamente anche obbiettivi civili, niente di nuovo quindi...........
 
125 mw, non che ci fai molto, ma per riscaldare va benissimo

È articolo del 2016, ce ne sono ormai di più performanti.
”[...]The company is planning to increase its installed capacity to 2.5 gigawatts [GW]"
 
Beh, però queste sono navi che danno energia a paesi africani che non avrebbero altre possibilità. :yes:

Ma sai che a volte (non sempre) certi ambientalisti radicali danno più importanza alla forma rispetto alla sostanza, chiaramente era ironico nei loro confronti. :)

Qui in Italia l'eolico e parzialmente il fotovoltaico non sono decollati (almeno in parte, ovviamente) anche per contrarietà di alcuni frange degli ambientalisti o più in generali di benpensanti illuminati, spesso senza particolari problemi economici e di sussistenza, nell'eolico si pensi ai muri alzati relativamente ai vincoli paesaggistici

Oggi ci farebbero molto comodo quelle risorse alternative così tanto ostacolate anche per ragioni folli, non avrebbero risolto tutti i problemi, ovviamente, ma ci avrebbero aiutato.

A volte quello che è brutto serve
 
Ci sono delle priorità da dover rispettare..
Non possiamo aiutare tutto il mondo
Finisce che poi devono aiutare noi

Piano, potremmo tranquillamente aiutare i curdi con sanzioni ed isolamento della Turchia (idem per lo yemen), solo che oltre a non potercelo permettere non ce lo vogliamo permettere, perché non esiste neanche la condanna a parole, e parlo di parole esplicite, come in minima parte ha fatto Draghi con Erdogan, scatenando quello che ha scatenato

E noi neanche alle parole di condanna vera siamo arrivati, con gli arabi Renzi è arrivato a livelli di servilismo addirittura fantozziani

Non dimentichiamoci quindi che la doppia morale ce l'hanno tutti, idem gli interessi nazionali, non solo i filo-russi, anche i filo-ucraini, solo che almeno in questo caso stanno dalla parte giusta, degli aggrediti
 
con putin siamo tornati in EUROPA alle guerre di conquista dell'800 e alle massive tecniche di distruzione che la società industriale del '900 ha messo a disposizione degli stati nella prima guerra mondiale e nella seconda guerra mondiale.

putin in oltre 20 anni ha saputo nascondere bene il suo autentico volto all'occidente; nel momento in cui la sua persuasione compiuta grazie all'enorme massa di quattrini fatta circolare nell'Europa occidentale non ha dato i frutti sperati, anzi qualcuno ha intascato però si è subito messo a disposizione degli USA, si è deciso ha ricorrere alle vecchie abitudini guerresche che avevano gli zar dell'800.

non hai tutti i torti coi russi non si può catzzeggiare.non è che li puoi circondare e mettere alle strette e pensare che poi la fai franca coi sofismi o i cavilli astrusi del mondo a cui ci hanno sottomessi i campioni del capitalismo,salvo quando gli occorre grenada vietanam iraq iran direttamente e da altre parti con le primavere:cool:
 
Indietro