qualcuno ha letto "grafici per trader professionisti"?

trinita73

Nuovo Utente
Registrato
21/5/03
Messaggi
895
Punti reazioni
112
ho letto questo libro e mi sembra valido ma ho riscontrato che alcune cose non possono essere applicate in modo concreto.
mi riferisco sopratutto alla parte in cui si dovrebbero tracciare dei cerchi con il compasso sul grafico che si vuole analizzare.
il problema e' che ho stampato diversi grafici da visual trader pero' a seconda dello zoom che faccio l'analisi viene sempre diversa.ad esempio se prendo un grafico a 30 giorni intraday e traccio un cerchio dal minimo A al massimo B e poi prendo lo stesso grafico ma a 20 giorni intraday (oppure faccio solo lo zoom del grafico a 30 gg), stesso time frame,ecc...e traccio il cerchio dal minimo A al massimo B identici di prima l'analisi diviene diversa e quindi praticamente inutile.
vorrei sapere se qualcuno che ha letto il libro ha una soluzione a questo problema o in che cosa sbaglio io.
grazie,ciao
 
Che ridere... non ascoltate simili analisi... se stiro un grafico nel senso dell'asse delle scisse il cerchio ipotetico diventerebbe un ellisse... lo stesso per le ordinate. Qui mancano le minime cognizioni di geometria elementare.
 
Io a modo mio l'avrei trovata una soluzione a questo problema, ma non sono tanto convinto di fare una buona cosa nel rendere noto a tutto il mondo notizie di tale portata.:D:D
 
io l'ho trovato un libro interessante e sopratutto come c'e' scritto nello stesso libro lo scopo e' solo quello di dare lo spunto per un metodo di analisi alternativo dove uno poi si puo' cimentare come vuole e crearsi un analisi personalizzata tramite gli spunti che sono illustrati.
il problema della giometria e' ovvio, anche un geometra se traccia un cerchio su un progetto e poi lo allunga da un lato si ritrova un elisse, non penso che per questo allora non lo faccia....probabilmente c'e' un modo per tracciarli e fare in modo che ogni analisi venga uguale ed e' questo che mi interessa sapere
 
Il grafico lo devi modificare prima di iniziare a disegnare qualsiasi traccia, dopo puoi disegnare tutti i cerchi che vuoi.
E' un po' quello che faceva Gann con l'angolo di crescita di 1cent per giorno.
Inoltre per quello che ho visto io funziona solo con la scala lineare e non logaritmica.
Ciao.
 
Scritto da trinita73
io l'ho trovato un libro interessante e sopratutto come c'e' scritto nello stesso libro lo scopo e' solo quello di dare lo spunto per un metodo di analisi alternativo dove uno poi si puo' cimentare come vuole e crearsi un analisi personalizzata tramite gli spunti che sono illustrati.
il problema della giometria e' ovvio, anche un geometra se traccia un cerchio su un progetto e poi lo allunga da un lato si ritrova un elisse, non penso che per questo allora non lo faccia....probabilmente c'e' un modo per tracciarli e fare in modo che ogni analisi venga uguale ed e' questo che mi interessa sapere

Il libro dovrebbe dire qual'è la scala del tempo e quella dei valori, mi spiego:

Dovrebbe riportare una cosa 1 centimetro = 1 Giorno e 1 centimetro = 1% di incremento (esempio) cioè dare una scala fissa che rapporti tempo e valore, se non lo fa accendici il fuoco perchè i cerchi che traccia non hanno alcun significato, infatti variando le scale dei valori e del tempo i cerchi li faccio passare in un numero diverso infinito di punti...:rolleyes:
 
Scritto da stefanog23
Il libro dovrebbe dire qual'è la scala del tempo e quella dei valori, mi spiego:

Dovrebbe riportare una cosa 1 centimetro = 1 Giorno e 1 centimetro = 1% di incremento (esempio) cioè dare una scala fissa che rapporti tempo e valore, se non lo fa accendici il fuoco perchè i cerchi che traccia non hanno alcun significato, infatti variando le scale dei valori e del tempo i cerchi li faccio passare in un numero diverso infinito di punti...:rolleyes:


non ricordo infatti quando ho letto il libro che ci fossero indicazioni del genere...adesso riguardando di nuovo in modo volece non ho trovato nulla del genere, l'unica cosa che posso dire e' che si deve avere un angolo di 45° e credo si debba partire da quest'unica regola per avere poi in ogni grafico la stessa proiezione e target dei cerchi...ma appunto di preciso non saprei.
comunque in linea di massima non mi interessa il riferimento preciso dell'autore sulle dimensioni da usare,ecc... mi interessa piu' che altro poter stampare diversi grafici, con zoom e giorni di riferimento diversi e avere le proiezioni dei cerchi uguali....cioe' magari su un grafico con zoom ampio tracciare un cerchio piccolo, su uno con uno zoom piu' dettagliato magari tracciarlo in modo piu' grande pero' dandomi gli stessi riferimento di prezzo.forse usando dei riferimenti standard come dicevi, tipo 1 cm=1 giorno, ecc....si puo' arrivare a questo, puoi darmi piu' dettagli come fare?
ho anche contattato la traderlink per avere info, ma non mi ha ancora risposto.
 
Scritto da trinita73
ho letto questo libro e mi sembra valido ma ho riscontrato che alcune cose non possono essere applicate in modo concreto.
mi riferisco sopratutto alla parte in cui si dovrebbero tracciare dei cerchi con il compasso sul grafico che si vuole analizzare.
il problema e' che ho stampato diversi grafici da visual trader pero' a seconda dello zoom che faccio l'analisi viene sempre diversa.ad esempio se prendo un grafico a 30 giorni intraday e traccio un cerchio dal minimo A al massimo B e poi prendo lo stesso grafico ma a 20 giorni intraday (oppure faccio solo lo zoom del grafico a 30 gg), stesso time frame,ecc...e traccio il cerchio dal minimo A al massimo B identici di prima l'analisi diviene diversa e quindi praticamente inutile.
vorrei sapere se qualcuno che ha letto il libro ha una soluzione a questo problema o in che cosa sbaglio io.
grazie,ciao

ciò non deve essere consentito
 
Cerchi si.... cerchi no.... funzionano... non funzianano.
Certo è che quando ho scoperto qualche mese fa quello che vi sto proponendo, giocherellando col compasso su un giornale di finanza, mi ha lasciato parecchio di sasso..... non so voi.
 

Allegati

  • mtel.jpg
    mtel.jpg
    16,8 KB · Visite: 241
è un pò come le trendline, di fatto ne puoi tracciare mille diverse, eppure ci sono quelle che valgono di più, quelle che valgono di meno e quelle che non valgono niente perché sono solo tentativi di cercare conferme sul grafico di proprie convinzioni, ovvero cercare di voler aver ragione per forza. Tanto poi le cose vanno come devono...

Strd.
 
Ciao, io l'ho letto quel libro di Jenskin.

Premetto che amo fare trading system di scalping meccanici...tuttavio l'ho trovato molto interessante per alcune cose, un po' farlocco per altre...

Io credo moltissimo nelle trendlines, che permettono di fare proiezioni nel tempo molto precise.


Per quanto riguarda i cerchi, leggendo quel libro, ho imparato ad usare in maniera "meccanica" e oggettiva lo strumento di Tradestation (credo che ci sia anche in Metastock) realtivo ai cerchi (di Fibonacci)....in pratica, Tradestation ti presenta l'opzione "divide time/price separately"...se attivata la curva che ne risulta è un elissoide che è, in funzione della scala, univocamente definita in base ai 2 punti estremi (o anche uno intermedio, come uso io) che scegli per tracciarlo.

ultimamente lo sto usando + che altro per gli 123 di Ross per avere una proiezione futura dei target. e funziona, per ora, molto bene.

oggi, ad esempio sul dax, ho notato un buon 123 high alla mattina sul minuto le cui proiezioni mi davano come primo target 3870, che è stato quasi il max di giornata.

i cerchi disegnati senza quest'opzione si presentano invece come non "legati" alla scala che si sta usando....anch'io pensavo di usarli così all'inizio...poi ho accantonato l'idea per questi motivi...

il bello (e strano) è che con qualsiasi scala sembrava di trovare sempre dei punti della madonna..boh :eek: :D

Ciao
Giacomo
 
Ultima modifica:
Scritto da jakeglb
Ciao, io l'ho letto quel libro di Jenskin.

Premetto che amo fare trading system di scalping meccanici...tuttavio l'ho trovato molto interessante per alcune cose, un po' farlocco per altre...

Io credo moltissimo nelle trendlines, che permettono di fare proiezioni nel tempo molto precise.


Per quanto riguarda i cerchi, leggendo quel libro, ho imparato ad usare in maniera "meccanica" e oggettiva lo strumento di Tradestation (credo che ci sia anche in Metastock) realtivo ai cerchi (di Fibonacci)....in pratica, Tradestation ti presenta l'opzione "divide time/price separately"...se attivata la curva che ne risulta è un elissoide che è, in funzione della scala, univocamente definita in base ai 2 punti estremi (o anche uno intermedio, come uso io) che scegli per tracciarlo.

ultimamente lo sto usando + che altro per gli 123 di Ross per avere una proiezione futura dei target. e funziona, per ora, molto bene.

oggi, ad esempio sul dax, ho notato un buon 123 high alla mattina sul minuto le cui proiezioni mi davano come primo target 3870, che è stato quasi il max di giornata.

i cerchi disegnati senza quest'opzione si presentano invece come non "legati" alla scala che si sta usando....anch'io pensavo di usarli così all'inizio...poi ho accantonato l'idea per questi motivi...

il bello (e strano) è che con qualsiasi scala sembrava di trovare sempre dei punti della madonna..boh :eek: :D

Ciao
Giacomo


ciao jakeglb,

non conosco tradestation se non per fama, pero' da quello che dici mi pare tu parli delle classiche analisi paraboliche che pero' sono un po' diverse dalle analisi descritte nel libro che invece sono dei semplici cerchi....le paraboliche non le conosco bene pero' so' essere molto diffuse e incorporano dei calcoli matematici per avere poi le proiezioni, quindi sono due cose simili ma molto diverse tra loro.invece puo' essere interessante un discorso (se tradestation lo permette) di tracciare un cerchio perfetto e poi variando valore temporale, scala tempo/prezzo come si vuole il cerchio si adegua allargandosi a formare un elisse, cioe' cambiare forma ma non i riferimenti di target.
mi sai dire se con tradestatione quindi tracci esclusivamente paraboliche o se e' possibile anche tracciare cerchi perfetti con le variazioni dette poco fa'???
 
Ciao,

non sono paraboliche, non imponendo il passaggio per 3 punti per definire le stesse..

senza attivare quell'opzione di cui ti accennavo sopra, il cerchio è perfetto. Se invece attivi quell'opzione ricavi praticamente una curva elissoide che è in funzione della scala...

in poche parole ricavi una curva, una volta fatta passare dove vuoi, che si modifica al variare della scala, cioè i punti che segna sono UNIVOCAMENTE DETERMINATI.....non è che se zoomi ti segna poi un altro punto...capisci?

da casa manderò un'immagine in modo che possa spiegarmi meglio.

Ciao
Giacomo
 
ti ringrazio, credo di aver capito...penso sia la cosa ideale per le tecniche dei cerchi che sono descritte nel libro, solo che appunto per applicarle nel modo corretto devo avere tradestation.ciao
 
Indietro