Quanto dura fisicamente 1 casa?

FreeGan

Utente Registrato
Registrato
17/2/09
Messaggi
2.885
Punti reazioni
126
Avendo 1 casa costruita nel 1955, quanto dura in media fisicamente una casa? Quando comincerà presumibilmente a dare tanti problemi di manutenzione (nn so dopo 60/100 anni dalla costruzione) e magari venderla prima?

Quando nn conviene comprare 1 casa che ha già troppi anni di vita?
Può considerarsi investire sul futuro, vendere la propria casa vecchia x acquistarne 1 appena costruita (considerando che x qualche decina di anni si risparmierà su manutenzioni probabili, visto che è nuova)?
 
secondo me le case sono come le persone, a una certa età bisogna fargli il tagliando, alcune si conservano benissimo e hanno bisogno di poca manutenzione, altre hanno bisogno di molta manutenzione già appena nate..
dipende da come sono costruite, da chi ci ha vissuto, da chi le ha curate, amate...
 
Avendo 1 casa costruita nel 1955, quanto dura in media fisicamente una casa? Quando comincerà presumibilmente a dare tanti problemi di manutenzione (nn so dopo 60/100 anni dalla costruzione) e magari venderla prima?

Quando nn conviene comprare 1 casa che ha già troppi anni di vita?
Può considerarsi investire sul futuro, vendere la propria casa vecchia x acquistarne 1 appena costruita (considerando che x qualche decina di anni si risparmierà su manutenzioni probabili, visto che è nuova)?

Qualcuno ti dirà che il colosseo è in piedi da 2000 anni.

Se l'immobile è in cemento armato ancora dati certi non si hanno. In usa dopo 100 anni tirano giù e ricostruiscono per legge... direi che potresti basarti su una durata come questa...
 
Qualcuno ti dirà che il colosseo è in piedi da 2000 anni.

Se l'immobile è in cemento armato ancora dati certi non si hanno. In usa dopo 100 anni tirano giù e ricostruiscono per legge... direi che potresti basarti su una durata come questa...

Ovviamente la manutenzione è fondamentale....
 
Io trovo bellissime le ristrutturazioni..tipo casa colonica dell'800, palazzo storico del '700...non sono come le macchine, le case non hanno il motore...quando gli impianti sono nuovi, ben isolate, con gli infissi nuovi durano secoli. Come dicono gli americani due cose sono importanti :
1° la location
2° la location
che vuol dire campagna/collina gradevole, non deturpata.....:blah:
centro storico non degradato, niente spaccio/putt:censored:/casini/stranieri !!!
 
Quelle del dopoguerra chissà quante sorprese ci riserveranno... :D
 
"Può considerarsi investire sul futuro, vendere la propria casa vecchia x acquistarne 1 appena costruita (considerando che x qualche decina di anni si risparmierà su manutenzioni probabili, visto che è nuova)?[/QUOTE]"

No
 
e se vi dicessi...1890?

In cemento armato? Non credo...

Io trovo bellissime le ristrutturazioni..tipo casa colonica dell'800, palazzo storico del '700...non sono come le macchine, le case non hanno il motore...quando gli impianti sono nuovi, ben isolate, con gli infissi nuovi durano secoli. Come dicono gli americani due cose sono importanti :
1° la location
2° la location
che vuol dire campagna/collina gradevole, non deturpata.....:blah:
centro storico non degradato, niente spaccio/putt:censored:/casini/stranieri !!!

Come sopra. Un conto sono gli edifici del 700 in pietra, un conto sono gli edifici degli anni 30-40 in cemento armato....:)
 
"Può considerarsi investire sul futuro, vendere la propria casa vecchia x acquistarne 1 appena costruita (considerando che x qualche decina di anni si risparmierà su manutenzioni probabili, visto che è nuova)?

No

*

Le case nuove hanno una qualità costruttiva pessima (quelle del recente €-boom immobiliare). Il miglior compromesso secondo me si trova nelle case anni 90. Sei d'accordo broken brick? :)
 
*

Le case nuove hanno una qualità costruttiva pessima (quelle del recente €-boom immobiliare). Il miglior compromesso secondo me si trova nelle case anni 90. Sei d'accordo broken brick? :)

Dipende.

C'erano scalzacani negli anni 90 e ci sono oggi. C'erano ottimi costruttori negli anni 90 e ci sono oggi.

Non farei di tutta l'erba un fascio...

Io ad esempio una casa di Broken brick non la comprerei manco morto.... cò sto nick che si è messo poi...:p
 
bisogna comprarsi la casa che piace :) e poi curarla
 
Dipende.

C'erano scalzacani negli anni 90 e ci sono oggi. C'erano ottimi costruttori negli anni 90 e ci sono oggi.

Non farei di tutta l'erba un fascio...

Questo è vero, ma si sa che il credito facile ha fatto nascere tantissimi speculatori ultimamente... ;)
 
bisogna comprarsi la casa che piace :) e poi curarla

Ma dai per favore...

C'è gente che si è improvvisata costruttore e non sa nemmeno da dove si comincia...

E poi è fondamentale la manutenzione esterna, casa tua può essere rifinitissima internamente ma se il condominio non approva i rifacimenti delle facciate, hai il cemento esposto alle intemperie a lungo andare l'immobile risulterà instabile.

Avoja a averne cura. Che fai paghi tu tutta la manutenzione esterna?
 
Ma dai per favore...

C'è gente che si è improvvisata costruttore e non sa nemmeno da dove si comincia...

E poi è fondamentale la manutenzione esterna, casa tua può essere rifinitissima internamente ma se il condominio non approva i rifacimenti delle facciate, hai il cemento esposto alle intemperie a lungo andare l'immobile risulterà instabile.

Avoja a averne cura. Che fai paghi tu tutta la manutenzione esterna?

ma la manutenzione esterna si fà una volta ogni 10 anni, secondo me conta quella interna
 
*

Le case nuove hanno una qualità costruttiva pessima (quelle del recente €-boom immobiliare). Il miglior compromesso secondo me si trova nelle case anni 90. Sei d'accordo broken brick? :)

Non ti dò torto, le tecniche costruttive erano già buone e forse c'era meno ricerca del guadagno ad ogni costo rispetto agli anni successivi...però per la prima volta trovo giusta anche una osservazione di quella ma11a scatenata di Samme (quella ragazza è fuori come una grondaia....) penso anch'io che la manutenzione accurata sia fondamentale. Meglio una casa dell'800 tenuta con cura che una progettata da un grande architetto contemporaneo e poi lasciata nell'abbandono....
 
Non ti dò torto, le tecniche costruttive erano già buone e forse c'era meno ricerca del guadagno ad ogni costo rispetto agli anni successivi...però per la prima volta trovo giusta anche una osservazione di quella ma11a scatenata di Samme (quella ragazza è fuori come una grondaia....) penso anch'io che la manutenzione accurata sia fondamentale. Meglio una casa dell'800 tenuta con cura che una progettata da un grande architetto contemporaneo e poi lasciata nell'abbandono....

io dico sempre cose giuste siete voi fuori come un tetto :)
 
Certo, anche la manutenzione esterna è fondamentale...magari ci vorrebbero degli amministratori di condominio onesti (che fanno un progetto di manutenzione, con preventivi da esaminare con calma, interventi da programmare, senza lucrarci sopra...:angel:) in pratica non dovremmo essere in Eataly con il solito magna-magna etc. etc.
 
Indietro