Quanto influiscono i rating sulla politica dei vari paesi?

qx2

Nuovo Utente
Registrato
23/4/02
Messaggi
12.834
Punti reazioni
538
Tesoro terra' conto giudizio Fitch
8484e7db6c6989b704b9794fa8514bed.jpg
Tra informazioni rilevanti due diligence appena avviata (ANSA) - ROMA, 25 MAG - Il ministero dell'Economia, nell'esame dei conti pubblici che ha appena avviato, terra' conto del giudizio espresso da Fitch. Secondo fonti del Tesoro, il ministro Padoa-Schioppa 'ha preso attenta nota della comunicazione odierna con cui Fitch ha posto sotto osservazione con implicazioni negative il rating dell'Italia, e tale giudizio sara' inserito tra le informazioni rilevanti per la valutazione della situazione dei conti pubblici italiani appena avviata dal ministero'. © Copyright ANSA Tutti i diritti riservati2006-05-25 19:17



mi facevo la domanda in via generale dopo aver letto l'articolino che ho postato qui sopra.
 
molto. se ai Paesi non interessa del rating, vuol dire che non interessa il mercato, i crediti etc etc. Fondamentalissimo. Ma a qualche politico non interessa... :D Fini ha perso quel po' di stima residua quando ha dichiarato che Fitch era un'agenzia sconosciuta... bella figura...
 
luigir ha scritto:
molto. se ai Paesi non interessa del rating, vuol dire che non interessa il mercato, i crediti etc etc. Fondamentalissimo. Ma a qualche politico non interessa... :D Fini ha perso quel po' di stima residua quando ha dichiarato che Fitch era un'agenzia sconosciuta... bella figura...
io non voglio essere polemico sia chiaro
per me sono mostri sacri o quasi tutti quelli dei rating
però mi chiedevo quanto incidessero le loro stime e dichiarazioni sui vari governi
e se incidessero in egual misura in ogni governo
mi spiego
ponendo a 100 il peso dei rating in italia
in francia quant'è???
sempre 100 o più di 100 o meno di 100?
 
qx2 ha scritto:
io non voglio essere polemico sia chiaro
per me sono mostri sacri o quasi tutti quelli dei rating
però mi chiedevo quanto incidessero le loro stime e dichiarazioni sui vari governi
e se incidessero in egual misura in ogni governo
mi spiego
ponendo a 100 il peso dei rating in italia
in francia quant'è???
sempre 100 o più di 100 o meno di 100?

non sono polemico ho detto la verita' che e' stata sentita da tutti in TV
e la mia risposta e' molto chiara. Ai governi solitamente importa, a quello italiano invece non importava, infatti il giorno dopo qualche bella risata qualcuno se l'e' fatta...

I rating sono rating. incidono in egual misura su ogni STATO od aziendq, non Governo.

Per sapere il perso guarda gli spread dei titoli di stato e vedrai come riflettono i rating.
 
esempio Eurolandia.

Era caduta la lina. sono collegato via ponteradio con l'Italia :D

A ieri

Francia quotava uno spread sui treasury USA a 10 anni di -113.7
Italia -83.00

Quindi vuol dire che la Francia paga meno interessi e gode di maggior fiducia dell'italia, infatti i 10 anni Francia hanno un rendimento del 3.927 mentre l'italia 4.222.

Grazie ai rating che sono comprensivi di tutti i fattori di rischio di un Paese. In Eurolandia siamo i meno affidabili secondo il mercato e paghiamo di piu' il finanziamento nel mercato...
 
L'importanza del rating è direttamente proporzionale al debito ed al deficit dell'osservato
 
ed eccoci che finalmente mi faccio un po più chiare le idee
era più o meno come immaginavo, quindi
ricapitolando
tutti i paesi e tutte le ditte Devono tentare di avere dei rating sempre migliori
poichè gli stessi incidono diretamente sui loro interessi.

allora è un bene per l'italia che ci sia padoa schioppa che li prende sul serio e che valuta attentamente le indicazioni delle agenzie di rating ....


lo so sono rognoso ma mi sovviene un'altra domanda


è possibile pilotare un agenzia di rating?
 
qx2 ha scritto:
ed eccoci che finalmente mi faccio un po più chiare le idee
era più o meno come immaginavo, quindi
ricapitolando
tutti i paesi e tutte le ditte Devono tentare di avere dei rating sempre migliori
poichè gli stessi incidono diretamente sui loro interessi.

allora è un bene per l'italia che ci sia padoa schioppa che li prende sul serio e che valuta attentamente le indicazioni delle agenzie di rating ....


lo so sono rognoso ma mi sovviene un'altra domanda


è possibile pilotare un agenzia di rating?

OK!

Si' e' possibile. In fondo sono esseri umani. Pero' pilotarle tutte sembrerebbe un po' controproducente, costerebbe molto piu' di quanto ci si ricaverebbe. Lo dico anche perche' a parte i rating delle societa' esistono anche quelli dei singoli uffici studi delle banche. Quindi non sono gli unici. Come dicevamo in un threadi PeterPanBoy che ti suggerisco di cercare, i rating bastano soprattutto per coloro che non hanno mezzi e conoscenze per valutare rischi ma esistono ben altri. Se trovo il thread lo uppo per te, sara' contento anche PPB.

Ciao
 
luigir ha scritto:
OK!

Si' e' possibile. In fondo sono esseri umani. Pero' pilotarle tutte sembrerebbe un po' controproducente, costerebbe molto piu' di quanto ci si ricaverebbe. Lo dico anche perche' a parte i rating delle societa' esistono anche quelli dei singoli uffici studi delle banche. Quindi non sono gli unici. Come dicevamo in un threadi PeterPanBoy che ti suggerisco di cercare, i rating bastano soprattutto per coloro che non hanno mezzi e conoscenze per valutare rischi ma esistono ben altri. Se trovo il thread lo uppo per te, sara' contento anche PPB.

Ciao
grazie lo leggerò con attenzione. :clap::clap:
 
qx2 ha scritto:
grazie lo leggerò con attenzione. :clap::clap:
;)
Ora scappo che ho una riunione. A rileggerci lunedi pomeriggio, se non riesco a collegarmi prima. Salutoni a tutti ;)
 
10 settembre 1999 Il Mondo

SEP : il rating e' soltanto un' opinione
primo piano. troppi guai giudiziari, l' agenzia cambia i contratti
Quanto valgono veramente i rating delle agenzie internazionali che, assegnando un voto a societa' private ed enti pubblici, determinano l' affidabilita' degli emittenti di obbligazioni ? Negli ultimi anni, la validita' di questi giudizi, che determinano i tassi d' interesse pagati sui bond, e quindi il costo dell' indebitamento per gli emittenti, e' stata messa in dubbio da numerosi episodi, dall' insolvenza di Orange County, una municipalita' californiana, al collasso dei sistemi finanziari di Paesi asiatici, latino americani e della Russia. Questi incidenti sono costati, e minacciano di costare, molto cari alle agenzie di rating: le maggiori, Standard & Poor' s e Moody' s, devono fare i conti con investitori inferociti, che ricorrono ai tribunali chiedendo centinaia di milioni di dollari di risarcimenti. Ma proprio Standard & Poor' s, che ha dovuto pagare una cospicua penale per l' insolvenza di Orange County, ora ha deciso di correre ai ripari. Per evitare conseguenze giudiziarie, modifichera' dal primo ottobre prossimo il testo dei contratti stipulati con gli enti e le societa' che richiedono il suo rating. In sostanza, dice il nuovo testo, i rating S&P altro non sono che "opinioni protette dal primo emendamento" della costituzione americana, che sancisce la liberta' di stampa e di parola. In caso di errori di giudizio, dunque, Standard & Poor' s sara' tenuta soltanto al risarcimento delle somme pagate dai clienti per ottenere il rating.
 
FaGal ha scritto:
10 settembre 1999 Il Mondo

SEP : il rating e' soltanto un' opinione
primo piano. troppi guai giudiziari, l' agenzia cambia i contratti
Quanto valgono veramente i rating delle agenzie internazionali che, assegnando un voto a societa' private ed enti pubblici, determinano l' affidabilita' degli emittenti di obbligazioni ? Negli ultimi anni, la validita' di questi giudizi, che determinano i tassi d' interesse pagati sui bond, e quindi il costo dell' indebitamento per gli emittenti, e' stata messa in dubbio da numerosi episodi, dall' insolvenza di Orange County, una municipalita' californiana, al collasso dei sistemi finanziari di Paesi asiatici, latino americani e della Russia. Questi incidenti sono costati, e minacciano di costare, molto cari alle agenzie di rating: le maggiori, Standard & Poor' s e Moody' s, devono fare i conti con investitori inferociti, che ricorrono ai tribunali chiedendo centinaia di milioni di dollari di risarcimenti. Ma proprio Standard & Poor' s, che ha dovuto pagare una cospicua penale per l' insolvenza di Orange County, ora ha deciso di correre ai ripari. Per evitare conseguenze giudiziarie, modifichera' dal primo ottobre prossimo il testo dei contratti stipulati con gli enti e le societa' che richiedono il suo rating. In sostanza, dice il nuovo testo, i rating S&P altro non sono che "opinioni protette dal primo emendamento" della costituzione americana, che sancisce la liberta' di stampa e di parola. In caso di errori di giudizio, dunque, Standard & Poor' s sara' tenuta soltanto al risarcimento delle somme pagate dai clienti per ottenere il rating.

appunto 1999... poi cosa successe nel 2003?
 
Riportato sopra :P
 
FaGal ha scritto:
Riportato sopra :P

non l'ho letto... scusa, avevo letto solo l'ultimo post... sono in riunione e sta parlando un parruccone :D anche bavoso.... :D :D
 
Digli che stai giocando al Nascar Racing su pc :D di abbassare i toni che se no non senti i giri del motore
 
FaGal ha scritto:
Digli che stai giocando al Nascar Racing su pc :D di abbassare i toni che se no non senti i giri del motore

Se ti capit pubblica un po' di roba sulla storia Orange County e magari anche Hammersmith e Fulham Swaps, vedrai che aprira' gli ochci a qualcuno su come dovrebbe funzionare un'amministrazione pubblica... altro che supermanagers, e poi servira' anche a capire l'evoluzione fino ai vari Basilea della BIS...

Che palle... quanto parla questo ahahahha :... Ho il mio collega che non riesce a trattenere le risate guardando me che digito come se stessi prendendo nota ahahhahahha
 
luigir ha scritto:
Se ti capit pubblica un po' di roba sulla storia Orange County e magari anche Hammersmith e Fulham Swaps, vedrai che aprira' gli ochci a qualcuno su come dovrebbe funzionare un'amministrazione pubblica... altro che supermanagers, e poi servira' anche a capire l'evoluzione fino ai vari Basilea della BIS...

Che palle... quanto parla questo ahahahha :... Ho il mio collega che non riesce a trattenere le risate guardando me che digito come se stessi prendendo nota ahahhahahha
perchè?
 
FaGal ha scritto:

sa che scrivo per cavoli miei e non quello che dice il capellone.... Tanto avevo gia' le note...
 
luigir ha scritto:
sa che scrivo per cavoli miei e non quello che dice il capellone.... Tanto avevo gia' le note...
:D:D:D:D:D:D:D:D
 
Indietro