Quello che non hanno capito D'Alema ed Eugenio Scalfari.

Dav. c. G.

Utente Registrato
Registrato
16/9/09
Messaggi
50.443
Punti reazioni
822
Berlusconi aprirà la solita falsa ed interessata campagna elettorale contro i comunisti e la sinistra.
Ed il voto rischia di polarizzarsi tra populisti ed il centrosinistra di Bersani affossando il centro (o centrodestra) moderato di Casini e Montezemolo. E nei prossimi anni vedremmo una opposizione populista e strillona dei soliti mangia pane a tradimento, servi e maggiordomi di Berlusconi.
Ed al senato c'è bisogno di almeno l'8% regionale per prendere senatori da parte di Udc e lista civica di Montezemolo.
Senza Monti a guidare i moderati veri (senza leghisti e servi berluscones dedidi solo al malaffare ed al servilismo per il capo corruttore del giudice Metta) si rischia la debacle del centro.


Stanno guardando D'Alema e Scalfari i programmi Mediaset rivolti al popolino ignorante?

Berlusconi: "Monti sia federatore dei moderati". Alfano: "Sinistra sbaglia, possiamo vincere noi" - Repubblica.it

Speriamo che il premier non cada in tentazione - Repubblica.it
 
Berlusconi aprirà la solita falsa ed interessata campagna elettorale contro i comunisti e la sinistra.
Ed il voto rischia di polarizzarsi tra populisti ed il centrosinistra di Bersani affossando il centro (o centrodestra) moderato di Casini e Montezemolo. E nei prossimi anni vedremmo una opposizione populista e strillona dei soliti mangia pane a tradimento, servi e maggiordomi di Berlusconi.
Ed al senato c'è bisogno di almeno l'8% regionale per prendere senatori da parte di Udc e lista civica di Montezemolo.
Senza Monti a guidare i moderati veri (senza leghisti e servi berluscones dedidi solo al malaffare ed al servilismo per il capo corruttore del giudice Metta) si rischia la debacle del centro.


Stanno guardando D'Alema e Scalfari i programmi Mediaset rivolti al popolino ignorante?

Berlusconi: "Monti sia federatore dei moderati". Alfano: "Sinistra sbaglia, possiamo vincere noi" - Repubblica.it

Speriamo che il premier non cada in tentazione - Repubblica.it

Per una volta ti quoto.
La vittoria del PD, in uno scenario di centro destra balcanizzato, sarebbe una vittoria di pirro.
 
Berlusconi aprirà la solita falsa ed interessata campagna elettorale contro i comunisti e la sinistra.
Ed il voto rischia di polarizzarsi tra populisti ed il centrosinistra di Bersani affossando il centro (o centrodestra) moderato di Casini e Montezemolo. E nei prossimi anni vedremmo una opposizione populista e strillona dei soliti mangia pane a tradimento, servi e maggiordomi di Berlusconi.
Ed al senato c'è bisogno di almeno l'8% regionale per prendere senatori da parte di Udc e lista civica di Montezemolo.
Senza Monti a guidare i moderati veri (senza leghisti e servi berluscones dedidi solo al malaffare ed al servilismo per il capo corruttore del giudice Metta) si rischia la debacle del centro.


Stanno guardando D'Alema e Scalfari i programmi Mediaset rivolti al popolino ignorante?

Berlusconi: "Monti sia federatore dei moderati". Alfano: "Sinistra sbaglia, possiamo vincere noi" - Repubblica.it

Speriamo che il premier non cada in tentazione - Repubblica.it

piano piano si sta allontanado il pericolo rosso .l errore del pd è non aver fatto vincere renzi.il muro inizia a cadere anche in italia.
 
piano piano si sta allontanado il pericolo rosso .l errore del pd è non aver fatto vincere renzi.il muro inizia a cadere anche in italia.

tu questo ragionamento non hai capito praticamente niente, mi pare.
 
Berlusconi aprirà la solita falsa ed interessata campagna elettorale contro i comunisti e la sinistra.
Ed il voto rischia di polarizzarsi tra populisti ed il centrosinistra di Bersani affossando il centro (o centrodestra) moderato di Casini e Montezemolo. E nei prossimi anni vedremmo una opposizione populista e strillona dei soliti mangia pane a tradimento, servi e maggiordomi di Berlusconi.

Cominci a ricrederti sul "populismo" del M5S?

Adesso pigliati Berlusconi e la prossima volta cerca di fare un distinguo tra chi non la pensa come te.

Sarei contentissimo se il M5S implodesse, un bel ritorno della mummia forse (ma è un sogno) aprirebbe gli occhi a molti piddini.
 
i piddini non apriranno mai gli occhi.
voterebbero anche il mostro di firenze se i capoccia gliel'ordinassero.
qui in Emilia è successo anche di peggio.
 
Berlusconi aprirà la solita falsa ed interessata campagna elettorale contro i comunisti e la sinistra.
Ed il voto rischia di polarizzarsi tra populisti ed il centrosinistra di Bersani affossando il centro (o centrodestra) moderato di Casini e Montezemolo. E nei prossimi anni vedremmo una opposizione populista e strillona dei soliti mangia pane a tradimento, servi e maggiordomi di Berlusconi.
Ed al senato c'è bisogno di almeno l'8% regionale per prendere senatori da parte di Udc e lista civica di Montezemolo.
Senza Monti a guidare i moderati veri (senza leghisti e servi berluscones dedidi solo al malaffare ed al servilismo per il capo corruttore del giudice Metta) si rischia la debacle del centro.


Stanno guardando D'Alema e Scalfari i programmi Mediaset rivolti al popolino ignorante?

Berlusconi: "Monti sia federatore dei moderati". Alfano: "Sinistra sbaglia, possiamo vincere noi" - Repubblica.it

Speriamo che il premier non cada in tentazione - Repubblica.it

infatti è cosi, questa volta la tua analisi è lucida:yes:...ma chi era quello dei vostri che disse di preferire come oppositore Berlusconi alM5S??? forse letta???:cool:
 
Berlusconi aprirà la solita falsa ed interessata campagna elettorale contro i comunisti e la sinistra.
Ed il voto rischia di polarizzarsi tra populisti ed il centrosinistra di Bersani affossando il centro (o centrodestra) moderato di Casini e Montezemolo. E nei prossimi anni vedremmo una opposizione populista e strillona dei soliti mangia pane a tradimento, servi e maggiordomi di Berlusconi.
Ed al senato c'è bisogno di almeno l'8% regionale per prendere senatori da parte di Udc e lista civica di Montezemolo.
Senza Monti a guidare i moderati veri (senza leghisti e servi berluscones dedidi solo al malaffare ed al servilismo per il capo corruttore del giudice Metta) si rischia la debacle del centro.


Stanno guardando D'Alema e Scalfari i programmi Mediaset rivolti al popolino ignorante?

Berlusconi: "Monti sia federatore dei moderati". Alfano: "Sinistra sbaglia, possiamo vincere noi" - Repubblica.it

Speriamo che il premier non cada in tentazione - Repubblica.it

che ha beffato casini ridicolizzandolo, sono stati d'alema e bersani
 
piano piano si sta allontanado il pericolo rosso .l errore del pd è non aver fatto vincere renzi.il muro inizia a cadere anche in italia.



Però il muro della nomenklatura di sinistra con passato bolscevico resiste tuttora, purtroppo. Berlusconi e Bersanivendola si reggono a vicenda, come due cariatidi del Partenone consunte dai millenni...
 
Come volevasi dimostrare.

Berlusconi aprirà la solita falsa ed interessata campagna elettorale contro i comunisti e la sinistra.
Ed il voto rischia di polarizzarsi tra populisti ed il centrosinistra di Bersani affossando il centro (o centrodestra) moderato di Casini e Montezemolo. E nei prossimi anni vedremmo una opposizione populista e strillona dei soliti mangia pane a tradimento, servi e maggiordomi di Berlusconi.
Ed al senato c'è bisogno di almeno l'8% regionale per prendere senatori da parte di Udc e lista civica di Montezemolo.
Senza Monti a guidare i moderati veri (senza leghisti e servi berluscones dedidi solo al malaffare ed al servilismo per il capo corruttore del giudice Metta) si rischia la debacle del centro.


Stanno guardando D'Alema e Scalfari i programmi Mediaset rivolti al popolino ignorante?

Berlusconi: "Monti sia federatore dei moderati". Alfano: "Sinistra sbaglia, possiamo vincere noi" - Repubblica.it

Speriamo che il premier non cada in tentazione - Repubblica.it



Berlusconi, monologo a Canale 5.
La D'Urso fa da spalla, il web si scatena.
Lo show del Cavaliere sulla più importante delle sue reti televisive. In rete ironie sulla conduttrice che incensa l'ex premier e i suoi familiari e allarme sul conflitto di interesse. "Abrogazione dell'Imu, mai più tassa sulla casa". "In attesa di una risposta di Monti". "Sceso in campo perché c'è il rischio che vincano i comunisti". "No al voto frazionato e ai piccoli partiti"
Berlusconi: ''Feste Arcore? Chiedo scusa, ero triste e solo''
Fuori onda alla D'Urso: ''Poi mi chiedi di...''video

MARCO BRACCONI ROMA - E' uno show, una celebrazione di Silvio Berlusconi la lunga intervista-monologo in onda sulla più importante delle sue reti televisive, Canale 5. Il Cavaliere appare domenica pomeriggio, poco dopo le 18, in un orario di massimo ascolto. Parla senza interruzioni, accompagnato dalla voce amica di Barbara d'Urso, conduttrice di Domenica Live, che spende ogni minuto a disposizione per incensare il Cavaliere, le sue attività imprenditoriali e politiche, la sua famiglia. E che si autoproclama portavoce della gente comune che non ce la fa più a tirare avanti.

VIDEO Berlusconi show su Canale 5
FOTO La fidanzata del premier

L'Imu. Nel suo lungo discorso televisivo, Berlusconi torna a puntare sul suo vecchio cavallo di battaglia: la tassa sulla prima casa. "L'Imu è una patrimoniale sulle case, un'imposta che va assolutamente abolita. Ci dicono dall'altra parte che non è una promessa che si può mantenere - dice - . Ma noi consideriamo la prima casa come qualcosa di sacro, è il pilastro su cui ogni famiglia ha il diritto di costruire la sicurezza del suo futuro. Noi ci impegniamo ad abolire l'Imu,
mai più imposte sulla casa".

Il messaggio a Monti. Nel salotto di Canale 5, l'ex premier si rivolge ancora una volta all'attuale presidente del Consiglio. Dopo aver chiesto, partecipando al convegno 'Italia popolare', a Mario Monti di unire i moderati, dice: "Siamo in attesa di una risposta dal presidente Monti. Se darà una risposta positiva che produrrà il ricongiungimento di Casini, Montezemolo, La Destra e chi sta con noi, Monti sarà il nostro candidato". Con Monti candidato premier dei moderati, ha aggiunto, "io resto il presidente del più importate partito del centrodestra e farei la mia campagna elettorale per il Pdl" e per la coalizione dei moderati. "Io mi ero allontanato dalla politica, ma adesso per le cose che sono successe io non vedo un'altra possibilità se non che scenda in campo io. C'è un'altra possibilità, ossia che Monti accetti".

VIDEO Il Convegno di Italia Popolare

Poi attacca la politica fiscale di Monti. Vogliamo "cambiare orientamento della politica del governo dei tecnici che hanno preso alla lettera le indicazioni dell'Europa - dice - La ricetta che la Germania propone "è qualcosa che se applicato ad una economia in sviluppo ha risultati ma su una economia già in crisi porta alla recessione".

Attacco alle sinistre. Il Cavaliere ha spiegato di aver deciso di scendere in campo perché la situazione è la stessa "che c'era nel 1994" e dunque, attacca Berlusconi, con il rischio che "vincano le sinistre".

No al voto ai piccoli partiti. Berlusconi torna a fare un appello contro il voto frazionato e soprattutto quello dato ai piccoli partiti che "fanno solo gli interessi dei loro piccoli leader". "Quando c'è un governo sostenuto da una maggioranza fatta da piccoli partiti - aggiunge - bisogna scendere a un compromesso tra il partito grande e quelli piccoli e poi è un disastro".

L'attacco ai giudici. Poi l'affondo alla giustizia italiana. "In venti anni di politici ci si abitua a qualsiasi offesa. Ma c'è una cosa che grida vendetta davanti a Dio e gli uomini: sono stato condannato a 4 anni di carcere da un collegio di giudici di Milano che mi accusano di aver messo su un sistema per risparmiare 3 milioni di euro in un anno in cui abbiamo pagato 570 milioni di euro di tasse", ha detto Berlusconi. Ce n'è anche per la Corte Costituzionale che, accusa Berlusconi, "si e' trasformata in un organismo politico che abroga le leggi che non piacciono alla sinistra".

Le escort? Un tranello. Sulle serate ad Arcore, Berlusconi dice: "Era il periodo in cui mi sentivo solo. Mia madre era morta, mi ero divorziato. E qualcuno mi chiese 'perché non organizziamo?'". "Poi - ha detto ricordando l'inchiesta della procura e le varie intercettazioni - sono caduto in questo tranello che è stato costruito dalla magistratura milanese". Sulla questione di Ruby, aggiunge: "Il processo Ruby è una macchinazione incredibile. E' stata la scusa su cui si è impostata una grande operazione di diffamazione nei confronti miei e del governo italiano, anche a livello internazionale".

Il fidanzamento. "E' ufficiale, mi sono fidanzato". Berlusconi conferma in pieno clima da domenica in famiglia il fidanzamento con Francesca Pascale. "Finalmente ora mi sento meno solo". "Ci sono 49 anni di divario d'età tra me e lei, ha 28 anni, si chiama Francesca. E' una ragazza bella di fuori e ancora più bella dentro, di principi morali solidissimi, mi sta molto vicino, mi vuole molto bene e io la ricambio", dice Berlusconi.

Bufera sul web. Pochi minuti dopo il web si scatena contro Barbara d'Urso. Commenti su un fuori onda nel quale l'ex premier chiede alla sua intervistatrice "E poi mi domandi, mi domandi..". "Il fuori onda di Berlusconi alla D'Urso è la chicca dell'anno", commenta Marco su Tweeter. Rabbia di molti utenti che definiscono l'intervista di Barbara d'Urso al suo editore "un esempio concreto di conflitto d'interesse". Con un tweet Dania scrive: "Io, gli alieni, me li immagino come Barbara D'Urso e Silvio Berlusconi che parlano su un divano bianco in diretta tv". "Una domenicalive con D'Urso e Berlusconi non ti fa vedere l'ora che sia lunedì", dice Alberto. E c'è poi chi ironizza: "Berlusconi, un po' in difficoltà in un ambiente ostile come Canale 5, braccato dal giornalismo d'inchiesta della D'Urso".
(16 dicembre 2012)
 
i piddini non apriranno mai gli occhi.
voterebbero anche il mostro di firenze se i capoccia gliel'ordinassero.
qui in Emilia è successo anche di peggio.

qui non è in questione chi votano i piddini, ma chi voterebbero i destri, capisci?
 
Con una lista fatta da Monti il centro potrebbe diventare il secondo polo (formando in seguito un centrodestra moderato senza malfattori populisti leghisti e berluscones).
Quindi si eviterebbe una maggioranza fragile del centrosinistra al senato condizionata dai populisti malfattori ed antieuropei.


Il dilemma del Professore - Repubblica.it
 
Indietro