Questo me lo spiegate voi per favore ..

  • Callable Equity Protection 100 di Societe Generale – capitale protetto a scadenza e premio lordo di richiamo dell’1% mensile (12% su base annua)

    Da Société Générale un tris di Callable Equity Protection 100 con premio di richiamo dell’1% mensile e protezione del 100% a scadenza. Per questa emissione SG ha deciso di puntare su un meccanismo detto “Callable”, innovativo per il mondo dei certificati, che prevede che il possibile richiamo anticipato non sia legato ad una determinata barriera, ma possa avvenire in un qualsiasi mese a discrezione dell’emittente. I possibili sottostanti sono Enel (ISIN certificato XS2395029114), ENI (ISIN certificato XS2395029205) e Intesa Sanpaolo (ISIN certificato XS2395029387)
    Per continuare a leggere visita il link

Freccia_Blu

Nuovo Utente
Registrato
13/5/04
Messaggi
1.784
Punti reazioni
105
Questo è lo scenario :

BTP 01st40 101.49 den cedola al 5%
BTP 01ag39 101.61 den cedola al 5%
BTP 01ag34 101.23 den cedola al 5%

domanda il 2034 non dovrebbe rendere qualcosina meno (6 anni di differenza con il 2040) e quindi quotare qualche tick in più?
Considerando che il 2039 quota 12 tick in più.

A chi si può segnalare la questione per ottenere spiegazioni logiche? CONSOB o chi altri?

grazie
 
secondo me il 2034 è disallineato, ma se guardi bene anche altri btp lo sono... solo che ad esempio io non lo comprerei cmq anche se è più conveniente di altri perche cè stata una salita troppo repentina in questi ultimi giorni.:no:
 
okkei ma continuo a non capire come sia possibile

Il 2034 dovrebbe quotare almeno 1 figura sopra essendoci di differenza di 20 tick tra 40 e 39.

qualcosa mi sfugge
 
Questo è lo scenario :

BTP 01st40 101.49 den cedola al 5%
BTP 01ag39 101.61 den cedola al 5%
BTP 01ag34 101.23 den cedola al 5%

domanda il 2034 non dovrebbe rendere qualcosina meno (6 anni di differenza con il 2040) e quindi quotare qualche tick in più?
Considerando che il 2039 quota 12 tick in più.

A chi si può segnalare la questione per ottenere spiegazioni logiche? CONSOB o chi altri?

grazie

la borsa a volte non segue logiche strettamente matematiche.........in una fase di tassi in discesa i titoli più lunghi vengono privilegiati perchè garantiscono per più tempo un tasso abbastanza elevato.....potrebbe essere una spiegazione ma sicuramente non è la sola..............
 
Questo è lo scenario :

BTP 01st40 101.49 den cedola al 5%
BTP 01ag39 101.61 den cedola al 5%
BTP 01ag34 101.23 den cedola al 5%

domanda il 2034 non dovrebbe rendere qualcosina meno (6 anni di differenza con il 2040) e quindi quotare qualche tick in più?
Considerando che il 2039 quota 12 tick in più.

A chi si può segnalare la questione per ottenere spiegazioni logiche? CONSOB o chi altri?

grazie

In questi ultimi giorni hanno corso meglio di furia cavallo
Quindi secondo il mio modesto parere sono in bolla speculativa ,ergo
Un bel BONOS Spagna 2040 al4,9% lo prendi a 87,5 e non se ne parla piu
Fra un anno te lo trovi a 10 punti sopra dove dovrebbe stare oggi e questi BTP. Almeno tre punti sotto le quote di oggi:D
 
Si hai ragione avevo tt e due i titoli mi son li berato del 39/5%
ho fatto l'errore di venderlo ha continuato a salire piu' del 34/5%
inspiegabile!!!!!!
 
domanda: il 2034 non dovrebbe rendere qualcosina meno (6 anni di differenza con il 2040) e quindi quotare qualche tick in più? Considerando che il 2039 quota 12 tick in più.

Ottimo occhio!
Non sono abituato a guardare i titoli lunghi e non noto di solito questi 'movimenti', ma controllando nel 'database semi-automatico' fai da te dei BTP che ho da maggio ho visto che questa 'situazione' si verifica con una certa frequenza...
In circa il 30% dei casi, sul totale delle date censite, il 34 ha un rendimento leggermente superiore al 39 e in circa il 20% dei casi ha un rendimento leggermente superiore al 40. :eek:
Nella maggior parte dei casi, però, questa non è affatto la norma.

In ogni caso le differenze sono minime e temporanee. I titoli sono liquidi e le differenze si colmano in fretta.
Il confronto è possibile perché hanno la stessa cedola. Per i 'limitrofi' con cedole diverse viene invece 'pesata' anche l'inefficienza del reinvestimento teorico a T+3 : per quelli con cedola più alta (in cui l'inefficienza pesa di più) viene richiesto un rendimento 'teorico' leggermente più alto, e viceversa.
 
Questo è lo scenario :

BTP 01st40 101.49 den cedola al 5%
BTP 01ag39 101.61 den cedola al 5%
BTP 01ag34 101.23 den cedola al 5%

domanda il 2034 non dovrebbe rendere qualcosina meno (6 anni di differenza con il 2040) e quindi quotare qualche tick in più?
Considerando che il 2039 quota 12 tick in più.

A chi si può segnalare la questione per ottenere spiegazioni logiche? CONSOB o chi altri?

grazie
ha ha ha... Nessuno si è neppure avvicinato...:D
Il motivo è che quando la quotazione supera il prezzo di rimborso il discorso del rendimento/quotazione si inverte... a parità di prezzo il rendimento aumenta all'aumentare degli anni a scadenza.
 
ha ha ha... Nessuno si è neppure avvicinato...:D
Il motivo è che quando la quotazione supera il prezzo di rimborso il discorso del rendimento/quotazione si inverte... a parità di prezzo il rendimento aumenta all'aumentare degli anni a scadenza.

:bow::bow:.....quindi il mercato sta' scommettendo su un ulteriore regresso dello spread?:cool:

...io lo sto' notando sul btp i 35, sembra un.....derivato..:yes:
 
ha ha ha... Nessuno si è neppure avvicinato...:D
Il motivo è che quando la quotazione supera il prezzo di rimborso il discorso del rendimento/quotazione si inverte... a parità di prezzo il rendimento aumenta all'aumentare degli anni a scadenza.

Che c'entra questo? Ho dovuto leggere più volte la domanda per capire cosa esattamente chiedeva Freccia_Blu.
La domanda era: come mai a parità di cedola 5% quello più corto non rende leggermente di meno?
E io ho controllato che di solito è effettivamente quella la norma, ma non sempre.
 

Allegati

  • encaboh.jpg
    encaboh.jpg
    48 KB · Visite: 141
ha ha ha... Nessuno si è neppure avvicinato...:D
Il motivo è che quando la quotazione supera il prezzo di rimborso il discorso del rendimento/quotazione si inverte... a parità di prezzo il rendimento aumenta all'aumentare degli anni a scadenza.

La perplessità non era il perché matematicamente si hanno tale rendimenti, ma perché si sia generata sul mercato una curva dei rendimenti anomala. La correlazione tra prezzo e rendimento è insignificante ai fini della domanda posta.
 
Che c'entra questo? Ho dovuto leggere più volte la domanda per capire cosa esattamente chiedeva Freccia_Blu.
La domanda era: come mai a parità di cedola 5% quello più corto non rende leggermente di meno?
E io ho controllato che di solito è effettivamente quella la norma, ma non sempre.

La perplessità non era il perché matematicamente si hanno tale rendimenti, ma perché si sia generata sul mercato una curva dei rendimenti anomala. La correlazione tra prezzo e rendimento è insignificante ai fini della domanda posta.
Si, ovvio... i rendimenti sono talmente simili che differiscono solo al terzo decimale, ma la curva dei tassi non è anomala... dopo i 20 anni è normale sia sostanzialmente piatta.

L'errore di Freccia Blu è stato quello di aver sopravvalutato differenze di rendimento insignificanti, ma la domanda era chiarissima e nascondeva un ulteriore errore (quello che ho fatto notare io):
Lui si stupisce che il 2034 quoti leggermente meno del 2040, supponendo quindi che renda leggermente di più... in realtà, come riscontrabile anche dalla tabella di Verdemare, rende leggermente meno!
 
Ultima modifica:
Indietro