R coding: problemi, chiarimenti, sviluppo, apprendimento.

Price Action

Nuovo Utente
Registrato
23/1/12
Messaggi
707
Punti reazioni
75
A me di Python, che avevo iniziato a studiare, aveva mandato in palla l'indentazione...:D
 

automatic-trading

Nuovo Utente
Registrato
27/12/20
Messaggi
37
Punti reazioni
2
Si, la scelta (e la trasformazione) dei dati in ingresso pesa per il 70%.

Se non hai alcuna o poca esperienza di programmazione ti conviene fare un corso gratuito direttamente su Python, la sua struttura è molto più chiara di quanto non lo sia R, il quale soffre di un eccesso di librerie le cui funzionalità spesso si sovrappongono e richiedono modalità di preparazione dei dati differenti, strutture sintattiche e stili diversi, che all'inizio creano disorientamento e molto tempo ed esercizi per apprenderle tutte, coltivare dimestichezza, saper leggere il codice altrui, trovare una proprio stile con funzioni personalizzate, e finalmente diventare produttivo, ha una curva di apprendimento notoriamente molto ripida essendo un linguaggio vettoriale (e datato, è rivolto sopratutto a scienziati e ricercatori di tutti i campi, quindi per un trader è anche molto complesso ritagliarsi un proprio percorso di apprendimento, senza incorrere nel rischio di perdere una eccessiva quantità di tempo).
Python, nato anche in ottica di facilitare l'adozione di tecniche di Machine Learning, è invece ormai un pò la nuova mascotte dei trader di WallStreet perchè un'idea di trading sviluppata in questo ambiente richiede molte meno righe rispetto ad. es. a C# o R, ma sei vuoi (non è obbligatorio) puoi anche sviluppare ad oggetti, questo consente al trader di concentrare i suoi sforzi più sul trading che non sullo sviluppo, mentre in R, almeno da commenti fatti da sviluppatori vari letti sul web, pare che accada il contrario. Python per queste sue caratteristiche: da un lato facile sintassi, dall'altro disponibilità di librerie sapientemente organizzate (avendo fatto tesoro dell'esperienza di R gli sviluppatori di Python da quanto leggo hanno fatto davvero un bel linguaggio completo e allo stesso tempo più facile) è, attualmente, il benchmark di riferimento per tutti i trader. I "ragazzi" di WallStreet sviluppano prima in Python e poi passano l'idea agli sviluppatori professionisti che riscrivono tutto in C++ che rimane il linguaggio in assoluto più perfomante. Questo nell'ottica che il trader deve fare il trader e l'ingegnere informatico deve fare il software operativo più efficiente. Noi, in assenza di un trading-floor completo, ci :wall::specchio::D .


Te l'econometria in che ambiente di sviluppo l'hai appresa/sperimentata/applicata?

@Scalpo grazie per la risposta. Personalmente sono un ingegnere e durante il triennio ho frequentato i corsi con gli ingegneri informatici per poi cambiare indirizzo nel biennio successivo. Ritengo che ho una discreta / buona base di programmazione principalmente in C++. Ho fatto anche corsi universitari di AI (ai tempi si chiamava SINEA Sistemi Intelligenti Naturali e Artificiali). L'unico problema è che all'università si fa l'infarinatura di un po' di tutto poi in campo professionale si approfondisce ciò che si vuole, perciò se iniziamo questo nuovo progetto dovrò riprendere ed approfondire i corsi di programmazione e AI.
In questi giorni ho fatto il corso online su youtube di Marco Casario (programmare con R in RStudio ed introduzione a Metatrader 4). Devo dire che è ottimo, lìinsegnate non annoia e spiega in modo semplice.
La sintassi di R è molto differente rispetto al C++ credo però che Pyton sia più simile al C++. In ogni caso la logica di programmazione credo sia universale.
Colgo il tuo consiglio e nei prossimi giorni inizierò un corso su Pyton!
Econometria la conosco ed in passato ho usato Matlab pero' Matlab è un ambiente di studio offline e non è applicabile per serie storiche "online". Inoltre per eseguire backtest su Matlab è lungo e complesso perchè devi caricare campione dopo campione ed eseguire il run dell'algoritmo ecc.....
Ho visto che MT4 è dedicato al trading perciò è più veloce rispetto Matlab
Da ciò che ho visto tu sei molto più avanti di me perciò mi ci vorrà per potermi allineare in ogni caso credo di aver intrapreso la strada giusta per ciò che voglio fare
 

automatic-trading

Nuovo Utente
Registrato
27/12/20
Messaggi
37
Punti reazioni
2
Forse però il mio principale punto di forza al momento è il fatto che da adesso in poi posso dedicare molto più tempo al progetto che in passato.
Speriamo che si possa raccogliere qualche frutto :)
 

alvin_angel

BLACKPINK Revolution
Registrato
22/3/06
Messaggi
5.974
Punti reazioni
224
A me di Python, che avevo iniziato a studiare, aveva mandato in palla l'indentazione...:D

strano, python ha un'identazione logica e banalotta...
direi superfacile rispetto agli altri linguaggi...
sicuro che si trattasse di python?

il problema di python è l'imprecazione da deprecazione... :D:p:D
iperscelta dei framework, degli editor, delle librerie, degli sviluppatori, etc etc
si fa tutto con poche linee di codice ma poi qualcuno modifica la versione e non funziona più nulla... :eek::eek::eek:
se avete il braccino corto per la programmazione e volete accedere al mondo del ML in modo facile va benissimo... OK!OK!OK!
credo... forse... chissà... :confused:
 
Ultima modifica: