Raccolta di impressioni sul risparmio gestito

Mattra

Non sono STATO io
Registrato
30/1/01
Messaggi
15.433
Punti reazioni
1.136
suicidio3.gif


angustia.jpg


jeringa.jpg


50.jpg



socwrk.JPG


munch_2405.jpg



milosevic.disperazione_165x200.jpg


lavoro_suicidio.jpg


0001176.jpg


goodbye.jpg


FOTO17.JPG


scacchi.jpg


Jonshon.jpg


suicidio300.jpg


man.jpg
 
e sono buono ....
 

Allegati

  • stonzi.jpg
    stonzi.jpg
    13,1 KB · Visite: 933
Scritto da Pitbull
e sono buono ....
Vedo che in questo forum ci sono argomenti sempre più interessanti.............complimenti, non avevi niente di meglio da dire?!
 
Scritto da jailnik
Vedo che in questo forum ci sono argomenti sempre più interessanti.............complimenti, non avevi niente di meglio da dire?!
Ragazzi siete dei miti!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!:D :D ;) ;) :p :p
 
che dire ....

Non si può non rimpiangere il forum "fondi & gestioni" di un pò di tempo fa.

Ricco di idee costruttive, di interventi propositivi, anche di accese discussioni ... ma di ben altro "standing".

Au revoir,

stra.
 
....
 

Allegati

  • ahhh.jpg
    ahhh.jpg
    21,2 KB · Visite: 787
Scritto da hatton
na botta d'allegria nun guasta mai!
Avete letto l'ultima????:D
Su sole 24ore plus di sabato scorso (22/02/2003)
BPL vuol vendere i fondi alle ricevitorie del lotto........(se non ho letto male è socia di Lottomatica). ... cha alta considerazione del risparmio gestito!!!:D :D :D
cosa vuol dire? che i fondi vanno considerati come un terno al lotto?:D :D :D
..... visto e considerato che il gioco del lotto non è matematicamente "equo" tanto vale associarlo alla gestione dei fondi comuni il cui risultato è assolutamente "aleatorio"????:D :D :D :D :D
 
Uno dei più bei post del Fol........

......merita un bel UP :D :D
 
belle alcune immagini.
però sarebbe interessante inserire anche qualche considerazione
 
Scritto da ricpast
belle alcune immagini.
però sarebbe interessante inserire anche qualche considerazione

Per vedere la bravura dei ns. gestori, mi piace riportare questo articolo di Zibordi..

25 November 0:50

Una volta al mese per i nuovi lettori del sito aggiorniamo il capitolo: "Mistificazioni della stampa finanziaria italiana".

Tesi. il compito della maggioranza dei giornalisti finanziari sembra quello di indottrinare il popolo per mantenerne la fiducia in chi gli gestisce i soldi. Dimostrazione. L'inserto del lunedì del corriere non è certo il peggio che si può leggere anzi, ma è di intento puramente celebrativo : Ecco i Gestori con Un Tocco In Più: "...successo su tutti i fronti....risultati di tutto interesse...soddisfazione per i clienti ")

Cosa suscita tanto entusiasmo ? I migliori gruppi di fondi italiani. Bene vediamoli.

In tutto il panorama dei circa 1.200 fondi che si vendono in italia il Corriere presenta oggi quattro società piccole che hanno reso il 13% nell'ultimo anno. Dato che la media dei fondi in Italia è sull'8% per gli azionari (stando a quanto pubblicava sempre il corriere) e l'insieme dei fondi ha reso sul +4% (includendo il reddito fisso) ecco allora che il Corriere ha trovato "...i gestori con un tocco in più...". Che hanno fatto un grasso +13% nell'ultimo anno.

Peccato che l'indice delle borsa mondiali (ad es misurato dal "Morgan Stanley World Index") un anno fa fosse a quota 790 e ora sia a 966: quindi in base all'aritmetica sia salito del +20% (più un 2% circa di dividendi). Questo è il rendimento che nel 2003 fa da pietra di paragone nel mondo (il "benchmark"), cioè questo è quello che un gestore diversificato dovrebbe OTTENERE COME MINIMO.

Senza contare che il +20% medio lo hanno fatto gli indici pesati, ma la media dei titoli è salita molto di più (in america il titolo medio è salito del +50% ecc....). Diciamo che uno che avesse comprato un paniere di azioni a casaccio in diversi paesi in media un +30% lo faceva negli ultimi 12 mesi.

Ma il miglior gestore italiano trovato dal Corriere, quello che batte tutti gli altri evidentemente sotto sotto teme il problema perchè a metà intervista mette le mani avanti "....Uno dei grandi vantaggi su cui il nostro team di gestione può contare è l'assoluta indipendenza operativa dal benchmark nelle scelte di portafoglio - dice Paolo Bosani , responsabile fondi di Kairos Partners -. Il confronto con il benchmark si esaurisce a livello di volatilità ...."

Lo credo bene: le borse del mondo sono salite dal +22% in su in media. Questo dovrebbe essere il gruppo di fondi migliore di tutte le centinaia di fondi esistenti in italia e ha fatto il +13%. Ovvio che: "...il confronto con il benchmark .." lo evita come la peste.

Ma la giornalista è di animo troppo delicato per accennare a un confronto così spigoloso e quindi si glissa e si passa a celebrare la creme della creme del risparmio gestito nostrano:
"...brillanti, in particolare, i risultati del fondo hi tech, più 28%...".
Peccato che il Nasdaq sia salito del +60% in un anno.....
"...come fondo azionario Paesi emergenti (+19% in un anno...".
Sfortunatamente le borse dei paesi Emergenti in media sono salite più del +50%.
E così via..
 
mancano quelli del San Paolo.. i fondi migliori..:D
 
PUO' ESSERE CHE I FONDI SIANO PIU' DIFENSIVI QUANDO I MERCATI SCENDONO.
 
Allora parlando di risparmio gestito porto questo contributo:

Analizzando l'indice Nasdaq100 ed investendo un 1% nei 100 titoli che lo compongono in egual peso,oggi avremmo superato i massimi del 2000.
Per un investitore il Nasdaq indice HA IMPORTANZA ZERO, ad eccezione di chi lavora sui futures, ma a chi compra titoli interessa solo questo indice, cosa fanno I SINGOLI TITOLI perche' se 4 titoli enormi come Microsoft stanno fermi e 40 titoli piu' piccoli salgono chi se ne frega di Microsoft anche se pesa per il 20% dell'indice, compri Electronic Arts o American Power Conversion ( che sono titolini per quel mercato,ma che capitalizzano quanto Antonveneta e Fiat).
Fare il gestore di un fondo quindi è molto più semplice di quello che sembra, altro che stock picking, analisi fondamentale e tutte le altre boiate, basta comprare tutti i titoli di un paniere-indice con peso uguale in portafoglio e stare "fermi".
In questo modo si riduce anche il rischio in quanto se 1 o 2 aziende falliscono (vedi Worldcom o Enron) su 200 o 300 che vengono comprate,alla fine incidono poco sul risultato finale.
Del resto mi viene sempre in mente,la pubblicità di un fondo comune di investimento del lontano 1990 che diceva appunto che la partecipazione al fondo di un piccolo investitore serviva per affrontare l'oceano dei mercati non con una piroga ma con un transatlantico.
A parole fortissimi.....ma non nei fatti.

Meditate gente Meditate.
 
Sottoscrivo pienamente!

Uno dei motivi per cui mi piacerebbe vedere il Dow a 2000 ( non il Nasdaq nè ) è che in tale circostanza la RAZZA rischierebbe l'estinzione ;)
 
Indietro