Relazione trimestrale

avvocatomimmo

Nuovo Utente
Registrato
15/4/00
Messaggi
220
Punti reazioni
21
Comunicato Stampa - Anno 2006 - 1° semestre

15 maggio 2006

IL CDA APPROVA LA RELAZIONE TRIMESTRALE AL 31 MARZO 2006

Nel primo trimestre 2006 il Gruppo CDC consegue i seguenti risultati:
- Ricavi consolidati pari a 155,0 milioni di euro, in crescita del 4,7% rispetto ai 148,0 milioni di euro del primo trimestre del 2005
- Margine Operativo Lordo (Ebitda) consolidato pari a 5,48 milioni di euro, in flessione rispetto ai 6,48 milioni di euro dello stesso periodo del 2005
- Utile netto consolidato dopo le imposte pari a 1,0 milioni di euro, rispetto a 1,59 milioni di euro al 31 marzo 2005
- Posizione Finanziaria Netta consolidata pari a 25,8 milioni di euro, in miglioramento rispetto ai 30,0 milioni di euro fatti registrare al 31 marzo 2005

Alla luce dei risultati conseguiti al 31 marzo 2006, CDC comunica che gli obiettivi reddituali consolidati per l’esercizio 2006, che prevedono un Ebitda compreso tra 25 e 27 milioni di euro ed un utile netto compreso tra 10 e 11 milioni di euro, non risultano raggiungibili

La Società conferma i target 2006 di fatturato consolidato (compreso tra 600 e 620 milioni di euro) e l’aspettativa di un utile netto consolidato dopo le imposte positivo per l’intero esercizio 2006, comunque superiore rispetto a quello già conseguito nel 2005, pari a 1,1 milioni di euro

Fornacette (Pisa), 15 Maggio 2006
In data odierna, il Consiglio di Amministrazione di CDC S.p.A., società quotata nel segmento TechSTAR di Borsa Italiana, tra i principali operatori italiani nel settore della produzione e distribuzione di Information Technology, ha approvato la relazione trimestrale sulla gestione al 31 marzo 2006.
Il gruppo CDC, nel primo trimestre 2006, realizza i seguenti risultati economici e finanziari consolidati posti a confronto con la situazione al 31 marzo 2005, a parità di criteri di riclassifica, secondo i nuovi criteri adottati a partire dal primo semestre 2005 ed in applicazione degli IFRS:
- Ricavi totali pari a 155,0 milioni di euro, in crescita del 4,7% a confronto con i 148,0 milioni di euro realizzati nel primo trimestre del 2005, sostenuti in particolare dalla performance della divisione distribuzione (Cash&Carry, Amico, B2B) in aumento di circa il 24% rispetto allo stesso periodo del 2005;
- Margine Operativo Lordo (Ebitda) pari a 5,48 milioni di euro (3,53% dei ricavi), in flessione rispetto ai 6,50 milioni di euro realizzati nel primo trimestre 2005 (4,39% dei ricavi di vendita), ma in miglioramento, in percentuale sulle vendite, rispetto al dato dell’intero esercizio 2005 (3,0%). La flessione, rispetto al primo trimestre 2005, è stata determinata dalla diminuzione del margine commerciale sulle vendite, dovuto ad un sales mix di prodotti / canali distributivi meno favorevole.
Positivo ed in linea con il piano industriale il contenimento dei costi operativi, che rispetto al primo trimestre 2005, risultano in lieve flessione in valore assoluto (12,20 milioni di euro nel primo trimestre 2006 contro 12,35 milioni di euro nello stesso periodo del 2005) ed in sensibile miglioramento come percentuale sui ricavi (7,90% al 31 marzo 2006 rispetto al dato di 8,35% al 31 marzo 2005);
- Reddito Operativo (Ebit) pari a 3,53 milioni di euro (2,28% dei ricavi), rispetto ai 5,08 milioni di euro (3,43% dei ricavi) del primo trimestre 2005, che riflette maggiori accantonamenti effettuati nel primo trimestre 2006 (713 migliaia di euro contro 88 migliaia di euro) rispetto allo stesso periodo del 2005, riconducibili essenzialmente a svalutazioni di crediti commerciali;
- Utile ante imposte pari a 2,26 milioni di euro (1,45% dei ricavi), rispetto ai 4,39 milioni di euro (2,97% sulle vendite) del primo trimestre 2005, al netto della perdita pro-quota (0,48%) della società collegata Compy Superstore, pari a 0,65 milioni di euro nel primo trimestre 2006 (mentre il risultato economico della stessa società, negativo per 0,27 milioni di euro, al 31 marzo 2005 veniva consolidato per singola linea di conto economico);
- Utile netto pari a 1,0 milioni di euro (0,65% dei ricavi), rispetto a 1,60 milioni di euro del primo trimestre 2005 (1,07% dei ricavi);
- Debito Finanziario Netto al 31 marzo 2006 pari a 25,80 milioni di euro, in sensibile miglioramento rispetto ai 30,05 milioni di euro fatti registrare al 31 marzo 2005.

Alla luce dei risultati al 31 marzo 2006, CDC conferma i target di fatturato consolidato 2006 (nel range 600 – 620 milioni di euro) ma comunica che gli obiettivi reddituali consolidati del piano industriale per l’intero esercizio 2006 (Ebitda compreso tra 25 e 27 milioni di euro, utile netto compreso tra 10 e 11 milioni di euro) non risultano raggiungibili.

Tuttavia, alla luce dell’andamento dei ricavi e delle azioni di efficientamento della macchina operativa realizzate nel corso del primo trimestre dell’anno, per l’intero esercizio 2006 CDC conferma l’aspettativa di un utile netto dopo le imposte in crescita rispetto all’anno precedente, chiuso con un utile netto consolidato di 1,1 milioni di euro.

CDC S.p.A. (www.cdc.it), società quotata sul segmento TechSTAR di Borsa Italiana, opera sul mercato italiano della produzione e distribuzione di Information Technology con un fatturato consolidato 2005 di circa 565 milioni di euro. La società possiede la più grande e capillare rete di Cash & Carry sul territorio italiano, con una clientela di oltre 30.000 imprese ed operatori specializzati nel settore ICT. CDC inoltre controlla una rete di vendita retail specializzata in tecnologia ed informatica, tra le principali in Italia per giro di affari e notorietà dei brand, articolata su 3 distinte catene distributive con le insegne Computer Discount, Compy e Amico. Nel dicembre 2005 la società ha perfezionato un accordo di partnership con Unicoop Firenze per la costituzione della joint venture Compy Superstore S.r.l. (con quota CDC pari al 48%, quota Unicoop Firenze 52%) per lo sviluppo di una catena di superstore di elettronica di consumo a copertura dell'intero territorio nazionale. CDC presidia anche il mercato della Pubblica Amministrazione e delle Grandi Aziende attraverso la vendita di prodotti a marchio proprio. CDC opera nell'area Internet attraverso Interfree, Portale ed ISP della Comunità Tecnologica del Gruppo.
 
Entrato oggi e riuscito appena visto il comunicato....
Per me il fondo e' ancora lontano....delusione..
 
delusione totale.
scommessa persa.
resto con i pochi pezzi presi a cifre folli.
 
d'altronde....a prenscindere dai risultati del trimestre ....guardate cosa sta facendo Dell......l'outlook sul settore è negativo..... cdc l'aspetto sui 7,22.....
 
panter60 ha scritto:
d'altronde....a prenscindere dai risultati del trimestre ....guardate cosa sta facendo Dell......l'outlook sul settore è negativo..... cdc l'aspetto sui 7,22.....

fossi in te aspetterei....molto + giù...

mai sentito parlare del famoso testa-spalle?
:eek: :eek: :wall:
 

Allegati

  • 1.gif
    1.gif
    10,9 KB · Visite: 435
Ciao a tutti,

spero che qualche esperto risponda...io ho anche la sensazione, da un pò di tempo a questa parte, che il management Cdc stia cercando di spingere in basso il titolo, con scelte quali quelle dei megastore di elettronica di consumo alquanto sbagliate e non chiare...che ne pensate?

Ciao
 
biggestmouse ha scritto:
Ciao a tutti,

spero che qualche esperto risponda...io ho anche la sensazione, da un pò di tempo a questa parte, che il management Cdc stia cercando di spingere in basso il titolo, con scelte quali quelle dei megastore di elettronica di consumo alquanto sbagliate e non chiare...che ne pensate?

Ciao

si danno la zappa sui piedi allora...
 
ricpast ha scritto:
fossi in te aspetterei....molto + giù...

mai sentito parlare del famoso testa-spalle?
:eek: :eek: :wall:


x fortuna ne sono rimasto fuori.......

dove l'aspettersti???
 
L'altro motivo di una discesa pilotata dallo stesso management: come mai CDC continua ad acquistare azioni proprie ormai da un bel pezzo?

Questa è la domanda fondamentale, a me puzza tutta sta storia, non è che forse tra un anno o due ci fanno una bella sorpresa, e se ne escono con qualcosa di interessante da far schizzare l'azione alla grande?

Ciao a tutti
 
biggestmouse ha scritto:
L'altro motivo di una discesa pilotata dallo stesso management: come mai CDC continua ad acquistare azioni proprie ormai da un bel pezzo?


Forse per permettere a qualcuno di uscire limitando i danni ...???
 
panter60 ha scritto:
x fortuna ne sono rimasto fuori.......

dove l'aspettersti???


Tra 6 e 5,80 direi che si potrebbe fare.
;)

sempre che ci arrivi...
:confused:

certo che è ancora debolissima...il crinale della banda lo possiamo ancora percorrere all'ingiù....mi sembra un movimento molto simile a quello fatto verso giugno dello scorso anno e dopo purtroppo non mi pare che abbia acquisito forza ma solo proseguito la lenta agonia distributiva (col senno di poi)....

mi sto inventando graficista!
:D
 

Allegati

  • 1.gif
    1.gif
    13,8 KB · Visite: 216
Francamente, cdc ha ricomprato da poco proprie azioni al prezzo di circa 9 Euro, con un piano di riacquisto molto ampio. Da poco hanno ancora prorogato il piano, insomma, tutta questa voglia di ricomprare azioni proprie deve avere un obiettivo, non pensate? Chi ha qualche idea? Si sta facendo scendere l'azione per ricomprare il tutto a prezzi stracciati? Ricordo che al tempo era stata quotata a circa 30 Euro...

Questa manovra puzza parecchio, il punto è che comunque cdc è una buona realtà del settore (anche per gli utili che riesce ancora a produrre), eppure si stanno spingendo le quotazioni a livelli bassi, sempre più bassi...

Ciao a tutti
 
le quotazioni scendono perchè il management non sta rispettando i target fissati nel piano industriale.
I megastore li devi aprire al nord e non in basilicata....
Insomma ci sono delle scelte che non stanno pagando.

Che poi sia un titolo sottile e facilmente manovrabile su qs non ci piove ma.....
 
D'accordo, anch'io la penso così, ma mi chiedo, non si sapeva che sui megastore all'inizio si sarebbero persi un bel pò di soldi? Questo è anche strano, previsioni troppo ottimistiche che non tenevano conto di questa start-up...o

Ora, è normale continuare a mancare il bersaglio, finchè non si raddrizza il tiro, questo mi lascia perplesso, perchè gli utili alla fine ci sono, ma meno chiaramente del previsto, e penso che molto sia a causa del progetto megastore, evidentemente non stimato correttamente nelle varie previsioni.

Qualcuno ha informazioni a proposito? Sul progetto megastore sarebbe molto interessante avere qualche numero...

Ciao a tutti
 
Ciao a tutti,

veramente nessuno di voi hai informazioni più dettagliate su CDC? La relazione trimestrale di per sè non fornisce molte spiegazioni, si vede solo una perdita in crescita relativa al progetto megastore, ma mette in luce anche un risparmio dei costi a tutti i livelli che inizia a produrre i suoi frutti...

Il problema sembra essere appunto legato ai megastore, ma è possibile che non ci siano a riguardo informazioni aggiornate? Il piano megastore continua? E con che velocità? Che si prevede per il futuro?

In questo senso tutto appare molto pilotato, non potevano Diomelli e company ignorare il costo che avrebbe avuto un simile progetto...

Grazie
Ciao
 
Vedo un disinteresse totale per questo titolo nel forum, evidentemente sarò rimasto uno dei pochi ad essere ancora interessato, avendone in carico un bel pò di queste azioni...

Sig. Diomelli, potrebbe per caso rispondere lei a miei dubbi?

Grazie
Ciao a tutti
 
Scusa se ti rispondo solo ora big,
:)

non ho molto tempo per cercare info più aggiornate e precise...sono assai impegnato su altri titoli in qs momento (premuda, sirti e iml)....

Dubito che sul web si possa trovare molto di +....
Magari nel sito di Borsa Italiana...e spulciando la trimestrale e soprattutto la nota integrativa del bilancio al 31/12/05...

Ma la cosa migliore sia contattare loro direttamente chiedendo lumi.
 
Grazie per la risposta, in ogni caso mi sembri ormai uno dei pochi interessati a CDC...

Proverò a contattare direttamente l'azienda via email, grazie per il consiglio, vediamo se mi rispondono...

Grazie
Ciao a tutti
 
In CDC ci sono anche io, ma non riesco in nessun modo a saperne du +.
Tra l'altro in giro sento voci di un possibile fallimento della società, mi sembra improbabile, ma............
 
Ste voci sono del tutto senza senso, visto che CDC continua produrre utili, nonostante tutto, solo quest'anno non ha distribuito un dividendo...

Queste voci sono assolutamente prive di fondamento, lo strano è come qualcuno possa affermare simili cose, i bilanci di cdc sono disponibili a tutti e non c'è mai stata una perdita da anni, anzi...
 
Indietro