Riscaldamento autonomo o centralizzato

Napoli1986

Nuovo Utente
Registrato
5/7/19
Messaggi
2.485
Punti reazioni
107
Ma non hai la quota consumi? Paghi solo in base ai millesimi? Non hai i contabilizzatori dei consumi sui radiatori?
no, i nostri condomini sono andati in deroga nel 2016 perchè non era conveniente installare le termovalvole e siamo stati esonerati.


Ciao vivo a Padova.
Ecco i millesimi sono un criterio per nulla veritiero dei consumi. Io che ho caldo ed uso poco il riscaldamento pago come chi lo usa al massimo. Io che sto a casa solo la sera pago come chi sta a casa tutto il giorno con riscaldamento al massimo. La lettura dei contatori ha portato una razionalizzazione, ma la quota fissa è troppo alta e avvantaggia i freddolosi.
Ci sono già passato, c'è sempre chi si lamenta che ha freddo e bisogna aumentare...il calore...e gli altri aprono le finestre...

nel mio condominio, senza termovalvole, puoi tenere acceso o spento, non cambia niente. Paghi e basta.

e il singolo condominio non può decidere niente, siamo collegati alla centrale termica di teleriscaldamento che serve 25mila famiglie.

Si imposta la potenza erogata e i tempi di accensione sulla base delle normative vigenti. Se hai caldo spegni e paghi lo stesso. Tendenzialmente essendo condomini non isolati è difficile che come sono impostati qualcuno ha caldo ed è costretto a spegnere.

è molto modulare sulla base della temperatura esterna, la sera fa + freddo e sono + caldi, di giorno sono abbastanza tenui.

poi è chiaro che con le termovalvole sarebbe meglio, ma nel 2016 adeguare l'impianto costava circa 1000 euro a termosifone (dove si poteva) ed era impossibile nei palazzi con riscaldamento a pavimento.
 

ancet

Nuovo Utente
Registrato
9/8/11
Messaggi
1.348
Punti reazioni
109
Allora come fai a dire che con l'autonomo si paga sempre di più, se il tuo metro di paragone è un centralizzato senza contabilizzazione di calore (che è cosa diversa dalle termovalvole) ed evidentemente a bassissimo costo grazie al 70% di teleriscaldamento? :D
 

Napoli1986

Nuovo Utente
Registrato
5/7/19
Messaggi
2.485
Punti reazioni
107
Allora come fai a dire che con l'autonomo si paga sempre di più, se il tuo metro di paragone è un centralizzato senza contabilizzazione di calore (che è cosa diversa dalle termovalvole) ed evidentemente a bassissimo costo grazie al 70% di teleriscaldamento? :D

sai com'è, lavoro nel mondo energy, e per 2 anni ho anche lavorato in una società che faceva, tra le varie cose, efficientamento energetico degli edifici.

Al netto di tutto, basta aver fatto Fisica Tecnica all'università per sapere che il rendimento di un impianto è migliore di 10 impianti più piccoli!
 

broken brick

Nuovo Utente
Registrato
18/11/10
Messaggi
27.829
Punti reazioni
843
Pur avendo superato Fisica Tecnica (ai tempi) e pur non avendo mai sostenuto esami di "Psicologia dell'italiano medio" credo di aver capito che quando risparmi per te e ti regoli in base alle tue abitudini (vacanze, orari, routine) il riscaldamento alla fine ti costa molto meno che se devi risparmiare per i condomini che invece se ne fregano e che a volte ti stanno pure sul c.
 

ancet

Nuovo Utente
Registrato
9/8/11
Messaggi
1.348
Punti reazioni
109
Al netto di tutto, basta aver fatto Fisica Tecnica all'università per sapere che il rendimento di un impianto è migliore di 10 impianti più piccoli!

Ma su questo non c'è alcun dubbio. Peccato che il rendimento della caldaia non sia l'unica variabile dell'equazione, vista tutta una serie di costi più o meno inutili che gravano sul centralizzato.

E ripeto, gli impianti centralizzati devono avere per legge i contabilizzatori di calore: se nel tuo condominio non li avete in deroga e paghi uguale sia che tu tenga tutto acceso 24/7 o tutto spento, non fa testo per dire che conviene più il centralizzato.
 

flori2

Nuovo Utente
Registrato
22/7/11
Messaggi
13.852
Punti reazioni
548
Allora c'è a chi conviene il centralizzato: a chi lo vorrebbe usare tutto il giorno! Se fosse autonomo pagherebbe di più, ma con il centralizzato sfutta il fatto che gli altri pagano una quota senza farne uso.
 

Napoli1986

Nuovo Utente
Registrato
5/7/19
Messaggi
2.485
Punti reazioni
107
Ma su questo non c'è alcun dubbio. Peccato che il rendimento della caldaia non sia l'unica variabile dell'equazione, vista tutta una serie di costi più o meno inutili che gravano sul centralizzato.

E ripeto, gli impianti centralizzati devono avere per legge i contabilizzatori di calore: se nel tuo condominio non li avete in deroga e paghi uguale sia che tu tenga tutto acceso 24/7 o tutto spento, non fa testo per dire che conviene più il centralizzato.

i riscaldamenti si accendono secondo gli orari stabiliti dalla legge.
13 ore al giorno dal 3 novembre al 7 aprile quest'anno. come dovresti fare tu, non puoi ovviamente accenderlo quanto ti pare. altro che 24/7 a 21 gradi a 350 euro!
 

flori2

Nuovo Utente
Registrato
22/7/11
Messaggi
13.852
Punti reazioni
548
i riscaldamenti si accendono secondo gli orari stabiliti dalla legge.
13 ore al giorno dal 3 novembre al 7 aprile quest'anno. come dovresti fare tu, non puoi ovviamente accenderlo quanto ti pare. altro che 24/7 a 21 gradi a 350 euro!

Eh ma io lo accendo quando ho freddo e normalmente non prima di novembre e lo spengo in genere a meta marzo! La condizione 24/7 è dovuta perchè ho riscaldamento a pavimento, è cosi che funziona bene.
Poi se la legge dice 13 ore non è che per forza lo devi tenere acceso 13 ore con i termosifoni!
Adesso in casa ho 22,5°C senza accendere il riscaldamento e credo che per meta novembre forse lo accendo, ma abbassando la tenperatura a 20°C. I costi sono saliti
 

Cassetto nei sogni -

Nuovo Utente
Registrato
15/7/22
Messaggi
1.332
Punti reazioni
126
Allora come fai a dire che con l'autonomo si paga sempre di più, se il tuo metro di paragone è un centralizzato senza contabilizzazione di calore (che è cosa diversa dalle termovalvole) ed evidentemente a bassissimo costo grazie al 70% di teleriscaldamento? :D

Anche questo e' vero. :)
 

Cassetto nei sogni -

Nuovo Utente
Registrato
15/7/22
Messaggi
1.332
Punti reazioni
126
Pur avendo superato Fisica Tecnica (ai tempi) e pur non avendo mai sostenuto esami di "Psicologia dell'italiano medio" credo di aver capito che quando risparmi per te e ti regoli in base alle tue abitudini (vacanze, orari, routine) il riscaldamento alla fine ti costa molto meno che se devi risparmiare per i condomini che invece se ne fregano e che a volte ti stanno pure sul c.

Anche questo e' vero
:)
Ed aggiungerei : col caposcala che se la comanda in assemblea( o capo mandamento...) Che ha i millesimi bassi e non gliene frega un katz se tu hai i millesimi alti,paghi un botto e nemmeno ci stai in casa. Conviene il centralizzato urla. E grazie al katz...
 

Cassetto nei sogni -

Nuovo Utente
Registrato
15/7/22
Messaggi
1.332
Punti reazioni
126
Allora c'è a chi conviene il centralizzato: a chi lo vorrebbe usare tutto il giorno! Se fosse autonomo pagherebbe di più, ma con il centralizzato sfutta il fatto che gli altri pagano una quota senza farne uso.

Esatto. E anche questo e' vero
:)
 

Napoli1986

Nuovo Utente
Registrato
5/7/19
Messaggi
2.485
Punti reazioni
107
Venitemi a dire che a uno smartworker 5 su 5 o anche 3 su 5 conviene l'autonomo...

Io faccio smartwoking 3 su 5 dal 2016 eh...
 

ancet

Nuovo Utente
Registrato
9/8/11
Messaggi
1.348
Punti reazioni
109
Venitemi a dire che a uno smartworker 5 su 5 o anche 3 su 5 conviene l'autonomo...

Io faccio smartwoking 3 su 5 dal 2016 eh...

E allora si torna al punto di partenza. A te conviene non perchè il centralizzato è più efficiente come sicuramente è, ma perchè:

Allora c'è a chi conviene il centralizzato: a chi lo vorrebbe usare tutto il giorno! Se fosse autonomo pagherebbe di più, ma con il centralizzato sfutta il fatto che gli altri pagano una quota senza farne uso.

Quindi ti conviene perchè pagano gli altri per te.

Perchè io in casa ho ancora 21.2 °C e ancora tutto spento con la caldaia centralizzata accesa dal 1 novembre, mentre c'è gente che già due settimane fa piagnucolava "quando accendono il riscaldamento" perchè non gli si asciugano i vestiti. E finchè terrò spento o al minimo, pagherò comunque un 40% di quota fissa per quello che consumano questi.
 

Napoli1986

Nuovo Utente
Registrato
5/7/19
Messaggi
2.485
Punti reazioni
107
E allora si torna al punto di partenza. A te conviene non perchè il centralizzato è più efficiente come sicuramente è, ma perchè:



Quindi ti conviene perchè pagano gli altri per te.

Perchè io in casa ho ancora 21.2 °C e ancora tutto spento con la caldaia centralizzata accesa dal 1 novembre, mentre c'è gente che già due settimane fa piagnucolava "quando accendono il riscaldamento" perchè non gli si asciugano i vestiti. E finchè terrò spento o al minimo, pagherò comunque un 40% di quota fissa per quello che consumano questi.

40% però è troppo alto, dove ci sono le termovalvole ho sentito di massimo un 30% uguale per tutti.

In ogni caso tu hai 21,2 anche perché i tuoi vicini hanno acceso i termosifoni, eh... Ecco in parte giustificata la quota comune.

Non è che se hai un calorifero spento l'acqua calda che passa nell'impianto condominiale in parte non ti riscalda comunque la casa.

Scommetto che se tutti lo avessero spento o la caldaia non fosse accesa tu sentiresti più freddo di ora.
 

ancet

Nuovo Utente
Registrato
9/8/11
Messaggi
1.348
Punti reazioni
109
40% però è troppo alto, dove ci sono le termovalvole ho sentito di massimo un 30% uguale per tutti.

In ogni caso tu hai 21,2 anche perché i tuoi vicini hanno acceso i termosifoni, eh... Ecco in parte giustificata la quota comune.

Non è che se hai un calorifero spento l'acqua calda che passa nell'impianto condominiale in parte non ti riscalda comunque la casa.

Scommetto che se tutti lo avessero spento o la caldaia non fosse accesa tu sentiresti più freddo di ora.

Ma non è vero, ho un sensore di temperatura smart e per es. stamattina alle 7:00 orario di accensione della caldaia avevo 20,5°C. Dopo 3 ore alle 11:00 orario di spegnimento della caldaia avevo 20°C precisi. Con tutti i radiatori spenti e senza aprire le finestre. Al 5° piano di 6.

I muri delle colonne dei caloriferi non sono per niente caldi. Anche perchè non esageriamo, fino a qualche giorno fa c'erano ancora 26°C e non penso che tutti i vicini abbiano acceso il riscaldamento a manetta. Quindi mi spiace ma la quota fissa, per chi usa il riscaldamento in maniera oculata, continua a non essere giustificata.

Ma scommetto che avrai ancora da ridire, quindi resta pure della tua idea e chiudiamola qui :)
 

Napoli1986

Nuovo Utente
Registrato
5/7/19
Messaggi
2.485
Punti reazioni
107
Tornando in topic, altrimenti continua a essere una gara a chi ha ragione, io vorrei sapere i costi di adattamento di un impianto condominiale in autonomo.

Perché da utente di un forum di finanza vorrei ragionare sui numeri. E non sul sentito dire.

in tutti i condomini dove sono stato non era possibile trasformare niente, dato che erano presenti le colonne condomoniali o il riscaldamento a pavimento.

Certo, posso ristrutturare mezza casa per risparmiare 500 euro all'anno. (ipotizzando che tutti quelli con l'autonomo paghino 400 euro all'anno come il nostro amico che non lo accende mai, e tutti quelli col centralizzato 900)...

Quindi, devo:
1) comprare la caldaia: ai prezzi di oggi, 3000 euro.

2) ipotizzando che nel Mio appartamento c'è un unico punto di ingresso uscita fare:
2a) i lavori nel punto di ingresso uscita per isolarmi 2000 euro stando bassi

2b) collegare la caldaia al gas, e all'impianto. Costo da 2000 a indefinito visto che va rifatto il sottofondo di una porzione importante di casa.


Quindi devo spendere 10000 euro (almeno) per risparmiare 500 euro all'anno (stando larghi), fare lavori in casa, trasferirmi...
Bah, contenti voi...
 

Altopiano_Gentile

Senza peli sulla lingua
Registrato
31/7/22
Messaggi
360
Punti reazioni
99
Se abitazione principale acqua calda sanitaria e riscaldamento centralizzati.

1. Sono sicuramente più efficienti
2. Non ci sono caldaie posizionate suoi balconi che rovinano decoro e pregio architettonico dello stabile.
3. Spese condominiali un po' più alte che costituiscono una barriera all'ingresso e permettono di selezionare i condomini.
 

Altopiano_Gentile

Senza peli sulla lingua
Registrato
31/7/22
Messaggi
360
Punti reazioni
99
Perdonami ma quello che hai scritto non vuol dire nulla.
L'importo che hai indicato dipende dalle dimensioni dell'appartamento, dall'esposizione, dal piano, se sopra o sotto hai qualcuno, dalla temperatura impostata, dal grado di isolamento ecc. ecc. ecc...

I miei spendono 400...quindi spendono meno di te?

Vedi che non significa nulla?
Ciao


Guarda secondo me ha ragione Napoli, i miei ultimo piano con terrazzo (quindi molta dispersione termica) riscaldamento accesso 14 ore al giorno. 3.000€ l'anno, con l'autonomo spenderebbero molto di più.

Chi dice che con l'autonomo risparmia (parlo di abitazione principale) è perché lo tiene spento e sta al freddo.
 

Cassetto nei sogni -

Nuovo Utente
Registrato
15/7/22
Messaggi
1.332
Punti reazioni
126
Guarda secondo me ha ragione Napoli, i miei ultimo piano con terrazzo (quindi molta dispersione termica) riscaldamento accesso 14 ore al giorno. 3.000€ l'anno, con l'autonomo spenderebbero molto di più.

Chi dice che con l'autonomo risparmia (parlo di abitazione principale) è perché lo tiene spento e sta al freddo.

Dipende dalle situazioni. In certi palazzi se sei a sandwich con quelli sopra,quelli di lato e quelli di sotto che accendono,quasi non c'e' bisogno di accendere il riscaldamento. So per certo che esistono codeste situazioni.