rischio illimitato sullo short trade.

  • Creatore Discussione Bat
  • Data di inizio

Bat

Nuovo Utente
Registrato
3/2/00
Messaggi
3
Punti reazioni
0
Nel caso in cui con un operazione, ad esempio una short, si andasse a perdere più del capitale in proprio possesso, non avendo nulla intestato a proprio nome, vivendo ancora in famiglia ed assendo maggiorenne, la banca può rifarsi sui beni dei genitori?

Grazie per una qualsiasi risposta, anche per indicazioni su dove reperire informazioni facilmente.

Ciao

Giorgio
 
Il contratto è personale, e quindi i familiari non entrano nella questione.

Questo è uno dei motivi per cui le banche (anche se i TOL hanno modificato questa mentalità) fanno accedere al contrato IDEM (futures ed opzioni) solo i clienti che ritengono in grado di saper gestire l'operatività.

Inoltre, gli intermediari seguono le posizioni scoperte della clientela:a parte il fatto che, allo stato attuale, lo short selling (vendita allo scoperto di azioni) è consentito solo con obbligo di rientro entro la stessa seduta (pertanto, è difficilissimo perdere enormi percentuali), i margini del 50% (o 30%) iniziano a cautelare gli intermediari.

Le opzioni ed i futures, inoltre, prevedono il margine quotidiano, da versare nel caso in cui la variazione sia negativa.
 
e se, caso eccezionale ma possibile, le contrattazioni rimangono
chiuse per eccesso di rialzo, per alcuni giorni?
 
Sei responsabile nei confronti della banca per la perdita che devi ripanare: l'Istituto avvierebbe una pratica di recupero crediti, con tutto ciò che comporta il fatto che non hai redditi o patrimonio, ovviamente.
 
Indietro