Ristrutturare per vendere o affittare?

Elywitch

Nuovo Utente
Registrato
21/5/14
Messaggi
99
Punti reazioni
1
Buongiorno.
vorrei chiedere un consiglio da chi ha più esperienza di me. Ho un appartamentino e vorrei o affittarlo o venderlo. E’ vicino a poli universitari e di studio, quindi ben posizionato. L'appartamento in se è carino perchè luminoso, piano alto.Ma stato attuale è questo: caldaia da sostituire e non essendo più a norma la canna fumaria condominiale il mio esborso sarebbe incrementato di oltre 1000 euro per spostare la caldaia in modo che abbia lo sfiato sulla facciata. In alternativa scaldabagno elettrico di cui non ho sentito grandi elogi.ma magari non è così.Impianto elettrico rifatto circa 18 anni fa quindi mi hanno detto non più a norma.E questo nell’ambito sicurezza in caso di affitto sarà d’obbligo. Vorrei anche renderlo più appetibile cambiando sanitari, le porte che sono vecchissime, doccia, rinfrescare piastrelle della cucina.Fare un lifting insomma su suggerimento di un home stager. Anche in virtù delle detrazioni che sono state prorogate anche per il 2018.Quello che vorrei solo capire, è quanto conviene intervenire sia in caso di vendita che di affitto.Una ristrutturazione totale non la prendo neanche in considerazione. Ma in caso di vendita, vendendolo così com’è mi parrebbe di buttarlo via perché allo stato attuale è stato valutato (in euro) quasi meno di quanto l’ho pagato 18 anni fa(in lire..).Vale quindi la pena imbarcarsi in lavori che comunque porterebbero a una spesa preventivata che tra una cosa e l'altra è di quasi 8000 euro + iva?(senza rifare il bagno per altro!)Di quanto può incrementare il valore(se lo incrementa!) una ristrutturazione più “superficiale”?Può realmente servire allo scopo di una vendita?
Grazie anticipatamente!
 

gibO.o

Nuovo Utente
Registrato
8/2/14
Messaggi
3.454
Punti reazioni
163
Risposta: dipende... dalla zona, dal mercato locale, da come fai il lifting, da cosa vuoi farne...

Metti i dati:
- prezzo di vendita allo stato attuale stimato
- ricavi affitto con lifting (così calcoli il rendimento)
- n. di camere (eventuale affitto a studenti)
- valore % di patrimonio personale
- possesso di altri immobili
etc
 

Sirlano

Nuovo Utente
Registrato
4/9/17
Messaggi
514
Punti reazioni
5
umentano sempre il valore


Parquet

Imbiancatura dei locali fatta bene

Impianto elettrico a norma
 

Nemor

Nuovo Utente
Registrato
7/4/07
Messaggi
30.682
Punti reazioni
1.111
Mi pare che da quest'anno inoltre i bonus si possono cedere anche alle banche ;)
 

Elywitch

Nuovo Utente
Registrato
21/5/14
Messaggi
99
Punti reazioni
1
Grazie per le risposte e per le indicazioni su cui fare una riflessione più specifica.
Non ho solo capito bene la storia dei bonus.
 

broken brick

Nuovo Utente
Registrato
18/11/10
Messaggi
27.829
Punti reazioni
843
La prima cosa da decidere è se vuoi affittare o vendere.
Se vuoi affittare devi preoccuparti che sia tutto a norma e poi dare una rinfrescata che faccia un bell'effetto...credo che in Toscana direbbero "far nozze con i fichi secchi".
Se invece decidi di vendere io mi limiterei ad una bella pulita e a sgombrare completamente. La ristrutturazione la farà a suo gusto (e relativi sgravi) chi compra.
 

Sirlano

Nuovo Utente
Registrato
4/9/17
Messaggi
514
Punti reazioni
5
La prima cosa da decidere è se vuoi affittare o vendere.
Se vuoi affittare devi preoccuparti che sia tutto a norma e poi dare una rinfrescata che faccia un bell'effetto...credo che in Toscana direbbero "far nozze con i fichi secchi".
Se invece decidi di vendere io mi limiterei ad una bella pulita e a sgombrare completamente. La ristrutturazione la farà a suo gusto (e relativi sgravi) chi compra.

Se la casa e' grande concordo.Se invece e' un 2/3 vani
ridotto male,presentarlo nn bene ne abbassa molto il valore xrche' ,spesso, i compratori nn riescono ad immaginare come sarebbe l'immobile da ristrutturato e lo sottovalutano.In USa /gb si vende molto spesso ristrutturato e ancghe arredato.
 

numero0

Nuovo Utente
Registrato
29/1/17
Messaggi
619
Punti reazioni
13
La prima cosa da decidere è se vuoi affittare o vendere.
Se vuoi affittare devi preoccuparti che sia tutto a norma e poi dare una rinfrescata che faccia un bell'effetto...credo che in Toscana direbbero "far nozze con i fichi secchi".
Se invece decidi di vendere io mi limiterei ad una bella pulita e a sgombrare completamente. La ristrutturazione la farà a suo gusto (e relativi sgravi) chi compra.

Mi pare che per l'affitto l'unica condizione sia allegare l'ape, per gli impianti non è richiesto nulla, certo poi in caso di sinistro non so come finisca...
 

Einsamer Hirte

Nuovo Utente
Registrato
30/12/17
Messaggi
5.831
Punti reazioni
313
In assenza di dati certi (vedi post n.2) in via generale si può dire:

a) difficilmente otterrai rendimenti superiori a quello della locazione impiegando il capitale ottenuto dalla vendita in prodotti finanziari a basso rischio.

b) il contratto a canone concordato per studenti ti da la possibilità a livello fiscale di accedere alla cedolare secca del 10%.
 

broken brick

Nuovo Utente
Registrato
18/11/10
Messaggi
27.829
Punti reazioni
843
Mi pare che per l'affitto l'unica condizione sia allegare l'ape, per gli impianti non è richiesto nulla, certo poi in caso di sinistro non so come finisca...

Sei responsabile. Io metto anche nel contratto che non possono fare modifiche. Ovviamente le fanno: fili che girano, ciabatte, collegamenti del cavolo...ma almeno mi sono parato il cu..
 

Elywitch

Nuovo Utente
Registrato
21/5/14
Messaggi
99
Punti reazioni
1
Grazie per le vostre risposte.Mi hanno fatto fare ulteriori riflessioni.Magari aggiungo qualche dato in più.
La casa è piccola, 40mq. quindi ci potrebbe vivere uno studente max due.O una coppia.La casa si presenta bene e le opere che pensavo fare sarebbero in primis per sicurezza perchè non vorrei trovarmi casini o responsabilità penali di nessun tipo in caso di affitto.Ma anche per abbellimento visto che anche per quest'anno(il prossimo chi lo sà) ci sono le detrazioni fiscali.Sicuramente non lo personalizzerei più di tanto ma vorrei, anche in caso di vendita, presentare un appartamento che potrebbe già essere piacevolmente abitabile salvo poi che chi acquista se lo voglia personalizzare in altro modo.Ho pensato questo anche perchè, quando ho fatto fare qualche valutazione o qualche visita per capire come avrebbe potuto andare una vendita, hanno tutti rimarcato sul fatto che la caldaia è da sostituire, l'impianto elettrico non è più a norma, le porte sono obsolete e la valutazione ha fatto una picchiata verso il basso, più di quello che sarebbe stato il reale costo per mettere a posto le cose.Ho pensato che così facendo potrei anche affittarlo per qualche anno pensando poi di venderlo senza perdermi l'effetto "miglioria".Con un "lifting" ho calcolato che l'affitto potrebbe essere incrementato di 100/150€ mensili in più aumentando un rendimento che fino ad ora è stato intorno al 3% scarso netto.Ho anche letto parecchio sugli affitti brevi ma è un altro tipo di valutazione
:)
 

Bose

Nuovo Utente
Registrato
10/1/15
Messaggi
1.399
Punti reazioni
42
Nn alle banche ma alla ditta che ha ristrttturatto il immobbile

Ragazzi, buona sera, ma come si fa a cedere il bonus ristrutturazione all’impresa?
Io per esempio non ho irpef perché dissoccupato, potrei cederla e avere comunque lo sgravo del 50% sui 96k?
 

Mike_74

Nuovo Utente
Registrato
16/6/14
Messaggi
2.590
Punti reazioni
63
Grazie per le vostre risposte.Mi hanno fatto fare ulteriori riflessioni.Magari aggiungo qualche dato in più.
La casa è piccola, 40mq. quindi ci potrebbe vivere uno studente max due.O una coppia.La casa si presenta bene e le opere che pensavo fare sarebbero in primis per sicurezza perchè non vorrei trovarmi casini o responsabilità penali di nessun tipo in caso di affitto.Ma anche per abbellimento visto che anche per quest'anno(il prossimo chi lo sà) ci sono le detrazioni fiscali.Sicuramente non lo personalizzerei più di tanto ma vorrei, anche in caso di vendita, presentare un appartamento che potrebbe già essere piacevolmente abitabile salvo poi che chi acquista se lo voglia personalizzare in altro modo.Ho pensato questo anche perchè, quando ho fatto fare qualche valutazione o qualche visita per capire come avrebbe potuto andare una vendita, hanno tutti rimarcato sul fatto che la caldaia è da sostituire, l'impianto elettrico non è più a norma, le porte sono obsolete e la valutazione ha fatto una picchiata verso il basso, più di quello che sarebbe stato il reale costo per mettere a posto le cose.Ho pensato che così facendo potrei anche affittarlo per qualche anno pensando poi di venderlo senza perdermi l'effetto "miglioria".Con un "lifting" ho calcolato che l'affitto potrebbe essere incrementato di 100/150€ mensili in più aumentando un rendimento che fino ad ora è stato intorno al 3% scarso netto.Ho anche letto parecchio sugli affitti brevi ma è un altro tipo di valutazione
:)

In caso di vendita i soldi non li recupererai mai. Ora la caldaia e' vecchia, se la cambi vogliono il riscaldamento a pavimento, e' il gioco delle parti. Dagli un'ottima pulita, anche ai vetri e stop.