Ristrutturazione solo bagno su appartamento vecchio

dragstar

Nuovo Utente
Registrato
11/7/04
Messaggi
1.612
Punti reazioni
19
Buongiorno a tutti,

chiedo un consiglio: appartamento di circa 110 mq, anni 1960 (abitato attualmente da 2 persone, magari in futuro bambini), mai ristrutturato, impianto elettrico murato, boiler elettrico in bagno per sola acqua calda, riscaldamento centralizzato.
L'impianto elettrico l'ho lasciato così com'è, aggiungendo qualche presa qua e là, agganciandomi in quello di plasticpiombo esistente. Invece il boiler elettrico funziona bene ed è anche recente.

Come dicevo sopra, in bagno c'è un boiler elettrico ma si intravedono anche gli attacchi gas e l'uscita aria fuori (probabilmente, e mi pare di ricordare anche che me l'avessero detto hanno messo il boiler per non cambiare caldaia, visto che ci abitava una signora anziana).

Da come si può vedere la piantina sotto (scusate per l'immagine poco professionale), sia il gas che il contatore enel sono lontani diversi metri dal bagno.
Ora io vorrei far ristrutturare solo il bagno, senza buttare all'aria tutta la casa, in quanto ci sto già vivendo. Magari successivamente potrei ristrutturare anche la cucina e mi sorgono queste domande:
Impianto acqua calda
1) ha senso tenere il boiler in un bagno nuovo?
2) Nel caso (come temo) convenga avere una caldaia a gas, come posso essere sicuro che non ci siano dispersioni dall'allaccio in cucina fino ad arrivare fino in bagno (vedi immagine allegata)? Immagino che chi mi farà la ristrutturazione possa fare delle prove e solo in affermativo possa procedere ad utilizzo del gas, in alternativa andrebbe smembrata la casa intera.

Impianto elettrico
1) non andando a rifare tutta la casa, ma volendo avere il bagno a norma o almeno in prospettiva a norma, come si potrebbe procedere?
Ha senso farsi fare tutto il bagno a norma e poi in una scatola di derivazione farsi collegare il tutto all'impianto esistente in plasticpiombo? In questo modo un indomani che si faccia l'impianto in altra stanze (magari controsoffitto in corridoio lungo che si vede nella mappa) si può collegare l'impianto del bagno a questo nuovo. Che dite?

Grazie mille

Image 002.png
 
Ultima modifica:

dragstar

Nuovo Utente
Registrato
11/7/04
Messaggi
1.612
Punti reazioni
19
sono andato a chiedere due info da Leroy Merlin e mi hanno prospettato che costo ristrutturazione bagno dovrebbe essere tra 8k e 10k. Ci sono le due opzioni

1. detrazione 50% sul totale
2. sconto in fattura immediato sul totale, ma prima bisogna fare cila/scia (1200euro circa) ed aspettare approvazione CAF con tempistiche di 60/90 giorni

Quindi uno pagherebbe:
opzione 1) 10k totali e poi 5k tornerebbe indietro in detrazione 730 in 10 anni a 500euro anno
opzione 2) si spenderebbero 6,2k totali

Vi risulta?
 

*Bushido*

No tengo Dinero!
Registrato
23/6/12
Messaggi
17.825
Punti reazioni
940
si, o detrai in 10 anni o sconto in fattura, perdendoci qualcosa per le pratiche e per chi ti compra il credito.
anch'io vivo in una casa anni '60 singola, francamente, sorvolerei su tutto ma NON sull'impianto elettrico.
ne va della tua sicurezza, di quella altrui e della continuità di servizio...probabilmente non hai nemmeno la messa a terra.
valuta l'opzione di rifarlo da zero, io lo farò esterno per non sfasciare casa, le norme CEI OBBLIGANO ad un minimo di dotazione, questo comporta molte tracce da eseguire.
 
Ultima modifica:

dragstar

Nuovo Utente
Registrato
11/7/04
Messaggi
1.612
Punti reazioni
19
si, o detrai in 10 anni o sconto in fattura, perdendoci qualcosa per le pratiche e per chi ti compra il credito.
anch'io vivo in una casa anni '60 singola, francamente, sorvolerei su tutto ma NON sull'impianto elettrico.
ne va della tua sicurezza, di quella altrui e della continuità di servizio...probabilmente non hai nemmeno la messa a terra.
valuta l'opzione di rifarlo da zero, io lo farò esterno per non sfasciare casa, le norme CEI OBBLIGANO ad un minimo di dotazione, questo comporta molte tracce da eseguire.

e capisco...però come si fa in questi casi? posso sfaciare o rovinare la casa con impianto esterno? confermo che non c'è la messa a terra.
 

*Bushido*

No tengo Dinero!
Registrato
23/6/12
Messaggi
17.825
Punti reazioni
940
e capisco...però come si fa in questi casi? posso sfaciare o rovinare la casa con impianto esterno? confermo che non c'è la messa a terra.

punti di vista. senza messa a terra rischi la pelle. all'epoca il 90% degli impianti era posato da gente che meritava la galera, non esistevano norme, o non venivano rispettate, cavi sottilissimi e oggi sottodimensionati, da una presa ne derivavano altre 10...tutta roba che oggi ti farebbe finire a processo.
un impianto esterno è una soluzione ottima se non si vuole ribaltare casa.
se rifai la cucina sei punto e a capo, gli elettrodomestici hanno necessita di molti KW (pensa solo all'induzione che ne chiede almeno 4),
follia pensare di tenere le dorsali del 1960...rischi di dare fuoco alla casa.
 
Ultima modifica:

dragstar

Nuovo Utente
Registrato
11/7/04
Messaggi
1.612
Punti reazioni
19
punti di vista. senza messa a terra rischi la pelle. all'epoca il 90% degli impianti era posato da gente che meritava la galera, non esistevano norme, o non venivano rispettate, cavi sottilissimi e oggi sottodimensionati, da una presa ne derivavano altre 10...tutta roba che oggi ti farebbe finire a processo.
un impianto esterno è una soluzione ottima se non si vuole ribaltare casa.
se rifai la cucina sei punto e a capo, gli elettrodomestici hanno necessita di molti KW (pensa solo all'induzione che ne chiede almeno 4),
follia pensare di tenere le dorsali del 1960...rischi di dare fuoco alla casa.

c'è l'opzione controsoffitto nel corridoio..a quel punto si potrebbero fare cucina e bagno nuovi collegati alla dorsale che passa per il corridoio.
la dorsale è 2 mm.
 

nickanonimo72

Nuovo Utente
Registrato
30/5/01
Messaggi
10.288
Punti reazioni
522
Buongiorno a tutti,

chiedo un consiglio: appartamento di circa 110 mq, anni 1960 (abitato attualmente da 2 persone, magari in futuro bambini), mai ristrutturato, impianto elettrico murato, boiler elettrico in bagno per sola acqua calda, riscaldamento centralizzato.
L'impianto elettrico l'ho lasciato così com'è, aggiungendo qualche presa qua e là, agganciandomi in quello di plasticpiombo esistente. Invece il boiler elettrico funziona bene ed è anche recente.

Come dicevo sopra, in bagno c'è un boiler elettrico ma si intravedono anche gli attacchi gas e l'uscita aria fuori (probabilmente, e mi pare di ricordare anche che me l'avessero detto hanno messo il boiler per non cambiare caldaia, visto che ci abitava una signora anziana).

Da come si può vedere la piantina sotto (scusate per l'immagine poco professionale), sia il gas che il contatore enel sono lontani diversi metri dal bagno.
Ora io vorrei far ristrutturare solo il bagno, senza buttare all'aria tutta la casa, in quanto ci sto già vivendo. Magari successivamente potrei ristrutturare anche la cucina e mi sorgono queste domande:
Impianto acqua calda
1) ha senso tenere il boiler in un bagno nuovo?
2) Nel caso (come temo) convenga avere una caldaia a gas, come posso essere sicuro che non ci siano dispersioni dall'allaccio in cucina fino ad arrivare fino in bagno (vedi immagine allegata)? Immagino che chi mi farà la ristrutturazione possa fare delle prove e solo in affermativo possa procedere ad utilizzo del gas, in alternativa andrebbe smembrata la casa intera.

Impianto elettrico
1) non andando a rifare tutta la casa, ma volendo avere il bagno a norma o almeno in prospettiva a norma, come si potrebbe procedere?
Ha senso farsi fare tutto il bagno a norma e poi in una scatola di derivazione farsi collegare il tutto all'impianto esistente in plasticpiombo? In questo modo un indomani che si faccia l'impianto in altra stanze (magari controsoffitto in corridoio lungo che si vede nella mappa) si può collegare l'impianto del bagno a questo nuovo. Che dite?

Grazie mille

Vedi l'allegato 2848498

Per me non ha senso ristrutturare una stanza.
Se degli anni 60 quando metterai mano al bagno 90% troverai i tubi acqua arrugginiti/marci. A quel punto come procedi ?? Metti i tubi nuovi in bagno e ti attacchi a quelli vecchi ? Stessa cosa per impianto elettrico.
Io a questi punti farei anzi nulla, tirerei avanti 1 anno e metterei da parte un po' di liquidità e intanto cercherei Ditte che ti facciano il lavoro completo a prezzi giusti. Per gli impianti puoi optare per tracce piccole senza rimuovere tutti i pavimenti/massetti completi e poi pavimenti in laminato flottanti sopra quello esistente.

Io ho ristrutturato l'anno scorso usufruendo della detrazione 50%, che si trasforma in un 41/42% con la cessione.
Casa di pari superficie rifacendo massetti, impianto elettrico, impianto acqua, pavimentazioni, spostamento di qualche parete, etc......ho speso circa 26K che con detrazioni sono stati 15/16K circa.
Certo per l'impianto idraulico ho usufruito di un amico dove ho pagato solo i materiali, qualche altro lavoretto fatto in proprio.....

Insomma, prenditi il 2023 per programmare tutto per bene e rifai tutto......fare così a pezzetti è controproducente e alla fine molto piu costoso.....
 

*Bushido*

No tengo Dinero!
Registrato
23/6/12
Messaggi
17.825
Punti reazioni
940
Per me non ha senso ristrutturare una stanza.
Se degli anni 60 quando metterai mano al bagno 90% troverai i tubi acqua arrugginiti/marci. A quel punto come procedi ?? Metti i tubi nuovi in bagno e ti attacchi a quelli vecchi ? Stessa cosa per impianto elettrico.
Io a questi punti farei anzi nulla, tirerei avanti 1 anno e metterei da parte un po' di liquidità e intanto cercherei Ditte che ti facciano il lavoro completo a prezzi giusti. Per gli impianti puoi optare per tracce piccole senza rimuovere tutti i pavimenti/massetti completi e poi pavimenti in laminato flottanti sopra quello esistente.

Io ho ristrutturato l'anno scorso usufruendo della detrazione 50%, che si trasforma in un 41/42% con la cessione.
Casa di pari superficie rifacendo massetti, impianto elettrico, impianto acqua, pavimentazioni, spostamento di qualche parete, etc......ho speso circa 26K che con detrazioni sono stati 15/16K circa.
Certo per l'impianto idraulico ho usufruito di un amico dove ho pagato solo i materiali, qualche altro lavoretto fatto in proprio.....

Insomma, prenditi il 2023 per programmare tutto per bene e rifai tutto......fare così a pezzetti è controproducente e alla fine molto piu costoso.....


VERO; ma il punto è la situazione economica personale (che solo lui conosce) e il fatto che , purtroppo, per colpa del bonus 110, i prezzi sono schizzati ed è difficile trovare chi ti compra il credito.
 

*Bushido*

No tengo Dinero!
Registrato
23/6/12
Messaggi
17.825
Punti reazioni
940
c'è l'opzione controsoffitto nel corridoio..a quel punto si potrebbero fare cucina e bagno nuovi collegati alla dorsale che passa per il corridoio.
la dorsale è 2 mm.

per impianti nei controsoffitti sono obbligatori cavi "speciali" con resistenza al fuoco maggiore, inoltre la dorsale da 2mm è totalmente insufficiente.
torniamo sempre lì…impianto esterno se vuoi fare un lavoro a regola d'arte e sicuro.
Io non ci sono arrivato per caso, ho consultato un forum di elettricisti e tutti mi davano la stessa soluzione, o spacchi pavimento, o cartongessi tutto il soffitto, o fai esterno.
Evita i praticoni perché se ti va a fuoco la casa ti attacchi al TRAM.
 

verloc001

COSTAGUANA
Registrato
15/4/04
Messaggi
3.041
Punti reazioni
155
VALUTA CAVI ESTERNI "FATTI BENE" IO LI HO IN SOALIO E IN CANTINA
 

Allegati

  • images.jfif
    10,6 KB · Visite: 31