Ritenuta di acconto per acquisto pianoforte usato

Frittella

Nuovo Utente
Registrato
22/7/22
Messaggi
831
Punti reazioni
154
Salve.
Premetto che sono completamente ignorante in materia e che quindi vorrei un parere.
Per l'acquisto di un pianoforte usato il venditore mi ha detto che sul totale della fattura occorre aggiungere il 20% di ritenuta di acconto.
E' normale che si fa così o mi stanno fregando?
Nel caso fosse corretto, c'è poi modo di recuperare qualcosa in sede di dichiarazione dei redditi?
Grazie.
 

77andrea77

Nuovo Utente
Registrato
17/2/13
Messaggi
752
Punti reazioni
9
Se sei un privato non sei sostituto di imposta e quindi non devi aggiungere la ritenuta di acconto.
Per essere più precisi la ritenuta di acconto andrebbe trattenuta dal soggetto sostituto di imposta che si avvale di una prestazione occasionale (per esempio) di un terzo.
Di conseguenza a fronte di un compenso di € 1000 dovresti pagare al prestatore € 800 e versare all'erario € 200 a titolo di ritenuta che sono un anticipo delle imposte per conto del prestatore che le scalerà in sede di dichiarazione.
In ogni caso che trattiene la ritenuta non "scala" niente dalla imposte.
Ciao
 

Frittella

Nuovo Utente
Registrato
22/7/22
Messaggi
831
Punti reazioni
154
Se sei un privato non sei sostituto di imposta e quindi non devi aggiungere la ritenuta di acconto.
Per essere più precisi la ritenuta di acconto andrebbe trattenuta dal soggetto sostituto di imposta che si avvale di una prestazione occasionale (per esempio) di un terzo.
Di conseguenza a fronte di un compenso di € 1000 dovresti pagare al prestatore € 800 e versare all'erario € 200 a titolo di ritenuta che sono un anticipo delle imposte per conto del prestatore che le scalerà in sede di dichiarazione.
In ogni caso che trattiene la ritenuta non "scala" niente dalla imposte.
Ciao

Ti ringrazio per la tua risposta, ma non mi è ancora chiara la mia situazione.
Io devo acquistare un bene usato e chi me lo vende mi ha chiesto una somma X. In aggiunta a questa cifra X, il venditore mi ha detto che in totale io devo pagare X + 20% e quel 20% sono a titolo di ritenuta di acconto.
Io non mi sono mai trovato in questa situazione e quindi non capisco perché lui vorrebbe da me un ulteriore 20%.
Quindi chiedevo, è normale questa prassi o è solo un tentativo di spillarmi altri soldi?
Voglio dire, perché io dovrei dargli X + 20% di X se il bene costa X?
 

77andrea77

Nuovo Utente
Registrato
17/2/13
Messaggi
752
Punti reazioni
9
Ti ringrazio per la tua risposta, ma non mi è ancora chiara la mia situazione.
Io devo acquistare un bene usato e chi me lo vende mi ha chiesto una somma X. In aggiunta a questa cifra X, il venditore mi ha detto che in totale io devo pagare X + 20% e quel 20% sono a titolo di ritenuta di acconto.
Io non mi sono mai trovato in questa situazione e quindi non capisco perché lui vorrebbe da me un ulteriore 20%.
Quindi chiedevo, è normale questa prassi o è solo un tentativo di spillarmi altri soldi?
Voglio dire, perché io dovrei dargli X + 20% di X se il bene costa X?

Se è un privato che vende nessuna ritenuta.
Si chiama ritenuta perchè la trattieni altrimenti non sarebbe ritenuta, mica gliela corrispondi.
ciao
 

edesmo

OI, OI, son dolor !!
Registrato
2/3/10
Messaggi
16.443
Punti reazioni
952
ti sta fregando, la ritenuta di acconto riguardi i redditi,

se tu compri un oggetto usato, non guadagni nulla !!!




ps la ritenuta di acconto l'applica chi da i soldi, non chi li riceve,
se proprio vuole, digli che gli dai 800 euro e 200 li trattieni tu come ritenuta di acconto
 

fkaftal

Nuovo Utente
Registrato
1/5/10
Messaggi
1.965
Punti reazioni
137
ti sta fregando, la ritenuta di acconto riguardi i redditi,

se tu compri un oggetto usato, non guadagni nulla !!!




ps la ritenuta di acconto l'applica chi da i soldi, non chi li riceve,
se proprio vuole, digli che gli dai 800 euro e 200 li trattieni tu come ritenuta di acconto
magari non ti sta fregando, ma non ha capito come funziona: la vendita occasionale di beni usati non è soggetta a imposta, quindi nemmeno a ritenuta d'acconto (che fra l'altro non c'entra): spiegaglielo, forse il venditore teme di dover dichiarare l'importo nel 730 e vuole recuperare in anticipo la somma. Come se si trattasse di una prestazione occasionale con cedolino, ex art. 2222 cc.
Ma i beni usati non sono sono equiparati dalla legge ai contratti di prestazione, e a meno che non siano preziosi non vengono tassati (nemmeno con l'IVA) se la vendita è occasionale e tra privati.
 

Frittella

Nuovo Utente
Registrato
22/7/22
Messaggi
831
Punti reazioni
154
magari non ti sta fregando, ma non ha capito come funziona: la vendita occasionale di beni usati non è soggetta a imposta, quindi nemmeno a ritenuta d'acconto (che fra l'altro non c'entra): spiegaglielo, forse il venditore teme di dover dichiarare l'importo nel 730 e vuole recuperare in anticipo la somma. Come se si trattasse di una prestazione occasionale con cedolino, ex art. 2222 cc.
Ma i beni usati non sono sono equiparati dalla legge ai contratti di prestazione, e a meno che non siano preziosi non vengono tassati (nemmeno con l'IVA) se la vendita è occasionale e tra privati.
Esattamente, è proprio così. Ho già chiarito col venditore. Grazie per il tuo intervento.