ritorno sulle mie convinzioni:D quali controindicaz. dare soldi a chi ne ha pochi e..

lele2

MEMBER
Registrato
11/1/02
Messaggi
713
Punti reazioni
13
per ridurre i debiti??



era un vecchio thread che mi ero aperto tempo fa dove mi chiedevo quali controindicazioni potesse dare la disponibilità della bce di produrre denaro, immetterlo nel sistema economico attuale per ridurre i debiti e quindi gli interessi da pagare e migliorare i redditi di chi vive pur lavorando o peggio chi è disoccupato con dei redditi molto bassi.


alcuni pionieri che cavalcavano la finanza quà sul fol si erano intestarditi nel fatto che la moneta avrebbe perso valore...come? a non lo so, a quanto pare perchè chi produce un bene visto che aumentano i soldi nelle tasche dei poverelli si mettono ad aumentare il prezzo di vendita del loro prodotto....e io controribatto e se si mettesse un blocco alle % di guadagno sui prodotti venduti? con appositi commissari di controllo? come farebbe a salire l'inflazione e quindi a svalutarsi la moneta?


io non ci arrivo a capire il problemone che si tirano fuori certi intenditori di finanza.

vi va di ripercorrere questo discorsetto tanto per curiosare dove va a sbattere e a rompersi? :D

visto che siamo in momento di crisi se i nobili vogliono far tirare avanti il sistema attuale è meglio che ripensino a certe ideologie, altrimenti debbono abbandonarlo trovandosi i loro soldi che servono solo per pulirsi il .... :D
 
oppure pensano che perderemo i soldi ma erediteremo il grado di nobiltà e comanderemo lo stesso? :D:D


probabbilmente si dovrà dare una ritoccatina a quanto i politici proteggono a tutti i costi chimandola col nome di democrazia in segno di libertà!, la quale è esattamente il contrario, blocco totale di azioni mirate a risolvere i problemi per mantenere lo status di superiorità rispetto ad altri ceti.
 
èddai sforzati, io cercherò di sforzarmi a capire :D

Non c'è alcuna controindicazione in quello che proponi.
E' fattibilissimo. Ma non c'è la minima intenzione di farlo.
Poi le storie sull'inflazione sono balle.
L'inflazione (che è cosa diversa dall'iperinflazione) non ha mai fatto quel male che si dice.
 
no, no, no.... dai, cerchiamo di studiare un pò di storia. Quello che proponete è già stato fatto ai tempi degli antichi romani, tanto per dire, e in molti dopo di loro ci hanno provato. Tantissimi governi lungo la storia hanno provato sia a svalutare la moneta, sia a imporre il controllo dei prezzi. E hanno tutti fallito, in epoche in cui neanche esisteva la parola finanza o quella economia.
Una cosa deve essere ben chiara: i "soldi" non vengono dal cielo, quindi nn si possono creare a costo zero perchè se ci provi (magari stampando) non fai altro che diminuire le loro capacità di acquisto perchè i beni sempre quelli rimangono. Nè imporre i prezzi, perchè anche qualora un governo ci riuscisse (e non ci è mai riuscito nessuno, neanche nelle dittature, figuriamoci in una democrazia) il risultato sarebbe un crollo della produzione visto che i ricavi non sarebbero più quelli equilibrati stabiliti dal mercato ma quelli imposti dal governo.
Ricapitolando, è impossibile. E' gia stato tentato e non ha mai funzionato.
 
e se si mettesse un blocco alle % di guadagno sui prodotti venduti? con appositi commissari di controllo?

Semplicemente avresti che verrebbero immessi meno prodotti sul mercato. Quindi meno beni a disposizione. Così è sempre successo.
 
Io non trovo le parole per rispondere. :rolleyes:
 
Semplicemente avresti che verrebbero immessi meno prodotti sul mercato. Quindi meno beni a disposizione. Così è sempre successo.

Il blocco dei prezzi non è una misura non così terribile come viene presentata.
Galbraith, ad esempio, era favorevole a replicarla negli anni '70.
Il motivo è che aveva funzionato egregiamente durante la II° guerra mondiale, quando lui stesso era uno degli organizzatori di tale misura.
Credo che oggi, al di là degli aspetti teorici (per non parlare delle resistenze culturali), vi siano delle difficoltà pratiche a realizzare simili misure. Forse insormontabili.
 
mah, avete tirato fuori la storia le teorie vaghe e poi detto impossibile.... ma in sostanza cosa è che non andrebbe?


guardate che non ha fatto dio il sistema che funziona a questo mondo negli ultimi 100 anni, quindi cambiarlo ci vuole un attimo, basta essere daccordo per maggioranza e prendere in mano seriamente la questione... per maggioranza intendo anche all'interno di un solo paese o gruppo di paesi.


qual'è il problema se un bene lo si produce in minori quantità? secondo me si fa meno patume e gadget del cavolo che non contano nulla.... chi non fa quel lavoro ne farà un'altro utile per il paese... guardate che non sto dicendo di non lavorare, ma di fare lavori utili non lavori per fare solo soldi!


Allo stesso modo non sto dicendo di dare soldi così tanto per dare a caso, in cambi di denaro per avere il fabbisogno dignitoso per ogni essere umano si deve produrre un lavoro utile, poi organizzato in un modo o nell'altro non importa, purchè sia utile, una volta che hai prodotto il lavoro avrai il tuo compenso.

Ovviamente sia ai lavativi sia ai ricchi pieni di soldi abituati a vivere di interessi li si dovrà intervenire duramente in quanto si debbono togliere dalla testa che se vuoi avere devi dare (non soldi ma lavoro utile).


basta volerlo e qualsiasi problema di calcoli strani e teorie passate verrà meno.. non si deve guardare al passato come legge alla quale non si può far nulla, i problemi passati secondo me son meglio superabili oggi in quanto la cultura generale è aumentata, le capacità politiche e le disponibilità sociali tra vari paesi si sono modificate e i rischi di guerre passati tra i paesi maggiormente "intelligenti" si sono notevolmente ridotti.... questi rischi poi si potranno ridurre anche nei paesi sottosviluppati inesgnandogli a risolvere i vari problemi.


la realtà generale cmq è che la gente media si è talmente attaccata al sistema attuale che non riesce a vedere oltre, come se fosse psicologicamente paralizzata e resa impotente dal modo di fare e di essere....sicuramente per cambiare la gente da sola non ce la farà mai, sono decisioni che debbono partire dall'alto in quanto nel momento in cui le persone "normali" iniziassero seriamente a certi cambiamenti vuol dire che saremmo già ad una fase iniziale di rivolta generelizzata e li poi ci sarebbe il casino totale!
 
500 euro al mese da spendere per ogni famiglia europea.

Dati con una social card (bancomat) con scadenza mensile, se non spendi i soldi spariscono.

Questo per N mesi.

Il risultato sarebbe una moderata inflazione ed un impulso all'economia. Credo
 
Il blocco dei prezzi non è una misura non così terribile come viene presentata.

Il blocco dei prezzi ha quasi sempre portato a shortage, indipendentemente da quanto pensa Galbraith. Un tentativo recente ci fu nella patria del liberalismo sfrenato, gli USA, nelle Hawaii, dove i locali amministratori bloccarono i prezzi dei carburanti che salivano troppo. Tempo un paio di settimane/un mese e non c'era più benzina alle pompe. Il provvedimento fu ritirato.
 
qual'è il problema se un bene lo si produce in minori quantità? secondo me si fa meno patume e gadget del cavolo che non contano nulla.... chi non fa quel lavoro ne farà un'altro utile per il paese... guardate che non sto dicendo di non lavorare, ma di fare lavori utili non lavori per fare solo soldi!

Il problema è semplice: devi mangiare. I beni non ci sono, Non mangi.

Se questo non è un problema, ok, si puo' fare tutto.
 
basta essere daccordo per maggioranza e prendere in mano seriamente la questione... per maggioranza intendo anche all'interno di un solo paese o gruppo di paesi.

Basta essere daccordo. Ti faccio presente che in Italia si fa fatica a trovare due persone daccordo sulla formazione da schierare in campo in un'amichevole della nazionale. E molti italiani il calcio lo seguono. Figuriamoci trovare un accordo su temi economici dove il 99% della popolazione non ha le minime conoscenze (e le idee circolanti solo questo forum ne sono un esempio).

Io ad esempio a pensare di dover trovare un accordo su aspetti economici con San Siro mi viene da tremare. Lo rifiuto a priori.
 
concordo,dare soldi virtuali a tutti e' l' unica soluzione sana percorribile per cancellare debiti virtuali che con il solo lavoro,peraltro in pauroso declino,non possono essere cancellati
 
.......un vecchio proverbio dice che gli stupidi sono condannati a ripetere i propri errori. Ora, non voglio essere offensivo, ma solo uno stupido si rifiuta di accettare le lezioni del passato. La svalutazione non ha mai creato denaro, il controllo dei prezzi non ha mai funzionato. La prima ha sempre portato inflazione, la seconda le file di fronte ai negozi e il mercato nero (era questo che intendevo con calo della produzione).
Io sono socialista nell'animo, credo molto nella redistribuzione della ricchezza ma quella ricchezza prima va creata e il modo migliore per farlo è il libero mercato: i prodotti (di cui i soldi sono solo un simbolo) non scendono dal cielo, ne si possono creare per volontà popolare, anche se il 100% dei cittadini fossero daccordo. Lasciamo le favole ai bambini.
 
ma ormai hai voglia a creare ricchezza,con debiti acquisiti sulla testa per cifre che neanche conoscevo,debiti ke stanno kreando un avvitamento senza fine verso l'unica soluzione conosciuta per questi impallamenti stile computer,il reset,la guerra.Ecco proviamo a fare qualcosa di nuovo,proviamoci, tanto il problema sta' tutto li' nei soldi.
 
concordo,dare soldi virtuali a tutti e' l' unica soluzione sana percorribile per cancellare debiti virtuali che con il solo lavoro,peraltro in pauroso declino,non possono essere cancellati

Troppo comodo così, non se ne parla proprio.
L'unica soluzione è una sana e robusta selezione naturale.
 
500 euro al mese da spendere per ogni famiglia europea.

Dati con una social card (bancomat) con scadenza mensile, se non spendi i soldi spariscono.

Questo per N mesi.

Il risultato sarebbe una moderata inflazione ed un impulso all'economia. Credo


l'effetto di quanto pensi di fare te è solo e semplice puro sfruttamento di una situazione, notevole aumento inutile di soldi spese probabilmente in prodotti che non servono a un cappero.

Ricorda che la mente e il comportamento umano ha come scopo quello di sfruttare qualsiasi cosa a proprio vantaggio fregandosene completamente di ciò che lo circconda, se può evade e lo fa con piacere, se non si facesse del male fregherebbe pure se stesso....siamo animali, per di più non tanto ammaestrati e peggio non tanto culturalmente istruiti, diciamo che ci siamo adattati ad un sistema e cerchiamo come si può, chi bene chi male di sfruttare tutto il possibile con conseguente autodistruzione non sapendo e non interessandoci del quando capiterà, si attende come ebeti la sua venuta!


prova ad immaginare un bambino o ragazzo che gli devi insegnare a studiare e fargli capire che è importante, se te al solo la voce e null'altro in quiei momenti lui si adatta al tuo comportamento, se sa già che con qualche stratagemma alla fine la vince sempre ti fregherà e non studierà perchè umanamente la mente tende a mettere da parte le resistenze che si pongono davanti evitandole e non affrontandole, al contrario se l'insegnante e il genitore si applica assieme al figlio o studente quasi studiando come lui e facendogli capire l'approccio prendendo per le "corna " il problema, pure lui si adatterà e seguirà l'esempio... ma se gli dici solo studia e lo lasci li da solo non studierà un bel niente!
 
Il blocco dei prezzi ha quasi sempre portato a shortage, indipendentemente da quanto pensa Galbraith. Un tentativo recente ci fu nella patria del liberalismo sfrenato, gli USA, nelle Hawaii, dove i locali amministratori bloccarono i prezzi dei carburanti che salivano troppo. Tempo un paio di settimane/un mese e non c'era più benzina alle pompe. Il provvedimento fu ritirato.

si va bene, allora diamo solo una quota a testa di benzina in base al lavoro che svolge e una quota di svago, mica devi lascirgli fare quello che vuole!


Dobbiamo capire che ci vuole una guida un metodo e una direzione, se lasci tutto e tutti allo sbaraglio allora si mangeranno tutto, pure se stessi!

è inutile, come detto prima siamo animali e dobbiamo essere regolati da un sistema, semplice ed efficace, una volta abituati lo seguiremo come ora stiamo seguendo un sistema disfattista.
 
Indietro