Romanzi a tema finanziario

Cavoli Amari

Nuovo Utente
Registrato
5/6/12
Messaggi
20
Punti reazioni
2
Il romanzo di fantascienza anni '70 che preconizzò la crisi economica attuale. Godibilissimo, letto l'e-book sul Kindle

Mike Reynolds - Effetto Valanga

In effetti è rapido, divertente, e anche se paradossale spesso ci prende nel segno.


:clap:
 

dax_ricardo

Nuovo Utente
Registrato
9/11/12
Messaggi
5.159
Punti reazioni
186
Contribuisci a migliorarla secondo le convenzioni di Wikipedia.




Il denaro



Titolo originale

L'Argent







Autore

Émile Zola



1ª ed. originale

1891



Genere

romanzo



Lingua originale

francese











Il denaro (traduzione italiana del titolo originale francese L'Argent) è un romanzo di Émile Zola costituente il diciottesimo volume del ciclo de I Rougon-Macquart.

Il libro, pubblicato nel 1891, ambientato nella Parigi imperiale di Napoleone III narra le vicende di una grande speculazione finanziaria architettata da Aristide Saccard.

Saccard, assieme a Madame Caroline e al fratello Hamelin (un vulcanico ingegnere pieno d’idee), sognano e realizzano il grandioso progetto di realizzare la Banca universale, che servendosi dei soldi di molti risparmiatori della borghesia dell’epoca, opera alcuni progetti nel Medio Oriente infervorato della costruzione del Canale di Suez.

Il romanzo descrive una Parigi molto dinamica, siamo nell’anno dell’Esposizione universale, la Borsa parigina è tra le più importanti del mondo moderno e qui Saccard assieme ai suoi soci trova terreno fertile per realizzare il suo sogno, perché come dice Maxime, il figlio di Saccard, lui non ama il denaro come un avaro, non vuole ammucchiarlo, ma lo vuole far scaturire come una sorgente, da ogni luogo. Non a caso la sede della Banca universale da lui realizzata, la pensa e la realizza come un palazzo principesco.

L'eccesso speculativo porterà all'inevitabile distruzione del sogno, trascinando con sé tutti quelli che in Saccard avevano creduto. Tuttavia esso sfuggirà dal castigo, grazie alla sua sfrenata immaginazione ed esiliato in Olanda si rimette a trafficare. Nel finale soltanto madame Caroline uscirà dalla distruzione come rigenerata, come l’aria stranamente mite di una primavera parigina.

La vicenda è ispirata alla parabola del banchiere Paul Eugène Bontoux e dell'Union Générale, una banca d'affari fallita nel 1882[1][2].


Letto. Piacevole passatempo.

Aggiungerei anche "la cuccaga" titolo originale "La curèe" sempre di Emile Zola. Rappresenta sostanzialmente l'inizio della travolgente avventura del protagonista dell'altro romanzo, "Il denaro", sotto l'egida dell'Impero di Napoleone III. La finanza e la speculazione s'intrecciano alle passioni carnali ed al quieto fluire di una Parigi gaudente ed intimamente disperata.
Piacevole per guardarsi indietro e dirsi "niente di nuovo sotto il sole".


Poi perchè mi sia uscita una rece così poetica devo ancora scoprirlo, ma il barbaresco aiuta. :censored: :p:p
 

kundalini

Nuovo Utente
Registrato
3/8/07
Messaggi
546
Punti reazioni
36
10 anni fa comprai questi con il sole 24 ore

Zero Coupon di Paul Erdman
Il fondo avvoltoio di Stephen Frey
Nido di vipere di Linda Davies
Finanza con delitto di Emma Lathen
L'Eredità di Stephen Frey
Il passo del cordaio di Domenico Gangemi
Il labirinto degli specchi di Linda Davies
La scalata di Stephen Frey
 

Haganah

p = &Cote_Azur; p++
Registrato
13/4/06
Messaggi
33.775
Punti reazioni
1.703
10 anni fa comprai questi con il sole 24 ore

Zero Coupon di Paul Erdman
Il fondo avvoltoio di Stephen Frey
Nido di vipere di Linda Davies
Finanza con delitto di Emma Lathen
L'Eredità di Stephen Frey
Il passo del cordaio di Domenico Gangemi
Il labirinto degli specchi di Linda Davies
La scalata di Stephen Frey

ottimi suggerimenti! OK!
 

Anarca

o t'elèvi o te levi
Registrato
2/11/12
Messaggi
37.244
Punti reazioni
1.017
William Gaddis, "JR", 1975.

images
 

venanzio57

Nuovo Utente
Registrato
26/9/10
Messaggi
1.231
Punti reazioni
61
10 anni fa comprai questi con il sole 24 ore

Zero Coupon di Paul Erdman
Il fondo avvoltoio di Stephen Frey
Nido di vipere di Linda Davies
Finanza con delitto di Emma Lathen
L'Eredità di Stephen Frey
Il passo del cordaio di Domenico Gangemi
Il labirinto degli specchi di Linda Davies
La scalata di Stephen Frey

Li ho letti tutti: il migliore è Zero Coupon che ho letto più volte!
Se si trova lo consiglio vivamente!
 

ebra

Nuovo Utente
Registrato
15/8/10
Messaggi
2
Punti reazioni
0
ciao,
segnalo il libro Happy Italy del 2011 di Ilaria Rossetti, comprato su Ebay.
Parla della vendetta di 3 persone 'rovinate' da Fiorani, cita la Banca Popolare Italiana (ex Lodi), cita Berlusconi, insomma crisi finanziaria che porta alla crisi sociale e umana. Qui la crisi finanziaria non è il tema centrale, ma fa da sottofondo a tutta la storia.
 

1_fede_1

sessuologia-clinica
Registrato
11/9/03
Messaggi
4.277
Punti reazioni
150
Ho finito ieri zero coupon.
Che dire...è proprio un libretto, senza trama, senza tensione, senza colpo di scena, senza risoluzione della tensione. Certo per noi appassionati di queste materie, leggere qualche termine finanziario, qualche nome esotico è sufficiente a farci lavorare di fantasia, ma il lavoro è nostro non dell'autore.
Ora passo a felix diventa ricco, vi aggiorno.
 

Haganah

p = &Cote_Azur; p++
Registrato
13/4/06
Messaggi
33.775
Punti reazioni
1.703
Ho finito ieri zero coupon.
Che dire...è proprio un libretto, senza trama, senza tensione, senza colpo di scena, senza risoluzione della tensione. Certo per noi appassionati di queste materie, leggere qualche termine finanziario, qualche nome esotico è sufficiente a farci lavorare di fantasia, ma il lavoro è nostro non dell'autore.
Ora passo a felix diventa ricco, vi aggiorno.

letto....gradevole, ma e' per ragazzini :)
 

1_fede_1

sessuologia-clinica
Registrato
11/9/03
Messaggi
4.277
Punti reazioni
150
letto....gradevole, ma e' per ragazzini :)

Aspetterò ancora un po' per crescere... :)

A proposito c'è un altro libro che ho ma non ho ancora letto che si chiama "il rischio di maverick". E' una specie di manuale di risk management mischiato ad un giallo. C'è un capitolo di romanzo ed un capitolo di manualetto che spiega il concetto del capitolo prima.
 

bigazzi

Nuovo Utente
Registrato
1/2/01
Messaggi
1.116
Punti reazioni
44
Vorrei segnalare due romanzi di Michael Ridpath

A rischio della vita

e

Giochi di potere virtuale

Un po' datati ma scorrevoli.Forse difficili da trovare nuovi.
 

Anarca

o t'elèvi o te levi
Registrato
2/11/12
Messaggi
37.244
Punti reazioni
1.017
Walter Siti "Resistere non serve a niente", Rizzoli, 2012

copertina_resistere-non-serve-a-niente_siti.jpg
 

Fuori dall'Euro

Nuovo Utente
Registrato
25/2/13
Messaggi
218
Punti reazioni
10
Suggerisco a tutti questo classico di fine anni 80.

The Bonfire of the Vanities: Tom Wolfe: 9780312427573: Amazon.com: Books

Non fatevi scoraggiare dall'orribile film con Tom Hanks che ne fu tratto, il libro e' un capolavoro assoluto, e non solo per chi si interessa di finanza.

Difficile da leggere in Inglese per chi non ha vissuto in USA (c'e' molto slang), ecco la traduzione italiana:

Il falò delle vanità - Wolfe Tom - Libro - Mondadori - Oscar bestsellers - IBS

E' questo romanzo che ha inaugurato l'uso dell'espressione "Padroni dell'Universo" per descrivere i protagonisti della finanza moderna (quelli che poi sono stati ribattezzati Banksters dopo il 2008 :D)
 
Ultima modifica:

Phoenix_

SAPEVATEVELO!
Registrato
6/12/07
Messaggi
3.964
Punti reazioni
141
Ho letto anche io "una fortuna pericolosa" di Ken Follet e "Zero coupon" di Erdman Paul E.
 

gobseck

Hic sunt leones
Registrato
1/12/11
Messaggi
4.219
Punti reazioni
63
Il lupo di Wall Street
Romanzo autobiografico sorprendentemente scritto bene.
Poi Balzac che nei romanzi mette sempre un po di finanza.
 

FrankB

Nuovo Utente
Registrato
1/2/12
Messaggi
18.217
Punti reazioni
668
Conte di montecristo l'aveta gia detto ?
 

Haganah

p = &Cote_Azur; p++
Registrato
13/4/06
Messaggi
33.775
Punti reazioni
1.703
Il lupo di Wall Street
Romanzo autobiografico sorprendentemente scritto bene.
Poi Balzac che nei romanzi mette sempre un po di finanza.

A me non è piaciuto, al contrario del film.