S&P 500 IV* edizione

Quello che secondo me è cambiato è la percezione del rischio: ora appena c'è il sentore di una possibile marcia indietro si scende molto più rapidamente.
E' un po' come su Rocky IV: l'incontro si è deciso quando si è capito che anche Ivan Drago poteva essere scalfito :D
 
Quello che secondo me è cambiato è la percezione del rischio: ora appena c'è il sentore di una possibile marcia indietro si scende molto più rapidamente.
E' un po' come su Rocky IV: l'incontro si è deciso quando si è capito che anche Ivan Drago poteva essere scalfito :D


quando si scende lo si è sempre fatto a velocità molto alte
le correzioni sono poco frequenti ma mediamente molto incisive
 
distribuiscono a sti livelli?lo vedremo a breve
 
uno stock a me inspiegabile è VRSN,,,scende a piombo da mesi nonostante trimestrali e guidance sempre buone , ha un grafico allucinante ,nemmeno intel è cosi
 
quando si scende lo si è sempre fatto a velocità molto alte
le correzioni sono poco frequenti ma mediamente molto incisive
Concordo. Mi riferivo solo alla salita degli ultimi 6 mesi, quando sembrava che non si sarebbe scesi più ;)
 
Concordo. Mi riferivo solo alla salita degli ultimi 6 mesi, quando sembrava che non si sarebbe scesi più ;)


le correzioni ci saranno sempre anche i tracolli, fa parte della natura volatile dello strumento
 
Ma è proprio l'opposto di quello che avevano scritto SAL70, Grecale e Lumaca..
4.980 c'è stata prima tranche di uscita short, se torna sopra 5.080/5.100 si chiude tutta la posizione short.
Premetto che a livello di analisi tecnica son 3 mostri sacri e che io mi considero un ignorante in materia ma prima di metterci una pietra sopra io aspetterei la chiusura mensile che e martedi se li fosse sopra i 5110 5150 potrebbe essere una sentenza la fine della correzione per ora le premesse sono quelle ma jon ancora definitive ma e un opinione
 
direi che questo weekend sarà una delle analisi più delicate degli ultimi tempi! 😅
 
Secondo me l'analisi è abbastanza semplice. C'è stato un leggero ritraccio e ora siamo nel mezzo di un rimbalzo... da qui si può andare ovunque. Potremmo trovarci a metà/fine maggio su un nuovo minimo relativo (sotto i 4950), così come rompere i 5200 e fare nuovo massimo.

So che è una banalità, ma sfido chiunque a dire che è possibile prevedere qualcosa in questo momento. Non mi sembra comunque il caso di andare long in questo esatto momento. Casomai si poteva fare un piccolo incremento durante il calo di venerdì 19 Aprile (io ho fatto così, ma davvero poca roba). Ora come ora, attendo solo di vedere dove si va.

just my 2 cents
 
Un veloce aggiornamento alla mia view: sul giornaliero sembra iniziato un trend discendente dopo il test sia della media 50 che del canale (nuovo tutto da confermare) di venerdì. La pendenza al momento è limitato e sembra ancora dirigere al primo importante target della media 100 in area 4960 (ora) con supporto in area 4925.

Sul settimanale ancora tutto in divenire con la media più veloce e una trendline dinamica che hanno supportato il recupero della settimana appena chiusa.

In caso di rottura 4860 prima e 4635/4600 poi




1714287768105.png


1714287908720.png
 
Forse si era già parlato in passato delle opzioni a scadenza 1 giorno su S&P500, di fatto sono un fattore di leva fortissimo e consentono posizioni simili ai futures (per basso costo della volatilità e considerando anche la durata) con margini più bassi.

Di fatto analisi dei movimenti dicono che la maggior parte delle opt 0DTE scadono a zero e fanno soldi a palate solo i MM.

Il volume sta aumentando contribuendo a dare incertezza e dimensione ai movimenti di breve, un breve pezzo di BI sul tema:

1714288120129.png





Zero-Day Options Popularity Drives Record Notional S&P Volume
Contributing Analysts Larry R Tabb (Market Structure)
(Bloomberg Intelligence) -- Zero-days-to-expiry options trading (0DTE) on the S&P 500 continues to
grow with record-high notional volume. As spreads narrow, traders may still gravitate toward these
low-cost instruments, which now account for about half of the volume in SPX Index and SPY ETF
options. Over 70% of this volume is in out-of-the-money (OTM) contracts, but various strategies are
used to capture or hedge intraday moves and catalyst events. (04/26/24)
1. 0DTE Popularity Expands in S&P 500 Options
Trading options on the day that contracts expire continues to grow in volume and popularity, with
1.7 million 0DTE contracts per day this month through April 19 tied to Cboe's SPX, up 40% over 12
months. Though this is just short of October's record, elevated S&P 500 prices have driven notional
dollar volume to an all-time high. Multiplying volume by a given contract's strike price and
multiplier to approximate derivative exposure, SPX 0DTE is trading $862 billion a day in April, up
74% year over year.
Trends in SPY ETF options are similar, but with a lower price, volume is about 2.5x greater at 4.22
million contracts per day. Volume multiplied by strike price and multiplier on SPY equity 0DTE
options is $216 billion a day this month through April 19, up 47% from April 2023. (04/26/24)


2. 0DTE Gains Drive Derivative Activity, Tighter Spreads
0DTE volume is increasing faster than all options activity, leading to over 50% of SPX Index trading
in contracts that expire the same day, up from 45.5% in April 2023. Even after multiple years of
rapid growth setting high benchmarks, 0DTE SPX volume is up 40% in 12 months, while all other
longer-dated SPX trading is only 10% higher. A key benefit of this trend is lower recognized trading
costs as participants trade more of the most-liquid strikes. Higher volume in a consolidated number
of products further narrows the spread of these strikes, decreasing trading costs. Further growth
will be difficult given tough comparisons, but tighter spreads may encourage more trading.
(04/26/24)

3. Cheap OTM Options, Event-Specific Plays Are Popular
The majority of 0DTE options trades are in OTM contracts, a capital-light instrument to attempt to
profit from short-term market moves. Options buyers favor 0DTE options to focus on event-specific
risk, and because they're cheap, given that theta (an options' rate of time decay) naturally
decreases the value of long options positions as they approach expiration. OTM options are far
cheaper than in-the-money, especially so close to the expiration, and are more attractive on days
with a market-moving catalyst. Event-specific 0DTE options activity allows traders to hedge or
profit from Fed actions or economic data prints that may move the market, and move in and out of
positions around the catalyst.
We calculate 78% of SPX 0DTE contracts traded for 2024 are OTM. In the SPY ETF, about 70% is
OTM. (04/26/24)
2024 0DTE


4. Not Crowding Into Concentrated 0DTE Positions
Daily put/call ratios on SPX 0DTE options trading have remained in a 0.8-1.5 band for the past two
years, demonstrating that traders consistently lack consensus positions. These are very different
market conditions from the "Volmageddon" crisis in 2018, largely caused by investors crowded into
the same side of a short volatility trade. A news catalyst that moderately increased volatility forced
traders to unwind their positions and further increase volatility, causing others to cover their
positions, therefore exacerbating the VIX spike. Though it's possible for concentrated positions to
build intraday, existing evidence suggests this is unlikely. (04/26/24)


1714288225733.png

1714288244729.png



1714288262682.png




1714288280126.png
 
Eccoci al consueto report settimanale.

Attese rispettate in pieno e chiusura della settimana anche sotto il secondo obiettivo della correzione indicato in area 4.980.

Su base giornaliera la caduta libera è ben evidente e sembra voler continuare la corsa per lo meno fino al test della MM100 ( attualmente in area 4.930). Un eventuale rimbalzo dei corsi troverebbe una valida resistenza tra area 5.050 e 5.100.

Su base settimanale, la candela disegnata non lascia dubbi: l'aspettavo ed è puntualmente arrivata con la chiusura in corrispondenza della MM20 e dell'area di supporto tra 4.980 e 4.950.

Il mensile che, come dico sempre, ci dà un quadro più oggettivo dei corsi ci dice che la discesa avrebbe spazio per lo meno fino all'area 4.850 che è il primo ritracciamento fibonacci dai massimi in area 5.260 ( livello successivo il 38,20% in area 4.600), senza comunque intaccare il trend di fondo.

E' li che dovremmo arrivare in tempi brevi ed è lì che si deciderà ( a seconda di come ci arriva, SE ci arriva) se chiudere completamente le posizioni corte e attuare una nuova strategia operativa primaria o meno.

Per il momento Take Profit di 1/3 correttamente entrato in area 4.980.

Conclusioni: siamo in evidente trend di brevissimo ribassista su trend di fondo sempre rialzista. La perdita di forza relativa dell'indice è stata notata e prontamente sfruttata da molti operatori di mercato a mio parere, ciò non può che accelerare i tempi della correzione e iniettare quel minimo di pessimismo per far si che gli eccessi di breve siano correttamente smaltiti.

Ci sono, per fortuna, in questi casi livelli piuttosto riconoscibili ed oggettivamente attendibili che ci possono guidare per sfruttare la meglio un mercato apparentemente più prevedibile.

Fino a quando saremo sotto area 5.050/5.100 si può credere di arrivare in tempi brevi all'obiettivo di area 4.850, passando per area 4.930/4.900 come supporto intermedio.

Sopra area 5.100 probabile chiusura di posizioni corte con alimentazione di rialzo nuovamente fino area 5.220/5.200, ma trend rialzista che riprenderebbe solo sopra questi livelli al momento.


Vi auguro un buon fine settimana.

Sal

Ben ritrovati.

Dopo aver correttamente proseguito il ribasso con i minimi di area 4.950, l'indice questa settimana è prontamente rimbalzato ed ha chiuso in corrispondenza di quella che indicavo come area spartiacque nel brevissimo: 5.100, che è la perfetta chiusura giornaliera e settimanale di venerdì.

Su grafico giornaliero possiamo notare come le quotazioni si sono mosse chirurgicamente quasi tra le mm di riferimento: la mm 50 ( 5.124) e la mm 20 ( 5.116) al rialzo e la mm100 ( 4.958), il tutto a conferma della validità dei livelli di supporto e resistenza segnalati. Il tutto coronato da una T-line ribassista che sarà presa come riferimento lunedì in caso di rialzi.

Il grafico settimanale ci evidenzia che il movimento della settimana scorsa si potrebbe interpretare come il più classico dei pulback dopo aver testato perfettamente la rialzista di breve, la quale ci fa riflettere un po' sulle reali titubanze del mercato.

Il mensile infine, che chiuderà tra 2 sedute, è piuttosto chiaro: una chiusura sotto 5.100 apre le porte verso l'obiettivo di area 4.850 più volte menzionato e valido anche sugli altri due frame.

Conclusioni: l'area 5.100 ( e quando parlo di area non mi riferisco a 5.100 ma intendo un parametro più ampio) appare di fondamentale importanza per capire i movimenti dei prossimi giorni e forse prossime settimane.
Un ritorno delle quotazioni sopra la t-line indicata sul giornaliero, con conferma sopra la MM50 ( 5.124), mi farebbe chiudere le posizioni ribassiste rimaste in attesa di nuove indicazioni.
Sotto 5.070/5.050 invece potremmo credere alla ripresa della correzione con target area 4.950 prima e 4.850 poi dove, come ho detto la settimana scorsa, si completerebbe l'aspettativa di breve e avrò modo di decidere se chiudere o meno la strategia primaria attuale ribassista, visto che ci troveremmo sul primo livello ritracciamento Fibo dai massimi recenti.

Vi auguro una buona domenica

Sal
 

Allegati

  • SP500-Giornaliero.png
    SP500-Giornaliero.png
    59,8 KB · Visite: 66
  • SP500-Settimanale.png
    SP500-Settimanale.png
    56,2 KB · Visite: 62
  • SP500-Mensile.png
    SP500-Mensile.png
    59,6 KB · Visite: 69
La perfetta AT dell'atteso e preciso Sal70 ci indica che quando crescono i dubbi su probabili falsi segnali, le indicazioni sulle interpretazioni dei grafici diventano un catalizzatore fondamentale. Detto questo e ringraziando ancora una volta chi si mette al servizio del collettivo, vediamo i market mover importanti della settimana entrante - con un occhio particolare a mercoledì che troverà quasi tutte le borse mondiali chiuse per la festa dei lavoratori - ad esclusione degli USA (discorso di Powell):
Market mover della settimana: riunione Fed in evidenza
e anche agli earnings tra cui Amazon (martedì sera) e Apple (giovedì sera):
Calendario utili | Trimestrali Borsa (EPS azioni) - Investing.com
 
Un veloce aggiornamento alla mia view: sul giornaliero sembra iniziato un trend discendente dopo il test sia della media 50 che del canale (nuovo tutto da confermare) di venerdì. La pendenza al momento è limitato e sembra ancora dirigere al primo importante target della media 100 in area 4960 (ora) con supporto in area 4925.

Sul settimanale ancora tutto in divenire con la media più veloce e una trendline dinamica che hanno supportato il recupero della settimana appena chiusa.

In caso di rottura 4860 prima e 4635/4600 poi




Vedi l'allegato 3009970

Vedi l'allegato 3009971
il week sembra un harami---bullish
 
Quello che secondo me è cambiato è la percezione del rischio: ora appena c'è il sentore di una possibile marcia indietro si scende molto più rapidamente.
E' un po' come su Rocky IV: l'incontro si è deciso quando si è capito che anche Ivan Drago poteva essere scalfito :D
ivan drago vuole la rivincita.
 
il week sembra un harami---bullish
Ciao, un "Harami Bullish" settimanale molto risicato però, data l'ampiezza della candela rialzista, il cui minimo si spinge quasi a sfiorare la chiusura della precedente candela ribassista. Inoltre l'escursione della candela rialzista risulta troppo ampia in riferimento alla candela precedente...comunque già la formazione classica di Harami è fra le meno attendibili e va confermata dalla candela successiva...questa risulta ancor meno attendibile...probabile che più che di inversione possa trattarsi di un consolidamento del trend ribassista in atto...poi tutto è possibile...ricordare sempre che quella delle candele giapponesi è una tecnica risalente almeno al 1700 ed utilizzata all'epoca per analizzare l'andamento dei contratti del riso...a me piace studiarla per passione personale ma è certo fuori dal tempo e troppo aleatoria: anche le figure più classiche ed attendibili devono essere sempre intese, solo in via ipotetica, come suggerimento operativo che va però confermato dalla candela successiva e da altre metodiche. Mi sia perdonato il tono da "professorino"...ciascuno ha le proprie debolezze...
Aquila1:)
 
Ben ritrovati.

Dopo aver correttamente proseguito il ribasso con i minimi di area 4.950, l'indice questa settimana è prontamente rimbalzato ed ha chiuso in corrispondenza di quella che indicavo come area spartiacque nel brevissimo: 5.100, che è la perfetta chiusura giornaliera e settimanale di venerdì.

Su grafico giornaliero possiamo notare come le quotazioni si sono mosse chirurgicamente quasi tra le mm di riferimento: la mm 50 ( 5.124) e la mm 20 ( 5.116) al rialzo e la mm100 ( 4.958), il tutto a conferma della validità dei livelli di supporto e resistenza segnalati. Il tutto coronato da una T-line ribassista che sarà presa come riferimento lunedì in caso di rialzi.

Il grafico settimanale ci evidenzia che il movimento della settimana scorsa si potrebbe interpretare come il più classico dei pulback dopo aver testato perfettamente la rialzista di breve, la quale ci fa riflettere un po' sulle reali titubanze del mercato.

Il mensile infine, che chiuderà tra 2 sedute, è piuttosto chiaro: una chiusura sotto 5.100 apre le porte verso l'obiettivo di area 4.850 più volte menzionato e valido anche sugli altri due frame.

Conclusioni: l'area 5.100 ( e quando parlo di area non mi riferisco a 5.100 ma intendo un parametro più ampio) appare di fondamentale importanza per capire i movimenti dei prossimi giorni e forse prossime settimane.
Un ritorno delle quotazioni sopra la t-line indicata sul giornaliero, con conferma sopra la MM50 ( 5.124), mi farebbe chiudere le posizioni ribassiste rimaste in attesa di nuove indicazioni.
Sotto 5.070/5.050 invece potremmo credere alla ripresa della correzione con target area 4.950 prima e 4.850 poi dove, come ho detto la settimana scorsa, si completerebbe l'aspettativa di breve e avrò modo di decidere se chiudere o meno la strategia primaria attuale ribassista, visto che ci troveremmo sul primo livello ritracciamento Fibo dai massimi recenti.

Vi auguro una buona domenica

Sal
GRAZIE, gradita come sempre!
 
Indietro