Sadi

nicolaso

Nec Recisa Recedit
Registrato
27/2/00
Messaggi
8.176
Punti reazioni
342
occhio all'eventuale rottura di 3,24
 
Dimmi che l'avevi comprata prima.
 
Se hai seguito le ultime sedute (vedi ieri, + 2% e passa con volumi mentre tutto scendeva), dovrebbero essere positive.
 
Ma Non E' Uscito Ancora Nessun Comunicato?
 
scanfer ha scritto:
Ma Non E' Uscito Ancora Nessun Comunicato?

Mercoledì 29 Marzo 2006, 20:15


Industria: Ok Cda Sadi a Fusione Con Servizi Industriali

(ANSA) - MILANO, 29 MAR - Il cda di Sadi, a seguito della lettera di intenti datata 2 dicembre 2005 e della positiva conclusione dei processi di due diligence, ha approvato in data odierna i principali termini e condizioni della prospettata fusione per incorporazione di Servizi Industriali in Sadi.
E' quanto si legge in una nota, secondo cui è stato stabilito il relativo rapporto di cambio in misura di 515 azioni Sadi per ogni 4 azioni Servizi Industriali sulla base di una valutazione del capitale economico di Servizi Industriali rispetto a Sadi pari a 7,5 a 1.
Il rapporto di cambio, spiega la nota, sarà soggetto a valutazione di congruità da parte di un esperto ai sensi di legge. La nomina dell'esperto sarà richiesta in via congiunta tra le parti al Tribunale di Bassano del Grappa. La prospettata fusione, ricorda la società, mira a realizzare un polo leader in Italia nel settore ambiente.
L'accordo quadro prevede, in particolare, la finalizzazione della fusione entro il 31 ottobre 2006. Sulla base del rapporto di cambio e degli attuali assetti azionari, Sopaf verrebbe a detenere azioni rappresentative di circa il 3% del capitale sociale di Sadi che rimarrà quotata.
Considerato inoltre che, sempre ad esito della fusione, Green Holding, attuale socio di controllo di Servizi Industriali, verrebbe a detenere una quota di capitale sociale di Sadi superiore al 30%, l'operazione risulta condizionata alla non sussistenza di obblighi di promozione di una offerta pubblica di acquisto. A tale riguardo è ragionevole ritenere che sussistano i presupposti per l'applicazione dell'esenzione. (ANSA).
 
cassettone ha scritto:
Mercoledì 29 Marzo 2006, 20:15


Industria: Ok Cda Sadi a Fusione Con Servizi Industriali

(ANSA) - MILANO, 29 MAR - Il cda di Sadi, a seguito della lettera di intenti datata 2 dicembre 2005 e della positiva conclusione dei processi di due diligence, ha approvato in data odierna i principali termini e condizioni della prospettata fusione per incorporazione di Servizi Industriali in Sadi.
E' quanto si legge in una nota, secondo cui è stato stabilito il relativo rapporto di cambio in misura di 515 azioni Sadi per ogni 4 azioni Servizi Industriali sulla base di una valutazione del capitale economico di Servizi Industriali rispetto a Sadi pari a 7,5 a 1.
Il rapporto di cambio, spiega la nota, sarà soggetto a valutazione di congruità da parte di un esperto ai sensi di legge. La nomina dell'esperto sarà richiesta in via congiunta tra le parti al Tribunale di Bassano del Grappa. La prospettata fusione, ricorda la società, mira a realizzare un polo leader in Italia nel settore ambiente.
L'accordo quadro prevede, in particolare, la finalizzazione della fusione entro il 31 ottobre 2006. Sulla base del rapporto di cambio e degli attuali assetti azionari, Sopaf verrebbe a detenere azioni rappresentative di circa il 3% del capitale sociale di Sadi che rimarrà quotata.
Considerato inoltre che, sempre ad esito della fusione, Green Holding, attuale socio di controllo di Servizi Industriali, verrebbe a detenere una quota di capitale sociale di Sadi superiore al 30%, l'operazione risulta condizionata alla non sussistenza di obblighi di promozione di una offerta pubblica di acquisto. A tale riguardo è ragionevole ritenere che sussistano i presupposti per l'applicazione dell'esenzione. (ANSA).


Sopaf dovrebbe trarre vantaggio da questa notizia?? Scusate se la domanda potrà sembrare stupida ma io opero solo tenendo in considerazione l'analisi tecnica. Grazie a chi avràl la cortesia di rispondermi.
 
mirna ha scritto:
Sopaf dovrebbe trarre vantaggio da questa notizia?? Scusate se la domanda potrà sembrare stupida ma io opero solo tenendo in considerazione l'analisi tecnica. Grazie a chi avràl la cortesia di rispondermi.

per il momento la capitalizzazione rimane la stessa,è il futuro bussines e relativi utili che darà beneficio a sopaf. Certo è che adesso sadi diventa 7,5 volte più grande, e che sopaf passa dal 30% al 3% e che quindi non farà più l'opa.
 
Niente opa per Sopaf .

con cio' che e' stato pagato a Scaroni e' cetrificata la bonta' dell'operazione ,ad un costo bassissimo .
Un'altra grande operazione conclusa felicemente .
La parola al mercato ,gia' domani .

Resto dell'idea di sopaf miglior titolo prospettico del mibtel. :clap:
 
APPROVATA LA RELAZIONE DELL’ORGANO AMMINISTRATIVO AL PROGETTO DI
FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI SERVIZI INDUSTRIALI S.P.A. IN SADI S.P.A.
CONVOCATA L’ASSEMBLEA STRAORDINARIA DELLA SOCIETA’
Milano, 27 luglio 2006.
Nella riunione odierna il Consiglio di Amministrazione di SADI S.p.A. ha deliberato:
1. L’APPROVAZIONE DELLA RELAZIONE AL PROGETTO DI FUSIONE PREVISTA DALL’ARTICOLO 2501- QUINQUIES COD. CIV. IN RELAZIONE ALLA PROSPETTATA FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI SERVIZI
INDUSTRIALI S.P.A. IN SADI S.P.A.
Descrizione della società oggetto dell’operazione
Le società partecipanti alla fusione sono:
- Società Incorporante
“SADI S.p.A.”, società per azioni, quotata sul Mercato Telematico Azionario organizzato e gestito da Borsa Italiana S.p.A., con sede sociale in Pianezze, Via Dell’Industria n. 4, codice fiscale e numero di iscrizione nel
Registro delle Imprese di Vicenza 10190370154.
Il capitale sociale di SADI, interamente sottoscritto e versato, ammonta a Euro 5.356.000,00 rappresentato da n. 10.300.000 azioni ordinarie del valore nominale di Euro 0,52 (zero/52) ciascuna.
- Società Incorporanda “Servizi Industriali S.p.A.”, con sede sociale in Milano, Via Dei Missaglia n. 97, numero di iscrizione al
Registro delle Imprese di Milano e codice fiscale 09758620158.
Il capitale sociale di Servizi Industriali, interamente sottoscritto e versato, ammonta a Euro 6.000.000,00 (seimilioni/00), composto da n. 600.000 (seicentomila) azioni ordinarie del valore nominale di Euro 10,00
(dieci/00) ciascuna.
Finalità dell’operazione
L’operazione di fusione discende da esigenze industriali ed è tesa a realizzare un polo leader in Italia nel settore delle bonifiche ambientali e del trattamento e smaltimento dei rifiuti industriali, favorendo, altresì, il rilancio e lo
sviluppo del settore della poliarchitettura.
La fusione si inserisce così in un più ampio progetto di riequilibrio della struttura economica, patrimoniale e finanziaria di SADI, teso alla creazione di valore per gli azionisti mediante l’ottimizzazione e la migliore valorizzazione del portafoglio commesse delle società partecipanti alla fusione. La fusione consentirebbe, in particolare: 1) il raggiungimento di una scala dimensionale ottimale in un contesto che, in Italia e in Europa, vede una costante crescita del segmento “ambiente”; 2) l’ampliamento dei servizi offerti, il raggiungimento di economie di scala negli approvvigionamenti e negli sbocchi, il miglioramento dell’immagine aziendale e l’integrazione fra soggetti che presentano una opportunità di integrazione orizzontale (divisione ambiente di SADI con Servizi Industriali) e di integrazione verticale (divisione ambiente con divisione poliarchitettura); 3) la valorizzazione delle competenze presenti all’interno delle due società; 4) un significativo miglioramento della struttura finanziaria, con un conseguente beneficio nelle capacità di reperimento di mezzi finanziari a termini e condizioni più favorevoli per lo sviluppo delle iniziative del nuovo gruppo.
Modalità termini e tempistica dell’operazione
Le situazioni patrimoniali di Fusione sono rappresentate, ai sensi dell’art. 2501-quater del codice civile, dal bilancio di esercizio al 31 dicembre 2005 di SADI, approvato dalla Assemblea ordinaria degli azionisti in data
12 maggio 2006 e dalla situazione patrimoniale al 31 marzo 2006 di Servizi Industriali, approvata dal Consiglio di Amministrazione in data 5 giugno 2006.
Il rapporto di cambio è stato determinato dai rispettivi Consigli di Amministrazione nella misura di n. 412 azioni ordinarie di nuova emissione SADI per ogni n. 3 azioni ordinarie Servizi Industriali, corrispondente al valore
puntuale di n. 137,33 azioni ordinarie SADI per ogni azione ordinaria Servizi Industriali.
Il concambio delle azioni ordinarie della società incorporanda verrà soddisfatto mediante massime n. 82.400.000 azioni ordinarie della società incorporante di nuova emissione. A tal fine SADI delibererà un aumento di capitale sociale per complessivi massimi Euro 42.848.000,00, mediante emissione di massime n. 82.400.000 azioni ordinarie del valore nominale di Euro 0,52 ciascuna.
Le nuove azioni della società incorporante da attribuire in concambio, saranno poste a disposizione degli aventi diritto in regime di dematerializzazione e gestione accentrata presso Monte Titoli S.p.A., a partire dalla data di
efficacia della fusione verso terzi e comunque verranno messe a disposizione di ciascun richiedente entro il termine massimo di 10 (dieci) giorni di Borsa aperta da tale data. Le azioni Servizi Industriali potranno essere
concambiate esclusivamente previa consegna dei relativi certificati alla Servizio Titoli S.p.A., che funge da cassa titoli della società emittente e che provvederà agli adempimenti del caso.
I tempi, i luoghi e gli adempimenti necessari per procedere alle operazioni di assegnazione delle nuove azioni SADI agli azionisti Servizi Industriali, verranno resi noti mediante apposita comunicazione della Società Incorporante.
La relazione sulla congruità del rapporto di concambio, ai sensi dell’art. 2501-sexies del codice civile, sarà predisposta dall’esperto comune che il Tribunale di Bassano del Grappa ha nominato nella Deloitte & Touche.
 
Indietro