Saipem ... dopo il profit warning l'aucap ?

franke

Nuovo Utente
Registrato
6/9/01
Messaggi
4.510
Punti reazioni
217
Speriamo sia l'ultimo della saga ...

Tengono molto bene il che fa ben sperare
 

pietropanz

Nonno Pensionato
Registrato
2/9/04
Messaggi
1.793
Punti reazioni
117
Saipem: chiama Rothschild, Cdp aderisce a prestito in Egitto (Mess)
03/02/2022 09:40 - MF-DJ
ROMA (MF-DJ)--Saipem ha nominato Rothschild per superare il guado del terzo allarme utili che mangera'' il capitale di circa un terzo e rimette in discussione le prospettive future, al punto che e'' stato azzerato il piano strategico al 2025 presentato a fine ottobre. L''advisor, scrive Il Messaggero, coadiuvera'' a predisporre la terapia d''urto fatta di risorse fresche di equity (si pensa fino a 1,5 miliardi), interventi sul debito da approntare con i conti 2021 (saranno approvati in cda il 23) e, probabilmente, i soci vorranno apportare alcuni aggiustamenti manageriali. Ieri sera un cda straordinario di Cdp, azionista con il 12,55% al fianco di Eni (30,54%) con cui ha sindacato il 25%, ha ascoltato una relazione di Dario Scannapieco che ha ripercorso le tappe degli ultimi giorni. Soci e banche sono in attesa dunque di conoscere la manovra finanziaria in relazione all''entita'' precisa della perdita, prima di prendere decisioni, come avrebbe sottolineato l''ad di Cassa, rimandando a un successivo cda. Sembra pero'' che dai colloqui in corso, Eni e Cdp vogliano commissariare Francesco Caio, affiancandogli due top manager: Via Goito indicherebbe il nuovo cfo al posto di Antonio Pacciorietti, il Cane a sei zampe un chief business officer, ridimensionando cosi'' le deleghe dell''ad. Quanto alle banche, anch''esse sono in stand by, per capire come impostare la ristrutturazione. L''opzione della conversione in capitale dovrebbe riguardare non il finanziamento (rcf) da 1 miliardo erogato da 15 banche, bensi'' alcuni term loan. Il cda di Cassa ha altresi'' ripreso una vecchia delibera rimasta in stand by dall''autunno 2021 per perplessita'' sulla conformita'' con la policy della sostenibilita''. Su pressing del Mef e'' stata deliberata la partecipazione a un finanziamento in pool per circa 2 miliardi a Technip Italia, controllata dalla franco-statunitense Technip, che si e'' aggiudicata una commessa di 2,8 miliardi per la realizzazione di una raffineria di petrolio in Egitto, avendo come committente il ministero del petrolio del Cairo. E'' un''operazione di exim bank (import banking) perche'' a fronte del prestito, con decreto del Tesoro, Sace ha garantito l''intero importo. Cdp inizialmente avrebbe dovuto coprire il 50% del prestito, ma ieri la quota sarebbe scesa al 30%. Le altre banche sono Unicredit (subentrata per coprire l''inevaso di Cassa), Bnp Paribas e Hsbc. L''operazione al Cairo era stata promossa dal governo egiziano in un momento di relazioni diplomatiche molto precarie fra Italia ed Egitto in conseguenza dell''uccisione di Giulio Regeni. Intanto, conclude il giornale, si registrano alcuni avvicendamento nel gruppo Cdp. Giancarlo Scotti dovrebbe assumere la guida di Cdp immobiliare sgr al posto di Marco Doglio, mentre il vicedg e cfo Pier Francesco Ragni verrebbe utilizzato per presidiare Trevi. Al suo posto un manager di matrice bancaria.
vs
 

Prudens

Nuovo Utente
Registrato
10/6/16
Messaggi
21.296
Punti reazioni
550
Saipem: chiama Rothschild, Cdp aderisce a prestito in Egitto (Mess)
03/02/2022 09:40 - MF-DJ
ROMA (MF-DJ)--Saipem ha nominato Rothschild per superare il guado del terzo allarme utili che mangera'' il capitale di circa un terzo e rimette in discussione le prospettive future, al punto che e'' stato azzerato il piano strategico al 2025 presentato a fine ottobre. L''advisor, scrive Il Messaggero, coadiuvera'' a predisporre la terapia d''urto fatta di risorse fresche di equity (si pensa fino a 1,5 miliardi), interventi sul debito da approntare con i conti 2021 (saranno approvati in cda il 23) e, probabilmente, i soci vorranno apportare alcuni aggiustamenti manageriali. Ieri sera un cda straordinario di Cdp, azionista con il 12,55% al fianco di Eni (30,54%) con cui ha sindacato il 25%, ha ascoltato una relazione di Dario Scannapieco che ha ripercorso le tappe degli ultimi giorni. Soci e banche sono in attesa dunque di conoscere la manovra finanziaria in relazione all''entita'' precisa della perdita, prima di prendere decisioni, come avrebbe sottolineato l''ad di Cassa, rimandando a un successivo cda. Sembra pero'' che dai colloqui in corso, Eni e Cdp vogliano commissariare Francesco Caio, affiancandogli due top manager: Via Goito indicherebbe il nuovo cfo al posto di Antonio Pacciorietti, il Cane a sei zampe un chief business officer, ridimensionando cosi'' le deleghe dell''ad. Quanto alle banche, anch''esse sono in stand by, per capire come impostare la ristrutturazione. L''opzione della conversione in capitale dovrebbe riguardare non il finanziamento (rcf) da 1 miliardo erogato da 15 banche, bensi'' alcuni term loan. Il cda di Cassa ha altresi'' ripreso una vecchia delibera rimasta in stand by dall''autunno 2021 per perplessita'' sulla conformita'' con la policy della sostenibilita''. Su pressing del Mef e'' stata deliberata la partecipazione a un finanziamento in pool per circa 2 miliardi a Technip Italia, controllata dalla franco-statunitense Technip, che si e'' aggiudicata una commessa di 2,8 miliardi per la realizzazione di una raffineria di petrolio in Egitto, avendo come committente il ministero del petrolio del Cairo. E'' un''operazione di exim bank (import banking) perche'' a fronte del prestito, con decreto del Tesoro, Sace ha garantito l''intero importo. Cdp inizialmente avrebbe dovuto coprire il 50% del prestito, ma ieri la quota sarebbe scesa al 30%. Le altre banche sono Unicredit (subentrata per coprire l''inevaso di Cassa), Bnp Paribas e Hsbc. L''operazione al Cairo era stata promossa dal governo egiziano in un momento di relazioni diplomatiche molto precarie fra Italia ed Egitto in conseguenza dell''uccisione di Giulio Regeni. Intanto, conclude il giornale, si registrano alcuni avvicendamento nel gruppo Cdp. Giancarlo Scotti dovrebbe assumere la guida di Cdp immobiliare sgr al posto di Marco Doglio, mentre il vicedg e cfo Pier Francesco Ragni verrebbe utilizzato per presidiare Trevi. Al suo posto un manager di matrice bancaria.
vs

cosa sono questi term loan?
 

wallygo

Nuovo Utente
Registrato
30/6/08
Messaggi
877
Punti reazioni
37
Saipem: chiama Rothschild, Cdp aderisce a prestito in Egitto (Mess)
03/02/2022 09:40 - MF-DJ
ROMA (MF-DJ)--Saipem ha nominato Rothschild per superare il guado del terzo allarme utili che mangera'' il capitale di circa un terzo e rimette in discussione le prospettive future, al punto che e'' stato azzerato il piano strategico al 2025 presentato a fine ottobre. L''advisor, scrive Il Messaggero, coadiuvera'' a predisporre la terapia d''urto fatta di risorse fresche di equity (si pensa fino a 1,5 miliardi), interventi sul debito da approntare con i conti 2021 (saranno approvati in cda il 23) e, probabilmente, i soci vorranno apportare alcuni aggiustamenti manageriali. Ieri sera un cda straordinario di Cdp, azionista con il 12,55% al fianco di Eni (30,54%) con cui ha sindacato il 25%, ha ascoltato una relazione di Dario Scannapieco che ha ripercorso le tappe degli ultimi giorni. Soci e banche sono in attesa dunque di conoscere la manovra finanziaria in relazione all''entita'' precisa della perdita, prima di prendere decisioni, come avrebbe sottolineato l''ad di Cassa, rimandando a un successivo cda. Sembra pero'' che dai colloqui in corso, Eni e Cdp vogliano commissariare Francesco Caio, affiancandogli due top manager: Via Goito indicherebbe il nuovo cfo al posto di Antonio Pacciorietti, il Cane a sei zampe un chief business officer, ridimensionando cosi'' le deleghe dell''ad. Quanto alle banche, anch''esse sono in stand by, per capire come impostare la ristrutturazione. L''opzione della conversione in capitale dovrebbe riguardare non il finanziamento (rcf) da 1 miliardo erogato da 15 banche, bensi'' alcuni term loan. Il cda di Cassa ha altresi'' ripreso una vecchia delibera rimasta in stand by dall''autunno 2021 per perplessita'' sulla conformita'' con la policy della sostenibilita''. Su pressing del Mef e'' stata deliberata la partecipazione a un finanziamento in pool per circa 2 miliardi a Technip Italia, controllata dalla franco-statunitense Technip, che si e'' aggiudicata una commessa di 2,8 miliardi per la realizzazione di una raffineria di petrolio in Egitto, avendo come committente il ministero del petrolio del Cairo. E'' un''operazione di exim bank (import banking) perche'' a fronte del prestito, con decreto del Tesoro, Sace ha garantito l''intero importo. Cdp inizialmente avrebbe dovuto coprire il 50% del prestito, ma ieri la quota sarebbe scesa al 30%. Le altre banche sono Unicredit (subentrata per coprire l''inevaso di Cassa), Bnp Paribas e Hsbc. L''operazione al Cairo era stata promossa dal governo egiziano in un momento di relazioni diplomatiche molto precarie fra Italia ed Egitto in conseguenza dell''uccisione di Giulio Regeni. Intanto, conclude il giornale, si registrano alcuni avvicendamento nel gruppo Cdp. Giancarlo Scotti dovrebbe assumere la guida di Cdp immobiliare sgr al posto di Marco Doglio, mentre il vicedg e cfo Pier Francesco Ragni verrebbe utilizzato per presidiare Trevi. Al suo posto un manager di matrice bancaria.
vs
ma è del 3 febbraio questa notizia..
 

w0lverin

Nuovo Utente
Registrato
8/10/08
Messaggi
13.680
Punti reazioni
725
Saipem: chiama Rothschild, Cdp aderisce a prestito in Egitto (Mess)
03/02/2022 09:40 - MF-DJ
ROMA (MF-DJ)--Saipem ha nominato Rothschild per superare il guado del terzo allarme utili che mangera'' il capitale di circa un terzo e rimette in discussione le prospettive future, al punto che e'' stato azzerato il piano strategico al 2025 presentato a fine ottobre. L''advisor, scrive Il Messaggero, coadiuvera'' a predisporre la terapia d''urto fatta di risorse fresche di equity (si pensa fino a 1,5 miliardi), interventi sul debito da approntare con i conti 2021 (saranno approvati in cda il 23) e, probabilmente, i soci vorranno apportare alcuni aggiustamenti manageriali. Ieri sera un cda straordinario di Cdp, azionista con il 12,55% al fianco di Eni (30,54%) con cui ha sindacato il 25%, ha ascoltato una relazione di Dario Scannapieco che ha ripercorso le tappe degli ultimi giorni. Soci e banche sono in attesa dunque di conoscere la manovra finanziaria in relazione all''entita'' precisa della perdita, prima di prendere decisioni, come avrebbe sottolineato l''ad di Cassa, rimandando a un successivo cda. Sembra pero'' che dai colloqui in corso, Eni e Cdp vogliano commissariare Francesco Caio, affiancandogli due top manager: Via Goito indicherebbe il nuovo cfo al posto di Antonio Pacciorietti, il Cane a sei zampe un chief business officer, ridimensionando cosi'' le deleghe dell''ad. Quanto alle banche, anch''esse sono in stand by, per capire come impostare la ristrutturazione. L''opzione della conversione in capitale dovrebbe riguardare non il finanziamento (rcf) da 1 miliardo erogato da 15 banche, bensi'' alcuni term loan. Il cda di Cassa ha altresi'' ripreso una vecchia delibera rimasta in stand by dall''autunno 2021 per perplessita'' sulla conformita'' con la policy della sostenibilita''. Su pressing del Mef e'' stata deliberata la partecipazione a un finanziamento in pool per circa 2 miliardi a Technip Italia, controllata dalla franco-statunitense Technip, che si e'' aggiudicata una commessa di 2,8 miliardi per la realizzazione di una raffineria di petrolio in Egitto, avendo come committente il ministero del petrolio del Cairo. E'' un''operazione di exim bank (import banking) perche'' a fronte del prestito, con decreto del Tesoro, Sace ha garantito l''intero importo. Cdp inizialmente avrebbe dovuto coprire il 50% del prestito, ma ieri la quota sarebbe scesa al 30%. Le altre banche sono Unicredit (subentrata per coprire l''inevaso di Cassa), Bnp Paribas e Hsbc. L''operazione al Cairo era stata promossa dal governo egiziano in un momento di relazioni diplomatiche molto precarie fra Italia ed Egitto in conseguenza dell''uccisione di Giulio Regeni. Intanto, conclude il giornale, si registrano alcuni avvicendamento nel gruppo Cdp. Giancarlo Scotti dovrebbe assumere la guida di Cdp immobiliare sgr al posto di Marco Doglio, mentre il vicedg e cfo Pier Francesco Ragni verrebbe utilizzato per presidiare Trevi. Al suo posto un manager di matrice bancaria.
vs

è una notizia vecchia che però da delle indicazioni importanti , sopratutto dove fa riferimento alla conversione del debito , argomento oggetto di discussione tra noi follisti nel passato recente ......
saluti
 

mirkosalva

приветс&
Registrato
10/11/10
Messaggi
17.412
Punti reazioni
1.020
In ascolto...
 

Ninja!

LOTUS LOVER
Registrato
3/10/12
Messaggi
2.795
Punti reazioni
168
Oggi si scende...
 

brendon

Nuovo Utente
Registrato
24/2/09
Messaggi
5.179
Punti reazioni
220
....solo btp guadagnano..... il 2051 a 90 e rotti.....+5% circa....
 

franke

Nuovo Utente
Registrato
6/9/01
Messaggi
4.510
Punti reazioni
217
Si , la mia era una battuta , cmq se salgono di altri 6 punti escono in guadagno con i miei 50k di btp 51 :D
Saluti

Io sto iniziando a smollare 25k per volta ... li seguo nella salita ( sperando che salgano ;))
 

brendon

Nuovo Utente
Registrato
24/2/09
Messaggi
5.179
Punti reazioni
220
.....a me bastano che arrivino a 96 ,20.....;)