Sblocca cantieri, Cantone: «Norme pericolose per le infiltrazioni mafiose»

  • Trading Day 19 aprile Torino - Corso Gratuito sull'investimento

    Migliora la tua strategia di trading con le preziose intuizioni dei nostri esperti su oro, materie prime, analisi tecnica, criptovalute e molto altro ancora. Iscriviti subito per partecipare gratuitamente allo Swissquote Trading Day.

    Per continuare a leggere visita questo LINK

chantal_bbb

Nuovo Utente
Sospeso dallo Staff
Registrato
12/9/12
Messaggi
26.142
Punti reazioni
518
"Sblocca cantieri, Cantone: «Norme pericolose per le infiltrazioni mafiose»

Rischi di infiltrazioni mafiose e bassa qualità delle opere con le norme sui subappalti contenute nel decreto 'Sblocca cantieri'. Lo dice il presidente dell'Anac Raffaele Cantone a Sky: «Lo sblocca-cantieri ha vari aspetti problematici: semplifica gli affidamenti sotto i 200mila euro, che sono tantissimi negli Enti locali, e questa è una norma pericolosa. Prevede eccessive deroghe ai commissari di governo. Poi c'è la norma sui subappalti che ha una serie di rischi collegati alle infiltrazione mafiose ed è pericolosa sul piano della qualità delle opere: è noto che i subappaltatori operano in regime di ulteriore risparmio: più che al far bene si pensa al 'fare comunque'».

Sblocca cantieri, salta il silenzio assenso: arrivano commissari e subappalto facile

«In questo provvedimento, sulle grandi opere c'è poco, tranne la norma sui commissari straordinari che è molto pericolosa» per le deroghe concesse ai commissari stessi, ha sottolineato Cantone a Sky Tg 24. «Per le opere fino a 200mila - ha aggiunto - si lasciano mani libere, oltre questo tetto ci sono procedure ipergarantite: non mi sembra che sblocchi le opere».

Quanto al fatto che Cantone e l'Anac non siano stati sentiti, per un parere, durante la stesura dello sblocca cantieri, «il Parlamento - ha osservato Cantone - non ha ritenuto in questa fare opportuno sentirmi: è una scelta, non fa nulla. Si vede che non ritenevano utili le cose che avrei avuto da dire. Noi faremo uno studio e lo metteremo a disposizione», ha aggiunto."


Concordo con quanto ha detto Cantone. E' abbastanza chiaro che questo decreto rappresenta un passo indietro, agevolando le infiltrazioni mafiose nelle gare d'appalto pubbliche, che sono una ghiotta occasione. D'altronde Cantone stesso si è dimesso dalla presidenza dell'ANAC. E questo è altro segnale inquietante.
 
Le infiltrazioni mafiose esistevano prima adesso e ci saranno in futuro, vedo un certo risentimento piu a livello personale che non legato ai problemi tecnici dello sblocca cantieri da parte di Cantone ma questo è secondario.

Lo dimostra il ponte Morandi, tutto gestito dalle aziende desiderate ed ecco la sorpresa.
 
Indietro