Scalping ! Day Trading ! ALL INCENSURED!! Vi invito a leggere..

  • Ecco la 56° Edizione del settimanale "Le opportunità di Borsa" dedicato ai consulenti finanziari ed esperti di borsa.

    Settimana da incorniciare per i principali indici internazionali grazie alla trimestrale più attesa dell’anno che non ha deluso le aspettative. Nvidia negli ultimi tre mesi del 2023 ha generato ricavi superiori all’intero 2021, confermando la crescita da record della società grazie agli investimenti globali nell’intelligenza artificiale. I mercati azionari hanno festeggiato aggiornando i record assoluti a Wall Street e in Europa, mentre il Nikkei giapponese raggiunge un nuovo massimo storico dopo 34 anni. Le prossime mosse delle banche centrali rimangono sempre al centro dell’attenzione. Per continuare a leggere visita il link

finemaggio

Nuovo Utente
Registrato
20/2/02
Messaggi
141
Punti reazioni
5
Il perché di questo POST ? Per cercare di togliere finalmente in modo pubblico i veli su aspetti “Dietro alle Quinte”.. è soltanto la vera e piu’ profonda motivazione e dedizione del Trader in esame, che dovrà dedicare anima e corpo per riuscire ad apprendere e capire alcuni concetti fondamentali ipoteticamente proposti in seguito, permettendogli di poter continuare sulla retta via verso il successo oppure la sola sopravvivenza nei mercati finanziari e del Trading. NON esiste e non esisterà MAI nessun corso e nessuna persona nessun libro nessun software che vi svelerà come trasformare il Pane in Pesci ! Ma nulla esclude che si possano trovare individui oppure spunti che desiderano indicarvi la strada giusta…Non per arricchirsi! Ma per non andare incontro alla rovina. E soprattutto per non permettere a niente e nessuno di prendersi gioco delle forti motivazioni ed ambizioni di ognuno di noi. Sperando che quest’ultimo possa ottenere un ritorno a livello di interventi e che possa, vista la natura INCENSURED, portare alla luce ogni qualsivoglia “pecora nera” di questo nostro mestiere.
..Sarei felice di poter considerare questa sorte di "affronto" a quel “qualcosa di piu’ grande di noi” come l'inizio di un rapporto di scambio di oppinioni basato su considerazioni razionali e la veridicità delle varie situazioni, senza recare danni a niente e nessuno. A chi vorrà proporsi con aria contraddittoria di fondo alla tematica in questione è pregata l’assoluta imparzialità alla discussione in atto per non interferire al “senso” piu’ profondo della stessa. Inutile ricordare che in tal caso questa discussione non avrebbe senso di essere. Nel caso in qui il riscontro totale risulti di debole entità …ognuno di noi potrà dedurne le conclusioni finali ..in quanto il silenzio avrà sempre l’ultima parola.


Il desiderio di queste righe, per cercare di aumentare le probabilità matematiche nel generare profitti limitando al max. le perdite in un contesto diverso dal solito in cui la “voce del Trader” abbia predominanza a quella di pseudo-esperti di Best Seller e siti di Analisti improvvisati e che dovranno fare parte di un metodo operativo che duri nel tempo. Nessun risultato , negativo o positivo esso sia, dovrà accadere a caso, in quanto non puo’ essere “Etico” basare sulla casualità e colpi di fortuna il Trading nel momento in cui dovrà fungere da primaria attività. Indipendentemente dall'entità della consistenza inerente alla liquidità di qui si disponga, perdite e guadagni dovranno anche a livello psicologico essere equamente distribuiti. Le flutazioni che il mercato ogni giorno ci offre sono la conferma che esso non è il lupo cattivo, e tanto meno non è un “nemico”, è un’ insieme di regole complesse che generano “movimenti”. Movimenti avvolte pilotati ? Movimenti avvolte irrazionali frutto di notizie irrilevanti oppure di superficiale entità ? A nessuno interesserà, ne ai Trader tanto meno alle Sim.. poiché la variabile primaria che crea l’effetto “reazione a catena” e che riesce con la psicologia ad indurre comportamenti di massa sfruttando la “notizia” , “l’evento” la “casualità” il vero ed il falso, il razionale e l’irazionale stà proprio nelle “volatilità” piccola o grande che sia ..rialzista o ribassista ed in qualsiasi modo essa venga generata essa è li’, per tale lo stesso mercato che ci offre molteplici opportunità durante il formarsi dei prezzi per generare profitti, stà a noi captare gli istanti precisi sfruttandoli, percependoli ed anticipandoli.
Tutto quello che vediamo sui grafici ritardati di 15-20 minuti sono fatti effettivamente accaduti 15-20 minuti fa. Ma è da prendere seriamente in considerazione che tutto quello che vediamo sui grafici in Real Time “è già accaduto”!
Per tale, anche volendo sottolineare che lo scenario ricorda molto al caro vecchio avvolte contemplato “Mercato dei Buoi”, qualsiasi cosa che spinga l’individuo a prendere posizioni sul mercato non potrà sfuggire da queste 2 alternative:

1) Intervenire sull’evento in essere il piu’ veloce possibile (da carta e matita a Tradestation), sperando che duri ancora per qualche attimo accodandoci..
2) Concentrare la nostra operatività per anticipare il piu’ possibile l’evento che si supponga stia per accadere.


Tutto sembra funzionale e concreto fin quando non si abbandoni carta e matita e si passa sul mercato in tempo reale ? I principi di analisi tecnica sembrano “svanire” nel nulla quando vediamo il grafico daily muoversi in maniere apparentemente sempre piu’ casuale? Soltanto a grafico concluso, ossia dopo l’orario delle contrattazioni, tutto l’andamento giornaliero vi sembra piu chiaro pentendovi di non essere entrato in posizioni in precisi istanti della giornata ? Continuiamo a prendere posizioni che ci incollano ore davanti al monitor sperando di chiudere l’operazione “almeno in pari” ? L’inevitabile interesse che ci spinge voler implementare software sofisticati che generano segnali operativi automatici non ci porteranno molto lontani nel momento in cui noi stessi non ne conosciamo le dinamiche e variabili più specifiche, sempre che non ci si trovi nella posizione di poter interpretare nella maniera più assoluta la funzionalità dei singoli indicatori compresi tutti parametri funzionali. Ci sono troppi individui che non sanno neppure che cosa stiano per "Superottimizzare". Purtroppo oltre il 95 % delle probabilità di fallire giocano a favore delle leggi del Mercato stesso. Non si tratta di essere fortunati, e non si tratta neppure di predisposizione, quest’ultima puo’ influire in piccola parte, ma di saper affrontare con razionalità, disciplina, lavoro durissimo oltre ad una buona fetta di "testardagine" le grandi difficoltà che si oppongono fortemente al nostro desiderio di generare profitti attraverso l’attività di Trader.

L’attività di compravendita di Azioni e strumenti finanziari nel breve termine , si apprende, si impara e non fa parte dei talenti che l’individuo deve possedere come molti media e Traders professionisti vorrebbero far credere.. Ma è anche statisticamente accertato che il principiante, affrontando il Trading senza una minima conoscenza di mercato, oltre per tale a spingersi inevitabilmente ad operare direttamente in borsa senza strategia e metodo alcuno, oppure abbia passato le notti in bianco per tracciare “trendline” e supporti e resistenze credendo di aver compreso ogni dinamica di mercato e pensando di aver scovato il nucleo teorico nell’esistenza di situazioni di eccesso come l’ipervenduto e l’ipercomprato..in cui qualcosa “deve invertire”…tutto questo, il piu’ delle volte, volendo emulare il successo di altri Traders perderà ben oltre il 70% del capitale entro un anno dall’apertura del conto, spesse volte abbandonando l’operatività prima di tale arco temporale e percentuale di minusvalenza. Tempo preventivamente e statisticamente stimato dalle Banche per sfruttare al meglio anche la categoria di investitore destinato al ritiro. Nulla in contrario alle strategie di Marketing, sono essenziali e servono per mantenere in piedi le aziende. Prima di passare al solo Trading avevo una mia piccola impresa e per ottenere quadagni ho fatto questo..ed altro. Situazione avvolte poco evidente dal Trader ambizioso di ottenere successo, ma piu’ evidente a chi investe o specula da 30 anni, ritrovandosi “all’improvviso” nell’era INTERNET e passado dai borsini o da Piazza Affari dal “quel di Milano” in pantofole davanti al monitor di casa propria. Esclamontage per indurre tutti alle “SlotMachine” dei mercati finanziari ? Forse non a tali estremismi ma pronti a rabboccare l’evidenza delle evidenze con iniziative “educational” per educare il “principiante” e diventare un Analista Tecnico Finanziario con tanto di biglietto da visita, oltre ad un operatore borsa indipendente in 4 giorni. Tutto questo avviene in ambiente “Net” nel quale gli organi di controllo sono formiche rispetto al peso indecifrabile di miriadi di risorse, ambiente nel quale l’ordine potrà per ora essere soltanto la conseguenza del comportamento equo e di rispetto verso una fonte di informazioni globalizzata nel quale un controllo totale , nelle condizioni attuali , non è possibile.
L’attuale numero dei Trader che arrivano a successo risulta essere meno del 5%. Sono fenomeni ? Sono in possesso del Santo Gral “Easylanguage” ? Sono riusciti a “Crackare” la Black Box di Metastock del TopTrader vicino di casa ? Sono casi isolati ? In quanto seria attività e richiede un’approccio educativo incredibilmente esasperato ed ai piu’ alti livelli. E’ questa l’unica vera risposta nei limiti della razionalità.

Perchè dire "è normale” per il Trader “perdere” soldi ? E’ normale, per il nuovo arrivato, incappare in forti perdite iniziali ? La filosofia che vorrebbe farci abituare fin dall’inizio che dopo forti perdite, il Trader novizio inizi ad acquisire esperienza, e che in futuro eviterà di cadere in errori “dolorosi” per il conto corrente. In molti casi , ci si vorrebbe autoconvincere, solitamente dopo continue perdite, che in borsa non si puo’ arrivare al successo se non con quantitativi liquidi abnormi e con una forte propensione al rischio. Solitamente questi saranno gli ultimi pensieri inerenti ai mercati finanziari prima di abbandonare definitivamente tutto e scaricando ogni colpa alla supposta impredisposizione al Trading. Questo tipo di attitudine porterà al fallimento totale prima di aver iniziato ed alimenterà sempre di più l’idea che in futuro si potranno solo perdere capitali. Questa attitudine è molto diffusa, generalmente in quella categorie di persone che si avvicinano al modo della Borsa e della Finanza con il propagarsi delle evento Trading Online. Ossia, il restante 95% del 5% sopraccitato che sono il pane per molte società ed imprese che hanno capito sin dall’inizio che questa categoria di “Neo Investitori” altamente motivati e disposti a dedicarsi al 100% all’attività di Trading, frutteranno moltissimo denaro negli’anni avvenire. La quasi totalità dei corsi di Analisi Tecnica, Best Seller, Stages, anche se utili dal punto di vista educativo, sono nient’altro che mezzi per promuovere interessi di società e di Sim, e quando tenuti da personaggi di “calibro” perche’ hanno degli’interessi personali nel promuovere, talvolta anche indirettamente, tali società. Se non trattasi di Consulenti Finanziari, Promotori Finanziari, Operatori di Borsa, ed attività colaterali inerenti alla gestione e promozione di strumenti finanziari e pubblico risparmio… l’investimento a breve ed altamente/puramente speculativo NON potrà essere insegnato da terzi se non in maniera classica / Convenzionale. Ossia, nulla di piu’ che potremo apprendere leggendo un testo scritto di Analisi Tecnica! L’unico motivo valido per frequentare corsi è che possano aiutare a comprendere i concetti rudimentali di AT convenzionale in aula, per poterci permettere successivamente di approfondire in modo autodidattico l’evolversi delle necessità specifiche riguardo l’analisi avanzata ,l’uso di oscillatori, indicatori ecc.. Personalmente contemplo maggiormente i corsi organizzati che alla base insegnino l'uso corretto di alcuni software e programmazione, ma visti i costi assurdi e lucrosi anche di questi ultimi ho preferto non dormire per 30 giorni per capire la funzionalità più complessa di alcuni progr. di AT avvanzata, oltre ad aver ottenuto le maggiori informazioni da frequentatori nel Forum di FinanzaOnline !

La strada per ottenere successo nel Trading non è facile, ma per intraprendere la retta via , evitando di incappare nelle solite insidie ad attenderci puntualmente nel momento in cui decidiamo di continuare sulla nostra strada (questo vale anche per chi opera in borsa da diverso tempo), possono essere di estremo aiuto i seguenti punti fondamentali:

1) Scegliere una strategia e metodo operativo che piu’ si addice alla vostra personalità senza voler emulare terzi. (Domenico e Achille non ce l'ho con voi anche se dubito che sareste arrivati fin qui in questo post! ;) )
2) Studiare ed implementare maggiormente cercando di migliorare ed affinare sempre di piu’ la vostra metodica operativa al fine di renderla piu’ robusta ed efficiente nel tempo, in secondo luogo , quando tutte le dinamiche di operatività saranno pienamente apprese , soltanto allora si potrà prendere in considerazione di trasferire tale metodica in un contesto di segnali meccanici attraverso un Trading System , sempre chè, l’uso di software di Analisi Tecnica avanzata, possa essere anticipato esclusivamente come strumento d’appoggio e di conferma di alcuni segnali precedentemente rilevati da oscillatori e indicatori.
3) Mai essere avidi ed abituarsi all’idea di chiudere alla pari e/o con perdita minima ogni vostra operazione soltanto nel caso fosse intrapresa con diligenza e non con il pretesto di poter sfruttare la possibilità di stoppare le perdite. Il pieno controllo sulla gestione della perdita deve essere predominante al desiderio che il mercato vada nella direzione desiderata.




Basarsi solamente sul Trend in atto, del titolo preso in considerazione per intraprendere posizioni speculative, suona molto facile. Ciò è realizzabile in un contesto EOD TrendFollower con Time Frame estesi da un minimo di 1-3h alla sola barra giornaliera (forse il metodo più redditizio): A studio ed analisi compiute, si entra in posizione, si spegne il PC e ci si reca al campo da Tennis. Se siete dalle parti di Varese potete conoscermi al Club Rogorella di Bodio Lomnago..ma soltanto dopo le 17.30!! I problemi nascono nel momento in cui, dopo aver intrapreso una posizione sul mercato e continuando a seguirne i movimenti di prezzo, dovremmo affrontarci con la componente psicologica, la quale dovrà sopportare i repentini cambiamenti direzionali che avvolte possono indurre a gesta irrazionali ed azioni istintive.

Partiamo inanzitutto con la considerazione che non esistono “Traders Perdenti” altrimenti non si avventerebbero a restare sui mercati oltre un tot. periodo oppure aspettando di arrivare a Drawdown del 80-90% prima di cambiare mestiere . La verità è che esistono semplicemente: "Traders più Bravi” ..
L’azione ABC stà salendo (oppure scendendo), per tale vedremo il verificarsi dei seguenti scenari:

1) Molti Sig.Rossi vogliono entrano lunghi (corti), nella loro immaginazione l'evento è proietato come "già accaduto" pensando a cosa potrebbe accadere poi..
2) Molti Sig.Rossi prenderanno in considerazione di entrare e probabilmente lo faranno troppo tardi, ossia, appena prima che avvenga l’inversione
3) L’indecisione e/o la lentezza nella verifica dei segnali degli strumenti rallenta la conferma dell’ipotetico eseguito

4) Attesa di ulteriori paterns che confermerebbero il movimento in atto prima di procedere al OK rallenta ulteriormente la conferma dell’eseguito

Completato il “circolo vizioso” il trend inverte, per tale:

a. Molti Sig.Rossi restano a guardare sperando che riprenda il trend precedente autoconvincendosi trattasi soltanto di una correzione mantenendo aperta la posizione come una sorta di “trappola indecisionale” perdendo molti tick e di conseguenza rimangono sul mercato sperando di poter aggiustare la ferita nelle ore successive.
b. Molti Sig.Rossi escono dopo aver perso diversi tick (molti di piu’ di quanti dovrebbero costituire i livelli di Stop Lose per natura operativa “stretto”) e rientrano al successivo segnale di ripresa, una sorte “di Mercato intelligente” che cerca di richiamare l’attenzione, seppur a livello psicologico, di chi ancora non fosse entrato e per “invogliare” chi ancora non avesse preso posizione, dopodichè immancabilmente l’inversione ribassista (rialzista) verrà confermata allarmando i Traders spingendo a chiudere ulteriormente le posizioni (Panic Selling) ognuno secondo i propri criteri ed incentivando a prendere posizioni opposte allo scenario in atto: lunghe o Short creando l’effetto “Domino” ad accelerazione, incentivando e confermando definitivamente l’inversione della direzione. Nel momento in cui ci si renderà conto ..tutto è pronto per ribaltarsi nuovamente, ripetendo tutto lo scenario.( Tutto questo indipendentemente dal fatto che oggi come non mai lo scenario ribasista abbia preso il sopravvento.. La regola vale anche e soprattutto nei periodi più euforici.)
c. Il Trader vincente sfrutta i punt A e B (forse proprio quello che tornerà dalla partita di Tennis..) ... non io! Ho detto che ci vado dopo le 17:30..!

Quali sono i motivi che spingono l’individuo a rallentare la presa di posizione sul mercato ?
Perché posizioni in perdita restano aperte contrastando il principio basilare di “gain” ?
Come e perché nascono queste situazioni di forte disagio che hanno un impatto cosi incisivo sulla sfera psicologica del Trader ,principiante e non, avvolte “Madre” di continui blocchi decisionali e di frustrazioni interiori che immancabilmente nascono nell’osservare che:
1) Il prezzo stà andando nella direzione che speravate ma siete fuori.
2) Il mercato non ha assecondato la posizione che avete preso e stà facendovi perdere capitali sia per l’evidente comportamento del grafico e per l’irresponsabilità cosciente nel momento in cui avreste potuto chiudere una posizione in perdita prima che recasse danni di una certa rilevanza.

L’aspetto emotivo della problematica sopradescritta nasce da ovie conseguenze di
genere tecnico. Problematica che tenderà soltanto a peggiorare oppure ad
incentivare confusione nell’operatività a meno che.....
C'e' qualche psicologo tra di voi ? Interventi, grazie!

Per finire vorrei dedicarvi una "Cigliegina sulla Torta" dicendo:

1) Chi genera segnali operativi probabilmente è un Trader fallito oppure reduce da molte perdite che, ormai indrodotto nel campo con un sicuro ed ampio margine di conoscenze in campo "Teorico", troverà piu’ affidamento nella vendita di tali segnali che operare direttamente in borsa, prima di passare ad un lavoro qualunque per propria incapacità e inaffidabilità. Estremismi ? Pensateci e riflettete... Aggiungere l’ipotesi che possa servire per aumentare/arotondare l’introito globale è una bufala. Non ho mai visto un giocatore di calcio di serie A accingersi ad un secondo lavoro se non a “Fine Carriera”.

2) Chi cerca di vendere software , metodiche formato Best Seller comprensivi di “FloppyDisk miracolosi” e sistemi lo fa soltanto perché si avvale della “Clausola metaforica” che ogni investimento è un rischio, per tale la vendita di tali garantisce un potenziale guadagno del 100% , operando direttamente in borsa non esistono possibilità concrete per stimare guadagni e/o perdite. Anche in questo caso “chi vende” non ha nulla da perdere, “chi compra” acquista prima di tutto il “rischio” , nel caso di esito positivo deve ringraziare pure il venditore.

Analisi Tecnica? Certo... ma credo che valga la pena sottolineare..

E’ di primaria importanza, analizzare il tipo di operatività che si vorrà implementare e capire fin dove l’Analisi Tecnica potrà reggere con le sue teorie di base (anche se in gran parte) alle importanti influenze delle mani forti che molte volte si servono proprio delle teorie di AT usate dal 80-90% dei Trader per prevenirne i movimenti a breve e che hanno un incisivo effetto sull’andamento del grafico. Le teorie fondamentali di AT sono sfruttate non solo dalla maggiorparte dei Traders ma soprattutto dai Traders piu’ esperti che sanno anticipare le mosse di quelli meno esperti, riuscendo facilmente ad intercettare sia dalla conformazione del grafico e sia dal Book “ovii comportamenti” e livelli di presumibili “Stop Lose” oltre a riuscire astutamente a “leggere” la psicologia di massa durante il movimento dei prezzi. Tralasciando i giochini a mo di "dama" tra Lettera e Denaro sul Book..che ormai sono ovietà banali, il book resta in ogni modo uno specchio insindacabile di come e da che parte si muovono i prezzi, indipendentemente dalle mosse simulate...anzi possono servire per captare imminenti cambiamenti di rotta....


E poi...

Gli Stop Lose, per quanto vengano proposti per salvaguardare il vostro capitale, sono un’immensa fonte di guadagno per le Sim. Gli stop sono indispensabili per salvaguardare le perdite ma sotto altri aspetti e se usati con diligenza e/o soltanto quando la posizione intrapresa risulti in contrasto con le aspettative iniziali, ed aver intrapreso posizioni basandosi sulla sola possibilità di “stoppare” le perdite e fonte di grave irrazionalità ed inesperienza del trader. Visto che molte volte è difficile chiudere posizioni in perdita per ragioni emotive, ecco l’idea di automatizzare il tutto, il che , per trader inesperti , significa soltanto aumentare i profitti dell'intermediario. Riepilogando, i vostri capitali andranno nelle tasche delle Banche e piu’ o meno metaforicamente parlando nelle tasche di Traders con piu’ esperienza di voi!
Questa ilustrazione, anche se esasperata da alcuni punti di vista, vuole rendere l’idea di come sia facile essere assorbiti dal mercato ed uscirne completamente entro brevissimi termini.
Ricordando che non è il mercato stesso che si oppone al trader per le molteplici variabili esterne, l’inesperienza e l’improvvisazione che aggravano al 200% le possibilità di successo.

..ancora

Vitale, cercare di non assecondare un metodo d’investimento, visto eseguire da altri, letto sul sito "X" o perché sembri la via piu’ semplice per generare profitti, non perché non lo sia realmente ma per il semplice motivo inquanto la piu “gettonata” nei Forum di Finanza e nei Newsgroup che per diverse ragioni e seppur indirettamente, possano influenzare l’operatività per la quale si è maggiormente e meglio predisposti. Il solo motivo per il quale il brocker “x” abbia una piattaforma che riesca ad immettere un ordine in un millesimo di secondo (oltre a voler dimostrare alla Sim concorrente di essere piu’ evoluta, anche se probabilmente lo è..) non significa che dovrete sfruttare questa possibilità per alleggerire il vostro conto in un “millesimo di secondo” solo in quanto coesistono i mezzi per farlo. Ogni vantaggio tecnologico ha il suo motivo per esistere, e dovranno essere presi in considerazione nel momento in qui se ne richieda l’effettivo bisogno.

..e ri-ancora altra cruda realtà..

Non sognate performance alla Pietro Cantarella (oltre 1.600 % in 3 mesi) basandovi sull' AT oppure sorgenti Easylanguage in formato "Microcip" custuditi all'interno del Vaticano. Il suo tipo di operatività ha (quasi) nulla a che fare con l'andamento dei mercati. Solo Book e versione "Normale" (non grafica di Directa) eseguibile con max 100-200 lotti per 8-9 posizioni contemporanee. Ero personalmente presente, come altri del FOL, mentre operava, e sinceramente mi sono caduti 200 testi di AT avvanzata dallo scaffale di casa mia ..da premettere Milano - Varese 45Km e non si trattava di telepatia.
Complimenti in ogni caso al Trader in questione che riesce, con un metodo quasi "divertente", a fregare per 80 - 100 volte al gg. Traders che dall'altra parte del Book si credono "Gurù Finanziari"..

(Con questo non escludo per nessun motivo che si possa ottenere il 1000 % con un tipo di operatività diversa e basata su altri criteri.)


Per concludere...

" VIRTU' PRINCIPALE DELL'UOMO E' LA RAGIONE, FONTE DI OGNI SUA ALTRA VIRTU'.
SORGENTE DI TUTTI I MALI E' LA SUA INCAPACITA' DI FOCALIZZARE LA MENTE SU OBBIETTIVI BEN DEFINITI; NON E' CECITA', MA RIFIUTARSI DI VEDERE, NON E' IGNORANZA, MA RIFIUTARSI DI CONOSCERE. IRRAZIONALITA' SIGNIFICA QUINDI RIFIUTARSI DI SOPRAVVIVERE E PERCIO' INNESCARE LA DISTRUZIONE DI SE'; TUTTO QUESTO E' LA NON-VITA."

Ayn Rand , Etica Oggettivista.

Lascio a tutti voi la parola....
Cordiali saluti
Finemaggio
finemaggio@yahoo.it





.....Dedicato a Tiziana. Che ora vola libera nel cielo...
 
Ultima modifica:
....la verita' brucia piu' del sale sulle ferite..........


..Grazie per il lungo e interessante..........spunto di riflessione.....



Andrea
 
Ineccepibile. In questo tuo scritto è racchiusa la vera essenza del trading. A volerlo leggere con attenzione è anche possibile estrapolarci il "modus operandi" ottimale per operare sui mercati.
Grazie.
Eoma
 
Scritto da milenaleoni
concordo pienamente !!!!!


Complimenti Finissimomaggio, hai colpito nel segno.
Aggiungo che mi piacerebbe approfondire l'operatività di Cantarella per prendere spunto, naturalmente.
Ciao. Vincenzo di Mariano Comense(Co)
 
Scritto da finemaggio

Bravo finemaggio....dall'inizo alla fine.... passando per la ciliegina. gli stopp loss... etc...
 
Tratto da: Scalping ! Day Trading ! ALL INCENSURED!! Vi invito a leggere..
Nel caso in qui il riscontro totale risulti di debole entità …ognuno di noi potrà dedurne le conclusioni finali ..in quanto il silenzio avrà sempre l’ultima parola.


 
la conoscenza avviene dagli errori, credo che lo scalping si possa fare come professione solo dopo aver studiato studiato e provato simulando molto, poi applicando una tecnica nel reale, sbagliare, perdere, e finalmente incominciare a gainare.... ma senza amore per questo tipo di lavoro non è possibile fare alcun risultato, questo è il mio pensiero! molto bello quanto ha scritto finemaggio complimenti per l'articolo comunque e attenti tutti allo STOP LOSS .............(INFER LOSS!)
 
Indietro