scelta fondi

Weaver

27(29) QF:)
Registrato
21/5/02
Messaggi
3.333
Punti reazioni
156
dovendo scegliere 1 o piu' fondi (max 2 o 3)
per un investimento tipo pac della durata diciamo 10 anni.
in modo da avere buoni gestori , basse spese etc. etc.
ed una copertura globale (azioni & obb)

suggerimenti :D
 
Scritto da Weaver
dovendo scegliere 1 o piu' fondi (max 2 o 3)
per un investimento tipo pac della durata diciamo 10 anni.
in modo da avere buoni gestori , basse spese etc. etc.
ed una copertura globale (azioni & obb)

suggerimenti :D

E' una domanda parecchio stimolante.

Se vuoi un'unica destinazione, a me piace Anima Fondattivo, un fondo flessibile in cui varia la percentuale Obbl vs Az.

Se invece vuoi fare dei PAC ma anche switchare ogni tanto (senza cambiare la destinazione del PAC), ci sono gli obbligazionari Nextra (i due "bond emergenti" che dovrebbero andare in controfase rispetto ai movimenti di cambio €/$ e il Euro High Yeld). Mi pare ci sia anche un Arca che performa bene.

Come azionario andrei su un asiatico ben gestito (es. Anima Asia) oppure su due della stessa SG per eventuali switch: uno sul Giappone e uno sull'area cinese escluso Giappone.

Personalmente per ora ho qualche riseva su Europa e America, anche per i vorticosi movimenti sui cambi (in tre giorni quasi 10%!!). Ovviamente tra qualche mese se ne potra' riparlare.

Le opinioni espresse sono personalissime e non supportate da alcun studio, quindi non si devono intendere come sollecitazione di investimento.
 
Ultima modifica:
Scritto da Weaver
dovendo scegliere 1 o piu' fondi (max 2 o 3)
per un investimento tipo pac della durata diciamo 10 anni.
in modo da avere buoni gestori , basse spese etc. etc.
ed una copertura globale (azioni & obb)

suggerimenti :D

Oppure un PAC su Nextra Tesoreria e gestione ADI del gruzzolo.
 
Ultima modifica:
mentre scrivevo non mi veniva la parola flessibile :rolleyes:

riformulo

quali sono i migliori 3 fondi flessibili (az. & obb globali)
x un pac a 10 anni ?

:)


1) Anima Fondattivo
 
Scritto da Weaver
mentre scrivevo non mi veniva la parola flessibile :rolleyes:

riformulo

quali sono i migliori 3 fondi flessibili (az. & obb globali)
x un pac a 10 anni ?

:)


1) Anima Fondattivo

http://www.morningstar.it/fundselec...ter=&pageNo=1&SortBy=fc_1_Year&sortorder=DESC

Guarda le caratteristiche di ciascuno perche' alcuni sono flessibili ma solo azionari. Questa e' una graduatoria di "non classificati" percio' ci trovi di tutto.
Anch'io sto valutando la cosa, per ora sono orientato su Fondattivo ma ogni suggerimento e' gradito.
 
Come azionario-Pac andrei su Anima F. Trading .......batte molti fondi e Sicav sia nel breve che nel lungo .......come difesa nel breve .....farei.....come dice Reef......ADI o ADM ......
 
Scritto da giomf
Come azionario-Pac andrei su Anima F. Trading .......batte molti fondi e Sicav sia nel breve che nel lungo .......come difesa nel breve .....farei.....come dice Reef......ADI o ADM ......

Il vantaggio di Fondattivo e' che puo' switchare sull'obbligazionario in caso di mercato orso, sul lungo secondo me e' preferibile. Anche perche' mi pare di capire che i PAC sono a 60, 120, 180 mesi, che non sono pochi...

Eventualmente si possono interrompere senza penali o costi imprevisti?
 
Scritto da reef
Il vantaggio di Fondattivo e' che puo' switchare sull'obbligazionario in caso di mercato orso, sul lungo secondo me e' preferibile. Anche perche' mi pare di capire che i PAC sono a 60, 120, 180 mesi, che non sono pochi...

Eventualmente si possono interrompere senza penali o costi imprevisti?

Mi rispondo.

Dall'informativa ANIMA.
a) Il versamento PIC prevede un versamento iniziale minimo pari a € 125 tanto per la prima sottoscrizione che per le successive.
b) Il versamento PAC prevede versamenti periodici (di norma mensili) di uguale importo il cui numero può essere di 60, 120 o 180 rate mensili. L’importo
del primo versamento deve essere pari ad almeno € 300 e ciascun versamento successivo deve essere pari o multiplo dell’importo unitario prescelto.
L’importo minimo unitario di ciascun versamento è uguale o multiplo di € 50 al lordo degli oneri di sottoscrizione. Il sottoscrittore può effettuare
in qualsiasi momento – nell’ambito del Piano – versamenti anticipati purchè multipli del versamento unitario prescelto.
-------------------------------------------

Quindi per svincolarsi dall'eventuale numero di rate obbligatorie basta fare un bonifico pianificato (mensilmente o quando si vuole) tale che venga considerato come singolo investimento ripetuto; questo non da' nessun vincolo. Dal punto di vista del cliente e' un PAC (non vincolante), da quello della SGR una serie di PIC. ;)

Si puo' capire anche dal modulo apposito:
http://www.fondianima.it/Download1.asp?filename=ModuloRID.pdf
 
x reef

si ma con una ricerca salta fuori di tutto , che magari di flessibile hanno solo il nome.
Invece se iniziamo una discussione qui , magari con la nostra esperienza restringiamo la selezione dei fondi.

es io ho trovato interessanti:
Oyster Diversified (globale)
Schroder Absolute Return (che pero' e' solo europa)

x giomf
deve essere flessibile , niente switch solo pac

---------------------------------
eventualmente se si scelgono 3 fondi si potra fare ogni mese un versamento a rotazione , quindi x ogni fondo diventa un pic/pac trimestrale
 
Scritto da Weaver
mentre scrivevo non mi veniva la parola flessibile :rolleyes:

riformulo

quali sono i migliori 3 fondi flessibili (az. & obb globali)
x un pac a 10 anni ?

:)


1) Anima Fondattivo


Tra quelli che preferisco (in ordine).

1) Oyster Diversified
2) Fondo Alto Bilanciato
3) Azimut Trend (un pò spinto ma molto efficace)
4) Fideuram Performance
5) Azimut Bilanciato

Di Shroeder Absolute Return abbiamo poco storico (però è un fondo da seguire per il futuro).

Dei flessibili di Anima, a parte i risultati passati di tutto rispetto, non mi piace la filosofia di gestione apertamente dichiarata da Foa (perferisco meno scommesse e più gestione attiva).
 
Ultima modifica:
Scritto da mac

Di Shroeder Absolute Return abbiamo poco storico (però è un fondo da seguire per il futuro).

grazie x le segnalazioni

di SAR e' vero che abbiamo poco storico pero' mi e' piaciuto molto il fatto che mentre l'indice precipitava , il fondo si fermato a -7%
ora pero' bisogna vedere se sfrutta il rialzo
 

Allegati

  • sar.jpg
    sar.jpg
    33 KB · Visite: 377
Scritto da Weaver
x reef

si ma con una ricerca salta fuori di tutto , che magari di flessibile hanno solo il nome.
Invece se iniziamo una discussione qui , magari con la nostra esperienza restringiamo la selezione dei fondi.

es io ho trovato interessanti:
Oyster Diversified (globale)
Schroder Absolute Return (che pero' e' solo europa)

x giomf
deve essere flessibile , niente switch solo pac

---------------------------------
eventualmente se si scelgono 3 fondi si potra fare ogni mese un versamento a rotazione , quindi x ogni fondo diventa un pic/pac trimestrale

Per fare un po' d'ordine, propongo sono alcune variabili, che magari esamineremo lungo questo 3D:
1. I costi fissi e l'accessibilita' (penso che nessuno abbia voglia di aprire nuovi rapporti solo per un PAC);
2. I regolamenti, specie se parliamo di SICAV lussemburghesi anziche' fondi italiani;
3. I rendimenti storici: ha davvero senso vedere quanto performava il fondo 3, 5 o magari 10 anni fa?

E' chiaro che volendo differenziare (la rotazione a 3 che propone Weaver) non sceglieremo tre fondi che hanno lo stesso benchmark di riferimento ma cercheremo, per quanto possibile, il migliore per ciascuno. Quindi, se dovranno essere 3, che abbiano benchmark diversi.

Per iniziare a rispondere, sarebbe bene che cercassimo anche i canali migliori per investire: io lavoro con Anima(sito), Fineco, IWBank e Intesatrade. Non escludo, se ne valesse la pena, di attivare un nuovo canale (online) che garantisse costi estrememente contenuti (es. Sella trader?).

Lavorando direttamente con Anima i costi sono sempre zero (esclusi gli switch che ora non ci interessano), con Fineco sono 9 euro fissi, con IWbank variano a seconda della SGR, Oyster mi pare sia allo 0.15% di ingresso (e uscita?), Nextra 5 euro fissi.

A voi la parola...
 
Scritto da Weaver
grazie x le segnalazioni

di SAR e' vero che abbiamo poco storico pero' mi e' piaciuto molto il fatto che mentre l'indice precipitava , il fondo si fermato a -7%
ora pero' bisogna vedere se sfrutta il rialzo

Attenzione, SAR ha come benchmark EuroLibor, dopo aver deluso i primi mesi del 2003 le grandi aspettative che aveva dato il guru di Schroder Rafael Kanza.

Effettivamente si e' risollevato la seconda meta' del 2003, ma certo sarebbe da vedere il comportamento in momenti di ben diversa difficolta'.
 
Scritto da reef

[...]
3. I rendimenti storici: ha davvero senso vedere quanto performava il fondo 3, 5 o magari 10 anni fa?

E' chiaro che volendo differenziare (la rotazione a 3 che propone Weaver) non sceglieremo tre fondi che hanno lo stesso benchmark di riferimento ma cercheremo, per quanto possibile, il migliore per ciascuno. Quindi, se dovranno essere 3, che abbiano benchmark diversi.

Per esempio confrontiamo Anima Fondoattivo a 3 e 5 anni con Oyster Diversified. Come benchmark scegliamo sempre
LB Euro-Agg. 50% / FTSE World 50% (in nero), in rosso il fondo

Fondattivo a 3 anni
 

Allegati

  • fatt.png
    fatt.png
    8,4 KB · Visite: 358
Oyster Diversified a 3 anni
 

Allegati

  • oyd.png
    oyd.png
    7,5 KB · Visite: 343
Fondattivo a 5 anni
 

Allegati

  • fatt5.png
    fatt5.png
    7,9 KB · Visite: 254
Oyster Diversified a 5 anni
 

Allegati

  • oyd5.png
    oyd5.png
    8,9 KB · Visite: 255
Per dovere di cronaca
Schroder Absolute Return, che ha 1 anno di vita, quindi su un anno
 

Allegati

  • abs1.png
    abs1.png
    7,2 KB · Visite: 250
Scritto da reef

1. I costi fissi e l'accessibilita' (penso che nessuno abbia voglia di aprire nuovi rapporti solo per un PAC);
2. I regolamenti, specie se parliamo di SICAV lussemburghesi anziche' fondi italiani;
3. I rendimenti storici: ha davvero senso vedere quanto performava il fondo 3, 5 o magari 10 anni fa?


Attenzione, SAR ha come benchmark EuroLibor, dopo aver deluso i primi mesi del 2003 le grandi aspettative che aveva dato il guru di Schroder Rafael Kanza.


bei grafici :)

hanno senso i rendimenti storici ?

Se io voglio investire in un mercato particolare (es: cina,jappone,sc.usa,bio ect.)
allora ha senso confrontare il fondo con il benchmark di riferimento per capire
se il gestore e' capace.
A questo punto se penso che quel mercato tra xy anni sara' in guadagno allora
un pac costante (ed economico) mi consente di accumulare quote e sfruttare le
fasi di discesa dell'indice.

In un fondo flessibile bisognerebbe guardare non il benchmarck dichiarato oppure
uno generico 50/50 , ma quello a cui fa' riferimento la parte piu' speculativa del fondo.

Prendiamo il SAR
il "guru" investe in ex50 e bond e dichiara raddoppio della quota in 5 anni (un 14/15% annuo)
All'inizio l'ex50 perde un 25/30% il fondo contiene le perdite al 7%
successivamente recuperano sia l'indice che il fondo.
Se prendo come benchmark l'ex50 posso vedere se il gestore ha veramente swicciato
tra bond e azioni , oppure ha fatto come mia nonna che con 75% cct e 25% etf ex50
ha realizzato un performance simile :) .
Ora se si guarda il grafico si nota che qualche switch e' stato fatto , anche se andrebbe confermato per un periodo maggiore di tempo

x quanto riguarda il benchmark EuroLibor , serve piu' che altro a darsi un riferimento minimo e su questo prendere le commissioni di performance ;)

guardando i grafici dei fondi flessibili la gran perte negli unltimi 3 anni
non hanno fatto altro che mantenere un portafoglio 50/50 :rolleyes:
 
Scritto da Weaver
guardando i grafici dei fondi flessibili la gran perte negli unltimi 3 anni non hanno fatto altro che mantenere un portafoglio 50/50 :rolleyes:

Mah, per Anima Fondattivo non direi proprio!

Comunque Voglio farti un esempio reale e recente per aumentare la confusione.
Uno dei fondi sui quali ho scommesso alcuni mesi fa e' Morgan Stanley Asia Property. Ci ho giocato un po' su e verso fine dicembre avevo 10000 euro a -3%: un disastro per le mie aspettative. Ho aspettato e ieri l'altro ho venduto tutto (sbagliando sicuramente) a +8%.

Cosa voglio dire? Che per me e' insopportabile vedere un fondo azionario che fa +10% in pochi giorni e non venderlo, azzerando tutto con la successiva fase calante. Il discorso vale ovviamente per gli azionari ad alta volatilita'.

Quindi per il PAC o si trova il flessibile "perfetto" o si studia un piano PAC su tre/quattro fondi scorrelati e con la possibilita' di disinvestire/switchare il caso di forte gain.

ADI e' un ottimo esempio di strategia con i fondi, ma i Nextra azionari non sono certo il meglio.

Poi i costi: 5 euro su 100 sono il 5% (per non parlare degli altri)...

A dopo...
 
Indietro