Scusate l'ignoranza....sui fondi

  • Callable Equity Protection 100 di Societe Generale – capitale protetto a scadenza e premio lordo di richiamo dell’1% mensile (12% su base annua)

    Da Société Générale un tris di Callable Equity Protection 100 con premio di richiamo dell’1% mensile e protezione del 100% a scadenza. Per questa emissione SG ha deciso di puntare su un meccanismo detto “Callable”, innovativo per il mondo dei certificati, che prevede che il possibile richiamo anticipato non sia legato ad una determinata barriera, ma possa avvenire in un qualsiasi mese a discrezione dell’emittente. I possibili sottostanti sono Enel (ISIN certificato XS2395029114), ENI (ISIN certificato XS2395029205) e Intesa Sanpaolo (ISIN certificato XS2395029387)
    Per continuare a leggere visita il link

LordSamuel

Nuovo Utente
Registrato
17/2/11
Messaggi
395
Punti reazioni
5
Ciao a tutti,

quando ero giovane aprendo un conto corrente alla Banca Sella vicino a casa il direttore mi aveva chiesto se volevo mettere da parte ogni mese qualcosa in dei fondi comuni....in modo che potessi avere un gruzzoletto un domani... un po come un salvadanaio.... all'epoca non conoscevo voi e nemmeno nulla in materia...ma ci si "fidava" di quello che ti proponevono... stiamo parlando del 2002 e la spesa da accantonare era di 150 euro al mese divisa in tre fondi.... Nel 2009 ho pi dovuto chiudere il conto per motivi di trasferimento e dunque ero rientrato anche di questi fondi. Tutto sommato nn erano andati mali...

Ho ritrovato un po di cartacce di quel periodo e vi vorrei far vedere i dati in modo che adesso mi facciate capire che avevo fatto... :D

Fondo: NORDFONDO CASH
Causale: SOTTOSCRIZIONE
Importo lordo versato: Euro 50,00
Importo netto investito Euro 49,00
Valore della quota: 7,620
Numero di quote sottoscritte: 6,430
Saldo quote: 6,430

Fondo: GESTNORD TECNOLOGIA
Causale: SOTTOSCRIZIONE
Importo lordo versato: Euro 50,00
Importo netto investito Euro 50,00
Valore della quota: 1,685
Numero di quote sottoscritte: 29,674
Saldo quote: 29,674

Fondo: NORDFONDO MONETA
Causale: SOTTOSCRIZIONE
Importo lordo versato: Euro 50,00
Importo netto investito Euro 50,00
Valore della quota: 5,324
Numero di quote sottoscritte: 9,391
Saldo quote: 9,391

A parte sapere da parte vostre se mi è andata di c**o vorrei capire se oggi potrei replicare la stessa cosa.... A me piaceva il fatto di metter via ogni mese qualcosa...e che questa cosa si andava ad incrementare.... Un'altra cosa che mi piaceva era che se un mese ero in difficoltà potevo gongelare la situazione senza che mi venissero tolti i 150 euro dal conto e poi ripristinare la situazione il mese o i mesi successivi...sono cose possibili anche oggi? dipende dalla banca?

Comunque ripeto l'ignoranza in merito.... :rolleyes:
 
Ciao LordSamuel,

innanzitutto sarebbe interessante sapere cosa significa il "non erano andati male" in termini percentuali, ovvero quale è stato il guadagno (totale o annuo) dell'investimento a te consigliato.
Per quanto riguarda i fondi in oggetto è probabile che non vengano più collocati o che abbiano cambiato nome o ancora che siano stati fusi con altri fondi/comparti in quanto non presenti su Morningstar (Borsa, Quotazioni Azioni, Fondi, ETF, Fondi Pensione | Morningstar) ma neanche sui miei database.

Per quanto riguarda l'ultima parte la risposta vien da sè: SI. Un piano d'accumulo è l'ideale per chi ha intenzione di risparmiare in maniera automatica qualcosina per il futuro.
Praticamente tutti gli intermediari offrono questa possibilità. Divengono fondamentali però due aspetti (sequenziali):
-breve analisi delle tue esigenze, ovvero dopo quanti anni hai intenzione di utilizzare il capitale che stai accantonando e qual è la possibilità che tu debba disinvestire prima i tuoi risparmi, per esempio. O ancora la tua situazione familiare e patrimoniale.
-successivamente andrai a scegliere (o farti consigliare) lo strumento più adatto. Qui capisco che se sei completamente "a digiuno" di queste tematiche potresti essere in difficoltà nel scegliere quello più adatto alle tue esigenze.
Hai più possibilità:
-cominci ad interessarti sull'argomento (spulciando i forum, leggendo articoli, libri, papers ecc.) e ti arrangi
-ti affidi a qualcuno (consulenti, promotori, bancari...) e deleghi la scelta dandogli fiducia.

A te la scelta OK!
 
...
A parte sapere da parte vostre se mi è andata di c**o vorrei capire se oggi potrei replicare la stessa cosa.... A me piaceva il fatto di metter via ogni mese qualcosa...e che questa cosa si andava ad incrementare.... Un'altra cosa che mi piaceva era che se un mese ero in difficoltà potevo gongelare la situazione senza che mi venissero tolti i 150 euro dal conto e poi ripristinare la situazione il mese o i mesi successivi...sono cose possibili anche oggi? dipende dalla banca?

Comunque ripeto l'ignoranza in merito.... :rolleyes:
Un pac in fondi lo puoi fare con qualsiasi banca... anche l'offerta di fondi è notevolmente ampliata e migliorata.

Io però sui 150€/mese penserei a fare un pac su un solo fondo.

Ciao :)
 
Grazie Zanne per la risposta, hai ragione ci vorrebbero dei dati su carta per far vedere che "mi era andata bene", il fatto e che non ho tenuto nulla a dimostrazione....purtroppo :rolleyes:

Quel che vorrei capire se ho corso dei rischi? Cioè avrei potuto non rivedere i soldi accantonati? Replicando ora si avrebbero dei costi di mantenimento? Che ne so per esempio nel 2002 non ti spellavano per avere un deposito titoli come fanno oggi....

Mi chiedi se avrò bisogno del capitale che andrei ad accantonare? Se intendi i 150 euro al mese ti dico di no...è la durata potrebbe essere anche fino a 20anni.
 
Ciao a tutti,

quando ero giovane aprendo un conto corrente alla Banca Sella vicino a casa il direttore mi aveva chiesto se volevo mettere da parte ogni mese qualcosa in dei fondi comuni....in modo che potessi avere un gruzzoletto un domani... un po come un salvadanaio.... all'epoca non conoscevo voi e nemmeno nulla in materia...ma ci si "fidava" di quello che ti proponevono... stiamo parlando del 2002 e la spesa da accantonare era di 150 euro al mese divisa in tre fondi.... Nel 2009 ho pi dovuto chiudere il conto per motivi di trasferimento e dunque ero rientrato anche di questi fondi. Tutto sommato nn erano andati mali...

Ho ritrovato un po di cartacce di quel periodo e vi vorrei far vedere i dati in modo che adesso mi facciate capire che avevo fatto... :D

Fondo: NORDFONDO CASH
Causale: SOTTOSCRIZIONE
Importo lordo versato: Euro 50,00
Importo netto investito Euro 49,00
Valore della quota: 7,620
Numero di quote sottoscritte: 6,430
Saldo quote: 6,430

Fondo: GESTNORD TECNOLOGIA
Causale: SOTTOSCRIZIONE
Importo lordo versato: Euro 50,00
Importo netto investito Euro 50,00
Valore della quota: 1,685
Numero di quote sottoscritte: 29,674
Saldo quote: 29,674

Fondo: NORDFONDO MONETA
Causale: SOTTOSCRIZIONE
Importo lordo versato: Euro 50,00
Importo netto investito Euro 50,00
Valore della quota: 5,324
Numero di quote sottoscritte: 9,391
Saldo quote: 9,391

A parte sapere da parte vostre se mi è andata di c**o vorrei capire se oggi potrei replicare la stessa cosa.... A me piaceva il fatto di metter via ogni mese qualcosa...e che questa cosa si andava ad incrementare.... Un'altra cosa che mi piaceva era che se un mese ero in difficoltà potevo gongelare la situazione senza che mi venissero tolti i 150 euro dal conto e poi ripristinare la situazione il mese o i mesi successivi...sono cose possibili anche oggi? dipende dalla banca?

Comunque ripeto l'ignoranza in merito.... :rolleyes:

Quello che hai pubblicato è semplicemente l'estratto di una singola operazione di investimento: difficile da quello capire quanto ci hai guadagnato.... ma tu dovresti saperlo. Per il resto quello che tu avevi fatto è un pac (piano di accumulo capitale) che è un buon modo per accantonare risparmio e che puoi fare tuttora con qualsiasi intermediario. Ovviamente si può fare su qualsiasi tipo di fondo, ma secondo me se hai un orizzonte temporale medio-lungo è più conveniente farlo su fondi azionari per sfruttare al massimo il dollar cost average (Dollar-Cost Averaging (DCA) Definition | Investopedia) e abbassare la volatilità del tuo investimento.

Ciao

P.S. sono un promotore finanziario, lo specifico perchè ad alcuni piace saperlo.
 
...
Quel che vorrei capire se ho corso dei rischi? Cioè avrei potuto non rivedere i soldi accantonati? Replicando ora si avrebbero dei costi di mantenimento? Che ne so per esempio nel 2002 non ti spellavano per avere un deposito titoli come fanno oggi....

...

nei prospetti informativi dei fondi , almeno in alcuni di cui ho letto estratti, è esplicitamente scritto che l' investitore potrebbe non ricevere indietro i soldi investiti, è possibile subire perdite , anche investendo tramite PAC.

Immagina di arrivare in prossimità del termine di un piano di accumulo su un fondo e che a quel punto il mercato di riferimento crolli ...

Rispetto al 2002 c' è una differenza: il governo Monti e la sua maggioranza parlamentare hanno esteso l' applicazione del bollo annuale, con minimo di €34,2 , ai fondi/sicav .

E' una fregatura per chi ha poche migliaia di euro investite in fondi.
Su 1700 euro rappresenterebbe un' imposta del 2% circa.


Gestnord Tecnologia che nominavi prima, nel 2008 era stato incorporato da un fondo azionario internazionale, che adesso si chiama Gestnord Azioni Trend Settoriali

https://www.sellagestioni.it/sg/fondi_comuni/fondi_comuni_incorporati.jsp

Adesso in borsa ci sono ETF che replicano l' indice MSCI World Information Technology

Quotazione DB X-TRACKERS MSCI WORLD INFORM TECH TRN - LU0540980496

db x-trackers MSCI World Information Technology T... ETF | LU0540980496

Volendo puoi anche acquistare periodicamente quote di ETF . Bisogna vedere che spese fisse e/o percentuali vengono applicate per acquisti su borsa italiana, e che spese ci sono per i PAC su fondi con specifici intermediari.

Se hai ancora il c/c con Sella adesso sella.it colloca più case di gestione di quante ne collocasse nel 2002 ed è possibile attivare un PAC tramite Piattaforma Fondi e Sicav online
 
nei prospetti informativi dei fondi , almeno in alcuni di cui ho letto estratti, è esplicitamente scritto che l' investitore potrebbe non ricevere indietro i soldi investiti, è possibile subire perdite , anche investendo tramite PAC.

Immagina di arrivare in prossimità del termine di un piano di accumulo su un fondo e che a quel punto il mercato di riferimento crolli ...

Rispetto al 2002 c' è una differenza: il governo Monti e la sua maggioranza parlamentare hanno esteso l' applicazione del bollo annuale, con minimo di €34,2 , ai fondi/sicav .

E' una fregatura per chi ha poche migliaia di euro investite in fondi.
Su 1700 euro rappresenterebbe un' imposta del 2% circa.


Gestnord Tecnologia che nominavi prima, nel 2008 era stato incorporato da un fondo azionario internazionale, che adesso si chiama Gestnord Azioni Trend Settoriali

https://www.sellagestioni.it/sg/fondi_comuni/fondi_comuni_incorporati.jsp

Adesso in borsa ci sono ETF che replicano l' indice MSCI World Information Technology

Quotazione DB X-TRACKERS MSCI WORLD INFORM TECH TRN - LU0540980496

db x-trackers MSCI World Information Technology T... ETF | LU0540980496

Volendo puoi anche acquistare periodicamente quote di ETF . Bisogna vedere che spese fisse e/o percentuali vengono applicate per acquisti su borsa italiana, e che spese ci sono per i PAC su fondi con specifici intermediari.

Se hai ancora il c/c con Sella adesso sella.it colloca più case di gestione di quante ne collocasse nel 2002 ed è possibile attivare un PAC tramite Piattaforma Fondi e Sicav online

Ehhh mi sembra di capire che se uno vuole mettere da parte 50 euro al mese per 15 anni non conviene più come una volta.... Tutto più caro.....tutto più complicato.... Toccherà mica metterli sotto al materasso???

Il conto con banca sella non l'ho più, adesso ho il conto con le poste e non riesco a capire se da loro si possono acquistare dei fondi...se si quali...se conviene....quanto rendono.... Ho paura ad andare da loro a chiedere perché al 90% non capiscono un emerita minc**a e rischio solo di farmi confondere le idee....
 
Ehhh mi sembra di capire che se uno vuole mettere da parte 50 euro al mese per 15 anni non conviene più come una volta.... Tutto più caro.....tutto più complicato.... Toccherà mica metterli sotto al materasso???

Il conto con banca sella non l'ho più, adesso ho il conto con le poste e non riesco a capire se da loro si possono acquistare dei fondi...se si quali...se conviene....quanto rendono.... Ho paura ad andare da loro a chiedere perché al 90% non capiscono un emerita minc**a e rischio solo di farmi confondere le idee....

Da quello che so posta è monobrand, quindi puoi comprare solo i loro.

Ritorna a Banca Sella che hai una scelta enormemente superiore.

Tieni conto che oltre al costo dei bolli del c/titoli hai anche commissioni per i versamenti del pac, con le sicav tipicamente 1/2 euro.
Con solo 150 euro, come correttaente ha detto p.fin, concentrati su un solo fondo. Eventualmente periodicamente, per diersificare, puoi fare switch parziali all'interno della medesima sicav, e quelli sono gratuiti.
 
Ehhh mi sembra di capire che se uno vuole mettere da parte 50 euro al mese per 15 anni non conviene più come una volta.... Tutto più caro.....tutto più complicato.... Toccherà mica metterli sotto al materasso???

Il conto con banca sella non l'ho più, adesso ho il conto con le poste e non riesco a capire se da loro si possono acquistare dei fondi...se si quali...se conviene....quanto rendono.... Ho paura ad andare da loro a chiedere perché al 90% non capiscono un emerita minc**a e rischio solo di farmi confondere le idee....

Era meglio se il conto lo tenevi con Banca Sella :rolleyes:
 
Ehhh mi sembra di capire che se uno vuole mettere da parte 50 euro al mese per 15 anni non conviene più come una volta.... Tutto più caro.....tutto più complicato.... Toccherà mica metterli sotto al materasso???

Il conto con banca sella non l'ho più, adesso ho il conto con le poste e non riesco a capire se da loro si possono acquistare dei fondi...se si quali...se conviene....quanto rendono.... Ho paura ad andare da loro a chiedere perché al 90% non capiscono un emerita minc**a e rischio solo di farmi confondere le idee....
Beh a leggere il tuo post ... mi verrebbe da consigliarti di andare da un promotore finanziario:terrore: ... ma non se se posso dirlo visto che sono un promotore finanziario:terrore: ... c'è gente che dice che quello che ti vende un promotore finanziario:terrore: in genere "si svampa signò..." .... :'(

In alternativa, evitando il promotore finanziario:terrore: ti tocca accollarti le tue responsabilità e sceglierti lo strumento che ritieni idoneo e la modalità che meglio si adatta alla tue esigenze ... di materiale in giro per la rete ne trovi a iosa ... basta scegliere.:yes:

Ciao :)
 
Un pac in fondi lo puoi fare con qualsiasi banca... anche l'offerta di fondi è notevolmente ampliata e migliorata.

Io però sui 150€/mese penserei a fare un pac su un solo fondo.

Ciao :)

Per una questione legata ai costi?
 
Per una questione legata ai costi?
Certamente le spese fisse riducono l'incidenza con un solo pac, inoltre l'effetto "media" del pac rende, a mio avviso, meno necessaria la diversificazione ... in parole povere invece di fare 3 pac su un monetario un obbligazionario ed un azionario può risultare più conveniente fare un solo pac su un bilanciato.

Ciao:)
 
Indietro