Se la banca non mi registra.......?

Rembrandt

Nuovo Utente
Registrato
2/1/02
Messaggi
5
Punti reazioni
0
Siamo ai ferri corti con una banca per un ordine da noi dato, ma non eseguito. Alla richiesta della registrazione telefonica la banca nega l'esistenza della telefonata.
Abbiamo già provveduto alla richiesta dei tabulati Telecom per dimostrare le nostre ragioni, ma visto che la Consob prevede l'obbligo della registrazione degli ordini telefonici , come possiamo far valere i nostri diritti? Grazie
 

Voltaire

Gennarino Fan's Club
Registrato
25/3/00
Messaggi
13.117
Punti reazioni
454
La telefonata è stata effettuata all'agenzia oppure al call center della banca telefonica/web?
 

Rembrandt

Nuovo Utente
Registrato
2/1/02
Messaggi
5
Punti reazioni
0
La telefonata è stata effettuata all'agenzia .
 

Voltaire

Gennarino Fan's Club
Registrato
25/3/00
Messaggi
13.117
Punti reazioni
454
In pratica, usanza di telefonare in agenzia e poi passare a firmare la proposta?

In tal caso, c'è poco da fare, in quanto si tratta di un "extra" che l'agenzia dispone per il cliente (registrate sono le telefonate al call center della banca telefonica, in quanto esiste un preciso rapporto) senza esserne obbligata, ed anzi contravvenendo alla normativa (anche se è un favore comune fatto al cliente).

E' da rilevare che simili abitudini sono rischiose anche per la banca (il cliente può non recarsi a firmare e dichiarare di non aver mai impartito quella disposizione, se lo desidera).
 

Rembrandt

Nuovo Utente
Registrato
2/1/02
Messaggi
5
Punti reazioni
0
Chiedo venia ma probabilmente non sono stato chiaro.
La banca in questione non ha un call center per impartire ordini su titoli. Ogni filiale è abilitata a registrare le telefonate dei clienti collegandosi in "conferenza a tre" (registratore,filiale,cliente). Le telefonate di tutte le filiali della banca sono quindi presso un "mega registratore"

Grazie per l'attenzione
 

Voltaire

Gennarino Fan's Club
Registrato
25/3/00
Messaggi
13.117
Punti reazioni
454
Se le telefonate sono abitualmente registrate, la banca deve dimostrare che la telefonata non è mai pervenuta, allora.

Non conosco i dettagli delle modalità di registrazione, ma presumo, ovviamente, che ci siamo modalità tali da non consentire la "sparizione" di telefonate registrate.

A questo punto, bisogna presentare un reclamo vero e proprio, che rappresenta la base per qualsiasi altra azione.




Da inviare a mezzo raccomandata AR all'apposita funzione
(Ufficio reclami o altro) indicata nel contratto, con indirizzo
specifico: se non c'è, chiedere in agenzia.


Oggetto: deposito amministrato numero XXXXXX, (+ altri
eventuali rapporti riguardante i titoli, se esistenti), conto
corrente numero XXXXXXXX .

In riferimento ai rapporti indicati in epigrafe, Vi contesto
quanto segue.


....(descrizione semplice, il più possibile dettagliata,
dell'accaduto)......

Vi invito, pertanto, a metterVi in contatto con me entro 90
giorni dalla ricezione della presente per la definizione del
danno da liquidarmi.

In mancanza di riscontro da parte Vostra mi vedro' costretto,
mio malgrado, a rivolgermi ad un legale per la definizione del
danno, con conseguente aggravio di oneri e spese da parte
Vostra.




Indicare, oltre all'indirizzo, anche un recapito telefonico.

Ovviamente, firmare...pare logico, ma c'è chi lo
dimentica.....ovviamente, se i rapporti per i quali si effettua il
reclamo sono cointestati, ci vogliono tutte le firme.

90 giorni è il termine di legge per la risposta da parte
dell'intermediario...ecco perché si indica 90 giorni.


Fammi pure sapere se serve altro.