Se un'azienda come ENI decide cosi vuol dire che l'argentina è vicina......

lusitan

Utente Registrato
Registrato
21/11/02
Messaggi
7.287
Punti reazioni
249
Eni contro il caro-vita: Scaroni, 200 mln per venire incontro alle famiglie italiane

Finanzaonline.com - 7.7.08/11:33

Il caro vita morde troppo. Ed Eni ha deciso di fare un passo avanti per venire incontro ai consumatori. La società di San Donato metterà a disposizione delle famiglie italiane circa 200 milioni di euro. Lo ha annunciato lo stesso a.d. del gruppo Paolo Scaroni a margine di un convegno tenutosi questa mattina a Milano. "A fronte di questi pesanti aggravi per il consumatore ho deciso di proporre al consiglio di amministrazione di aderire con un contributo volontario di 200 milioni al fondo di solidarietà istituito dal decreto legge del 25 giugno 2008 che contiene la manovra
 
sicuramente, se ha sentito in modo così forte tale dovere morale...
ha scheletri nell'armadio e comunque oggi vale 200 mln. di meno!
 
ci prende anche per il c...
praticamente è quello che guadagna eni in 3gg

per il resto dell'anno ci massacra con la benzina
 
sicuramente, se ha sentito in modo così forte tale dovere morale...
ha scheletri nell'armadio e comunque oggi vale 200 mln. di meno!
non si capisce in che modo verrano redistribuiti.
un miglior modo sarebbe stato quello di rompere una volta per tutte gli accordi di cartello e abbassare 10 cent. gasolio e benzina.
 
ma non potrebbe abbassare i prrezzi?
 
ringraziamoli ci fanno l'elemosina :bow: considerando che ogni Usd di merd-petrol-dollari di rialzo del greggio Eni ha 300 milioni di euro in + di ricavi...beee non c'e' che dire...un grande esempio di presa di kulo dell'AD Scaroni....

i 200 milioni di euro...era meglio se li prendeva e li regalava a qualche associazione per la difesa e la tutale dei bambini nel mondo...o ci costruiva un ospedale in Africa...che schifo di mondo
 
ringraziamoli ci fanno l'elemosina :bow: considerando che ogni Usd di merd-petrol-dollari di rialzo del greggio Eni ha 300 milioni di euro in + di ricavi...beee non c'e' che dire...un grande esempio di presa di kulo dell'AD Scaroni....

i 200 milioni di euro...era meglio se li prendeva e li regalava a qualche associazione per la difesa e la tutale dei bambini nel mondo...o ci costruiva un ospedale in Africa...che schifo di mondo

o magari migliorava qualche decina di ospedali fatiscenti in italia...
 
o magari migliorava qualche decina di ospedali fatiscenti in italia...

già..troppo semplcie..meglio il fondo a tutela...di noi poveri consumatori...

tra qualche mese..ho notizia certa che la Shell per ogni pieno di benzina ti regalerà una tanica d'olio di girasole da 5 litri. OK!
 
comunque da sta brutta faccenda delle materie prime se ne esce solo colpendo i consumi non agevolandoli
 
già..troppo semplcie..meglio il fondo a tutela...di noi poveri consumatori...

tra qualche mese..ho notizia certa che la Shell per ogni pieno di benzina ti regalerà una tanica d'olio di girasole da 5 litri. OK!

se è vero è buono... Eni potrebbe semplicmente raddoppiare il valore dei punti. Già adesso i punti possono essere trasformati in carburante...Quindi lo sconto sarebbe ottimo e la promozione pubblicitaria pure. Ma forse mancano di decenti esperti di marketing
 
altra sparata di Scaroni

07/07/2008 12:11 >> Petrolio: Scaroni, speculazione non e'' origine di rialzo prezzi


MILANO (MF-DJ)--"La speculazione amplifica ed anticipa i fenomeni. In fase rialzista aumenta i prezzi, in fase ribassista ne accellera la diminuzione" dunque "accellera sia al rialzo che al ribasso l''andamento reale" delle quotazioni. Lo ha affermato l''a.d. di Eni, Paolo Scaroni, in merito all''impatto della speculazione finanziaria sull''andamento dei prezzi del petrolio. In merito alle previsioni sul prezzo del greggio, il manager ha ribadito la sua opinione di un prezzo di 70 dollari al barile tra 4 anni perche'' "i grandi investimenti realizzati" nella produzione e nell''estrazione "accoppiati alla riduzione dei consumi, non potranno che riequilibrare la domanda e l''offerta". "Il continuo record dei prezzi del petrolio e'' anche dovuto al sentiment del mercato. Non so quando finira'', ma penso che si concludera'' quando i consumi soprattutto degli americani caleranno con conseguente riduzione della domanda" ha concluso il manager della societa'' petrolifera italiana.
 
comunque da sta brutta faccenda delle materie prime se ne esce solo colpendo i consumi non agevolandoli

i consumi di chi? noi occidentali se riduciamo i consumi non moriamo di fame...al massimo stringiamo la cinghia dei pantaloni...ma siamo solo una % della domanda mondiale...tutto il resto del mondo e soprattutto il 3° mondo che consumi dovrebbe tagliare scusa?

:mmmm:
 
se è vero è buono... Eni potrebbe semplicmente raddoppiare il valore dei punti. Già adesso i punti possono essere trasformati in carburante...Quindi lo sconto sarebbe ottimo e la promozione pubblicitaria pure. Ma forse mancano di decenti esperti di marketing


figurati..l'olio serve per le purghe :p....

non sono enti di beneficenza...mirano al profitto...punto e basta...inutile girarci intorno: la torta è piccola ed ognuno vuole un pezzetto:
l'opec ci guadagna
i petroliferi idem
i paesi esportatori pure
gli stati importatori vedono aumentare il carico fiscale
le banche d'affari ed hedge ripianano i bilanci
ecccccc

gli unici a rimetterci è il popolo...ma è l'unico...e non è così importante...per loro :wall:
 
sicuramente, se ha sentito in modo così forte tale dovere morale...
ha scheletri nell'armadio e comunque oggi vale 200 mln. di meno!




non dimentichiamoci di quel problemino che hanno coi contatori del gas che, da decenni, ci misurano il 20% in più del nostro consumo effettivo.

la cosetta viene insabbiata con uno sconticino sulle bollette future..forse ;)
 
ma poi si sa che stì soldi finiscono nelle distribuzioni clientelari dei politici amici... una balla come un'altra :
 
i consumi di chi? noi occidentali se riduciamo i consumi non moriamo di fame...al massimo stringiamo la cinghia dei pantaloni...ma siamo solo una % della domanda mondiale...tutto il resto del mondo e soprattutto il 3° mondo che consumi dovrebbe tagliare scusa?

:mmmm:

noi la roba la buttiamo nel cesso

altro che stringere la cinghia

eravamo la casta che faceva quello che voleva

adesso basta

nei paesi poveri privi di petrolio il pieno costa un mese di stipendio

questo è il termine di paragone

per me si finisce li

la tecnologia permette auto da 80 km al litro

e continuano a menarla con tutt'altri argomenti per vendertele.........

e nei centri commerciali l'aria condizionata gira a menetta come se niente fosse...............
 
Indietro