sempre pensato che dichiarazioni del genere portano male

  • Due nuove obbligazioni Societe Generale, in Euro e in Dollaro USA

    Societe Generale porta sul segmento Bond-X (EuroTLX) di Borsa Italiana due obbligazioni, una in EUR e una in USD, a tasso fisso decrescente con durata massima di 15 anni e possibilità di rimborso anticipato annuale a discrezione dell’Emittente.

    Per continuare a leggere visita questo LINK
  • SONDAGGIO: Potrebbe interessarti una sezione "Trading Sportivo"?

    Ciao, ci piacerebbe sapere se potrebbe interessarti l'apetura di una nuova sezione dedicata unicamente al trading sportivo o betting exchange. Il tuo voto è importante perchè ci consente di capire se vale la pena pianificarla o no. Per favore esprimi il tuo voto, o No, nel seguente sondaggio: LINK.
    Puoi chiudere questo avviso premendo la X in alto a destra.

    Staff | FinanzaOnline

Stuntman Mike

b a z i n g a
Registrato
13/5/10
Messaggi
23.456
Punti reazioni
633
così parlò prima di milan lazio, dopodichè 2 partite 2 pareggi .... mi sa che gli 80 punti li vede col binocolo, questo campionato per me si vince a 74/75 :o

Allegri: "Obiettivo 80 punti
Ci mancano 11 vittorie"

Massimiliano Allegri, alla vigilia di Milan-Lazio, accoglie con entusiasmo Legrottaglie e lancia un messaggio alla squadra di Reja: "Siamo in un momento del campionato troppo importante per lasciare punti per strada"

MILANELLO (Varese), 31 gennaio 2011 - Sono tempi duri. Di quelli di massima allerta. Assediato dagli infortuni, dopo il capolavoro di Catania Massimiliano Allegri si ritrova a ricucire gli strappi e mettere una toppa ai buchi. E la società è pronta a rimediare, trovando all'occorrenza le soluzioni giuste. Come Nicola Legrottaglie, ultimo botto del mercato rossonero, già a Milanello per l'allenamento. Allegri lo accoglie con entusiasmo e annuncia nella conferenza stampa, alla vigilia di Milan-Lazio, che l'ex juventino sarà probabilmnete tra i convocati: "Un giocatore di esperienza come lui ci fa comodo, l'ultimo tassello di un mercato da 9" sostiene l'allenatore rossonero, che non vuol sapere di fare paragoni con quello dell'Inter: "Non mi interessa, il nostro è praticamente perfetto" è la sentenza.

Ma il tecnico, bisogna dargliene atto, non ha mai perso fiducia e grinta. Anzi: questo Milan gli piace da morire. Gli piacciono soprattutto gli outisider, quelli che nei momenti più cupi non si tirano indietro e mostrano tutta la loro disponibilità, anche se nel loro curriculum vitae ci sono trofei come la Champions Legue e l'Intercontinentale: "Sono soddisfatto - dice - perché sono sempre pronti al sacrificio, vedi Jankulovski, Yepes e Oddo che hanno fatto bene appena chiamati in causa".

80 punti — E martedì sera a San Siro sarà ancora la panchina a fare la differenza, contro una Lazio che ruggisce e che "ha ritrovato lo spirito giusto": parola di Edy Reja. "Ci vorrà molta testa, molto spirito di sacrificio. La gara di Catania, quella contro la Lazio e quella contro il Genoa sono un trittico fondamentale per noi. La Lazio sta facendo ottime cose, ha ottimi giocatori; dovremo disputare una partita sveglia: loro hanno l'abitudine di addormentare un po' il gioco. Dovremo stare attenti perché siamo un in momento del campionato troppo importante per lasciare punti per strada" spiega Allegri. Sì, perché l'ossessione è quella di fare 80 punti, e "per farli bisogna vincere 11 partite. Tutti gli altri, per fare meglio, ne devono vincere 13 su 16". Guai a chiamarla tabella; per Allegri, semmai, trattasi di "evidenza aritmetica". In altissimo mare la formazione: Allegri scioglierà tutti i dubbi solo dopo l'allenamento pomeridiano. Le certezze? Sempre le stesse: "Sicuramente ci sarà Ibrahimovic, Robinho anche, mentre Thiago Silva potrebbe avanzare a centrocampo. L'unico dubbio è tra Cassano e Pato".
 
Ultima modifica:
parole..parole...parole...soltanto parole....:D
 
per voi riuscirà a fare 31 punti su 42 a disposizione :confused: ..... per me no :o
 
così parlò prima di milan lazio, dopodichè 2 partite 2 pareggi .... mi sa che gli 80 punti li vede col binocolo, questo campionato per me si vince a 74/75 :o

Allegri: "Obiettivo 80 punti
Ci mancano 11 vittorie"

Massimiliano Allegri, alla vigilia di Milan-Lazio, accoglie con entusiasmo Legrottaglie e lancia un messaggio alla squadra di Reja: "Siamo in un momento del campionato troppo importante per lasciare punti per strada"

MILANELLO (Varese), 31 gennaio 2011 - Sono tempi duri. Di quelli di massima allerta. Assediato dagli infortuni, dopo il capolavoro di Catania Massimiliano Allegri si ritrova a ricucire gli strappi e mettere una toppa ai buchi. E la società è pronta a rimediare, trovando all'occorrenza le soluzioni giuste. Come Nicola Legrottaglie, ultimo botto del mercato rossonero, già a Milanello per l'allenamento. Allegri lo accoglie con entusiasmo e annuncia nella conferenza stampa, alla vigilia di Milan-Lazio, che l'ex juventino sarà probabilmnete tra i convocati: "Un giocatore di esperienza come lui ci fa comodo, l'ultimo tassello di un mercato da 9" sostiene l'allenatore rossonero, che non vuol sapere di fare paragoni con quello dell'Inter: "Non mi interessa, il nostro è praticamente perfetto" è la sentenza.

Ma il tecnico, bisogna dargliene atto, non ha mai perso fiducia e grinta. Anzi: questo Milan gli piace da morire. Gli piacciono soprattutto gli outisider, quelli che nei momenti più cupi non si tirano indietro e mostrano tutta la loro disponibilità, anche se nel loro curriculum vitae ci sono trofei come la Champions Legue e l'Intercontinentale: "Sono soddisfatto - dice - perché sono sempre pronti al sacrificio, vedi Jankulovski, Yepes e Oddo che hanno fatto bene appena chiamati in causa".

80 punti — E martedì sera a San Siro sarà ancora la panchina a fare la differenza, contro una Lazio che ruggisce e che "ha ritrovato lo spirito giusto": parola di Edy Reja. "Ci vorrà molta testa, molto spirito di sacrificio. La gara di Catania, quella contro la Lazio e quella contro il Genoa sono un trittico fondamentale per noi. La Lazio sta facendo ottime cose, ha ottimi giocatori; dovremo disputare una partita sveglia: loro hanno l'abitudine di addormentare un po' il gioco. Dovremo stare attenti perché siamo un in momento del campionato troppo importante per lasciare punti per strada" spiega Allegri. Sì, perché l'ossessione è quella di fare 80 punti, e "per farli bisogna vincere 11 partite. Tutti gli altri, per fare meglio, ne devono vincere 13 su 16". Guai a chiamarla tabella; per Allegri, semmai, trattasi di "evidenza aritmetica". In altissimo mare la formazione: Allegri scioglierà tutti i dubbi solo dopo l'allenamento pomeridiano. Le certezze? Sempre le stesse: "Sicuramente ci sarà Ibrahimovic, Robinho anche, mentre Thiago Silva potrebbe avanzare a centrocampo. L'unico dubbio è tra Cassano e Pato".
Io invece sempre pensato che Cassano porta sfiga!!!!!:o:o:o:o:o
e tra l'altro in qualsiasi campo va a gicare viene puntualmente fischiato.....:D:D:D:D
 
mica facile....se non ne approfittano adesso con le partite più agevoli....:mmmm::mmmm:

già, prendendo solo napoli e derby in casa + 3 trasferte come quelle contro juve, palermo e roma e accreditandoli di 5 pareggi (non mi pare di essere stato tanto x difetto) sono già 10 punti in meno e si scende da 42 a 32 ........... poi le altre con le piccole che si deveno salvare e con il doppio impegno delle coppe ........
 
Io invece sempre pensato che Cassano porta sfiga!!!!!:o:o:o:o:o
e tra l'altro in qualsiasi campo va a gicare viene puntualmente fischiato.....:D:D:D:D



Beh un c azzone del genere non è che possa aspettarsi tappeti rossi e mazzi di fiori dai tifosi avversari, eh :p
 
Beh un c azzone del genere non è che possa aspettarsi tappeti rossi e mazzi di fiori dai tifosi avversari, eh :p
stesso trattamento di Balotelli.....:o:o:o:o
per me se ne devono stare tutti e due all'estero....:yes::yes:
i cervelli Italiani è giusto che emigrino.......:o:o:o:o:o:o
 
Indietro