Settore oil e materie prime in generale

  • Ecco la 69° Edizione del settimanale "Le opportunità di Borsa" dedicato ai consulenti finanziari ed esperti di borsa.

    Settimana difficile per i principali indici europei e americani, solo il Nasdaq resiste alle vendite grazie ai conti di Nvidia. Il leader dei chip per l’intelligenza artificiale ha riportato utili e prospettive superiori alle attese degli analisti, annunciando anche un frazionamento azionario (10 a 1). Gli investitori però valutano anche i toni restrittivi dei funzionari della Fed che hanno ribadito la visione secondo cui saranno necessari più dati che confermino la discesa dell’inflazione per convincere il Fomc a tagliare i tassi. Anche la crescita degli indici Pmi, che dipingono un’economia resiliente con persistenti pressioni al rialzo sui prezzi, rafforzano l’idea di tassi elevati ancora a lungo. Per continuare a leggere visita il link

  • Due nuove obbligazioni Societe Generale, in Euro e in Dollaro USA

    Societe Generale porta sul segmento Bond-X (EuroTLX) di Borsa Italiana due obbligazioni, una in EUR e una in USD, a tasso fisso decrescente con durata massima di 15 anni e possibilità di rimborso anticipato annuale a discrezione dell’Emittente.

    Per continuare a leggere visita questo LINK
Riprendo questo thread perché è un settore che mi ha sempre affascinato.

Recentemente ho letto un articolo di morningstar.com che parlando di Exxon ne indicava il moat esteso rispetto a Shell e Total.

La domanda mi viene spontanea: ma esiste un moat nel settore oil?
 
il low-cost producer, anche se non come in altre industrie
 
Scott Sheffield chi era costui?
https://archive.ph/6XMEE

sulla transazione tutta in azioni di XOM:
https://archive.ph/JZmEZ


xom.jpg
 
Indietro