SIRTI: " Risorta, cammina, correrà " - tomo-3

pedrito

Nuovo Utente
Registrato
20/4/03
Messaggi
19.696
Punti reazioni
840
- * * * = SIRTI SPA =
=================

- Opera in settori di prospettive certamente positive

- Amministratori Capaci, Competenti, Carismatici, 'CCC'

- Azionariato di riferimento di sicura garanzia





. . . - Scaduto il tomo-2. il thread continua
con il presente tomo-3 (e coi migliori auspici).

. . . - Grazie, auguri e salutissimi a tutti. pedrito.
 
Grazie Pedrito per aver accolto la mia richiesta subito.
Riporto qui quanto scritto nell'altro thread, ovvero la mia domanda, per tutti.

Ho una domanda da porre a chi se ne intende più di me (e ci vuol poco) di fondamentali,dati economico finanziari e così via:

-nella assemblea Straordinaria del 19 Dicembre 2005 si scriveva, riguardo al "mega-dividendo", della distribuzione di riserve disponibili per un importo che sarà
individuato nel range compreso tra un minimo di € 155,7 milioni (€ 0,70 per
azione) ed un massimo di € 233,7 milioni (€ 1,05 per azione).

-Nel bilancio 2005 diramato oggi si fa presente che le disponibilità nette del Gruppo si attestano a € 51 milioni.

Se e sottolineo SE (perchè davvero di finanza capisco meno di zero) le disponibilità nette sono quellle da cui attingere anche per la distribuzione del Mega-dividendo, come si farà con 51 milioni a poterne distribuire tra 155 e 233? :confused:

Probabilmente è una domanda stupida per molti, ma vorrei cominciare a capirci qualcosa anch'io.......

Grazie per le eventuali risposte. :bow:
 
tepuzzo ha scritto:
Grazie Pedrito per aver accolto la mia richiesta subito.
Riporto qui quanto scritto nell'altro thread, ovvero la mia domanda, per tutti.

Ho una domanda da porre a chi se ne intende più di me (e ci vuol poco) di fondamentali,dati economico finanziari e così via:

-nella assemblea Straordinaria del 19 Dicembre 2005 si scriveva, riguardo al "mega-dividendo", della distribuzione di riserve disponibili per un importo che sarà
individuato nel range compreso tra un minimo di € 155,7 milioni (€ 0,70 per
azione) ed un massimo di € 233,7 milioni (€ 1,05 per azione).

-Nel bilancio 2005 diramato oggi si fa presente che le disponibilità nette del Gruppo si attestano a € 51 milioni.

Se e sottolineo SE (perchè davvero di finanza capisco meno di zero) le disponibilità nette sono quellle da cui attingere anche per la distribuzione del Mega-dividendo, come si farà con 51 milioni a poterne distribuire tra 155 e 233? :confused:

Probabilmente è una domanda stupida per molti, ma vorrei cominciare a capirci qualcosa anch'io.......

Grazie per le eventuali risposte. :bow:

ci provo io.mi pare i sodi li prenderà dall ADC destinato alla fusione con ST........
 
Il tutto dovrebbe nascere post-fusione con ST...

Si vede che gli altri 100 e passa milioni li ha ST!!!
 
ciccio68 ha scritto:
ci provo io.mi pare i sodi li prenderà dall ADC destinato alla fusione con ST........


Ok. L'avevo pensato anch'io, ma sempre con l'espressione del tonto, domando:
Ma che senso ha chiedere ai soci 10, per poi ridragli indietro 6? Chiedi 4 e festa finita....... (probabilmente scrivo delle idiozie, chiedo scusa....... :bow: )
 
tepuzzo ha scritto:
Grazie Pedrito per aver accolto la mia richiesta subito.
Riporto qui quanto scritto nell'altro thread, ovvero la mia domanda, per tutti.

Ho una domanda da porre a chi se ne intende più di me (e ci vuol poco) di fondamentali,dati economico finanziari e così via:

-nella assemblea Straordinaria del 19 Dicembre 2005 si scriveva, riguardo al "mega-dividendo", della distribuzione di riserve disponibili per un importo che sarà
individuato nel range compreso tra un minimo di € 155,7 milioni (€ 0,70 per
azione) ed un massimo di € 233,7 milioni (€ 1,05 per azione).

-Nel bilancio 2005 diramato oggi si fa presente che le disponibilità nette del Gruppo si attestano a € 51 milioni.

Se e sottolineo SE (perchè davvero di finanza capisco meno di zero) le disponibilità nette sono quellle da cui attingere anche per la distribuzione del Mega-dividendo, come si farà con 51 milioni a poterne distribuire tra 155 e 233? :confused:

Probabilmente è una domanda stupida per molti, ma vorrei cominciare a capirci qualcosa anch'io.......

Grazie per le eventuali risposte. :bow:


per offrire il maxi-dividendo non si fa riferimento a riserve ordinarie ma a quelle straordinarie che non sono 51, poichè sono ordinarie quelle
 
Luxro ha scritto:
Il tutto dovrebbe nascere post-fusione con ST...

Si vede che gli altri 100 e passa milioni li ha ST!!!


E' vero LUXRO, a questo non avevo pensato........vedo ora che SIRTI Capogruppo ha disponibilità per 86 milioni.......ancora però non bastano....... :confused:

Grazie della risposta. :)
 
euro-star ha scritto:
per offrire il maxi-dividendo non si fa riferimento a riserve ordinarie ma a quelle straordinarie che non sono 51, poichè sono ordinarie quelle

Anche questa è una cosa che mi era venuta in mente.......ma allora.....
io non so dove guardare quelle straordinarie..... :confused:
 
tepuzzo ha scritto:
-nella assemblea Straordinaria del 19 Dicembre 2005 si scriveva, riguardo al "mega-dividendo", della distribuzione di riserve disponibili per un importo che sarà
individuato nel range compreso tra un minimo di € 155,7 milioni (€ 0,70 per
azione) ed un massimo di € 233,7 milioni (€ 1,05 per azione).

-Nel bilancio 2005 diramato oggi si fa presente che le disponibilità nette del Gruppo si attestano a € 51 milioni.

Se e sottolineo SE (perchè davvero di finanza capisco meno di zero) le disponibilità nette sono quellle da cui attingere anche per la distribuzione del Mega-dividendo, come si farà con 51 milioni a poterne distribuire tra 155 e 233? :confused:

Probabilmente è una domanda stupida per molti, ma vorrei cominciare a capirci qualcosa anch'io.......

Grazie per le eventuali risposte. :bow:

Non sono un esperto di tali dinamiche complesse nemmeno io.

Però direi che non bisogna confondere le DISPONIBILITA' (che attengono alla situazione finanziaria), con le poste economiche di bilancio che vengono usualmente utilizzate per la distribuzione di dividendi agli azionisti: riserve e utile (patrimonio netto nelle passività dello stato patrimoniale).

Ergo: quei 51 mln che leggi attengono ai soldi, in parole povere, che hanno in cassa/banca e alle variazioni intervenute sul saldo dei crediti e dei debiti.

Non dimentichiamo poi che, se il dividendo straordinario (la cui erogazione non è di certo messa in dubbio in alcun modo) venisse fissato nella parte alta della forchetta indicata tempo addietro dal management (1 euro o poco +), probabilmente si dovrebbe ricorrere in parte all'indebitamento nei confronti delle banche.
Non è una novità nemmeno questa.
E se non vi piace la parola "indebitamento" potete sostituirla con "utilizzo della leva finanziaria"...
;)
 
tepuzzo ha scritto:
Ok. L'avevo pensato anch'io, ma sempre con l'espressione del tonto, domando:
Ma che senso ha chiedere ai soci 10, per poi ridragli indietro 6? Chiedi 4 e festa finita....... (probabilmente scrivo delle idiozie, chiedo scusa....... :bow: )


La stessa manovra l'ha fatta Fastweb recentemente (ma i motivi lì erano principalmente la necessità di remunerare Scaglia....).
 
ricpast ha scritto:
Non sono un esperto di tali dinamiche complesse nemmeno io.

Però direi che non bisogna confondere le DISPONIBILITA' (che attengono alla situazione finanziaria), con le poste economiche di bilancio che vengono usualmente utilizzate per la distribuzione di dividendi agli azionisti: riserve e utile (patrimonio netto nelle passività dello stato patrimoniale).

Ergo: quei 51 mln che leggi attengono ai soldi, in parole povere, che hanno in cassa/banca e alle variazioni intervenute sul saldo dei crediti e dei debiti.

Non dimentichiamo poi che, se il dividendo straordinario (la cui erogazione non è di certo messa in dubbio in alcun modo) venisse fissato nella parte alta della forchetta indicata tempo addietro dal management (1 euro o poco +), probabilmente si dovrebbe ricorrere in parte all'indebitamento nei confronti delle banche.
Non è una novità nemmeno questa.
E se non vi piace la parola "indebitamento" potete sostituirla con "utilizzo della leva finanziaria"...
;)


Intanto grazie anche a te. :)

Ma se a Dicembre hanno scritto....

Le disponibilità finanziarie nette di gruppo ammontano ad € 51 milioni rispetto a € 77 milioni al 31 dicembre 2004 dopo gli esborsi di 44,5 milioni per dividendi (quello da 0,2€ n.d.r)

.....alllora lì hanno messo a confronto Disponibilità con le riserve. Da una hanno detratto l'altra. Perchè allora non fare il ragionamento che ho fatto io all'inizio? :wall: :wall: :confused:
 
ricpast ha scritto:
E se non vi piace la parola "indebitamento" potete sostituirla con "utilizzo della leva finanziaria"... ;)

:yes: :yes: così è mooolto più cool :D :D
 
riporto...azzzz che fatica ricopiar tutto..se puo essere utile a voi menti pensanti quanto detto da Lui......el Presidente :)

li Chiarva novembre 2005:
priorità aziendale:riequilibrare e rendee piu efficente la struttura finanziaria del gruppo,al 30-09-05 disponibilità netta superiore ai 95 milioni.l'accorciamento della catena di controllo servirà a riportare in equilibrio una struttura patrimoniale al momento priva di leva.Dopo la fusione e la distribuzione del divedendosirti dovrebbe avere una posizione netta debitoria per 110-190 milioni.il pagamento del cedolone avverrà in due trance,il 27-12-05 0,20 cent x azione con esborso di 44,3 milioni e verà effettuato mediante l'utilizzo della maggior parte delle riserve.Ma il gruppo punta ad avere una struttura finanziaria piu efficente con un indebitamento che raggiunga di tre volte l'ebitda del 2005.di qui la decisione di distribuire ulteriori riserve per un importo compreso tra 155-233 milioni....0,7-1,05 euro per azione.il pagamento dovrebbe avvenire a giugno dopo l'accorciamento della catena di controllo.
Nel 2°trimestre 2006 la società si fondera con controllante sistemi tecnologici spache possiede il 69,76 del capitale.Di conseguenza la partecipazioen sarà detenuta direttamente da sistemi tecnologici holding(che ha il100% di sistemi tecnologici spa),che fa capo al 57% ai fondi Investindustrial(famiglia bonomi) e clessidra(claudio sposito),al 40% a stella jones(famiglia chiarva) ee techint(gianfelice rocca) e al restante 3%al fondo giiada dei benetton.L'accorciamento della catena libererà risorse e permetterà alla holding di ripagare il debito ontratto un anno e mezzo fa per acquistare sirti(operazione avvenuta con l'uso della leva).l'articolo di b&f prosegue con le partecipazioni in retelit e impregilo.....delle probabili commesse in medio oriente nel mediterraneo nei settori tlc e security....e vari dossier di probabili acquisizioni....

saluti
g
 
poi mi pare che mercoledi' sera, dopo la salita di oltre il 5% sia uscito un comunicato in cui si diceva che nel cda di oggi non era previsto di parlare del dividendo straordinario. Ed infatti e' stato cosi'. questo non vuol dire che non lo diano.
 
infatti ci dovrebbe essere a breve un altro cda per parlare del super dividendo
 
allora dico, potra' anche scendere, ma io dopo aver letto i dati e con un probabile super dividendo in arrivo non ne vedo il motivo. Poi si sa, in borsa puo' accadere di tutto. Un saluto a tutti
 
Con Sirti può succedere di tutto.
Il titolo è sottile e la stragrande maggioranza delle azioni è ben ferma.
Basterebbe che un po' di risparmiatori delusi dalla mancanza di notizie sul maxidividendo decidessero insieme di disfarsi di Sirti e si potrebbe scendere più di qualche punto percentuale.
Con questi dati invece sarebbe da comprare (e peccato che se scende potrei prenderne poche poche).
Insomma secondo me da qui al prossimo CdA dovrebbe superare i massimi di marzo, ma domani non mi stupirei più di tanto di un 5 o 6 percento, né in sopra né in sotto.
 
tepuzzo ha scritto:
Intanto grazie anche a te. :)

Ma se a Dicembre hanno scritto....

Le disponibilità finanziarie nette di gruppo ammontano ad € 51 milioni rispetto a € 77 milioni al 31 dicembre 2004 dopo gli esborsi di 44,5 milioni per dividendi (quello da 0,2€ n.d.r)

.....alllora lì hanno messo a confronto Disponibilità con le riserve. Da una hanno detratto l'altra. Perchè allora non fare il ragionamento che ho fatto io all'inizio? :wall: :wall: :confused:


già...
bisognerebbe vedere qualche tabella del bilancio riclassificato...
;)
 
RIASSUNTO Previsionale - piano industriale

Euro milioni .............. 2006...07....08....09....10...11...12... 13
Valore della produzione 677 710 747 765 784 804 824 845
EBITDA................. ... 71.7 75 77.1 78.9 80.8 82.7 84.7 86.7
Indebitamento Finanziario Netto (Riferita all’ipotesi di distribuzione del dividendo pari al valore superiore del range indicato ovvero 0,20+1,05)
...............................178...154 ...127...99..70...39....6...(30 )

Azz. ma siete un po' duri! :D

Andranno in leva ovvero si indebitano!
In grassetto l'evoluzione dell'indebitamento previsto in caso di distribuzione di euro 1,05

Ciao a tutti
 
Stormgren ha scritto:
Con Sirti può succedere di tutto.
Il titolo è sottile e la stragrande maggioranza delle azioni è ben ferma.
Basterebbe che un po' di risparmiatori delusi dalla mancanza di notizie sul maxidividendo decidessero insieme di disfarsi di Sirti e si potrebbe scendere più di qualche punto percentuale.
Con questi dati invece sarebbe da comprare (e peccato che se scende potrei prenderne poche poche).
Insomma secondo me da qui al prossimo CdA dovrebbe superare i massimi di marzo, ma domani non mi stupirei più di tanto di un 5 o 6 percento, né in sopra né in sotto.
Quello che volevo dire io.
 
Indietro