Soluzione per il debito pubblico mia idea

Alessio93

Nuovo Utente
Registrato
12/3/13
Messaggi
54
Punti reazioni
0
Salve potreste verificare la mia soluzione per il debito pubblico. in sintesi

si fonda una banca pubblica con un capitale di 60 miliardi. con questi soldi la banca pubblica, tenendo conto di una riserva del 10%, potrà erogare un prestito abbastanza grande da ricomprare il debito pubblico italiano e pagare gli interessi maturati in un unica volta. in questo modo lo stato potrebbe risparmiare i soldi sugli interessi pari a 85 miliardi di euro annui. è fattibile come cosa?

il capitale si trova vendendo degli edifici pubblici ecc

GrazieOK!OK!OK!:confused:
 
E' un po' contorto come concetto.

Se ho capito bene si chiama socialismo e no, non funziona.
 
E' un po' contorto come concetto.

Se ho capito bene si chiama socialismo e no, non funziona.

è esagerato definire socialismo questo progetto

è basato tutto sulla capacità di prestito delle banche con x capitale

non mi sembra impossibile come cosa :D
 
Salve potreste verificare la mia soluzione per il debito pubblico. in sintesi

si fonda una banca pubblica con un capitale di 60 miliardi. con questi soldi la banca pubblica, tenendo conto di una riserva del 10%, potrà erogare un prestito abbastanza grande da ricomprare il debito pubblico italiano e pagare gli interessi maturati in un unica volta. in questo modo lo stato potrebbe risparmiare i soldi sugli interessi pari a 85 miliardi di euro annui. è fattibile come cosa?

il capitale si trova vendendo degli edifici pubblici ecc

GrazieOK!OK!OK!:confused:

Immaginando una leva di 10, la banca dovrebbe avere un capitale di 200 miliardi per ricomprarsi i 2.000 miliardi di debito pubblico italiano. Comunque 200 miliardi di capitale si potrebbero anche racimolare. Il problema è un altro: per raccogliere gli altri 1.8000 miliardi la banca dovrebbe emettere obbligazioni, i cui sottoscrittori, sapendo in cosa investirà la banca, richiederebbero un rendimento superiore ai titoli di Stato. Il debito verrebbe trasferito ad un altro ente (comunque pubblico), ma il costo aumenterebbe. Insomma, non sarebbe un grande affare.

In ogni caso il sistema attuale è piuttosto simile: sono le banche italiane a sottoscrivere una gran parte del debito pubblico, ed è proprio per colpa della scarsa qualità dei BTP (oltre che dei finanziamenti concessi a imprese e famiglie italiane che sono in crisi come lo Stato) che le nostre banche pagano molto cara la raccolta.
 
Salve potreste verificare la mia soluzione per il debito pubblico. in sintesi

si fonda una banca pubblica con un capitale di 60 miliardi.


è una ardita o mezza fantasia.
il grosso problema deriva dal fatto che è diventato debito estero.
E l' acquisto dei titoli deve cmq essere finanziato, i venditori devono essere liquidati.

può rientrare nei tentativi per contenere la deriva, tra cui il prestito forzoso ecc.
ma allo stato attuale le chances sono basse.
 
Salve potreste verificare la mia soluzione per il debito pubblico. in sintesi

si fonda una banca pubblica con un capitale di 60 miliardi. con questi soldi la banca pubblica, tenendo conto di una riserva del 10%, potrà erogare un prestito abbastanza grande da ricomprare il debito pubblico italiano e pagare gli interessi maturati in un unica volta. in questo modo lo stato potrebbe risparmiare i soldi sugli interessi pari a 85 miliardi di euro annui. è fattibile come cosa?

il capitale si trova vendendo degli edifici pubblici ecc

GrazieOK!OK!OK!:confused:

il problema è che i cosiddetti gioielli da vendere non sono proprio tali tranne qualche rara eccezione...
 
Salve potreste verificare la mia soluzione per il debito pubblico. in sintesi

si fonda una banca pubblica con un capitale di 60 miliardi. con questi soldi la banca pubblica, tenendo conto di una riserva del 10%, potrà erogare un prestito abbastanza grande da ricomprare il debito pubblico italiano e pagare gli interessi maturati in un unica volta. in questo modo lo stato potrebbe risparmiare i soldi sugli interessi pari a 85 miliardi di euro annui. è fattibile come cosa?

il capitale si trova vendendo degli edifici pubblici ecc

GrazieOK!OK!OK!:confused:

Non capisco con 60 miliardi come faccia a comprare 2000 mld (+ interessi da scontare).
Il moltiplicatore non significa moltiplicare letteralmente i soldi come Gesù col pesce e il pane...
 
Dico che questi 50 miliardi attraverso il sistema della riserva frazionaria possono diventare 2250 il calcolo è questo ( tolto il 10% di 50)=45 45*50=2250 circa ( capacità di prestito della banca) non funziona così?!

Riserva frazionaria - Wikipedia

però per farli diventare 2250 bisognerà farli passare da 50 banche che allora volta ognuna farà un prestito x miliardi

è sempre infattibile?
 
Ultima modifica:
Immaginando una leva di 10, la banca dovrebbe avere un capitale di 200 miliardi per ricomprarsi i 2.000 miliardi di debito pubblico italiano. Comunque 200 miliardi di capitale si potrebbero anche racimolare. Il problema è un altro: per raccogliere gli altri 1.8000 miliardi la banca dovrebbe emettere obbligazioni, i cui sottoscrittori, sapendo in cosa investirà la banca, richiederebbero un rendimento superiore ai titoli di Stato. Il debito verrebbe trasferito ad un altro ente (comunque pubblico), ma il costo aumenterebbe. Insomma, non sarebbe un grande affare.

In ogni caso il sistema attuale è piuttosto simile: sono le banche italiane a sottoscrivere una gran parte del debito pubblico, ed è proprio per colpa della scarsa qualità dei BTP (oltre che dei finanziamenti concessi a imprese e famiglie italiane che sono in crisi come lo Stato) che le nostre banche pagano molto cara la raccolta.


Esempio xxx nazione ha sottoscritto un valore di 50 miliardi di titoli di stato con un rendimento del 5% annuo. non è comunque vincolato a ricevere gli interessi del 5% ogni anno? se io lo liquido gli darò un 5% dopo un anno. se gli liquido gli interessi dopo 6 mesi gli do il 2,5%. non è che possa chiedere il rendimento che gli pare altrimenti gli si si dice o questo o pure ti dichiaro default sulla tua somma che mi hai prestato.
 
Immaginando una leva di 10, la banca dovrebbe avere un capitale di 200 miliardi per ricomprarsi i 2.000 miliardi di debito pubblico italiano. Comunque 200 miliardi di capitale si potrebbero anche racimolare. Il problema è un altro: per raccogliere gli altri 1.8000 miliardi la banca dovrebbe emettere obbligazioni, i cui sottoscrittori, sapendo in cosa investirà la banca, richiederebbero un rendimento superiore ai titoli di Stato. Il debito verrebbe trasferito ad un altro ente (comunque pubblico), ma il costo aumenterebbe. Insomma, non sarebbe un grande affare.

In ogni caso il sistema attuale è piuttosto simile: sono le banche italiane a sottoscrivere una gran parte del debito pubblico, ed è proprio per colpa della scarsa qualità dei BTP (oltre che dei finanziamenti concessi a imprese e famiglie italiane che sono in crisi come lo Stato) che le nostre banche pagano molto cara la raccolta.

poi non mi è chiaro la questione della leva. se fosse come dice te allora si potrebbe usare la leva 1:800 non ci sono limiti alle leve finanziarie ( se non erro si voleva introdurre un tetto massimo ma poi non è stato fato)
 
scusami ma la tua idea ha solo una semplice falla, come ti hanno fatto già notare!
per aumentare il denaro circolante tramite la "leva", la banca dovrà emettere obbligazioni!
capirai bene che chi acquista obbligazioni, poi dovrà essere saldato!!
potrebbe forse raccimolare i soldi emettendo prestiti! ma siamo da punto a capo, perchè a quel punto dovrebbe comunque reperire molto denaro! emettendo appunto obbligazioni o chiedendo prestiti alla BCE!
 
Salve potreste verificare la mia soluzione per il debito pubblico. in sintesi

si fonda una banca pubblica con un capitale di 60 miliardi. con questi soldi la banca pubblica, tenendo conto di una riserva del 10%, potrà erogare un prestito abbastanza grande da ricomprare il debito pubblico italiano e pagare gli interessi maturati in un unica volta. in questo modo lo stato potrebbe risparmiare i soldi sugli interessi pari a 85 miliardi di euro annui. è fattibile come cosa?

il capitale si trova vendendo degli edifici pubblici ecc

GrazieOK!OK!OK!:confused:


L'emissione di denaro per l'acquisto di TDS da parte di un soggetto controllato dallo Stato non è più possibile dal 1981. In ogni caso gli altri membri dell'Eurosistema non te lo permetterebbero mai, significherebbe esautorare il ruolo e le funzioni della BCE.
 
L'emissione di denaro per l'acquisto di TDS da parte di un soggetto controllato dallo Stato non è più possibile dal 1981. In ogni caso gli altri membri dell'Eurosistema non te lo permetterebbero mai, significherebbe esautorare il ruolo e le funzioni della BCE.

ma da dove arriverebbero i soldi per farlo?

Non dallo stato perchè se li avesse non emetterebbe quel debito che poi si ricomprerebbe...
 
se gli diciamo che l'alternativa è il fallimento vedrai come ce lo fanno fare :D comunque bisogna dare pieni poteri alla BCE altrimenti non ci sono altri motivi da andare avanti così si va verso la bancarotta
 
se gli diciamo che l'alternativa è il fallimento vedrai come ce lo fanno fare :D comunque bisogna dare pieni poteri alla BCE altrimenti non ci sono altri motivi da andare avanti così si va verso la bancarotta

bisogna tagliare spese e tasse, quella è l'alternativa altrimenti anche la bce deve comprare sempre più bot, perchè l'Italia così impostata produce solo debito
 
arrivano dallo stato o dalla BCE ma con tassi di favore. dipende dal sistema non mi è chiaro il funzionamento delle leve. certo che se una banca statale usasse una leva 1:800 farei poi presto a ricomprare debito pubblico me ne basterebbero 4!
 
arrivano dallo stato o dalla BCE ma con tassi di favore. dipende dal sistema non mi è chiaro il funzionamento delle leve. certo che se una banca statale usasse una leva 1:800 farei poi presto a ricomprare debito pubblico me ne basterebbero 4!

te la pongo in maniera diversa:
escludiamo il sistema di raccimolare soldi con le obbligazioni come già detto prima! mettiamo che la banca creata come dici te, possa avere denaro dalla BCE allo 0,0000000000000000001%, a questo punto che fà?! chiede un prestito da 3.000 miliardi e addio tutti i nostri problemi!
tranne uno: L'INFLAZIONE!!!!!
 
arrivano dallo stato o dalla BCE ma con tassi di favore. dipende dal sistema non mi è chiaro il funzionamento delle leve. certo che se una banca statale usasse una leva 1:800 farei poi presto a ricomprare debito pubblico me ne basterebbero 4!

ma se lo stato li avesse non emetterebbe quel debito ma ne emetterebbe meno

Il problema della leva è che anche le variazioni del sottostante si amplificano di 800 volte, quindi quei 60 miliardi di capitale spariscono in un nanosecondo (continuando a ragionare per assurdo)
 
quindi non esistono alternative?! bisogna per forza tagliare e destinare le risorse dei tagli per eliminare il debito e portare il deficit a zero in modo da non produrre deficit?

un po dolorosa come situazione
 
quindi non esistono alternative?! bisogna per forza tagliare e destinare le risorse dei tagli per eliminare il debito e portare il deficit a zero in modo da non produrre deficit?

un po dolorosa come situazione

dolorosa quanto insostenibile il tenore di vita precedente

putroppo c'erano tante cose che potevano essere fatte per conservere anche un buon tenore di vita senza fare troppi sacrifici negli scorsi decenni ma non si è fatto nulla...

Prima o poi il conto arriva per tutti.
 
Ultima modifica:
Indietro