Son già rimasti in 76

renetrader

ADOTTA UN TRICERATOPO
Registrato
16/2/00
Messaggi
73.825
Punti reazioni
3.105
30 mar 2006

Assosim: 78 associati a fine 2005, coprono il 77% degli scambi in Borsa

Radiocor - Milano, 30 mar - Alla fine del 2005 erano 78 gli intermediari associati ad Assosim (Associazione italiana intermediari mobiliari), di cui 36 banche, 27 Sim e 15 branches di intermediari esteri. E' il bilancio tracciato dall'Assemblea annuale degli associati per l'esercizio 2005, svoltasi oggi a Milano, dal quale emerge che i soci Assosim intermediano circa il 77% dei titoli azionari negoziati presso la Borsa Italiana. Nel 2005 non ci sono state cessazioni di associati, mentre due nuove societa' hanno aderito ad Assosim. Il presidente, Michele Calzolari, ha sottolineato che il 2005 e' stato caratterizzato da una intensa produzione legislativa che ha avviato un processo di rinnovamento che si concludera', probabilmente nel 2008 e che mutera' sostanzialmente l'aspetto delle piazze finanziarie europee, impegnando l'industria finanziaria a fronteggiare una mole di normativa che sta mettendo a dura prova le strutture e i conti economici degli associati.


Se qualcun altro si vuol ritirare lo dica subito :angry:

Bye ;)
 
renetrader ha scritto:
30 mar 2006

Assosim: 78 associati a fine 2005, coprono il 77% degli scambi in Borsa

Radiocor - Milano, 30 mar - Alla fine del 2005 erano 78 gli intermediari associati ad Assosim (Associazione italiana intermediari mobiliari), di cui 36 banche, 27 Sim e 15 branches di intermediari esteri. E' il bilancio tracciato dall'Assemblea annuale degli associati per l'esercizio 2005, svoltasi oggi a Milano, dal quale emerge che i soci Assosim intermediano circa il 77% dei titoli azionari negoziati presso la Borsa Italiana. Nel 2005 non ci sono state cessazioni di associati, mentre due nuove societa' hanno aderito ad Assosim. Il presidente, Michele Calzolari, ha sottolineato che il 2005 e' stato caratterizzato da una intensa produzione legislativa che ha avviato un processo di rinnovamento che si concludera', probabilmente nel 2008 e che mutera' sostanzialmente l'aspetto delle piazze finanziarie europee, impegnando l'industria finanziaria a fronteggiare una mole di normativa che sta mettendo a dura prova le strutture e i conti economici degli associati.


Se qualcun altro si vuol ritirare lo dica subito :angry:

Bye ;)

E' questo "mutamento dell'aspetto delle piazze finanziarie europee" che mi lascia un po' perplesso..... :cool:

Speriamo che non venga fuori un pastrocchio :rolleyes:
 
Indietro