Sondaggio Emg cala il pd di brutto

Balabiott78

Sociologo alcolico
Registrato
24/3/12
Messaggi
59.873
Punti reazioni
2.743
Elezioni/ Sondaggio Emg: Finito effetto primarie Pd, risale Monti

Roma, 10 dic. (TMNews) - Secondo il sondaggio sulle intenzioni di voto alla Camera elaborato da Emg e diffuso questa sera nel corso del TgLa7 diretto da Enrico Mentana, questa settimana il Pd subisce un calo del 2,4% restando al primo posto con 32,2% dei voti, mentre crescono il Movimento 5 Stelle al 17,1% (?,8%), il Pdl al 16,3% (U+,1%), la Lega Nord che raggiungerebbe il 6,4% (?,1%) e La Destra, che otterrebbe il 2,1% (?,1%). L'area di centrodestra costituita da Pdl, Lega e Destra raccoglierebbe quindi complessivamente il 24,8% dei consensi.

Dalle rilevazioni emerge inoltre che l'Udc otterrebbe il 3,9%, la Lista Montezemolo il 2,6%, Fli sarebbe stabile al 2,4% e Fermare il declino allo 0,7%. Insieme a Grande Sud, che avrebbe lo 0,5%, Movimento per l'Autonomia allo 0,6% e Pli, che sarebbe allo 0,6%, l'area di centro otterrebbe un totale di 11,3% di consensi. Quanto al centro sinistra, Sel avrebbe il 5,7%, perdendo lo 0,3% rispetto la scorsa settimana, Psi sarebbe all'1,4% e l'Api allo 0,4%. Comprensiva del Pd, quest'area totalizzerebbe il 39,3% dei consensi, ovvero 14.5 punti in più rispetto al centro destra. Sempre critica la situazione dell'Idv all'1,6%, in lieve flessione la Federazione della sinistra con il 2,2% e la lista Bonino-Pannella con lo 0,7%, mentre Ecologisti Verdi e Reti civiche avrebbero l'1,5%. Cala l'astensione al 31%, con gli indecisi al 10,7% e le schede bianche al 2,5%.

Guadagna il 2% rispetto la scorsa settimana la fiducia in Mario Monti che ritorna al 45%.Per la classifica della premiership, il sondaggio diffuso dal TgLa7 di Mentana indica Matteo Renzi sempre preferito come Premier dal 17% degli italiani, mentre restano stabili Pier Luigi Bersani al 15% e Mario Monti al 14%. Risale invece Silvio Berlusconi che sarebbe scelto dall'8%, seguito da Angelino Alfano, Nichi Vendola e Beppe Grillo che avrebbero a pari merito il 6% ciascuno. Roberto Maroni sarebbe preferito dal 4%, Luca Cordero di Montezemolo dal 3%, mentre Pier Ferdinando Casini dal 2%. Infine Antonio Di Pietro, Gianfranco Fini, Oscar Giannino ed Emma Marcegaglia avrebbero ognuno l'1% dei voti. Il 6% non indica nessuno di questi nomi e il 9% non esprime alcuna preferenza
 
Elezioni/ Sondaggio Emg: Finito effetto primarie Pd, risale Monti

Roma, 10 dic. (TMNews) - Secondo il sondaggio sulle intenzioni di voto alla Camera elaborato da Emg e diffuso questa sera nel corso del TgLa7 diretto da Enrico Mentana, questa settimana il Pd subisce un calo del 2,4% restando al primo posto con 32,2% dei voti, mentre crescono il Movimento 5 Stelle al 17,1% (?,8%), il Pdl al 16,3% (U+,1%), la Lega Nord che raggiungerebbe il 6,4% (?,1%) e La Destra, che otterrebbe il 2,1% (?,1%). L'area di centrodestra costituita da Pdl, Lega e Destra raccoglierebbe quindi complessivamente il 24,8% dei consensi.

Dalle rilevazioni emerge inoltre che l'Udc otterrebbe il 3,9%, la Lista Montezemolo il 2,6%, Fli sarebbe stabile al 2,4% e Fermare il declino allo 0,7%. Insieme a Grande Sud, che avrebbe lo 0,5%, Movimento per l'Autonomia allo 0,6% e Pli, che sarebbe allo 0,6%, l'area di centro otterrebbe un totale di 11,3% di consensi. Quanto al centro sinistra, Sel avrebbe il 5,7%, perdendo lo 0,3% rispetto la scorsa settimana, Psi sarebbe all'1,4% e l'Api allo 0,4%. Comprensiva del Pd, quest'area totalizzerebbe il 39,3% dei consensi, ovvero 14.5 punti in più rispetto al centro destra. Sempre critica la situazione dell'Idv all'1,6%, in lieve flessione la Federazione della sinistra con il 2,2% e la lista Bonino-Pannella con lo 0,7%, mentre Ecologisti Verdi e Reti civiche avrebbero l'1,5%. Cala l'astensione al 31%, con gli indecisi al 10,7% e le schede bianche al 2,5%.

Guadagna il 2% rispetto la scorsa settimana la fiducia in Mario Monti che ritorna al 45%.Per la classifica della premiership, il sondaggio diffuso dal TgLa7 di Mentana indica Matteo Renzi sempre preferito come Premier dal 17% degli italiani, mentre restano stabili Pier Luigi Bersani al 15% e Mario Monti al 14%. Risale invece Silvio Berlusconi che sarebbe scelto dall'8%, seguito da Angelino Alfano, Nichi Vendola e Beppe Grillo che avrebbero a pari merito il 6% ciascuno. Roberto Maroni sarebbe preferito dal 4%, Luca Cordero di Montezemolo dal 3%, mentre Pier Ferdinando Casini dal 2%. Infine Antonio Di Pietro, Gianfranco Fini, Oscar Giannino ed Emma Marcegaglia avrebbero ognuno l'1% dei voti. Il 6% non indica nessuno di questi nomi e il 9% non esprime alcuna preferenza
da questo sondaggio l'italia è ingovernabile.....nessun partito avrebbe i numeri per fare un governo....
 
Ribadisco lo scopo della discesa in campo di Berlusconi
Non vincere; non essendo minimamente possibile; ma non perdere
Impedendo così a Bersani-Vendola di governare e rimettendo così il moderato centrista Monti

Mi sembra lampante e a occhio, non cambiando la legge elettorale reale motivo del perché si è' scelto di far la crisi di governo, e' ciò che succederà

Bersani mi sembra rimasto colto di sorpresa e abbia capito ora: la colpa e' anche sua per non aver cambiato la legge elettorale adducendo i vari cavilli delle preferenze

Ora resta con nulla in mano a mio avviso
 
l'italia è ingovernabile, se l'udc non entra in parlamento...
 
I sondaggi di LA7 a mio avviso sono tra i più attendibili.

A LA7 mi sembrano autonomi dai partiti
 
Ribadisco lo scopo della discesa in campo di Berlusconi
Non vincere; non essendo minimamente possibile; ma non perdere
Impedendo così a Bersani-Vendola di governare e rimettendo così il moderato centrista Monti

Mi sembra lampante e a occhio, non cambiando la legge elettorale reale motivo del perché si è' scelto di far la crisi di governo, e' ciò che succederà

Bersani mi sembra rimasto colto di sorpresa e abbia capito ora: la colpa e' anche sua per non aver cambiato la legge elettorale adducendo i vari cavilli delle preferenze

Ora resta con nulla in mano a mio avviso[/QUOTE
no, secondo me non è cosi
 
cazzzo ve ne frega dei sondaggi tanto l'italia farà la fine della grecia, presto ci saranno tante persone in fila per un pasto...

lo vedete in grecia come sono messi vero'???
 
Ribadisco lo scopo della discesa in campo di Berlusconi
Non vincere; non essendo minimamente possibile; ma non perdere
Impedendo così a Bersani-Vendola di governare e rimettendo così il moderato centrista Monti

Penso anch'io.

Ricordo che sembra basti che al senato i komunistelli non vincano Lombardia e Veneto per non avere la maggioranza.

Ottimo motivo per votare in questo senso turandosi il naso ed anche le orecchie, ora come ora.
 
ma di brutto...di brutto....:yes:
 
Penso anch'io.

Ricordo che sembra basti che al senato i komunistelli non vincano Lombardia e Veneto per non avere la maggioranza.

Ottimo motivo per votare in questo senso turandosi il naso ed anche le orecchie, ora come ora.

Kasparek che vergogna che sei!

Non hai neanche capito che se il prossimo senato fosse ingovernabile grazie ai voti per Pdl e Grillo, il mercato ce la farebbe pagare di brutto.

Stai tranquillo che non si governerà solo con Vendola (che è anche molto più rassicurante di Berlusconi per i mercati), ma anche col centro di Montezemolo e Casini.
 
Kasparek che vergogna che sei!

Non hai neanche capito che se il prossimo senato fosse ingovernabile grazie ai voti per Pdl e Grillo, il mercato ce la farebbe pagare di brutto.

Stai tranquillo che non si governerà solo con Vendola (che è anche molto più rassicurante di Berlusconi per i mercati), ma anche col centro si Montezemolo e Casini.

:clap::clap:
 
Kasparek che vergogna che sei!

Non hai neanche capito che se il prossimo senato fosse ingovernabile grazie ai voti per Pdl e Grillo, il mercato ce la farebbe pagare di brutto.

Stai tranquillo che non si governerà solo con Vendola (che è anche molto più rassicurante di Berlusconi per i mercati), ma anche col centro si Montezemolo e Casini.

No una VERGOGNA sono le politiche economiche proposte dai komunistelli.

Non ho proprio il minimo imbarazzo nel dire che sarei disposto a votare al senato anche gentaglia come Alemanno pur di evitare che prendano il potere "illimitato".

Ben sapendo che nessuna maggioranza equivale a costringere i komunistelli a prendere alleati più moderati che mettano un freno ai loro deliri.
Ben sapendo che ciò equivale, con ogni probabilità, ad un Monti-bis, che è l'alternativa meno peggiore che ora come ora abbiamo, ed è tutto dire visto il fallimento che ha avuto.
 
No una VERGOGNA sono le politiche economiche proposte dai komunistelli.

Non ho proprio il minimo imbarazzo nel dire che sarei disposto a votare al senato anche gentaglia come Alemanno pur di evitare che prendano il potere "illimitato".

Ben sapendo che nessuna maggioranza equivale a costringere i komunistelli a prendere alleati più moderati che mettano un freno ai loro deliri.
Ben sapendo che ciò equivale, con ogni probabilità, ad un Monti-bis, che è l'alternativa meno peggiore che ora come ora abbiamo, ed è tutto dire visto il fallimento che ha avuto.

Nel 2007 e dal 1996 al 1998 c'era Bertinotti (e fino al 2001 solo il centrosinistra) ed il deficit/pubblico è crollato nel 2007 rispetto al 2005 come anche negli ultimi anni 90; ricordo anche il crollo dei tassi dal 1997. Addirittura nel 2007 si votò la riduzione dell'Irap alle imprese per 8 miliardi annui a regime dal 2008. E si sono fatte delle liberalizzazioni da parte di Bersani; poche, ma meglio che niente.
Ricordi qualcun altro che ha fatto meglio per l'imprenditoria e per una economia e debito sostenibile negli ultimi 18 anni?
 
Pdl , Lega e Grillo insieme possono ambire al 50%

mica male

un paese anarchico , fantastico
 
Nel 2007 e dal 1996 al 1998 c'era Bertinotti (e fino al 2001 solo il centrosinistra) ed il deficit/pubblico è crollato nel 2007 rispetto al 2005 come anche negli ultimi anni 90; ricordo anche il crollo dei tassi dal 1997. Addirittura nel 2007 si votò la riduzione dell'Irap alle imprese per 8 miliardi annui a regime dal 2008. E si sono fatte delle liberalizzazioni da parte di Bersani; poche, ma meglio che niente.
Ricordi qualcun altro che ha fatto meglio per l'imprenditoria e per una economia e debito sostenibile negli ultimi 18 anni?

ma piantala con le tue stupidaggini.
cosa c'entra Bertinotti e il governo Prodi con il deficit del 2007 visto che Prodi è andato al governo solo nel maggio 2006 lo sai solo tu. Quello se seguissi i tuoi ragionamenti idio.ti sarebbe un merito del governo precedente Berlusconi.
guarda che sei in un forum di finanza non al bar.
 
perfetto!!!OK!
una possibilita' in piu' per un referendum pro o contro euro/europa...

non vedo il nesso :confused:

certo che a questo punto sono riusciti a creare le basi per un governo Monti bis, stavolta candidato...
 
Nel 2007 e dal 1996 al 1998 c'era Bertinotti (e fino al 2001 solo il centrosinistra) ed il deficit/pubblico è crollato nel 2007 rispetto al 2005 come anche negli ultimi anni 90; ricordo anche il crollo dei tassi dal 1997. Addirittura nel 2007 si votò la riduzione dell'Irap alle imprese per 8 miliardi annui a regime dal 2008. E si sono fatte delle liberalizzazioni da parte di Bersani; poche, ma meglio che niente.

Ma li vedi adesso?

Ti rendi conto che allora candidavano Prodi perchè si vergognavano a proporre un candidato premier ex partito comunista?

Adesso sono a IDEE ZERO esattamente come il pdl, e parlano solo di espropri e tasse vari senza alcun ritegno.
Tutta roba che non farebbe altro che PEGGIORARE la situazione.
Tutta roba che allora non si sognavano nemmeno di proporre, perchè andava (e va) oltre la soglia della decenza.

Quando vedo parlare gente come Fassina mi viene solo voglia di comprarmi un fucile, nemmeno Bertinotti propagandava cose tanto estremiste, e meno male che viene dall'fmi, che sarebbe "neo liberista". :rolleyes:

E l'apparato ex partito comunista ha anche giocato sporco pur di non far vincere un candidato che aveva delle idee presentabili.

Mi spiace ma io tatticamente piuttosto voto anche Cicciolina.
 
Indietro