Sono indeciso se uscire dall'azionario

Il matematico

Nuovo Utente
Registrato
3/4/02
Messaggi
1.563
Punti reazioni
50
Investito per circa il 50% in azionario europa, india, giappone, asia a questo punto sono indeciso se uscire completamente (o forse lasciare solo la parte di India) e stare a guardare almeno fino ad Ottobre. Credo infatti che sia imminente una forte correzione....e ovviamente vorrei evitarla!
Iran, aviaria, lungo trend di rialzo, utili sotto le attese e stagionalità sono tra i principali motivi di preoccupazione.
Voi cosa ne pensate? Non ho mai spostato finora percentuali così alte di azionario, ma questa volta non mi sento tranquillo!
Grazie per le risposte.
Il Matematico ;)
 
Io non ho quasi niente da insegnarti. Segnalo solo che se sei solo un longhista (come sono io, ma ho intenzione di migliorare), allora si puo' anche pensare di uscire, aspettare uno storno e rientrare.
Se invece sai manovrare bene sia con le operazioni long che con le short, allora puoi fare a meno di uscire dal mercato, basta solo cambiare atteggiamento quando e' il momento. So che e' piu' facile dirlo che farlo (anch'io non ci riesco, ma tento).
 
La chiusura di Wall Street mi tranquillizza...ma al massimo sposta di qualche giorno la mia decisione, la più difficile da oltre 10 anni di investimenti.....
 
Il matematico ha scritto:
La chiusura di Wall Street mi tranquillizza...ma al massimo sposta di qualche giorno la mia decisione, la più difficile da oltre 10 anni di investimenti.....
ciao matematico ,ti posso raccontare la mia esperienza in merito all'uscita dall'azionariato. avendo le tue stesse preoccupazioni e sensazione di 1 storno dovuto (mia idea) alle turbative interne ed esterne ,vedi elezioni,attentati in iraq ed altre situazioni negative , non ultimo l'apprezzamento euforico del listino ,ho deciso di uscire con l'80% del mio piccolo ,x me grande,portafoglio ed ho fatto il contrario di quelli che certamente ne capiscono di borsa + di me che dicono lascia correre il gain e vendi il loss.sono rientrato dei miei E con il 10% di gain . sono stato 4 giorni senza fare operazioni ma mi sono sentito orfano della borsa .brutta sensazione .ieri ho fatto violenza sul mio buonsenso ed ho comprato 100 dico 100 mediobanca e mi sono sentito appagato non xckè ho risolto con tale piccolo acq ,ma xckè dopo tanti anni di borsa a fasi alterne, non ho saputo resistere.sto cercando di disintossicarmi. ciao e saluti,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,pone
 
Le due opposte paure di perdere una possibile fiammata al rialzo o peggio di azzerare i gain accumulati da inizio anno (quasi il 10% per quanto riguarda l'azionario) mi rendono veramente dubbioso! La chisura di Tokio è un ulteriore elemento di tranquillità o il momento opportuno per uscire sul possibile rimbalzo anche delle borse europee? :confused: :confused: :confused:
Ora devo andare al lavoro, deciderò nel pomeriggio che fare!
Che ne pensate di questo articolo? (catastrofe tra il 20 e il 26 Marzo!)
http://www.wallstreetitalia.com/articolo.asp?ART_ID=358385
 
Il matematico ha scritto:
Le due opposte paure di perdere una possibile fiammata al rialzo o peggio di azzerare i gain accumulati da inizio anno (quasi il 10% per quanto riguarda l'azionario) mi rendono veramente dubbioso! La chisura di Tokio è un ulteriore elemento di tranquillità o il momento opportuno per uscire sul possibile rimbalzo anche delle borse europee? :confused: :confused: :confused:
Ora devo andare al lavoro, deciderò nel pomeriggio che fare!
Che ne pensate di questo articolo? (catastrofe tra il 20 e il 26 Marzo!)
http://www.wallstreetitalia.com/articolo.asp?ART_ID=358385


Ottimismo... :yes:
 
mezzo forum o 3/4 si aspetta la discesa/storno.....in banca a sentir gli "addetti" ( :D ) si deve scendere....quindi si sale :D
 
globet ha scritto:
mezzo forum o 3/4 si aspetta la discesa/storno.....in banca a sentir gli "addetti" ( :D ) si deve scendere....quindi si sale :D

Nella mia banca dicono invece che non si scenderà e che gli investitori continuano ad acquistare azionario :eek:
 
Il matematico ha scritto:
Investito per circa il 50% in azionario europa, india, giappone, asia a questo punto sono indeciso se uscire completamente (o forse lasciare solo la parte di India) e stare a guardare almeno fino ad Ottobre. Credo infatti che sia imminente una forte correzione....e ovviamente vorrei evitarla!
Iran, aviaria, lungo trend di rialzo, utili sotto le attese e stagionalità sono tra i principali motivi di preoccupazione.
Voi cosa ne pensate? Non ho mai spostato finora percentuali così alte di azionario, ma questa volta non mi sento tranquillo!
Grazie per le risposte.
Il Matematico ;)


L'aviaria non esiste come problema, ha fatto 169 morti umani in 10 anni di esistenza e il virus che si trasmette da uomo a uomo non c'è mai stato.
E' più facile venire colpiti da un fulmine mentre si lavora nel proprio ufficio che prendere l'aviaria dalle feci di un uccello morto contagiato.

L'anno scorso c'era la sars che pareva dovesse sterminare milioni di persone poi è sparita nel nulla così come era arrivata, adesso c'è l'aviaria che sparirà nel nulla come la precedente.
Sono quelle notizie come la neve d'inverno e l'afa d'estate che servono per distrarre il pubblico da problemi più importanti oppure per creare panico e vendere i vaccini antinfluenzali (record di vendite quest'anno, guarda caso) anche a chi non ne ha assolutamente bisogno, ovvero tutti quelli che non sono anziani e malati.

Quindi questo primo "problema" le borse non le influenza di sicuro in negativo.

Poi da un po' è in atto una battaglia sui bancari e adesso sugli energetici, si parla di fusioni e opa, operazioni che non si fanno MAI ai massimi di mercato e queste operazioni riguardano settori trainanti di tutti i listini e specialmente del listino italiano dove banche ed energetici sono il 70% del paniere.

Secondo me è più probabile una accelerazione al rialzo che una correzione e forse lo storno di questi giorni è avvenuto proprio per far uscire i più timorosi dall'ultima e più profonda gamba rialzista.

Staremo a vedere, ma tutte queste voci di fusioni e opa mi fanno pensare che ci sia da salire ancora tanto e per tanto tempo, probabilemnte oltre i massimi assoluti segnati nel 2000 che dopo oltre 6 anni potrebbero essere nuovamente toccati e superati.
 
stefanog23 ha scritto:
L'aviaria non esiste come problema, ha fatto 169 morti umani in 10 anni di esistenza e il virus che si trasmette da uomo a uomo non c'è mai stato.
E' più facile venire colpiti da un fulmine mentre si lavora nel proprio ufficio che prendere l'aviaria dalle feci di un uccello morto contagiato.

L'anno scorso c'era la sars che pareva dovesse sterminare milioni di persone poi è sparita nel nulla così come era arrivata, adesso c'è l'aviaria che sparirà nel nulla come la precedente.
Sono quelle notizie come la neve d'inverno e l'afa d'estate che servono per distrarre il pubblico da problemi più importanti oppure per creare panico e vendere i vaccini antinfluenzali (record di vendite quest'anno, guarda caso) anche a chi non ne ha assolutamente bisogno, ovvero tutti quelli che non sono anziani e malati.

Quindi questo primo "problema" le borse non le influenza di sicuro in negativo.

Poi da un po' è in atto una battaglia sui bancari e adesso sugli energetici, si parla di fusioni e opa, operazioni che non si fanno MAI ai massimi di mercato e queste operazioni riguardano settori trainanti di tutti i listini e specialmente del listino italiano dove banche ed energetici sono il 70% del paniere.

Secondo me è più probabile una accelerazione al rialzo che una correzione e forse lo storno di questi giorni è avvenuto proprio per far uscire i più timorosi dall'ultima e più profonda gamba rialzista.

Staremo a vedere, ma tutte queste voci di fusioni e opa mi fanno pensare che ci sia da salire ancora tanto e per tanto tempo, probabilemnte oltre i massimi assoluti segnati nel 2000 che dopo oltre 6 anni potrebbero essere nuovamente toccati e superati.


Cosa ne pensi riguardo all'Iran e alla possibile apertura di una borsa petrolifera in euro? Un crollo del dollaro potrebbe essere devastante per l'economia globale (anche se credo che gli Stati Uniti in un modo o nell'altro riusciranno ad evitarlo)!
 
stefanog23 ha scritto:
L'aviaria non esiste come problema, ha fatto 169 morti umani in 10 anni di esistenza e il virus che si trasmette da uomo a uomo non c'è mai stato.
E' più facile venire colpiti da un fulmine mentre si lavora nel proprio ufficio che prendere l'aviaria dalle feci di un uccello morto contagiato.

L'anno scorso c'era la sars che pareva dovesse sterminare milioni di persone poi è sparita nel nulla così come era arrivata, adesso c'è l'aviaria che sparirà nel nulla come la precedente.
Sono quelle notizie come la neve d'inverno e l'afa d'estate che servono per distrarre il pubblico da problemi più importanti oppure per creare panico e vendere i vaccini antinfluenzali (record di vendite quest'anno, guarda caso) anche a chi non ne ha assolutamente bisogno, ovvero tutti quelli che non sono anziani e malati.

Quindi questo primo "problema" le borse non le influenza di sicuro in negativo.

Poi da un po' è in atto una battaglia sui bancari e adesso sugli energetici, si parla di fusioni e opa, operazioni che non si fanno MAI ai massimi di mercato e queste operazioni riguardano settori trainanti di tutti i listini e specialmente del listino italiano dove banche ed energetici sono il 70% del paniere.

Secondo me è più probabile una accelerazione al rialzo che una correzione e forse lo storno di questi giorni è avvenuto proprio per far uscire i più timorosi dall'ultima e più profonda gamba rialzista.

Staremo a vedere, ma tutte queste voci di fusioni e opa mi fanno pensare che ci sia da salire ancora tanto e per tanto tempo, probabilemnte oltre i massimi assoluti segnati nel 2000 che dopo oltre 6 anni potrebbero essere nuovamente toccati e superati.

quoto Stefano perchè mi trovo completamente d'accordo con lui OK!

all'osservazione da lui fatta riguardo il fatto che finchè prosperano OPA, fusioni e delisting significa che i grossi imprenditori e le istituzioni finanziarie continuano a considerare conveniente l'acquisto :yes: aggiungo che i primi segnali allarmanti dovremmo averli quando a questo tipo di operazioni si sostituiranno frequenti e massicce IPO :cool: staranno infatti a siognificare che gli stessi imprenditori e istituzionali che oggi ritengono interessante comprare, riterranno preferibile collocare - ovvero vendere :cool:

e questo a prescindere dalle analisi, dalle chiacchiere e dal sentiment :D

auguri per la tua decisione ;)
 
Ok sto fermo nelle mie posizioni per tutta la settimana. Condivido le analisi fatte, mi piacerebbe un commento anche sull'articolo di cui ho messo il link.
;)
 
Il matematico ha scritto:
Investito per circa il 50% in azionario europa, india, giappone, asia a questo punto sono indeciso se uscire completamente (o forse lasciare solo la parte di India) e stare a guardare almeno fino ad Ottobre. Credo infatti che sia imminente una forte correzione....e ovviamente vorrei evitarla!
Iran, aviaria, lungo trend di rialzo, utili sotto le attese e stagionalità sono tra i principali motivi di preoccupazione.
Voi cosa ne pensate? Non ho mai spostato finora percentuali così alte di azionario, ma questa volta non mi sento tranquillo!
Grazie per le risposte.
Il Matematico ;)
Se proprio devo/voglio diminuire, lascerei inalterate le quote giappone/india. se...se il problema Iran verrà al nocciolo avrà un effetto positivo per le borse asiatiche. Questo è un mio convincimento non suffragato da altro. :yes:
 
Il matematico ha scritto:
Ok sto fermo nelle mie posizioni per tutta la settimana. Condivido le analisi fatte, mi piacerebbe un commento anche sull'articolo di cui ho messo il link.
;)

mi spiace :(

conosco già quel sito e quel modo di fare (dis)informazione :wall:

ho già perso tempo in passato a leggere loro views :o

non volermene, ma il tempo è l'unica cosa che sicuramente ci scappa di mano :yes: e piuttosto che buttarlo a leggere certa roba(ccia) preferisco càzzeggiare sul FOL :D
 
roverone ha scritto:
mi spiace :(

conosco già quel sito e quel modo di fare (dis)informazione :wall:

ho già perso tempo in passato a leggere loro views :o

non volermene, ma il tempo è l'unica cosa che sicuramente ci scappa di mano :yes: e piuttosto che buttarlo a leggere certa roba(ccia) preferisco càzzeggiare sul FOL :D
:D :D :D


:clap: :clap: :clap: :clap: :clap: :clap:

:bye:
 
roverone ha scritto:
mi spiace :(

conosco già quel sito e quel modo di fare (dis)informazione :wall:

ho già perso tempo in passato a leggere loro views :o

non volermene, ma il tempo è l'unica cosa che sicuramente ci scappa di mano :yes: e piuttosto che buttarlo a leggere certa roba(ccia) preferisco càzzeggiare sul FOL :D

E' un sito dei compagni di Prodi :censored:
:D :D :D :D :D
 
Il matematico ha scritto:
E' un sito dei compagni di Prodi :censored:
:D :D :D :D :D

Piu' probabile che sia un sito dei furbetti del quartierino, piu' vicini a Berlusconi
e alla Lega che a Prodi. Non credi ?
 
veogra ha scritto:
Piu' probabile che sia un sito dei furbetti del quartierino, piu' vicini a Berlusconi
e alla Lega che a Prodi. Non credi ?

Mi riferivo al fatto che i compagni di Prodi vedono disastri ovunque! :)
 
stefanog23 ha scritto:
L'aviaria non esiste come problema, ha fatto 169 morti umani in 10 anni di esistenza e il virus che si trasmette da uomo a uomo non c'è mai stato.
E' più facile venire colpiti da un fulmine mentre si lavora nel proprio ufficio che prendere l'aviaria dalle feci di un uccello morto contagiato.

L'anno scorso c'era la sars che pareva dovesse sterminare milioni di persone poi è sparita nel nulla così come era arrivata, adesso c'è l'aviaria che sparirà nel nulla come la precedente.
Sono quelle notizie come la neve d'inverno e l'afa d'estate che servono per distrarre il pubblico da problemi più importanti oppure per creare panico e vendere i vaccini antinfluenzali (record di vendite quest'anno, guarda caso) anche a chi non ne ha assolutamente bisogno, ovvero tutti quelli che non sono anziani e malati.

Quindi questo primo "problema" le borse non le influenza di sicuro in negativo.

Poi da un po' è in atto una battaglia sui bancari e adesso sugli energetici, si parla di fusioni e opa, operazioni che non si fanno MAI ai massimi di mercato e queste operazioni riguardano settori trainanti di tutti i listini e specialmente del listino italiano dove banche ed energetici sono il 70% del paniere.

Secondo me è più probabile una accelerazione al rialzo che una correzione e forse lo storno di questi giorni è avvenuto proprio per far uscire i più timorosi dall'ultima e più profonda gamba rialzista.

Staremo a vedere, ma tutte queste voci di fusioni e opa mi fanno pensare che ci sia da salire ancora tanto e per tanto tempo, probabilemnte oltre i massimi assoluti segnati nel 2000 che dopo oltre 6 anni potrebbero essere nuovamente toccati e superati.

Inizio della gamba rialzista?
Speriamo!
Io intanto rimango fermo ma con occhi bene aperti!
 
la parte non in azionario a titoli a reddito fisso a lunga scadenza con una parte di interessi ti compri put a protezione del portafoglio.....se hai titoli che incidono sull'indice......se invece ai small cap (come me)......allora fai come ti senti....
 
Indietro