Stampa danese sul caso D&G

flauri

Emigrato
Registrato
17/1/12
Messaggi
18.541
Punti reazioni
576
Oggi c'è un altro articolo in risalto sul Berlingske sul caso Dolce & Gabbana.
Unica notizia dall'Italia.
Dolce & Gabbana risikerer at lukke - Detailhandel | www.business.dk

Il Berlingske è il primo giornale danese, tra l'altro è il più antico quotidiano al mondo ancora pubblicato.
E' di proprietà di Danske Bank e di Møller-Mærsk, le due prime imprese danesi. Rappresenta quindi il mondo imprenditoriale danese.
Continuano a dare grosso risalto ai guai di D&G.
Sostanzialmente, dicono che D&G rischiano di chiudere e di finire in galera per aver violato la legislazione fiscale italiana. Ma notano che le operazioni fatte da D&G sarebbero state perfettamente legali per una impresa danese.
Il risultato è che se lo legge un imprenditore danese tentato di investire in Italia, piuttosto investe in Corea del Nord.

Visto che alcuni chiedevano a quali cose italiane si dia maggior risalto qui...

Ribadisco, il giornale è assolutamente legato al mondo imprenditoriale privato, un settore poco amato dalla politica italiana.
 
Oggi c'è un altro articolo in risalto sul Berlingske sul caso Dolce & Gabbana.
Unica notizia dall'Italia.
Dolce & Gabbana risikerer at lukke - Detailhandel | www.business.dk

Il Berlingske è il primo giornale danese, tra l'altro è il più antico quotidiano al mondo ancora pubblicato.
E' di proprietà di Danske Bank e di Møller-Mærsk, le due prime imprese danesi. Rappresenta quindi il mondo imprenditoriale danese.
Continuano a dare grosso risalto ai guai di D&G.
Sostanzialmente, dicono che D&G rischiano di chiudere e di finire in galera per aver violato la legislazione fiscale italiana. Ma notano che le operazioni fatte da D&G sarebbero state perfettamente legali per una impresa danese.
Il risultato è che se lo legge un imprenditore danese tentato di investire in Italia, piuttosto investe in Corea del Nord.

Visto che alcuni chiedevano a quali cose italiane si dia maggior risalto qui...

Ribadisco, il giornale è assolutamente legato al mondo imprenditoriale privato, un settore poco amato dalla politica italiana.

Ma no :D
 
Oggi c'è un altro articolo in risalto sul Berlingske sul caso Dolce & Gabbana.
Unica notizia dall'Italia.
Dolce & Gabbana risikerer at lukke - Detailhandel | www.business.dk

Il Berlingske è il primo giornale danese, tra l'altro è il più antico quotidiano al mondo ancora pubblicato.
E' di proprietà di Danske Bank e di Møller-Mærsk, le due prime imprese danesi. Rappresenta quindi il mondo imprenditoriale danese.
Continuano a dare grosso risalto ai guai di D&G.
Sostanzialmente, dicono che D&G rischiano di chiudere e di finire in galera per aver violato la legislazione fiscale italiana. Ma notano che le operazioni fatte da D&G sarebbero state perfettamente legali per una impresa danese.
Il risultato è che se lo legge un imprenditore danese tentato di investire in Italia, piuttosto investe in Corea del Nord.

Visto che alcuni chiedevano a quali cose italiane si dia maggior risalto qui...

Ribadisco, il giornale è assolutamente legato al mondo imprenditoriale privato, un settore poco amato dalla politica italiana.

Ma non mi dire...
Qui invece abbiamo gente contenta se D&G delocalizzano, ma addolorata se le "risorse" decidono di lasciare l'Italia.
Poi magari scendono pure in piazza a gridare "vogliamo lavoro". Da chi non è dato sapere...
Capito come siamo messi?
 
Oggi c'è un altro articolo in risalto sul Berlingske sul caso Dolce & Gabbana.
Unica notizia dall'Italia.
Dolce & Gabbana risikerer at lukke - Detailhandel | www.business.dk

Il Berlingske è il primo giornale danese, tra l'altro è il più antico quotidiano al mondo ancora pubblicato.
E' di proprietà di Danske Bank e di Møller-Mærsk, le due prime imprese danesi. Rappresenta quindi il mondo imprenditoriale danese.
Continuano a dare grosso risalto ai guai di D&G.
Sostanzialmente, dicono che D&G rischiano di chiudere e di finire in galera per aver violato la legislazione fiscale italiana. Ma notano che le operazioni fatte da D&G sarebbero state perfettamente legali per una impresa danese.
Il risultato è che se lo legge un imprenditore danese tentato di investire in Italia, piuttosto investe in Corea del Nord.

Visto che alcuni chiedevano a quali cose italiane si dia maggior risalto qui...

Ribadisco, il giornale è assolutamente legato al mondo imprenditoriale privato, un settore poco amato dalla politica italiana.

grazie per la segnalazione Flauri
 
Oggi c'è un altro articolo in risalto sul Berlingske sul caso Dolce & Gabbana.
Unica notizia dall'Italia.
Dolce & Gabbana risikerer at lukke - Detailhandel | www.business.dk

Il Berlingske è il primo giornale danese, tra l'altro è il più antico quotidiano al mondo ancora pubblicato.
E' di proprietà di Danske Bank e di Møller-Mærsk, le due prime imprese danesi. Rappresenta quindi il mondo imprenditoriale danese.
Continuano a dare grosso risalto ai guai di D&G.
Sostanzialmente, dicono che D&G rischiano di chiudere e di finire in galera per aver violato la legislazione fiscale italiana. Ma notano che le operazioni fatte da D&G sarebbero state perfettamente legali per una impresa danese.
Il risultato è che se lo legge un imprenditore danese tentato di investire in Italia, piuttosto investe in Corea del Nord.

Visto che alcuni chiedevano a quali cose italiane si dia maggior risalto qui...

Ribadisco, il giornale è assolutamente legato al mondo imprenditoriale privato, un settore poco amato dalla politica italiana.

;)

adesso arriva olly e ti "apre" in due :o
 
comunque che l'assessore fosse un imbecille lo si sapeva da tempo
 
brasviz non mi sottoporre a questa pena .. ho già capito, basta .. perchè rimarcare un fatto ormai acclarato per quanto mi riguarda e cmq deludente?
 
premesso che l'assessore milanese ha fatto una ca.gata, non capisco lo stupore...trovate strano che un imprenditore debba adeguarsi alla legislazione del paese in cui e' ospitato?

saluti
 
premesso che l'assessore milanese ha fatto una ca.gata, non capisco lo stupore...trovate strano che un imprenditore debba adeguarsi alla legislazione del paese in cui e' ospitato?

saluti

Ma infatti. Per reciprocità bisognerebbe allora ricordare che da loro uno come Berlusconi probabilmente non potrebbe neanche raccogliere le lattine.:D
 
io invece colgo un altro aspetto : quello che da noi finisce nelle statistiche dell' "evasione" in Danimarca è perfettamente lecito , ergo non finisce nelle famose classifiche infamone >>italia evasione 20% danimarca evasione 5%<<
e grazie , così son capaci tutti :D

Registo il post di flauri per i prossimi threads :o
 
Oggi c'è un altro articolo in risalto sul Berlingske sul caso Dolce & Gabbana.
Unica notizia dall'Italia.
Dolce & Gabbana risikerer at lukke - Detailhandel | www.business.dk

Il Berlingske è il primo giornale danese, tra l'altro è il più antico quotidiano al mondo ancora pubblicato.
E' di proprietà di Danske Bank e di Møller-Mærsk, le due prime imprese danesi. Rappresenta quindi il mondo imprenditoriale danese.
Continuano a dare grosso risalto ai guai di D&G.
Sostanzialmente, dicono che D&G rischiano di chiudere e di finire in galera per aver violato la legislazione fiscale italiana. Ma notano che le operazioni fatte da D&G sarebbero state perfettamente legali per una impresa danese.
Il risultato è che se lo legge un imprenditore danese tentato di investire in Italia, piuttosto investe in Corea del Nord.

Visto che alcuni chiedevano a quali cose italiane si dia maggior risalto qui...

Ribadisco, il giornale è assolutamente legato al mondo imprenditoriale privato, un settore poco amato dalla politica italiana.

in danimarca tollerano l'esterovestizione nei paradisi fiscali?
 
in danimarca tollerano l'esterovestizione nei paradisi fiscali?

In molti casi, sì. Soprattutto se il presunto "paradiso fiscale" è il Lussemburgo, paese UE fin da quando fu fondata la primissima Comunità ECONOMICA Europea.
 
io invece colgo un altro aspetto : quello che da noi finisce nelle statistiche dell' "evasione" in Danimarca è perfettamente lecito , ergo non finisce nelle famose classifiche infamone >>italia evasione 20% danimarca evasione 5%<<
e grazie , così son capaci tutti :D

Registo il post di flauri per i prossimi threads :o

Questo lo confermo pure su casi meno appariscenti.
Un sacco di attività economiche minute, che in Italia sono evasione fiscale o addirittura illegali, in Danimarca sono legali ed esenti da dichiarazione e da tassazione.
Ogni anno il fisco danese ne aggiunge di nuove.
In sostanza, quelle piccole attività che i danesi farebbero comunque per arrotondare evadendo, il fisco decide di renderle legali ed esenti da tasse e dichiarazione.
 
Questo lo confermo pure su casi meno appariscenti.
Un sacco di attività economiche minute, che in Italia sono evasione fiscale o addirittura illegali, in Danimarca sono legali ed esenti da dichiarazione e da tassazione.
Ogni anno il fisco danese ne aggiunge di nuove.
In sostanza, quelle piccole attività che i danesi farebbero comunque per arrotondare evadendo, il fisco decide di renderle legali ed esenti da tasse e dichiarazione.

Qualche esempio ?
 
io invece colgo un altro aspetto : quello che da noi finisce nelle statistiche dell' "evasione" in Danimarca è perfettamente lecito , ergo non finisce nelle famose classifiche infamone >>italia evasione 20% danimarca evasione 5%<<
e grazie , così son capaci tutti :D

Registo il post di flauri per i prossimi threads :o

Ad esempio, in Danimarca l'evasione del piccolo commercio è prossima allo zero.
Non si tratta di particolare virtuosità, ma del fatto che quasi tutti i piccoli commercianti danesi scelgono di pagare in modo forfettario.
Concordano con il fisco una somma da pagare. Se guadagnano di più, sono stati bravi e si tengono i soldi in più.
Se guadagnano meno, vuol dire che hanno sbagliato mestiere ed è bene che chiudano.
 
Questo lo confermo pure su casi meno appariscenti.
Un sacco di attività economiche minute, che in Italia sono evasione fiscale o addirittura illegali, in Danimarca sono legali ed esenti da dichiarazione e da tassazione.
Ogni anno il fisco danese ne aggiunge di nuove.
In sostanza, quelle piccole attività che i danesi farebbero comunque per arrotondare evadendo, il fisco decide di renderle legali ed esenti da tasse e dichiarazione.

quello che in italia ci hanno fatto credere essere illegale e disdicevole e' cosa normale e ben vista nei paese civili.
in un paese civile l' arricchimento personale viene incoraggiato e premiato, in italia viene ostacolato in tutti i modi
 
Qualche esempio ?

Ad esempio, dare ripetizioni, se fatto in casa dello studente o dell'insegnante, fino ad alcune migliaia di euro l'anno (non so quanti esattamente) non richiede dichiarazione ed è esente da tasse.
Baby sitting, lavori casalinghi, giardinaggio, riparazioni tuttofare, se non sono la tua attività principale, sono esenti, al solito con un limite di alcune migliaia di euro annui.
Andare a pescare e vendere il pesce è legale ed esente da tasse, anche se fatto per strada.
Vendere i prodotti del tuo orto altrettanto.
Produzioni artigianali, se non sono la tua attività principale.
C'è un lunghissimo elenco sul sito del fisco danese. Tutto in danese, ovviamente.
 
Indietro