STELLANTIS-CNHI-RACE-IVECO notizie, dati, bilanci (e commenti relativi) - 7th

Stato
Chiusa ad ulteriori risposte.

rossi+

Nuovo Utente
Registrato
20/3/13
Messaggi
10.397
Punti reazioni
429
up the asssss:rotfl::rotfl::rotfl:


A New Era Has Dawned For Nuclear Power | OilPrice.com

ps di seguito trovate la marea di reattori in costruzione per singolo paese

PRIS - Home

a noi sicuramente ci scoppia in mano ,hai presente schettino ,ecco facciamo la stessa fine , non siamo un paese consapevole delle proprie azioni .....
senza contare che in Italia non ci credo manco se la vedo con i miei occhi la centrale elettrica, tutti la vorrebbero ma non nel suo paesello .
siamo anche un paese ad altissimo rischio sismico
solo a cercare il sito ci vorrebbero almeno una trentina d'anni :D
saluto
 

rossi+

Nuovo Utente
Registrato
20/3/13
Messaggi
10.397
Punti reazioni
429
la polizia postale sta facendo le ricerche per scoprire chi ha hackerato il sito delle ferrovie ..........
campa cavallo !!!
 

groviglio

w la F(i(si))CA
Registrato
28/9/07
Messaggi
44.685
Punti reazioni
935
a noi sicuramente ci scoppia in mano ,hai presente schettino ,ecco facciamo la stessa fine , non siamo un paese consapevole delle proprie azioni .....
senza contare che in Italia non ci credo manco se la vedo con i miei occhi la centrale elettrica, tutti la vorrebbero ma non nel suo paesello .
siamo anche un paese ad altissimo rischio sismico
solo a cercare il sito ci vorrebbero almeno una trentina d'anni :D
saluto

ma cosa c'entra l'italia, ma che film ti fai?!:rotfl:

nell'articolo viene evidenziato un trend mondiale, chiarissimo da un po' di tempo...esclusa l'italia

o meglio , l'italia è come se ci fosse, perchè , de facto, dietro le alpi, in francia, in svizzera e in slovenia sono pieni di centrali in funzione...diciamo che noi non le abbiamo sul territorio formalmente, rinunciamo ai benefici,ma ci becchiamo gli eventuali problemi...contenti noi:rotfl:
 

rossi+

Nuovo Utente
Registrato
20/3/13
Messaggi
10.397
Punti reazioni
429
ma cosa c'entra l'italia, ma che film ti fai?!:rotfl:

nell'articolo viene evidenziato un trend mondiale, chiarissimo da un po' di tempo...esclusa l'italia

o meglio , l'italia è come se ci fosse, perchè , de facto, dietro le alpi, in francia, in svizzera e in slovenia sono pieni di centrali in funzione...diciamo che noi non le abbiamo sul territorio formalmente, rinunciamo ai benefici,ma ci becchiamo gli eventuali problemi...contenti noi:rotfl:

vabbè ma tu quell'articolo lo hai postato in riferimento all'Italia perchè le vorresti anche nel tuo paese :D
comunque penso che se salta una centrale in francia non è la stessa cosa che se scoppia a milano , sicuramente la radioattività arriverà ma sempre meno che se è nel tuo paese , poi bisogna vedere anche da che parte tira il vento
 

groviglio

w la F(i(si))CA
Registrato
28/9/07
Messaggi
44.685
Punti reazioni
935
vabbè ma tu quell'articolo lo hai postato in riferimento all'Italia perchè le vorresti anche nel tuo paese :D

ma chi lo dice?! le tue inferenze logiche di causa-effetto sui miei intendimenti sono totalmente campate in aria. so perfettamente che in italia è impossibile e non per i motivi che credi tu, ma semplicemente perchè la gente è mediamente, oceanicamente, ignorante

comunque penso che se salta una centrale in francia non è la stessa cosa che se scoppia a milano , sicuramente la radioattività arriverà ma sempre meno che se è nel tuo paese , poi bisogna vedere anche da che parte tira il vento

su questo devi studiare-informarti molto (credimi, te lo dico in maniera "amicale" e didattica): un reattore nucleare , anche di seconda generazione con il doppio contenimento(come sono tutti quelli occidentali dagli anni 60 in poi), non può scoppiare (anche il paragone reattore di chernobil e quello di fukuscima (dove ci fu un terremoto di oltre l 'ottavo grado richter e uno tsunami spaventoso) è letteralmente impietoso, sotto tutti i punti di vista)


in ogni caso ovunque tiri il vento, arriva da noi dato che siamo circondati a ovest, nord ed est...tu che sei a imperia (se non ricordo male) sei a un passo da avignone, manco hai la protezione delle montagne:rotfl:


 

rossi+

Nuovo Utente
Registrato
20/3/13
Messaggi
10.397
Punti reazioni
429
su questo devi studiare-informarti molto (credimi, te lo dico in maniera "amicale" e didattica): un reattore nucleare , anche di seconda generazione con il doppio contenimento(come sono tutti quelli occidentali dagli anni 60 in poi), non può scoppiare (anche il paragone reattore di chernobil e quello di fukuscima (dove ci fu un terremoto di oltre l 'ottavo grado richter e uno tsunami spaventoso) è letteralmente impietoso, sotto tutti i punti di vista)


in ogni caso ovunque tiri il vento, arriva da noi dato che siamo circondati a ovest, nord ed est...tu che sei a imperia (se non ricordo male) sei a un passo da avignone, manco hai la protezione delle montagne:rotfl:


fukuscima stanno scaricando l'acqua di raffreddamento nell'oceano , stanno inquinando tutto il mare e i pesci li esportano da noi ........ meglio non mangiare pesce proveniente dall'atlantico
si ma di sti tempi potrebbe danneggiarsi a causa di attentati o guerre , quello che dici riguardo al fatto che siamo circondati dal nucleare significa che fare le centrali si dovrebbe anche chiedere il permesso ai paesi confinanti .
insomma alla fine penso che la civiltà umana si estinguerà proprio a causa del nucleare prima ancora della co2 e l'asteroide , prima o poi sicuramente se la RI-tireranno in testa e la terra con il tempo si rigenererà da sola autonomamente e tornerà in mano agli animali che sono più rispettosi di noi del pianeta ......
 

groviglio

w la F(i(si))CA
Registrato
28/9/07
Messaggi
44.685
Punti reazioni
935
fukuscima stanno scaricando l'acqua di raffreddamento nell'oceano , stanno inquinando tutto il mare e i pesci li esportano da noi ........ meglio non mangiare pesce proveniente dall'atlantico


è il pacifico:wall:
comunque quell'acqua ha una radiottività "ridicola" e al pacifico gli fa il solletico (anche su questo , cerca di approfondire)


si ma di sti tempi potrebbe danneggiarsi a causa di attentati o guerre , quello che dici riguardo al fatto che siamo circondati dal nucleare significa che fare le centrali si dovrebbe anche chiedere il permesso ai paesi confinanti .

dai, fai una proposta al parlamento italiano verso francia, svizzera e slovenia...vedrai che pernacchie
:yes:

insomma alla fine penso che la civiltà umana si estinguerà proprio a causa del nucleare prima ancora della co2 e l'asteroide , prima o poi sicuramente se la RI-tireranno in testa e la terra con il tempo si rigenererà da sola autonomamente e tornerà in mano agli animali che sono più rispettosi di noi del pianeta ......

si vabbe..si butta tutto in caciara...discorsi un po' più seri e approfonditi...(effettivamente sn discorsi lunghi e complessi e non ha senso neppure affrontarli in questo thread)

 

Stars90

Nuovo Utente
Registrato
14/7/21
Messaggi
447
Punti reazioni
10
[h=2]TOP STORIES ITALIA: Stellantis al raddoppio su batterie a Termoli e in Canada[/h]23/03/2022 18:05 MF-DJ
MILANO (MF-DJ)--Stellantis piazza due tasselli importanti nella sua strategia di crescita all''insegna dell''elettrificazione. Il primo interessa da vicino l''Italia in quanto il gruppo automobilistico ha confermato l''impegno alla conversione dello stabilimento di Termoli in un nuovo impianto dedicato alla produzione di batterie (una delle 5 gigacatory del gruppo). Il viceministro allo Sviluppo Economico, Gilberto Pichetto, lo aveva anticipato ieri: "la questione Gigafactory di Termoli e'' ormai definita, manca solo l''ufficialita'' con la firma di Daimler, socio del consorzio Acc di cui fa parte Stellantis". Oggi il colosso guidato da Carlos Tavares lo ha confermato. "Siamo grati a tutte le persone coinvolte in questo investimento che assicurera'' il futuro della grande comunita'' di Termoli", ha dichiarato Carlos Tavares, ceo di Stellantis. "Trasformare l''impianto esistente per contribuire nella creazione di un futuro piu'' sostenibile posiziona Acc come leader europeo nella produzione di batterie e riafferma, grazie alla collaborazione con il ministero dello Sviluppo Economico, il ruolo dell''Italia nel sostenere la trasformazione di Stellantis in un''azienda di tecnologie dedicate alla mobilita'' sostenibile". Nell''ambito del piano strategico Dare Forward 2030, Stellantis ha annunciato piani per realizzare globalmente vendite di veicoli elettrici a batteria (Bev) per 5 milioni di unita'' nel 2030, raggiungendo il 100% del mix di vendite di autovetture in Europa e il 50% di autovetture e veicoli commerciali leggeri negli Stati Uniti. Stellantis ha inoltre aumentato la capacita'' pianificata di batterie da 140 GWh a circa 400 GWh, grazie al supporto di cinque gigafactory e di contratti di fornitura aggiuntivi. In questo quadro Stellantis ha finalizzato l''accordo per aggiungere Mercedes-Benz come nuovo partner alla pari con TotalEnergies/Saft. Il secondo importante tassello di crescita riguarda l''investimento con LG di 4,1 mld usd in jv per la costruzione di un sito di batterie elettriche pulite in Canada. La joint venture investira'' per avviare le attivita'', che includeranno un nuovissimo impianto di produzione a Windsor, nella regione dell''Ontario. L''inizio delle attivita'' per la costruzione dello stabilimento e'' previsto entro la fine dell''anno e l''avvio delle operazioni di produzione partiranno nel primo trimestre del 2024. L''impianto mira ad avere una capacita'' produttiva annuale superiore a 45 gigawattora (GWh) e creera'' fino a 2.500 nuovi posti di lavoro a Windsor e nelle aree circostanti. A livello comunale, provinciale e federale, il Canada ha accettato di sostenere in pieno il successo dell''operazione della joint venture. Con la collocazione dell''impianto di produzione a Windsor, sede del piu'' grande cluster automobilistico del Paese, Stellantis e Lges prevedono che lo stabilimento fara'' da catalizzatore per la creazione di una solida catena di fornitura di batterie nella regione. Il Canada e'' impegnato a stabilire un ampio ecosistema locale di batterie sfruttando, tra gli altri fattori, una posizione di leadership nella produzione di elettricita'' da fonti rinnovabili. cce
 

industria

Nuovo Utente
Registrato
3/3/10
Messaggi
17.766
Punti reazioni
221
Gli annunci sulle due gigafactories sono abbastanza impressionanti
1)
per la potenza del progetto, inimmaginabile con Fiat e con Fca
2)
per il posizionamento strategico di Stellantis, atlantico, con i tempi che corrono molto strategico
 

rossi+

Nuovo Utente
Registrato
20/3/13
Messaggi
10.397
Punti reazioni
429
la globalizzazione andrà a ridimensionarsi di brutto , le fabbriche inizieranno a tornare a casa , almeno quelle più importanti e vitali per i paesi .
anche stellantis diciamo che ha perso una grossa fabbrica in russia ,vabbè tanto è soltanto una fabbrica ........
farla in europa e dare benessere ai cittadini europei non andava bene , si sarebbero fatti meno utili ,ora vediamo dove la vanno a riaprire ,speriamo in Italia
 

groviglio

w la F(i(si))CA
Registrato
28/9/07
Messaggi
44.685
Punti reazioni
935
eh, beh, in cu---lo a renault. mi sembra il minimo...diciamo che , per come si ponte intransigentemente il suo governo-azionista, come minimo dovrebbe uscire dalla partecipazione azionaria con autovaz, definitivamente...povero de meo, chissà come è contento:rotfl:


intanto CNHI


CNH Industrial invests in Advanced Engineering Center in Arizona, USA

24-MAR-2022



*The Phoenix metro area is a nationwide hub for high-performance companies and individuals. CNH Industrial’s new facility there will accelerate its Raven business’s developments in AI, autonomy, machine learning and data science.

CNH Industrial (NYSE: CNHI / MI: CNHI) announced today that it has opened a new engineering center in Scottsdale, Arizona. This facility will support the rapid growth of the Company’s Raven precision agriculture technology business as it develops cutting-edge customer solutions.

“Our industries are undergoing a significant tech transformation and CNH Industrial wants to attract a growing talent pool of engineers and digitally-focused professionals that will shape this future,” said Kevin Barr, Chief Human Resources Officer, CNH Industrial. “Our new Scottsdale hub will be an attractive, dynamic and innovative workplace where we will accelerate progress in the digital, automation and autonomous spaces.”

In addition to the new Scottsdale location, CNH Industrial also intends to invest in the expansion of Raven’s existing Innovation Campus in Baltic, South Dakota, located minutes away from its Headquarters in Sioux Falls. These facility upgrades will provide more space and resources for customer-inspired engineering, testing and research. The investments in Scottsdale and Baltic will bolster the Company’s engineering talent base, support the demand for innovative aftermarket solutions, and further Raven’s technology integration and advancements for the Case IH and New Holland Agriculture brand platforms.

These sites complement CNH Industrial’s current footprint in Arizona, which includes its nearby R&D facility in Casa Grande and proving grounds in Maricopa.

“Our integration with Raven is rapidly accelerating technology delivery to customers.It allows our Engineering teams to efficiently go from ‘code to cab’ to develop and deploy new technologies.These sites combined with our existing activities will reinforce our commitment to have engineers work closely with our customers,” saidParag Garg, Chief Digital Officer, CNH Industrial.

London, March 24, 2022
 
Stato
Chiusa ad ulteriori risposte.