stica...

PeloLungo

Giorgino RESTA
Registrato
22/6/08
Messaggi
18.996
Punti reazioni
764
Roma: Mexes picchiato e derubato dell'auto con a bordo la figlia, poi ritrovata
Due malviventi armati lo hanno affrontato fuori da un ristorante fuggendo con la piccola sul seggiolone posteriore

ROMA - Terrore nella notte per il difensore francese della Roma Philippe Mexès. Due banditi armati di pistola lo hanno aggredito mentre tornava a casa, all'Axa-Casal Palocco, un quartiere residenziale fra Roma e Ostia, con ville lussuose dove abitano molti calciatori, fra i quali anche il capitano giallorosso Francesco Totti, rapinandogli l'auto sulla quale c'era anche la figlia Eva, di appena due anni. I rapinatori hanno puntato l'arma contro il calciatore, che ha reagito ingaggiando con loro una colluttazione. Sono stati attimi terribili: i banditi hanno avuto la meglio e sono fuggiti con la vettura, un suv Mercedes, portandosi via la piccola seduta sul seggiolone posteriore. Erano le 23.50.

Un quarto d'ora più tardi i banditi, forse accortisi della presenza della bambina, hanno preferito abbandonare l'auto in piazza Eschilo, nel centro del quartiere. Poco dopo il calciatore giallorosso e la sua compagna hanno potuto riabbracciare la figlioletta, in buone condizioni. L'aggressione a Mexès è avvenuta fuori da un ristorante in via Ermanno Wolf Ferrari, all'Infernetto, a poca distanza da Casal Palocco. Un'altra zona immersa nel verde, dove abitano professionisti e personaggi del mondo dello spettacolo, a pochi chilometri dalla tenuta presidenziale. I banditi non si sono fatti scrupoli: hanno bloccato Mexès e la compagna, che avevano già messo la figlia sull'auto, minacciandoli con la pistola. Il francese non si è dato per vinto, ma contro due uomini armati c'era poco da fare. Impotenti anche altre persone che hanno assistito alla scena. L'allarme è scattato immediatamente: numerose pattuglie di polizia e carabinieri hanno dato la caccia alla Mercedes con la bimba in ostaggio su viale Cristoforo Colombo. Poi, per fortuna, la buona notizia: una donna, Anna Tamboni, 41 anni, ha notato il suv con lo sportello aperto in un angolo di piazza Eschilo. La bimba dormiva tranquilla. Forse non si è accorta di nulla. La testimone ha subito chiamato la polizia: Eva è stata presa in braccio da un agente, che l'ha coccolata fino all'arrivo di alcuni familiari del calciatore. Poi la corsa verso il luogo dell'aggressione dove Mexès e la compagna, che hanno anche un altro bambino, Enzo, di quattro anni, sono finalmente usciti dall'incubo. Intanto proseguivano le ricerche dei due rapitori: sembra che siano stranieri.

Rinaldo Frignani
Alessandro Fulloni
25 luglio 2008
 
ora se li dovessero prendere....quale deve essere la punizione?

roba dell'altro mondo....in pasto alla folla li dovrebbero dare!!!
 
Comuqnue meno male che rano 2 *******...con in mano la bambina di un calciatore 2 un po' meno ******* chissà cosa svrebbero potuto mettere su...:rolleyes:
 
da applausi mexes che seppur sotto minaccia di un'arma non ha esitato a difendere la sua famiglia
 
Più che da applausi da p irla gli ha detto bene che ha trovato due pistola.
 
Più che da applausi da p irla gli ha detto bene che ha trovato due pistola.

magari ha capito di avere davanti due pistola...ed ha reagito per quello...comunque in certe situazioni si ragiona poco...te lo dico per esperienza...
 
Io capisco bene che sono cose che bisogna vivere, perchè non sai mai come reagisci sotto minaccia. A mente fredda è sicuramente una cosa da criticare, quella di reagire a 2 balordi armati di pistola. Bisogna vedere però li per li cosa ti scatta in testa.

Addirittura in situazioni uguali si reagisce in maniera diversa, quindi...

Fortuna che è andato tutto bene OK!
 
se ha reagito è perchè aveva la bimba in macchina, non per il suv in sè (almeno penso io)
 
se non ricordo male hanni fa ravanelli corcò per bene due deficienti che lo aggredirono ad una stazione di benzina
 
Episodio completamente inventato nei particolari...

Come sempre... sti "giornalai"

Sembra che scendano dall'auto...
Portano il figlio più grande in camera...
Scendono e non trovano l'auto...

....a giornalaiiiiiiiiiiii
 
Indietro