STM e non solo Antelcat's Friends 19/04/2006

antelcat

HEAR THE MESSAGE
Registrato
17/8/01
Messaggi
33.938
Punti reazioni
665
Buongiorno e Buon Trading a Tutti..!!!


topdx.gif



Il close della beneamata al Nyse:

STM u$A 18,66 $ : 1,2350 = 15,11 € Volumi nella media..




Wall Street torna a ruggire. Il rialzo dei tassi è prossimo al capolinea



marketwrap.gif



di redazione fi , 18.04.2006 22:20



Chiusura di seduta in forte rialzo oggi a Wall Street per il mercato azionario americano. Nonostante le tensioni e le preoccupazioni legate all’ascesa del prezzo del petrolio, i listini nella sessione odierna hanno infatti messo a segno una lenta ma costante progressione in scia alle rinnovate attese di uno stop alla politica monetaria restrittiva da parte della Federal Reserve; questo è quanto, infatti, è emerso tra le righe del “FOMC Minutes” rilasciato oggi. E così, a fine sessione, il Dow Jones e l’ampio indice S&P500 hanno messo a segno un balzo, rispettivamente, dell’1,76% e dell’1,74%, mentre il Nasdaq Composite ha guadagnato l’1,95% a 2356 dopo aver segnato un minimo iniziale a 2318 punti.

Tra i titoli del Dow Jones, il colosso farmaceutico Johnson & Johnson (JNJ) ha strappato in chiusura di sessione un rialzo dello 0,83% a $ 58,13 dopo aver riportato una trimestrale con un utile per azione, pari a $ 0,99, superiore di un penny rispetto alle attese della piazza; l’azienda ha inoltre reiterato gli obiettivi di profitto per l’intero 2006 a $ 3,65-3,72 per azione rispetto ad una previsione di consenso pari a $ 3,68 per azione. Sulla stessa lunghezza d’onda di Johnson & Johnson, a fine giornata, si sono attestati anche Caterpillar (+3,22%), General Motors (+2,69%), Home Depot (+2,35%), Honeywell (+2,99%), United Technologies (+2,43%), Exxon-Mobil (+2,40%) e Hewlett-Packard (+4,53%); nessuno tra i trenta titoli del paniere, inoltre, ha archiviato la seduta in territorio negativo.

Al New York Stock Exchange, il colosso della strumentazione medica Boston Scientific Corporation (BSX) ha guadagnato a fine seduta l’1,21% a $ 21,74 dopo aver riportato, nel primo trimestre fiscale, un utile di $ 0,46 per azione rispetto ai $ 0,44 pronosticati in media dagli analisti; allo stesso modo, la società ha battuto nel periodo le stime sui ricavi, attestatisi a $ 1,62 miliardi rispetto ad un consenso “piazzato” a $ 1,59 miliardi. Nel settore delle memorie a semiconduttore, gran denaro oggi su Micron Technology (MU), che ha messo a segno un balzo del 6,02% a $ 16,03 in scia all’upgrade, da “underweight” a “neutral”, emesso da Shawn Webster, analista di JP Morgan, il quale ha altresì rivisto al rialzo le stime sui ricavi e sui profitti del 2006 citando le attese di incremento dei prezzi delle memorie DRAM. Tra gli

altri titoli più trattati oggi sul Big Board, inoltre, segnaliamo la chiusura sui guadagni di Nortel Networks (+3,97%), Lucent Technologies (+1,69%), Ford Motor (+1,91%), Liberty Media (+1,09%), AMD (+2,06%) e Time Warner (+1,90%).

Sul tabellone elettronico del Nasdaq, nel comparto del software, martedì da leoni oggi per RSA Security Inc. (RSAS), che ha piazzato un rally del 22,18% a $ 20,55, con volumi intensi, dopo aver riportato nel primo trimestre fiscale un utile per azione di $ 0,14 rispetto ai $ 0,13 pronosticati in media dagli analisti. Nel settore dei semiconduttori, il produttore di chip per la grafica Nvidia (NVDA) ha terminato la giornata di contrattazioni con un calo del 2,36% a $ 28,98 accusando il downgrade, da “market perform” a “underperform”, emesso nella sessione odierna dagli esperti di Friedman Billings. Tra i big del listino, invece, segnaliamo la chiusura in luce verde di Sun Microsystems (+2,89%), Oracle (+1,89%), Applied Materials (+2,78%), BroadCom (+2,91%) e Apple Computer (+2,17%).

Sui mercati valutari, infine, l’euro in serata nei confronti del dollaro passa di mano a 1,2315 rispetto ad un minimo intraday sul livello di $ 1,2230.


Texas Instruments batte le attese sulla trimestrale. Via libera allo shopping in after-hours

Di Alberto Susic , 18.04.2006 23:59



Buone notizie in arrivo anche per Texas Intruments (TXN) che questa sera ha diffuso i risultati relativi al primo trimestre dell’anno, registrando una crescita congiunta degli utili e del fatturato. Nel dettaglio, il più grande produttore mondiale di chips utilizzati nel campo della telefonia mobile, ha chiuso i primi tre mesi del 2006 con un utile in progresso del 42%, a quota 585 milioni di dollari, contro i 411 milioni dell’analogo periodo dello scorso anno. L’utile per azione risulta così pari a 36 cents, superiore alle previsioni della comunità finanziaria che puntava invece a 0,32 dollari.


Molto positiva la crescita messa a segno anche dal fatturato che ha riportato un incremento del 23%, salendo a 3,3 miliardi di dollari, contro i 3,29 attesi dal mercato.


Incoraggianti anche le notizie riguardanti l’outlook per il trimestre in corso, durante il quale la società punta a raggiungere un utile per azione compreso tra 38 e 43 centesimi, includendo i costi legati alle stock option, a fronte di un fatturato indicato nella forchetta di prezzo racchiusa tra 3,46 e 3,75 miliardi di dollari.

Il mercato ha particolarmente apprezzato i risultati diffusi questa sera, tanto è vero che il titolo, dopo aver concluso la sessione diurna con un progresso del 4,04% a quota 34 dollari, continua a guadagnare terreno nel segmento after-hours, dove viene scambiato in rialzo del 3,18% a 35,08 dollari.





Yahoo: utili e fatturato rispettano le stime. Ma l’outlook scatena gli acquisti sul titolo

Di Alberto Susic , 18.04.2006 23:45


Una trimestrale tutta all’insegna della crescita per Yahoo (YHOO) che questa sera ha diffuso i risultati relativi al primo trimestre dell’anno, conclusosi lo scorso 31 marzo. Il sito internet più visitato al mondo, ha riportato un utile pari a 159,9 milioni di dollari, in flessione rispetto ai 204,6 milioni dell’analogo periodo dell’anno scorso. L'utile per azione risulta così pari a 11 centesimi, in linea con le previsioni del mercato. Ben più significativa la crescita del fatturato che registra un progresso del 34%, salendo a 1,57 miliardi di dollari, rispetto agli 1,17 miliardi del primo trimestre del 2005. Escludendo i costi sostenuti dalla società per il pagamento dei partners online, le vendite si attestano a 1,08 miliardi di dollari, sostanzialmente in linea con le previsioni della comunità finanziaria.

Buone anche le notizie relative all’outlook per il trimestre in corso che risulta perfettamente in linea con le aspettative degli analisti. Nel dettaglio, la società prevede di realizzare un fatturato compreso tra 1,08 e 1,16 miliardi di dollari nel secondo trimestre, a fronte degli 1,14 miliardi attesi dal mercato, mentre per l’intero 2006 la forchetta indicata è compresa nel range tra 4,6 e 4,85 miliardi di dollari, contro i 4,76 previsti dalla comunità finanziaria.


Molto positiva la reazione del mercato che sta premiando il titolo con una pioggia di acquisti nel segmento after-hours. Yahoo infatti, dopo aver terminato la sessione regolare in progresso dell’1,07% a quota 31,3 dollari, viene acquistato a due mani nel circuito serale, registrando un rialzo del 6,07% a quota 33,2 dollari.





IBM archivia il primo trimestre a doppia velocità. Buona la reazione in after-hours

Di Alberto Susic , 18.04.2006 23:14


Il colosso informatico IBM (IBM) ha diffuso questa sera dopo la chiusura dei listini, i risultati relativi ai primi tre mesi del 2006, durante i quali è stata registrata una crescita degli utili, a fronte di una flessione del fatturato, penalizzato dalla vendita della divisione di personal computer.


Nel primo trimestre dell’anno, l’utile della società è cresciuto del 22%, grazie al taglio dei costi del personale, attestandosi a 1,71 miliardi dollari, contro gli 1,4 miliardi dello stesso periodo del 2005. L’utile per azione risulta così pari a 1,08 dollari, battendo di 3 centesimi le previsioni degli analisti che si aspettavano invece un risultato di 1,05 dollari.


Il fatturato ha invece registrato una flessione del 9,8%, attestandosi a 20,7 miliardi di dollari, contro i 22,9 miliardi dell’analogo periodo del 2005, in linea però con le previsioni degli analisti. La società non ha rilasciato alcuna indicazione relativamente alle attese per il trimestre in corso.


Il mercato ha intanto apprezzato i risultati diffusi questa sera, continuando a premiare il titolo che ha terminato la sessione diurna in progresso del 2,05% a quota 83,31 dollari. Gli acquisti si fanno strada anche nel segmento after-hours, dove IBM viene scambiato in progresso dell’1% a quota 84,14 dollari.





Motorola: fatturato Q1 in crescita a due cifre. Utili sul filo del rasoio.


Di Alberto Susic , 18.04.2006 22:5



Una trimestrale a due velocità quella rilasciata questa sera da Motorola (MOT) che nei primi tre mesi del 2006 ha registrato una buona crescita del fatturato, a fronte di un calo degli utili. A causa dei costi legati alla distribuzione delle stock options, il secondo produttore mondiale di telefoni cellulari ha infatti riportato un utile netto di 686 milioni di dollari, in flessione rispetto ai 692 milioni dello stesso periodo dello scorso anno. L’utile per azione risulta così pari a 27 centesimi, ma escludendo alcuni costi straordinari, il risultato è pari a 0,29 dollari, in linea con le previsioni degli analisti.

Decisamente migliori i numeri riguardanti il fatturato che ha messo a segno una buona crescita, grazie soprattutto alla domanda di telefoni più costosi, mettendo a segno così un incremento del 23% a quota 10,01 miliardi di dollari, rispetto agli 8,16 del primo trimestre del 2005, e superando le attese della comunità finanziaria che puntava invece ad una crescita di 9,54 miliardi.

Per quanto riguarda l’outlook del trimestre in corso, la società punta a realizzare un fatturato compreso nella forchetta di prezzo tra 10,3 e 10,5 miliardi di dollari, superiore alle previsioni del mercato che punta invece ad un risultato di 10 miliardi. Le indicazioni sugli utili parlano invece di un eps che dovrebbe aggirarsi tra 0,3 e 0,32 dollari per azione, contro le attese degli analisti posizionati a 31 centesimi.


Negativa la reazione del mercato che sta penalizzando il titolo nel segmento after-hours, in cui si registra una forte volatilità. Dopo aver terminato le contrattazioni della sessione regolare in rialzo del 2,12% a quota 24,08 dollari, Motorola viene colpito dalle vendite nel circuito serale, registrando una flessione del 3,86% a quota 23,15 dollari.





FOMC minutes: il rialzo dei tassi è ormai prossimo alla fine. Resta alta l’attenzione sul caro-greggio

Di Alberto Susic , 18.04.2006 21:31


Una buona notizia per il mercato azionario a stelle e strisce è arrivata questa sera dalla lettura delle minute del FOMC, i verbali relativi all’ultima riunione della Banca Centrale americana del 28 marzo scorso. In occasione del primo meeting guidato dal neo-presidente Ben Bernanke, la Fed aveva deciso per alzare per la quindicesima volta consecutiva il costo del denaro, portandolo così al 4,75%, livello lasciato alle spalle quasi cinque anni fa. Proprio in concomitanza di tale intervento, i vari membri del Board avevano lasciato la porta aperta ad ulteriori ritocchi verso l’alto, al fine di mantenere bilanciati i rischi per l’ottenimento di un equilibrio tra crescita economica e stabilità dei prezzi.


Dal resoconto dell’ultima riunione, a distanza di meno di un mese, emerge un’indicazione di segno ben diverso, che presenta la manovra di rialzo dei tassi ormai prossima alla fine, secondo quanto sostenuto da diversi membri del FOMC che hanno voluto far inserire nel verbale il probabile stop alla politica monetaria perseguita fino ad ora.



La preoccupazione principale riguarda il ritardo con cui spesso si manifestano le decisioni di politica monetaria, considerando addirittura dannosa per l’intera economia un’ulteriore stretta creditizia. In questa direzione si è espressa anche Janet Yellen, presidente della Fed di San Francisco e membro del Fomc, la quale ha palesato i suoi timori per gli effetti indesiderati cui si potrebbe andare incontro in caso di ulteriori incrementi del costo del denaro.

Puntando ad un graduale raffreddamento del mercato immobiliare, la Yellen si è detta preoccupata per il rischio che nuove strette creditizie possano andare ben oltre i risultati sperati dalla Fed, con conseguenza negative per la capacità di spesa dei consumatori.


Dichiarazioni dunque che inducono a pensare che l’ultimo ritocco verso l’alto possa avvenire in occasione del prossimo meeting di maggio, portando così il costo del denaro al 5%, prima che abbia inizio quella pausa tanto auspicata non solo da diversi membri del Board ma anche e soprattutto dai mercati azionari. Non a caso questi ultimi, proprio oggi, subito dopo la lettura dei verbali, hanno accelerato ulteriormente il passo, con rialzi che stanno interessando in maniera diffusa i tre principali listini, tutti in progresso di oltre un punto e mezzo.


Nel resoconto di questa sera, che tra l’altro non tiene conto dell’impennata dei prezzi del greggio messa a segno nelle ultime sessioni, viene confermata la sussistenza dei rischi legati all’andamento delle quotazioni dell’oro nero e delle materie prime in generale.


Intanto l’inflazione continua a rimanere sotto controllo, con pochi segnali di pressione derivanti dall’evoluzione del mercato del lavoro, anticipando al contempo però che la ripresa economica è destinata a subire un rallentamento nella seconda parte dell’anno.


La Fed non ha tuttavia mancato di ribadire che lo scenario relativa alla dinamica dei tassi di interesse rimarrà comunque legato alle indicazioni che giungeranno dai prossimi dati congiunturali, con possibili mutamenti nell’orientamento emerso questa sera, nel caso in cui venisse confermata una prosecuzione della crescita economica a ritmi decisamente sostenuti, oppure in caso di effetti negativi sui prezzi al consumo, derivanti dai nuovi record segnati dal petrolio.





Petrolio: nuovo record in chiusura. Grande attesa per le scorte strategiche di domani

Di Alberto Susic , 18.04.2006 20:49



Si conclude un’altra seduta decisamente incandescente per i prezzi del petrolio che non accennano minimamente ad arrestare la loro corsa e dopo il rialzo di ieri, anche oggi hanno continuato a guadagnare terreno, polverizzando nuovi record. Anche oggi il Brent. Il greggio di riferimento europeo, ha segnato un nuovo massimo storico, terminando la seduta a ridosso dei 72,5 dollari e la situazione non è certo più incoraggiante sui circuiti del Nymex di New York.


Le quotazioni dell’oro nero hanno infatti vissuta una giornata tutta in crescendo, mantenendosi stabilmente al di sopra dei 70 dollari al barile, e continuando a guadagnare progressivamente posizioni, tanto da arrivare a superare anche la soglia dei 70,85 dollari, livello massimo segnato lo scorso 31 agosto, in seguito all’uragano Katrina.


Il future con scadenza maggio ha infatti terminato le contrattazioni a ridosso del top di seduta, fermandosi a 71,3 dollari, in progresso dell’1,3% rispetto al close di ieri.



Alla base del continuo incremento dei prezzi ci sono sempre le stesse motivazioni: la riduzione della produzione nigeriana e la preoccupazione per gli sviluppi del dossier iraniano sull’arricchimento dell’uranio, che minaccia da parte sua una crisi con il mondo occidentale, mettendo a repentaglio l’esportazione da parte del Paese, importante esportatore di oro nero.




A ciò si aggiungono anche le titubanze per il livello delle scorte di carburanti che hanno continuato a segnare un calo nelle ultime sessioni, destando non poche preoccupazioni in vista dell’approssimarsi della stagione estiva. In questa direzione, c’è grande attesa per il consueto aggiornamento settimanale che verrà diffuso domani pomeriggio, cui si guarderà con particolare attenzione, per valutare l’andamento dell’ultima ottava.



Borsa di Tokyo, Nikkei +0,68% spinto da società export

mercoledì, 19 aprile 2006 8.16


TOKYO, 19 aprile (Reuters) - I rialzi dei titoli delle società esportatrici, spinte dalla prospettiva di una conclusione del ciclo di aumento dei tassi negli Usa, permettono alla Borsa di Tokyo di mettere a segno un'altra performance positiva.

L'indice Nikkei ha chiuso in rialzo dello 0,68%, a 17.350,12 punti. Il Topix ha terminato con una crescita dello 0,32%, a 1.747,32 punti.

Il listino è stato trainato, in particolare, da Sony (6758.T: Quotazione, Profilo), che ha terminato con un balzo del 2,12%, e da Fujitsu (6702.T: Quotazione, Profilo), in crescita dell'1,26%.

Bene anche Kyocera (6971.T: Quotazione, Profilo) (+3,14%) e gli altri produttori di componenti per cellulari dopo che Texas Instruments (TXN.N: Quotazione, Profilo) ha comunicato risultati trimestrali superiori alle attese.​


STOCKS TO WATCH - Mercoledì 19 aprile, ore 8,10
mercoledì, 19 aprile 2006 8.13



Il futures sull'S&P/MIB giugno è visto aprire in rialzo di
circa 175 punti rispetto all'ultimo valore scambiato ieri,
secondo uno spread trader a Londra.

Le borse europee sono attese in forte rialzo oggi.


Di seguito le società che potrebbero influenzare l'andamento
di Piazza Affari.

CAPITALIA (CPTA.MI: Quotazione, Profilo) - Secondo il responsabile per
l'Europa, Dolf Collee, il presidente Cesare Geronzi ha fatto un
buon lavoro. La posizione di Geronzi, interdetto nell'ambito
dell'inchiesta sul crack Parmalat, sarà esaminata dal patto di
sindacato oggi e dall'assemblea dei soci domani. [nL18251872]

Secondo la ricostruzione di alcuni quotidiani i soci del
patto decideranno con voto unanime di proporre il reintegro di
Geronzi nella carica di presidente.

I recuperi sulle tre cartolarizzazioni Trevi si attestano a
96,7 milioni nel primo trimestre con un progresso tendenziale
del 19,6%. [nL18392490]

RCS (RCSM.MI: Quotazione, Profilo) - E' slittato a oggi l'incontro in
programma tra gli adviser di Magiste e l'Ad di BPI (BPI.MI: Quotazione, Profilo), Divo Gronchi, per definire il destino dei titoli Rcs di
proprietà di Stefano Ricucci e in garanzia alla banca lodigiana.

Non si escludono ulteriori rinvii dopo l'arresto di Ricucci di
ieri, dice una fonte vicina alla situazione. [nL18327021]

Secondo alcuni quotidiani l'incontro oggi non ci sarà.

PARMALAT (PLT.MI: Quotazione, Profilo) - Anche Deloitte & Touche, dopo Bank of America e Citigroup, ha avviato un'azione legale contro
Parmalat chiedendo il risarcimento dei danni.

FIAT (FIA.MI: Quotazione, Profilo) - Nella lista di consiglieri proposta da IFIL
(IFLI.MI: Quotazione, Profilo) spunta a sorpresa Ratan Tata, presidente dell'omonimo gruppo indiano con cui Fiat ha un accordo di collaborazione.
[nL1856650]

MPS (BMPS.MI: Quotazione, Profilo) - Una serie di soci privati tra cui Francesco Gaetano Caltagirone, Hopa, UNIPOL (UNPI.MI: Quotazione, Profilo), Unicoop Firenze e Lorenzo Gorgoni hanno stipulato un patto parasociale che vincola il 18% per votare alla prossima assemblea due liste che dovranno portare in cda cinque rappresentanti. [nL18379190]

BNL (BANI.MI: Quotazione, Profilo) - Consob ha dato il via libera all'opa di Bnp
Paribas che partirà il 21 aprile e si chiuderà il 16 maggio.
[nPOL867097]

FONDIARIA-SAI (FOSA.MI: Quotazione, Profilo) - L'Antitrust ha dato l'ok
all'acquisizione di Liguria Assicurazioni. [nL18409982]

ALITALIA (AZPIa.MI: Quotazione, Profilo) - Incontro azienda-sindacati su piano industriale.

GEMINA (GEMI.MI: Quotazione, Profilo) - Luca Egidi, direttore centrale corporate di IMPREGILO (IPGI.MI: Quotazione, Profilo), entrerà in Gemina come direttore centrale finanza, amministrazione, controllo e sviluppo
partecipazioni. [nL18757453]

POP INTRA (PINI.MI: Quotazione, Profilo) - Il collegio sindacale ha deliberato
all'unanimità di promuovere un'azione di responsabilità nei
confronti dell'ex direttore generale Giovanni Brumana.
[nL18683775]

SAFILO (SFL.MI: Quotazione, Profilo) - S&P ha alzato il rating a lungo termine a "BB-" da "B". [nL18357198]

MARCOLIN (MCL.MI: Quotazione, Profilo) - Ha siglato un accordo di licenza
esclusiva per il design, la produzione e la distribuzione di montature da vista e occhiali da sole con il marchio Web.[nL18394253]

VIAGGI DEL VENTAGLIO (VVE.MI: Quotazione, Profilo) - Secondo MF studia la dismissione delle quote in Best Tours e Columbus.

BRIOSCHI (BRUI.MI: Quotazione, Profilo) - BASTOGI (BTGI.MI: Quotazione, Profilo) e Milaninvest Real Estate hanno siglato un patto di sindacato sul 66% di due anni. [nL18478170]​


Morning Note: i dati macroeconomici di mercoledi' 19 aprile

(Il Sole 24 Ore Radiocor) - Milano, 19 apr - Mondo Outlook Fmi - Il Fondo monetario internazionale diffonde il world economic outlook Zona euro - Produzione industriale febbraio, h 11,00. Previsione: +0,2% congiunturale, +3,1% tendenziale Germania - Prezzi alla produzione industriale febbraio, h 8,00. Attesa: +0,3% mensile, +5,6% annuo Stati Uniti - Prezzi al consumo marzo, h 14,30. Previsione: +0,4% mensile, +3,5% annuo Nat​
(RADIOCOR) 19-04-06 07:36:41 (0026) 5 NNNN


Cambi: il dollaro al livello piu' basso da 7 mesi sull'euro

(Il Sole 24 Ore Radiocor) - Parigi, 19 apr - Il dollaro e' sceso al suo livello piu' basso da sette mesi contro l'euro all'apertura degli scambi sui mercati europei, a seguito dei segnali provenienti dall'America su una conclusione del ciclo di crescita dei tassi di interesse americani. A Parigi l'euro e' indicato a 1,2341 dollari contro 1,2355 di ieri, il livello inferiore dal 12 settembre scorso.

Il biglietto verde contro lo yen e' indicato a 117,08 contro 11,12 di ieri. Il dollaro e' debole per i dati sui prezzi alla produzione e il settore immobiliare di ieri, combinati con la lettura delle minute dell'ultima riunione Fed che frenano l'attesa di prossimi rialzi nei tassi, saliti per 15 volte consecutive dalla meta' del 2004 fino al 4,75% attuale.

Il mercato si attende pero' un ultimo rialzo dei tassi in maggio fino al 5%. Mai (RADIOCOR)​
 
Ultima modifica:
buongiorno a tutti ;)
 

Allegati

  • st.GIF
    st.GIF
    10,7 KB · Visite: 322
Sezione8 ha scritto:
med a 6,34/35 può correggere.....ma il target è quello che t'ho detto ieri
 
enel ...........oh però sei tosto..già .........sei daaaaaaaaaaaa roma :D
 

Allegati

  • st.GIF
    st.GIF
    14,1 KB · Visite: 318
lunat ha scritto:
med a 6,34/35 può correggere.....ma il target è quello che t'ho detto ieri

non me lo ricordo più ;) :p :mmmm:
 
buongiorno.........Gr-Ant

..ah vedo che siamo risaliti... che noia :o
 
.....BUONGIORNO A TUTTI.....GR-ANT-OPT..;) ;) ;)


..UN SALUTO VELOCE ...CHE DEVO SCAPPARE......
..OVER IERI SERA SU NVIDIA......TAKE STAMATTINA SU FIAT......(EHHH...LA BERTA!!)....TENGO STM........ANCHE PERCHE' PUNTUALE COME UN CRONOMETRO SVIZZERO L' INDICATORE CONTRARIAN DI NOME AMEE CON SUO INTERVENTO HA PROVOCATO LA SOLITA SCHIZZATA.......:p :p :p :p :p ....AVERCENE DI ..."OSCILLATORI" COSI PRECISI:rolleyes: :rolleyes: :rolleyes: :rolleyes:
 
Ultima modifica:
appeso....chiede aiuto :D
 

Allegati

  • st.GIF
    st.GIF
    11 KB · Visite: 309
la tengono sez .......è tirata ma con uno sforzo altri 3 tik possono farli :D
 
Ultima modifica:
...CHE SIANO LE LACRIME.....AMARE PERFINO!!:p :p ...CHE STA PIANGENDO IL MONDO INTERO....A FAR ESONDARE IL DANUBIO??
 

Allegati

  • ScreenHunter039.jpg
    ScreenHunter039.jpg
    32 KB · Visite: 121
...
 

Allegati

  • ScreenHunter037.jpg
    ScreenHunter037.jpg
    51,6 KB · Visite: 120
lunat ha scritto:
la tengono sez .......è tirata ma con uno sforzo altri 3 tik possono farli :D
manco l'ho detto che me le hanno prese :D .....e gli ho pure ragalato 1 tik............ :wall: :wall: :D
 
stm in proiezione................ma il 17 si verificherà solo quando chiuderà il mese sopra i 15,65..............
 

Allegati

  • st.GIF
    st.GIF
    8,8 KB · Visite: 100
lunat ha scritto:
stm in proiezione................ma il 17 si verificherà solo quando chiuderà il mese sopra i 15,65..............

...non è che giorgio t'ha parlato di ronaldigno no :rolleyes: :mmmm: :eek: :o
 
BUONGIORNO a TUTTI! GRAZIE ANTELCAT

canisi ha scritto:
...CHE SIANO LE LACRIME.....AMARE PERFINO!!:p :p ...CHE STA PIANGENDO IL MONDO INTERO....A FAR ESONDARE IL DANUBIO??
Motorola ho letto, ma di Vitesse non capisco lo scivolone: Antel non ne fa cenno. Cmq per una volta STM non ha seguito i negativi OK!
 
Totila ha scritto:
...non è che giorgio t'ha parlato di ronaldigno no :rolleyes: :mmmm: :eek: :o
si è bravino.............se ce lo danno in cambio di baronio possiamo anche parlarne............... :D :D .......................... :wall: :wall: :'( :'( :'( :specchio:
 
Luigina.bs ha scritto:
Motorola ho letto, ma di Vitesse non capisco lo scivolone: Antel non ne fa cenno. Cmq per una volta STM non ha seguito i negativi OK!


buongiorno e' un po che seguo, oggi partecipo pure io.

ormai su questo titolo se posso dire la mia, i maggiorri gain si fanno over....ieri ingessata tutto il giorno, ha fatto in ratica over quello che avrebbe dovuto fare ieri, ma se saliva a mercato oggi sarebbe stata piu alta.

non so che dire un giorno la tirano dietro l'altro se la strappano di mano.

In ottica speculativa sono entrato short a 15,27 con stop 15,30, mi aspetto un ritorno un po piu basso diciamo in area 15,10, il petrolio sempre alto ed oggi ricordo che ci sono pure i dati sulle scorte di petrolio.
buongiorno a tutti
a dopo
 
sez che hai fatto con med?
 
Indietro