Strategia collocazione liquidità

  • Caro Ospite,
    finalmente abbiamo aggiornato il forum di FinanzaOnLine per fornirti un servizio performante e aggiornato. Come avrai notato il lavoro non è ancora ultimato. Purtroppo alcune funzioni della vecchia piattaforma non sono presenti per motivi di incompatibilità ma siamo aperti a considerare eventuali sviluppi.
    Per qualsiasi quesito sull'utilizzo della nuova piattaforma o se riscontri qualche problema di funzionamento o di navigazione scrivi nella sezione FIX FORUM. Stiamo raccogliendo tutte le segnalazioni al fine di perfezionare la nuova piattaforma.

    Grazie per la comprensione e grazie per il supporto.
    Staff | FinanzaOnLine

Qfwfq

Nuovo Utente
Registrato
31 Dic 2021
Messaggi
41
Punti reazioni
0
Buongiorno e grazie in anticipo per aver letto questo topic;
in realtà ce ne sono tanti simili, però ognuno ha la sua storia e in questo momento di incertezza sento il bisogno di dovermi confrontare con voi.
Ho 33 anni, un lavoro a t.i. da 25.5k di RAL (arrivo a a 33k con i bonus); vivo in affitto (lo pago con un'altro affitto di una casa dei miei genitori, dove prima o poi andrò a vivere), non ho figli, ho una compagna.
Ho liquidità per circa 40-45K, a Maggio ho aperto Fon.te dove verso il minimo (0.55%), vorrei iniziare a gestire meglio questa liquidità ma fin'ora ho usato solo strumenti con rendimento nominale (conti deposito), non ho MAI usato broker per acquistare btp, equity, roboadvisor, ma ho come l'impressione che mi stia perdendo la parte interessante di questo mondo.
Ero intenzionato ad aumentare notevolmente (probabilmente senza saturare) il FPN ma non sono convinto della durata nel lunghissimo periodo, anche perchè potrei avere delle spese nei prossimi anni, magari un matrimonio, magari iniziare un'attività tutta mia, magari la ristrutturazione della casa di cui vi parlavo, per cui il mio orizzonte temporale non può essere lungo per tutto il capitale ma vorrei essere in grado di fare una distribuzione razionale di questo importo; leggo che molti consulenti finanziari propongono lo schema: Protezione-Liquidità-Riserva-Previdenza-Investimento-ExtraRendimento, mi sembra una "piramide" sensata solo che oggi, tenuta conto dell'inflazione e della situazione geopolitica particolare per i mercati, dal mio punto di vista non è facile avere una strategia.
Ringrazio in anticipo chi vorrà rispondere
 

biopresto68

Nuovo Utente
Registrato
25 Ago 2017
Messaggi
370
Punti reazioni
24
Lo schema Protezione-Liquidità-Riserva-Previdenza-Investimento-ExtraRendimento ha senso anche quando c'è inflazione.
Poi quanto allocare in ognuno di quei livelli della piramide può essere discusso allo sfinimento.
RAL lorda 33K = stipendio netto annuale circa 23K, mensile = 1900€
Io personalmente farei così:
Protezione: se non hai figli al momento potresti anche soprassedere su assicurazione vita ma quando ti sistemerai pensaci
Liquidità: tieni sul cc 3 mesi di stipendio, diciamo 6000 €
Previdenza: satura il fondo pensione per ottimizzarne la fiscalità
Riserva: 6 mesi di stipendio su conto deposito 12000 €
Rimangono 27K da investire. Non stare a scervellarti, fino a quando hai pochi risparmi concentrati sul guadagno ed il risparmio. Va bene un Lifestrategy, va bene MoneyFarm, vanno bene un paio di ETF azionario e obbligazionario mondiale. Non saranno oro commodities o altre cose a cambiare a la situazione. E non saranno nemmeno le commissioni di gestione e acquisto. Quando avrai un portafoglio sopra i 75-100K allora preoccupati di ottimizzarlo secondo le tue esigenze e gli obiettivi di quel momento.
 

Qfwfq

Nuovo Utente
Registrato
31 Dic 2021
Messaggi
41
Punti reazioni
0
Grazie biopresto, è un pò quello che volevo fare anche io (euro più, euro meno);
per quanto riguarda la previdenza complementare, mi suggerisci di saturare ogni anno o solo ora che devo "ridistribuire" la liquidità?
 

biopresto68

Nuovo Utente
Registrato
25 Ago 2017
Messaggi
370
Punti reazioni
24
Grazie biopresto, è un pò quello che volevo fare anche io (euro più, euro meno);
per quanto riguarda la previdenza complementare, mi suggerisci di saturare ogni anno o solo ora che devo "ridistribuire" la liquidità?

Io personalmente ogni volta che ho avuto aumenti di retribuzione ho destinato una parte di questo alla previdenza complementare come contributo volontario aggiuntivo mensile, lo imposti e te ne scordi. Ma non sono un esperto di previdenza, prendi i miei consigli con le pinze.
 

Maxcara

Nuovo Utente
Sospeso dallo Staff
Registrato
9 Lug 2022
Messaggi
294
Punti reazioni
5
Lo schema Protezione-Liquidità-Riserva-Previdenza-Investimento-ExtraRendimento ha senso anche quando c'è inflazione.
Poi quanto allocare in ognuno di quei livelli della piramide può essere discusso allo sfinimento.
RAL lorda 33K = stipendio netto annuale circa 23K, mensile = 1900€
Io personalmente farei così:
Protezione: se non hai figli al momento potresti anche soprassedere su assicurazione vita ma quando ti sistemerai pensaci
Liquidità: tieni sul cc 3 mesi di stipendio, diciamo 6000 €
Previdenza: satura il fondo pensione per ottimizzarne la fiscalità
Riserva: 6 mesi di stipendio su conto deposito 12000 €
Rimangono 27K da investire. Non stare a scervellarti, fino a quando hai pochi risparmi concentrati sul guadagno ed il risparmio. Va bene un Lifestrategy, va bene MoneyFarm, vanno bene un paio di ETF azionario e obbligazionario mondiale. Non saranno oro commodities o altre cose a cambiare a la situazione. E non saranno nemmeno le commissioni di gestione e acquisto. Quando avrai un portafoglio sopra i 75-100K allora preoccupati di ottimizzarlo secondo le tue esigenze e gli obiettivi di quel momento.

Ciao, chiedo scusa se mi intrometto. Tu quindi consiglieresti all'utente di tenere 18k di liquidità (tra cc e conto deposito)? Non sono troppi? soprattutto con questa inflazione?
 

Celestino_JS

Nuovo Utente
Registrato
12 Ago 2018
Messaggi
494
Punti reazioni
26
Ciao, chiedo scusa se mi intrometto. Tu quindi consiglieresti all'utente di tenere 18k di liquidità (tra cc e conto deposito)? Non sono troppi? soprattutto con questa inflazione?

A me sembra un buon suggerimento e una buona allocazione quella proposta. L'utente dice che a breve potrebbe trovarsi a sostenere spese (matrimonio, ristrutturazioni, avvio di nuovi business): vero che c'è l'inflazione, ma se poi ci sommi spese di acquisto e vendita dei vari strumenti e un po' di volatilità (per quanto bassa sempre diversa da 0) conviene avere una buona riserva di Euro pronti all'uso.
 

Maxcara

Nuovo Utente
Sospeso dallo Staff
Registrato
9 Lug 2022
Messaggi
294
Punti reazioni
5
A me sembra un buon suggerimento e una buona allocazione quella proposta. L'utente dice che a breve potrebbe trovarsi a sostenere spese (matrimonio, ristrutturazioni, avvio di nuovi business): vero che c'è l'inflazione, ma se poi ci sommi spese di acquisto e vendita dei vari strumenti e un po' di volatilità (per quanto bassa sempre diversa da 0) conviene avere una buona riserva di Euro pronti all'uso.

Chiaro, capito.
E allora faccio una domanda in senso opposto, per così dire... in teoria, per il fondo imprevisti, non bisognerebbe tenersi almeno i soldi della macchina che si rompe?
Cioè, può capitare che si rompa la macchina e che ci sia necessità di acquistarne una nuova. Quindi, ipotizzando 20-25k per la macchina, non bisognerebbe tenere almeno quest'ultima cifra di liquidità?

Cioè, vorrei capire, in base a cosa si decide quanta liquidità tenere come fondo di emergenza?
 

AliasFringe

Nuovo Utente
Registrato
8 Mar 2019
Messaggi
2.341
Punti reazioni
107
Ci sono sempre i finanziamenti al limite e i pagamenti dilazionati.
Sono cose che dovresti valutare te, non c'è una legge generale...

Lo stesso giorno che ti si rompe la macchina potresti ancelhe perdere il lavoro e guastarsi l'impianto elettrico o tubature a casa, ma non credo valga la pena tenersi liquidità per affrontare tutte queste sciagure :'( :D
 

balcarlo

ama il tuo prossimo
Registrato
24 Gen 2002
Messaggi
20.623
Punti reazioni
1.861
Lo schema Protezione-Liquidità-Riserva-Previdenza-Investimento-ExtraRendimento ha senso anche quando c'è inflazione.
Poi quanto allocare in ognuno di quei livelli della piramide può essere discusso allo sfinimento.
RAL lorda 33K = stipendio netto annuale circa 23K, mensile = 1900€
Io personalmente farei così:
Protezione: se non hai figli al momento potresti anche soprassedere su assicurazione vita ma quando ti sistemerai pensaci
Liquidità: tieni sul cc 3 mesi di stipendio, diciamo 6000 €
Previdenza: satura il fondo pensione per ottimizzarne la fiscalità
Riserva: 6 mesi di stipendio su conto deposito 12000 €
Rimangono 27K da investire. Non stare a scervellarti, fino a quando hai pochi risparmi concentrati sul guadagno ed il risparmio. Va bene un Lifestrategy, va bene MoneyFarm, vanno bene un paio di ETF azionario e obbligazionario mondiale. Non saranno oro commodities o altre cose a cambiare a la situazione. E non saranno nemmeno le commissioni di gestione e acquisto. Quando avrai un portafoglio sopra i 75-100K allora preoccupati di ottimizzarlo secondo le tue esigenze e gli obiettivi di quel momento.

Sono abbastanza favorevole alle prime scelte anche se la liquidità la manterrei sotto i 5.000 per evitare l'imposta di bollo anche se non è elevatissima.

Sul conto di deposito "libero" al massimo ci metterei 10.000 euro.

Il restante lo suddividerei su scelte personali: BTP con scadenze diverficate (sia a tasso fisso che indicizzati) ed un buon ETF azionario globale...
 

Maxcara

Nuovo Utente
Sospeso dallo Staff
Registrato
9 Lug 2022
Messaggi
294
Punti reazioni
5
Sono abbastanza favorevole alle prime scelte anche se la liquidità la manterrei sotto i 5.000 per evitare l'imposta di bollo anche se non è elevatissima.

Sul conto di deposito "libero" al massimo ci metterei 10.000 euro.

Il restante lo suddividerei su scelte personali: BTP con scadenze diverficate (sia a tasso fisso che indicizzati) ed un buon ETF azionario globale...

Ciao! Perdonami, tu hai consigliato di stare sotto i 5k di c/c per non pagare il bollo di 34,20 euro.
Però poi consigli di tenere 10k sul conto deposito, sul quale pagheresti lo 0,02% di bollo, quindi 20 euro all'anno.
Quindi non ci sarebbe una grande differenza.
Il conto deposito però rende qualcosa?
 

sauro

Nuovo Utente
Registrato
18 Mar 2000
Messaggi
1.214
Punti reazioni
18
il c/c non rende niente o pochissimo il cd arriva fino al 3,5 vincolato :)
 

Qfwfq

Nuovo Utente
Registrato
31 Dic 2021
Messaggi
41
Punti reazioni
0
Grazie a tutti per il contributo, e grazie a chi altro parteciperà
 

Ansioso

Nuovo Utente
Registrato
4 Nov 2021
Messaggi
24
Punti reazioni
0
Buon pomeriggio. Approfitto della discussione per chiedere qualche parere. Leggo da un po' il FOL e grazie ai vari contributi riportati ho iniziato a orientarmi e ad allocare i sudati risparmi. Al momento ho troppi liquidi, circa 100k.
Ho aderito ai FP Allianz Assieme (azionario) e a quello Perseo (solo contributo minimo per avere quello datoriale). Ho acquistato 20 k di BTP Italia, lo scorso giugno. Presi 15k bf obiettivo 65. Ho una specie di PAC su Sparkasse con interesse crescente, dove verso 1k al mese. Credo sia opportuno aprire un CD e soprattutto iniziare ad approfondire ETF e altri strumenti. Il conto amministrato ISP mi sembra un po' caro, pensavo di aprire Webank o Directa. Oggi ho iniziato a guardare i certificati :confused: - video di Gabriele Bellelli - è prematuro? Mi sto muovendo bene nel complesso? Oggi suggerimento è ben accetto.

Grazie.
 

balcarlo

ama il tuo prossimo
Registrato
24 Gen 2002
Messaggi
20.623
Punti reazioni
1.861
Ciao! Perdonami, tu hai consigliato di stare sotto i 5k di c/c per non pagare il bollo di 34,20 euro.
Però poi consigli di tenere 10k sul conto deposito, sul quale pagheresti lo 0,02% di bollo, quindi 20 euro all'anno.
Quindi non ci sarebbe una grande differenza.
Il conto deposito però rende qualcosa?

Chi mi segue sa che non amo molto i Conti di Deposito ma, per alcune persone e per certi orizzonti temporali, potrebbero essere presi in considerazione. In quanto al bollo, ci sono promozioni di banche che si accollano, per un certo periodo, tale onere, in questo periodo Banca Progetto:

https://www.bancaprogetto.it/prodotti/conto-progetto/
 

Maxcara

Nuovo Utente
Sospeso dallo Staff
Registrato
9 Lug 2022
Messaggi
294
Punti reazioni
5

Maxcara

Nuovo Utente
Sospeso dallo Staff
Registrato
9 Lug 2022
Messaggi
294
Punti reazioni
5
Buon pomeriggio. Approfitto della discussione per chiedere qualche parere. Leggo da un po' il FOL e grazie ai vari contributi riportati ho iniziato a orientarmi e ad allocare i sudati risparmi. Al momento ho troppi liquidi, circa 100k.
Ho aderito ai FP Allianz Assieme (azionario) e a quello Perseo (solo contributo minimo per avere quello datoriale). Ho acquistato 20 k di BTP Italia, lo scorso giugno. Presi 15k bf obiettivo 65. Ho una specie di PAC su Sparkasse con interesse crescente, dove verso 1k al mese. Credo sia opportuno aprire un CD e soprattutto iniziare ad approfondire ETF e altri strumenti. Il conto amministrato ISP mi sembra un po' caro, pensavo di aprire Webank o Directa. Oggi ho iniziato a guardare i certificati :confused: - video di Gabriele Bellelli - è prematuro? Mi sto muovendo bene nel complesso? Oggi suggerimento è ben accetto.

Grazie.

Con il solo fondo Allianz Insieme non hai il contributo datoriale? Cioè il tuo datore di lavoro non ti versa il TFR su Allianz Insieme? È così?
 

Ansioso

Nuovo Utente
Registrato
4 Nov 2021
Messaggi
24
Punti reazioni
0
Con il solo fondo Allianz Insieme non hai il contributo datoriale? Cioè il tuo datore di lavoro non ti versa il TFR su Allianz Insieme? È così?

Il TFR è con Perseo. Il contributo del DL lo ottengo solo aderendo al FP sopra citato. Il quale non ha comparto azionario, per tale motivo ho deciso di aderire ad Allianz.
 

Maxcara

Nuovo Utente
Sospeso dallo Staff
Registrato
9 Lug 2022
Messaggi
294
Punti reazioni
5
Il TFR è con Perseo. Il contributo del DL lo ottengo solo aderendo al FP sopra citato. Il quale non ha comparto azionario, per tale motivo ho deciso di aderire ad Allianz.

Quindi Allianz Insieme non prevede il versamento del TFR?
Be', se è così, allora forse non può essere considerato tra i migliori FP in Italia
 

Ansioso

Nuovo Utente
Registrato
4 Nov 2021
Messaggi
24
Punti reazioni
0
Quindi Allianz Insieme non prevede il versamento del TFR?
Be', se è così, allora forse non può essere considerato tra i migliori FP in Italia

Sono la persona meno esperta, ma ritengo che si possa versare il TFR anche in Allianz. Ti suggerisco di guardare la sezione FOL dedicata ai FP, ricca di informazioni. Ci sono alcuni membri molto disponibili (e credo preparati).
 

Toleico

Nuovo Utente
Registrato
5 Lug 2018
Messaggi
126
Punti reazioni
6
Certo che è possibile versare il TFR su Insieme.
Mi sembra di capire che Ansioso abbia aderito a Perseo Sirio, che è un fondo negoziale, per ottenere il versamento del contributo datoriale e contemporaneamente ad Allianz Insieme per sfruttare le linee di investimento meno conservative. Immagino che su Insieme faccia solo dei versamenti volontari, mentre su Perseo Sirio vadano a finire il contributo dipendente, quello datoriale ed il TFR.