Strategia trading

ciroascarone

liberante
Registrato
2/3/07
Messaggi
21.749
Punti reazioni
1.225
Comunque da esperienza lo sforzo per arrivare a guadagnare è talmente tanto che quando riesci a guadagnare e trovare una strategia che funzioni, poi non hai più voglia di operare perchè appunto come dici te andare in gain (o in loss) non emoziona più.

Fa piacere per i soldi,ma comunque penso ci siano altri lavori che a parità di sforzo rendono molto ma molto di più.
Ad averlo saputo prima uno manco iniziava,almeno,parlo per me.

hai molte ragioni...lo studio che mi è stato necessario per giungere ad essere profittevole ormai da più di 10 anni in maniera pressocchè costante in pratcamente quasi tutte le fasi di mercato è per me stato molto più gravoso dei pur duri studi in ingegneria che ho completato....è chiaro che mi ha guidato solo la passione altrimenti sarebbe stato un investimento comunque in perdita...ma fare ciò che voglio in ogni minuto della mia giornata non ha prezzo pur essendo molto proabile che se avessi continuato a dedicarmi alla professione di ingegnere ora avrei molti più soldi (forse...isogna vedere come sarebbe andata con le crisi devastanti che hanno colpito il paese dal 2008 in poi)b
 

wbwb

Nuovo Utente
Sospeso dallo Staff
Registrato
18/3/21
Messaggi
322
Punti reazioni
9
se c'è una regola che ti assicura che si comporterà come nei 15 anni precedenti sì. Ma questa regola non c'è.

Diciamo che se ti metti sugli Usa, la regola e la storia dovrebbero invertire proprio per te. Sarebbe davvero una sfiga! E' facile che si avranno col tempo rendimenti analoghi. Solo chi mantiene tendenzialmente per sempre (solo gli usa eh) può diventare ricco dopo alcuni decenni.
Libro consigliato: Never sell investing (su amazon, in inglese).
 

Bubino451

Nuovo Utente
Registrato
14/9/09
Messaggi
8.061
Punti reazioni
327
hai molte ragioni...lo studio che mi è stato necessario per giungere ad essere profittevole ormai da più di 10 anni in maniera pressocchè costante in pratcamente quasi tutte le fasi di mercato è per me stato molto più gravoso dei pur duri studi in ingegneria che ho completato....è chiaro che mi ha guidato solo la passione altrimenti sarebbe stato un investimento comunque in perdita...ma fare ciò che voglio in ogni minuto della mia giornata non ha prezzo pur essendo molto proabile che se avessi continuato a dedicarmi alla professione di ingegnere ora avrei molti più soldi (forse...isogna vedere come sarebbe andata con le crisi devastanti che hanno colpito il paese dal 2008 in poi)b

Idem,
non avrei mai immaginato che un'attività di questo tipo richiedesse uno sforzo di tale portata,
ma ti dirò, non mi pare l'attività di trading,quello profittevole e sistematico,sia tanto diversa da quella dell'ingegnere,non solo come difficoltà,ma anche per gli aspetti tecnici,visto che in entrambe le attività bisogna risolvere problemi complessi,avere competenze informatiche per implementare algoritmi che funzionino,testare e ritestare i risultati e se necessario riiniziare da capo finchè le cose non vanno bene.

E'la classica attività in cui bisogna sbattere la testa sui problemi e avere la costanza per arrivare ad un risultato,il che non è da tutti.

Non è un caso che il miglior trader sistematico al mondo (Andrea Unger) che stimo veramente tanto sia un ingegnere.

Ad ogni modo per me l'idea di far l'ingegnere non è che mi avesse mai stimolato più di tanto,per quanto come te avessi concluso (con fatica) gli studi,quindi diciamo che la scelta di fare altro non è stata mai sofferta,anche se soffro del fatto che il trading come altri lavori non danno quel prestigio sociale che invece una persona vorrebbe avere.Ad ogni modo in ogni cosa bisogna farsi giudare dalla passione,i soldi sono solo una conseguenza.
 

ciroascarone

liberante
Registrato
2/3/07
Messaggi
21.749
Punti reazioni
1.225
Idem,
non avrei mai immaginato che un'attività di questo tipo richiedesse uno sforzo di tale portata,
ma ti dirò, non mi pare l'attività di trading,quello profittevole e sistematico,sia tanto diversa da quella dell'ingegnere,non solo come difficoltà,ma anche per gli aspetti tecnici,visto che in entrambe le attività bisogna risolvere problemi complessi,avere competenze informatiche per implementare algoritmi che funzionino,testare e ritestare i risultati e se necessario riiniziare da capo finchè le cose non vanno bene.

E'la classica attività in cui bisogna sbattere la testa sui problemi e avere la costanza per arrivare ad un risultato,il che non è da tutti.

Non è un caso che il miglior trader sistematico al mondo (Andrea Unger) che stimo veramente tanto sia un ingegnere.

Ad ogni modo per me l'idea di far l'ingegnere non è che mi avesse mai stimolato più di tanto,per quanto come te avessi concluso (con fatica) gli studi,quindi diciamo che la scelta di fare altro non è stata mai sofferta,anche se soffro del fatto che il trading come altri lavori non danno quel prestigio sociale che invece una persona vorrebbe avere.Ad ogni modo in ogni cosa bisogna farsi giudare dalla passione,i soldi sono solo una conseguenza.

mi sento di concordare in toto...tranne per il fatto del prestigio sociale che a me interessa molto marginalmente , ma posso capire bene chi lo considera importante
 

mayborn

Nuovo Utente
Registrato
24/4/18
Messaggi
79
Punti reazioni
0
Fa piacere per i soldi,ma comunque penso ci siano altri lavori che a parità di sforzo rendono molto ma molto di più.
Ad averlo saputo prima uno manco iniziava,almeno,parlo per me.
quali sarebbero, se posso chiedere?
 

ciroascarone

liberante
Registrato
2/3/07
Messaggi
21.749
Punti reazioni
1.225
quali sarebbero, se posso chiedere?

qualunque professione...avvocato ingegnere dottore..i primi che mi vengono in mente...se avessi impiegato il tempo che ho impiegato per imparare a tradare a sta ora, oltre che ingegnere, sarei anche matematico fisico ed economista tanto per elencare gli studi e le professioni che avrei intrapreso in alternativa ad ingegneria...ma le professioni mediche rendono ancora di più..come recita il saggio adagio sul trading :

" si tratta del modo più difficile che ci sia al mondo per fare (pochi in genere) soldi facili"
 
Ultima modifica:

Bubino451

Nuovo Utente
Registrato
14/9/09
Messaggi
8.061
Punti reazioni
327
qualunque professione...avvocato ingegnere dottore..i primi che mi vengono in mente...se avessi impiegato il tempo che ho impiegato per imparare a tradare a sta ora, oltre che ingegnere, sarei anche matematico fisico ed economista tanto per elencare gli studi e le professioni che avrei intrapreso in alternativa ad ingegneria...ma le professioni mediche rendono ancora di più..come recita il saggio adagio sul trading :

" si tratta del modo più difficile che ci sia al mondo per fare (pochi in genere) soldi facili"

Concordo ancora una volta con tutto quanto hai detto_Oddio,avendo un metodo profittevole e solido,per guadagnare di più basterebbe aumentare il controvalore a mercato...però ripeto,non è solo una questione di soldi,nella vita non si lavora (solo) per i soldi e purtroppo il trading dà solo quelli.E'la classica professione (anche se non sono d'accordo a chiamarla come tale perchè è reddito da capitale non da lavoro e non offri alcun servizio alla società in cambio del tuo tempo) che secondo me ha senso intraprendere per chi ha basse qualifiche.Io mi sento un po'di sprecare il mio tempo da quando mi dedico a queste cose,però mi piacciono così tanto...:rolleyes::rolleyes: non tanto per l'operatività in sè che a volte dà più rogne che altro,ma nel creare strategie,scoprire la programmazione,ricercare informazioni etc.Forse un lavoro standard tipo quello dell'ingegnere,del medico,dell'avvocato etc.imbrigliati in procedure imposte dagli ordini,queste cose non te le può dare se fai solo il professionista;magari facendo il ricercatore al limite che comune i suoi 3000 euro al mese sicuri e senza rotture di scatole li guadagna.

Tornando al trading,mi chiedo se facendo il consulente finanziario e insegnandole ste cose la situazione cambierebbe.Boh,non so...

Mia intenzione comunque è dedicarmi unicamente al day trading e agli algoritmi automatici in modo da dedicare a queste cose non più di 10/20 minuti al giorno.
 
Ultima modifica:

ciroascarone

liberante
Registrato
2/3/07
Messaggi
21.749
Punti reazioni
1.225
Concordo ancora una volta con tutto quanto hai detto_Oddio,avendo un metodo profittevole e solido,per guadagnare di più basterebbe aumentare il controvalore a mercato...però ripeto,non è solo una questione di soldi,nella vita non si lavora (solo) per i soldi e purtroppo il trading dà solo quelli.E'la classica professione (anche se non sono d'accordo a chiamarla come tale perchè è reddito da capitale non da lavoro e non offri alcun servizio alla società in cambio del tuo tempo) che secondo me ha senso intraprendere per chi ha basse qualifiche.Io mi sento un po'di sprecare il mio tempo da quando mi dedico a queste cose,però mi piacciono così tanto...:rolleyes::rolleyes: non tanto per l'operatività in sè che a volte dà più rogne che altro,ma nel creare strategie,scoprire la programmazione,ricercare informazioni etc.Forse un lavoro standard tipo quello dell'ingegnere,del medico,dell'avvocato etc.imbrigliati in procedure imposte dagli ordini,queste cose non te le può dare se fai solo il professionista;magari facendo il ricercatore al limite che comune i suoi 3000 euro al mese sicuri e senza rotture di scatole li guadagna.

Tornando al trading,mi chiedo se facendo il consulente finanziario e insegnandole ste cose la situazione cambierebbe.Boh,non so...

Mia intenzione comunque è dedicarmi unicamente al day trading e agli algoritmi automatici in modo da dedicare a queste cose non più di 10/20 minuti al giorno.

credo che chi non possiede le basi della matematica superiore (analisi matematica, algebra lineare, statistica descrittiva,calcolo delle probabilità,statistica inferenziale, fondamenti di teoria del comportamento stocastico dei mercati finanziari, fondamenti di macroeconomia) abbia 1/100 delle possibilità di vivere di trading rispetto a quel 10% di chi possiede queste competenze di base che si arrabatta in qualche modo,,,direi che la base è possedere le conoscenze e soprattutto la forma mentis che conferisce una laurea stem (matematica fisica ingegneria statistica) per potere sperare minimamente di riuscire in questa attività così particolare..alora si parte con il piede giusto pur sapenso che la percentuale di caduti sul campo sarà comunque altissima e che molti che falliranno potranno ringraziare che sia andata così ritrovandosi a fare una professione ben più remunerativa...giacchè con il trading, pur sapendoci fare, non si diventa ricchi se non si parte da un capitale importante...se si è poveri si resta poveri se si è nella media si resta nella media , se si è agiati si resta agiati,se si è ricchi si resta ricchi..se ci si sa fare sostanzialmente si mantiene il tenore di vita che si aveva i partenza,con il vantaggio che una volta imparato il "lavoro" è sicuramente molto più leggero di una qualsiasi altra professione normale anche perchè si fà ciò che piace,quando e come si vuole, pochissimo stress, pochissime emozioni tanta tranquillità e grigiore (l' esatto opposto delle balle da wolf of wall street propagandato per attirare persone inesperte chepensano di arricchirsi partendo con qualche decina di migliaia di euro sul conto) ed in genere bastano poche ore al giorno ( io imposto le operazioni dalle 9.30 alle 12 circa ed ho qusi finito..il pomeriggio in genere monitoro la situaqzione e chiudo le operazioni già impostate nei giorni precedenti, c'è molto meno da fare (con il mio modo do lavoro) rispetto al mattino...alle 15 max 16,30 chiudo tutto
 

elter

Member
Registrato
17/12/06
Messaggi
4.104
Punti reazioni
150
Ciao a tutti,

è da qualche anno che sono appassionato di trading ma non ho ancora trovato una strategia in cui mi sento confidente.
Purtroppo nonostante faccia sempre uno studio statistico approfondito prima di implementare una tecnica, se poi subisco due perdite consecutive in real tendo a mollare la strategia che magari nelle mie prove si era dimostrata profittevole.
La mia operatività si concentra sull'azionario italiano e americano.
Potete gentilmente consigliarmi una tecnica da studiare che magari non guadagni tantissimo, ma che difficilmente abbia due loss consecutivi.

Grazie
Gianmarco

guarda, a parte le molte parole spese,le uniche tecniche vincenti, pero' anche le piu' rischiose (rischi di perdere tutto se non hai competenze) sono le tecniche piramidali, devi pero' partire da un sistemino almeno profittevole al 70% perche' capisci se sei al 50% e fai 10 colpi di cui 5 perdenti magari al doppio dei colpi precedenti ti schianti subito:wall:
mentre una metodologia a se stante a parole crude: va tutto a c u l o... :D:D
 

ducaconte

Nuovo Utente
Registrato
16/6/09
Messaggi
2.173
Punti reazioni
72
credo che chi non possiede le basi della matematica superiore (analisi matematica, algebra lineare, statistica descrittiva,calcolo delle probabilità,statistica inferenziale, fondamenti di teoria del comportamento stocastico dei mercati finanziari, fondamenti di macroeconomia) abbia 1/100 delle possibilità di vivere di trading rispetto a quel 10% di chi possiede queste competenze di base che si arrabatta in qualche modo,,,direi che la base è possedere le conoscenze e soprattutto la forma mentis che conferisce una laurea stem (matematica fisica ingegneria statistica) per potere sperare minimamente di riuscire in questa attività così particolare..alora si parte con il piede giusto pur sapenso che la percentuale di caduti sul campo sarà comunque altissima e che molti che falliranno potranno ringraziare che sia andata così ritrovandosi a fare una professione ben più remunerativa...giacchè con il trading, pur sapendoci fare, non si diventa ricchi se non si parte da un capitale importante...se si è poveri si resta poveri se si è nella media si resta nella media , se si è agiati si resta agiati,se si è ricchi si resta ricchi..se ci si sa fare sostanzialmente si mantiene il tenore di vita che si aveva i partenza,con il vantaggio che una volta imparato il "lavoro" è sicuramente molto più leggero di una qualsiasi altra professione normale anche perchè si fà ciò che piace,quando e come si vuole, pochissimo stress, pochissime emozioni tanta tranquillità e grigiore (l' esatto opposto delle balle da wolf of wall street propagandato per attirare persone inesperte chepensano di arricchirsi partendo con qualche decina di migliaia di euro sul conto) ed in genere bastano poche ore al giorno ( io imposto le operazioni dalle 9.30 alle 12 circa ed ho qusi finito..il pomeriggio in genere monitoro la situaqzione e chiudo le operazioni già impostate nei giorni precedenti, c'è molto meno da fare (con il mio modo do lavoro) rispetto al mattino...alle 15 max 16,30 chiudo tutto

comunque i protagonisti di quei film americani sono quasi
sempre brokers che c'entrano poco col trading.
il broker fondamentalmente è un ''venditore di tappeti'' che
deve essere bravo ad abbindolare i pollastri, vive di commissioni,
spesso di trading ci capisce poco o niente.
il trader è quello che sta davanti al monitor tutto il giorno e
sa veramente operare in borsa, almeno dovrebbe.
 

Nicolas Flamel

l'alchimista
Registrato
30/7/07
Messaggi
7.502
Punti reazioni
269
Diciamo che se ti metti sugli Usa, la regola e la storia dovrebbero invertire proprio per te. Sarebbe davvero una sfiga! E' facile che si avranno col tempo rendimenti analoghi. Solo chi mantiene tendenzialmente per sempre (solo gli usa eh) può diventare ricco dopo alcuni decenni.
Libro consigliato: Never sell investing (su amazon, in inglese).

Anche il tacchino pensa che ogni giorno il contadino sia lì solo per dargli da mangiare, poi arriva Natale.
( Libri consigliato: Nassin Taleb, titoli vari).
A parte queste considerazioni, certo si suppone ragionevolmente che il mercato, specie quello americano, cresca sempre, però anche l'immobiliare sarebbe dovuto crescere sempre perché la popolazione aumenta e l'offerta di fabbricati è più lenta, questo fino al 2008/09
 

rossi+

Nuovo Utente
Registrato
20/3/13
Messaggi
10.400
Punti reazioni
429
chi è stufo di perdere venga a dare un'occhiata al metodo rossi+ :)

Ciao a tutti,

è da qualche anno che sono appassionato di trading ma non ho ancora trovato una strategia in cui mi sento confidente.
Purtroppo nonostante faccia sempre uno studio statistico approfondito prima di implementare una tecnica, se poi subisco due perdite consecutive in real tendo a mollare la strategia che magari nelle mie prove si era dimostrata profittevole.
La mia operatività si concentra sull'azionario italiano e americano.
Potete gentilmente consigliarmi una tecnica da studiare che magari non guadagni tantissimo, ma che difficilmente abbia due loss consecutivi.

Grazie
Gianmarco

ciao .

ho letto le ultime pagine del 3d e sono d'accordo che guadagnare è difficilissimo :bow:
se non hai ancora trovato nessuna strategia vincente vieni a trovarci sul nostro 3d e prova a vedere se ti piace il metodo rossi+
Piano di accumulo programm un cip ogni meno 10/% di calo "no scalping,no tappetini-2
sono anni che la uso , niente di speciale , anche l'amico Biondao sa che la uso da tanti anni , e tutti gli anni guadagno , niente di speciale , si tratta di una cosa elementare "compra basso e rivendi alto " ;)
chiaro che la strategia ha delle sue regole da rispettare con rigore ma alla lunga a fine anno qualche soldino da fare qualche pasto gratis si ottiene , con cip piccoli e diversificati senza pretese , in questo modo ci si diverte e si migliora l'autostima e si è gratificati dai guadagni anche se piccoli .
sempre meglio che farsi spiumare dagli squali :cool:

ps. a quelli che vantano sistemi profittevoli chiedigli di fare due tre operazioni in real time e vediamo se veramente è bravo quanto dice , a chiacchere siamo tutti dei geni ma poi con i fatti .....................:D
ti aspetto OK!
 

ciroascarone

liberante
Registrato
2/3/07
Messaggi
21.749
Punti reazioni
1.225
ciao .

ho letto le ultime pagine del 3d e sono d'accordo che guadagnare è difficilissimo :bow:
se non hai ancora trovato nessuna strategia vincente vieni a trovarci sul nostro 3d e prova a vedere se ti piace il metodo rossi+
Piano di accumulo programm un cip ogni meno 10/% di calo "no scalping,no tappetini-2
sono anni che la uso , niente di speciale , anche l'amico Biondao sa che la uso da tanti anni , e tutti gli anni guadagno , niente di speciale , si tratta di una cosa elementare "compra basso e rivendi alto " ;)
chiaro che la strategia ha delle sue regole da rispettare con rigore ma alla lunga a fine anno qualche soldino da fare qualche pasto gratis si ottiene , con cip piccoli e diversificati senza pretese , in questo modo ci si diverte e si migliora l'autostima e si è gratificati dai guadagni anche se piccoli .
sempre meglio che farsi spiumare dagli squali :cool:

ps. a quelli che vantano sistemi profittevoli chiedigli di fare due tre operazioni in real time e vediamo se veramente è bravo quanto dice , a chiacchere siamo tutti dei geni ma poi con i fatti .....................:D
ti aspetto OK!

strategia interessante...ma bisogna selezionare titoli giusti ( tipo quelli che ricevono raccomandazioni positive dalle banche d' affari) perchè se si esntra a c.azzo e si becca una ciofeca che va verso il fallimento hai voglia ad accumulare...quanto alle operazioni di un sistema profittevole2 o 3 operazioni non sono nulla giacchè anche con sistemi profittevoli al 60-70% è possibile incappare in sequele di 4-5 e più trade perdenti consecutivi...per avere una minima idea de fatto che una strategia possa essere profittevole ci vogliono almeno 1000 trade (meglio 4000-5000) nelle condizioni di mercato più diverse distribuiti in una 10cina d' anni spannometricamente

una strategia simile alla tua tipo pac la applico anche io però su indici azionari mondiali (sp5oo o msciworld) obbligazionari di lunga a duration ed oro , tramite etf : entro alle seguenti % di ritracciamento dai massimi storici : -25% ; -33% ; -50% ; -66%
 
Ultima modifica:

stiamosognando

Nuovo Utente
Registrato
10/5/21
Messaggi
1.536
Punti reazioni
23
ciao .

ho letto le ultime pagine del 3d e sono d'accordo che guadagnare è difficilissimo :bow:
se non hai ancora trovato nessuna strategia vincente vieni a trovarci sul nostro 3d e prova a vedere se ti piace il metodo rossi+
Piano di accumulo programm un cip ogni meno 10/% di calo "no scalping,no tappetini-2
sono anni che la uso , niente di speciale , anche l'amico Biondao sa che la uso da tanti anni , e tutti gli anni guadagno , niente di speciale , si tratta di una cosa elementare "compra basso e rivendi alto " ;)
chiaro che la strategia ha delle sue regole da rispettare con rigore ma alla lunga a fine anno qualche soldino da fare qualche pasto gratis si ottiene , con cip piccoli e diversificati senza pretese , in questo modo ci si diverte e si migliora l'autostima e si è gratificati dai guadagni anche se piccoli .
sempre meglio che farsi spiumare dagli squali :cool:

ps. a quelli che vantano sistemi profittevoli chiedigli di fare due tre operazioni in real time e vediamo se veramente è bravo quanto dice , a chiacchere siamo tutti dei geni ma poi con i fatti .....................:D
ti aspetto OK!

eppure vedo che su altri 3d son tutti vincenti ......ma poi spariscono per mesi:D
 

1_fede_1

sessuologia-clinica
Registrato
11/9/03
Messaggi
4.282
Punti reazioni
150
strategia interessante...ma bisogna selezionare titoli giusti ( tipo quelli che ricevono raccomandazioni positive dalle banche d' affari) perchè se si esntra a c.azzo e si becca una ciofeca che va verso il fallimento hai voglia ad accumulare...quanto alle operazioni di un sistema profittevole2 o 3 operazioni non sono nulla giacchè anche con sistemi profittevoli al 60-70% è possibile incappare in sequele di 4-5 e più trade perdenti consecutivi...per avere una minima idea de fatto che una strategia possa essere profittevole ci vogliono almeno 1000 trade (meglio 4000-5000) nelle condizioni di mercato più diverse distribuiti in una 10cina d' anni spannometricamente

una strategia simile alla tua tipo pac la applico anche io però su indici azionari mondiali (sp5oo o msciworld) obbligazionari di lunga a duration ed oro , tramite etf : entro alle seguenti % di ritracciamento dai massimi storici : -25% ; -33% ; -50% ; -66%

Ciao Ciro una volta che sei entrato ai tuoi target, poi come gestici la posizione?
 

ciroascarone

liberante
Registrato
2/3/07
Messaggi
21.749
Punti reazioni
1.225
Ciao Ciro una volta che sei entrato ai tuoi target, poi come gestici la posizione?

beh, su questo pac e come tale non faccio trading...proprio di pac si tratta...accumulo ad ogni ritracciamento di quel tipo(tipicamente dopo le crisi..l' ultimo accumulo l' ho fatto un anno fa in seguito al crollo covid) e lascio lì..mi ci sto costruendo la pensione dal 2008..metto poca roba perchè il 90% del mio capitale è dedicato al trading di breve termine....se uno volesse farci trading di lungo termine potrebbe magari vendere quando risale lo scalino superiore..ad esempio se c'è un crollo del 25% entro..se tocca il -33% incremento..e così via fino al -66%...e poi vendo un lotto quando risale di un gradino..i pratica quando scendedi un gradino compro e quando risale vendo sempre un lotto...non ho idea se una cosa de genere può funzonare ma credo di si se applicata al sp500 o msciworld...bisogna vedere se il rendimento è superiore alla semplice strategia di pac...ad occhio e croce credo che il rendimento sia inferiore ma sia inferiore anche la volatilità..non saprei, comq io continuo con il pac, visto che impiegando una minima parte del mio capitale posso tranquillamente tollerare crolli del 50% ed oltre degli indici
 

rossi+

Nuovo Utente
Registrato
20/3/13
Messaggi
10.400
Punti reazioni
429
il parco buoi non deve fare il passo più lungo della gamba

strategia interessante...ma bisogna selezionare titoli giusti ( tipo quelli che ricevono raccomandazioni positive dalle banche d' affari) perchè se si esntra a c.azzo e si becca una ciofeca che va verso il fallimento hai voglia ad accumulare...quanto alle operazioni di un sistema profittevole2 o 3 operazioni non sono nulla giacchè anche con sistemi profittevoli al 60-70% è possibile incappare in sequele di 4-5 e più trade perdenti consecutivi...per avere una minima idea de fatto che una strategia possa essere profittevole ci vogliono almeno 1000 trade (meglio 4000-5000) nelle condizioni di mercato più diverse distribuiti in una 10cina d' anni spannometricamente

una strategia simile alla tua tipo pac la applico anche io però su indici azionari mondiali (sp5oo o msciworld) obbligazionari di lunga a duration ed oro , tramite etf : entro alle seguenti % di ritracciamento dai massimi storici : -25% ; -33% ; -50% ; -66%
sicuramente sugli indici è meno pericoloso delle azioni

eppure vedo che su altri 3d son tutti vincenti ......ma poi spariscono per mesi:D
si appunto sui forum non perde mai nessuno :clap:
saluto
se ci si accontenta di guadagnare qualche briciolina anche noi del parco buoi potremmo farcela a fare un pasto a gratis ma se uno pensa di forzare la mano per fare grossi gain non reggiamo psicologicamente ci impanichiamo e ci prosciugano il cc:D
saluto