Sullo scooter, ma con patente sospesa

antor

Un gioiello è x sempre !
Registrato
2/2/08
Messaggi
5.643
Punti reazioni
297
un giudice di Bologna gli dà ragione


BOLOGNA (18 febbraio) - Guidava uno scooter cinquantino ma non aveva la patente perché gli era stata sospesa qualche mese prima dai carabinieri. Per questo, oltre alla sospensione della patente, gli è stato sequestrato il motorino. Ma ieri il giudice di pace Antonio Pederzoli di Bologna gli ha dato ragione, accogliendo il ricorso del suo difensore: secondo il codice stradale, infatti, per guidare un ciclomotore basta essere titolare di una licenza di guida, anche se in quel momento il documento è sospeso per infrazioni come ad esempio il superamento del limite di velocità.

Protagonista della storia, un bolognese di 31 anni, titolare di una patente B dal 1995. Ad agosto è stato fermato sui viali di circonvallazione a bordo del suo Aprilia Scarabeo. Non avendo con sè la patente (non si conosce il motivo della sospensione, durata qualche mese, e per un'infrazione commessa alla guida di un'auto), è scattato il sequestro del mezzo. Tuttavia il suo difensore, l'avvocato Sebastiano Scardovi, ha contestato il verbale appellandosi all'articolo 116 ter del codice stradale: nonostante la patente sospesa - recita l'articolo - i titolari di patente di guida «mantengono il diritto alla guida del ciclomotore». Diverso sarebbe stato se fosse stato alla guida di una macchina, o se la patente gli fosse stata revocata.
 
Indietro