suppongo che quelli che sono contro la legge sulla procreazione assistita...

watson

Nuovo Utente
Registrato
2/4/00
Messaggi
4.369
Punti reazioni
16
....siano pure favorevoli alla clonazione dell'embrione umano.
Altrimenti qualcosa non torna.
 
Non capisco perchè ti ostini a porre sullo stesso piano l'utilizzo della scienza per rimuovere patologie o anomalie, e quello per compiere atti palesemente contro o "fuori" dalla logica naturale.
 
Scritto da Sex
Non capisco perchè ti ostini a porre sullo stesso piano l'utilizzo della scienza per rimuovere patologie o anomalie, e quello per compiere atti palesemente contro o "fuori" dalla logica naturale.

Che vuo dire logica naturale?Tutta la diagnostica attuale si basa sull'uso di informazioni ottenute andando contro la logica naturale.La mappatura del genoma umano è stata consentita dall'utilizzo di organismi geneticamente modificati.Rinunciamo pure a quello?La clonazione apre scenari inimmaginabili e la prospettiva di poter,un giorno,affrontare malattie oggi incurabili.
La fecondazione in vitro ti sembra naturale?????????????
 
Scritto da watson
Che vuo dire logica naturale?Tutta la diagnostica attuale si basa sull'uso di informazioni ottenute andando contro la logica naturale.La mappatura del genoma umano è stata consentita dall'utilizzo di organismi geneticamente modificati.Rinunciamo pure a quello?La clonazione apre scenari inimmaginabili e la prospettiva di poter,un giorno,affrontare malattie oggi incurabili.
La fecondazione in vitro ti sembra naturale?????????????

Sì, mi sembra che non vada contro la "logica" naturale, che vuole che una donna possa procreare mediante la fecondazione di un ovulo etc.: se estremizzi il discrso, anche trapiantare un organo è contro natura, anche curare una malattia che ti porterebbe alla morte, seguendo il suo corso naturale

La clonazione non va nella direzione della logica naturale, che vuole che la riproduzione avvenga in quel modo, assistito o meno

Tutto quanto attiene alla genetica, secondo me, è invece accettabile se tende DIRETTAMENTE a curare, non accettabile se tende a creare per curare, o creare tu cùr (dialetto milanese)
 
Già la natura. Anch'io, non lo nego mi lascio affascinare da questo termine, e la vista di certi fenomeni come il sorgere, il tramonto del sole, il vento, la luna, suscita in me forti emozioni ed è fonte d'ispirazione per poeti di tutto il mondo e capisco che ognuno è portato a dare alla parola "naturale" una valenza positiva.
Purtroppo non sempre è così, essa, talvolta si manifesta matrigna e crudele con terremoti, maremoti, e addirittura qualche milioni di anni fa la terra ha anche subito la devastazione di meteoriti che ne hanno sconvolto la vita.
L'uomo stesso è spesso affetto, non certamente per sua scelta da malattie devastanti che rendono infelice la sua vita, ebbene in questi casi io trovo lecito, e doveroso intervenire con lo studio e la ricerca.
La clonazione di quell'embrione potrebbe essere una tappa importante per questo fine.
Certo è bene che ci sia dibattito e confronto, tutte cose che fanno bene alla scienza e alla democrazia.

Per chi volesse informassi al di là del clamore suscitato dai media c'è sul sito di "Science" il formato originale, basta iscriversi gratis per averlo.
http://www.sciencemag.org/
 
Indietro