Surroga - consigli come comportarsi

Crepuscolare

Nuovo Utente
Registrato
21/11/11
Messaggi
15
Punti reazioni
1
Buongiorno,
ho in corso un contratto di mutuo con ISP stiuplato 12 mesi fa. All'epoca era quello più conveniente.
Facendo alcuni paragoni sui siti comparativi ho visto che oggi alcuni istituti sono in grado di offrire condizioni (con surroga) leggermente migliorative: dai 10 ai 15 euro in meno / rata + polizza incendio gratuita. Inoltre alcuni istituti mi consentirebbero anche di aprire un conto zero spese (oggi ne pago 4/mese) che mi consentirebbero di abbattere ulteriormente.

I tassi di ISP invece si sono mantenuti stabili rispetto al mio.

La domanda che pongo è se sia conveniente, o qualcuno ha gia fatto, procedere comunque per questi importi relativamente bassi o se ha senso iniziare prima la rinegoziazione col proprio istituto.

Grazie.
 
non dici quanto è il capitale da surroga, molti istituti sotto certo importo non surrogano a prescindere. Il fatto che oggi tu simuli un risparmio di 10€ al mese non vuol dire che quando vai a stipulare ci sarà lo stesso risparmio perchè misuri il certo (il tuo tasso già stabilito sul tuo mutuo) con l'incerto (il tasso che avrà il nuovo mutuo). Essendo il mutuo un prodotto che non è che lo richiedi oggi e lo stipuli domani la forbice di risparmio (se c'e') che vedi oggi potrebbe non essere (nel bene e nel male) quella che vedi oggi.

Io personalmente per 10€ me ne sbatterei, basta un filo di vento che potrebbe portare anche a far si che non ti convenga surrogare


ciao
 
valuta bene quei 10€, che oggi sono in meno ma che al momento della stipula, se il tasso non è finito, potrebbero anche azzerarsi o essere 10€ in più.....a meno che non valuta anche una riduzione della durata magari.
per 10€ prova a chiedere una rinegoziazione...tentar non nuoce
 
beh sta storia del tasso finito sembra che sia scritto nella pietra...anche in presenza di tasso finito la banca lo può ritoccare prima della stipula solo che non sai se/come/quando perchè non ti dicono il metodo di calcolo. Non è ne meglio ne peggio di calcolare irs + spread per me


Si magari chiede di rinegoziare, ma di norma ISP non rinegozia mai
 
Buongiorno,
ho in corso un contratto di mutuo con ISP stiuplato 12 mesi fa. All'epoca era quello più conveniente.
Facendo alcuni paragoni sui siti comparativi ho visto che oggi alcuni istituti sono in grado di offrire condizioni (con surroga) leggermente migliorative: dai 10 ai 15 euro in meno / rata + polizza incendio gratuita. Inoltre alcuni istituti mi consentirebbero anche di aprire un conto zero spese (oggi ne pago 4/mese) che mi consentirebbero di abbattere ulteriormente.

I tassi di ISP invece si sono mantenuti stabili rispetto al mio.

La domanda che pongo è se sia conveniente, o qualcuno ha gia fatto, procedere comunque per questi importi relativamente bassi o se ha senso iniziare prima la rinegoziazione col proprio istituto.

Grazie.
Io per correttezza prima ho chiesto una rinegoziazione a Unicredit che mi è stata rifiutata, a quel punto ho proceduto con la surruga e avendo avuto fortuna con IRS sono sceso da 1,9% a 1,2% e 66 € all'anno in meno di spese (promessa non mantenuta di tagliarle da parte del direttore Unicredit), in 14 anni residui risparmio circa 5000 €. La pratica non è stata facile, con questi tassi ottenere l'ok alla surroga senza assicurazioni varie è una impresa.
 
beh sta storia del tasso finito sembra che sia scritto nella pietra...anche in presenza di tasso finito la banca lo può ritoccare prima della stipula solo che non sai se/come/quando perchè non ti dicono il metodo di calcolo. Non è ne meglio ne peggio di calcolare irs + spread per me

si è vero, nulla è per sempre, però diciamo che a fronte di un'offerta "promessa" a tasso finito rispetto ad un IRS+spread credo comunque la banca tenda a mantenerla anche per non giocarsi il cliente. a me è capitato così perlomeno....
 
si è vero, nulla è per sempre, però diciamo che a fronte di un'offerta "promessa" a tasso finito rispetto ad un IRS+spread credo comunque la banca tenda a mantenerla anche per non giocarsi il cliente. a me è capitato così perlomeno....
In realtà con il rischio di dover pagare la perizia, il costo di istruttoria e notaio(che sempre più banche inseriscono in caso la surroga non vada a buon fine) direi che il tasso finito non tutela quasi nulla così come nei nuovi mutui dove dopo che hai speso un bel po' di soldini alla fine il coltello dalla parte del manico lo hanno loro. A me capitò con Unicredit il passaggio da 1,8% a 1,9%, mi dicevano in BCC (con cui lavoro molto professionalmente) che il tasso finito è sempre quello del giorno di stipula quindi di non farci caso perché se la direzione aumenta loro al massimo possono ritoccare qualcosa ma ci si cucca l'aumento.
 
Indietro