Tassazione delle rendite e fuga di capitali

Mario Palombi

Nuovo Utente
Registrato
17/11/00
Messaggi
24
Punti reazioni
0
....probabilmente la mia domanda sarà ingenua ....ma non resisto a non farla:
una armonizzazione delle aliquote di tassazione delle rendite, di cui si parla e si parlerà molto, colpirà tutti gli strumenti di cui parliamo in questo forum ?
riguarderà anche i fondi gestiti da Sicav ? In altre parole come si configura da un punto di vista degli strumenti finanziari una fuga di capitali ?

m.p.
 
è vero anche io vorrei capire che impatti avrà l'armonizzazione!
ad esempio: su un capitale di 10.000 euro investito il 1° gennaio 2006 in un paniere di fondi che rende al 1° luglio 2006 il 20% complessivo (col regime fiscale attuale), nel caso di vittoria del centro-sinistra questo rendimento del 20% quanto diverrebbe passando la tassazione dal 12,5% al 20%??
grazie!!
 
Risposta per Virtus:
Ma ! Se la tassazione non sarà retro-attiva ed i tuoi fondi sono gestiti tutti da sgr il 20% non dovrebbe essere tassato (in altre parole la quotazione già ingloba la tassazione). Il problema riguarda le Sicav o i fondi non armonizzati. A questi non lo so esattamente che succede.
 
come farà a non essere retroattiva...specie su quegli strumenti(ad es le sicav)in cui ancora abbiamo pagato 1cent di tasse...ci sarà una mega serie di riscatti prima che la legge faccia le sue vittime...intanto i capitali piu grandi,saranno già in 'vacanza'..
 
$o$ ha scritto:
come farà a non essere retroattiva...specie su quegli strumenti(ad es le sicav)in cui ancora abbiamo pagato 1cent di tasse...ci sarà una mega serie di riscatti prima che la legge faccia le sue vittime...intanto i capitali piu grandi,saranno già in 'vacanza'..

Spero che non sia così.

Spero abbiano il buon senso di fare un fixin il giorno attuativo del decreto,
al riscatto il sostituto d'imposta calcolerà la somma dei due importi fino al fixin e dopo.

Viceversa sarebbero da impiccare.


Ovviamente ci rimarrà male comunque colui che comprando Titoli di Stato ha in pratica firmato l'acquisto e la tassazione fino a scadenza (nel regolamento dei titoli di stato una volta era esplicitata la tassazione, ora non so).

Tuttavia nella legge hanno sempre la possibilità di attuare una tassazione con Fixin,
rende la normativa molto più complessa dovendo prevedere tante variabili, e la espone all'elusione (ciò che è complesso è anche aggirabile), ma almeno non sarebbe ingiusta.
 
alan1 ha scritto:
Spero che non sia così.

Spero abbiano il buon senso di fare un fixin il giorno attuativo del decreto,
al riscatto il sostituto d'imposta calcolerà la somma dei due importi fino al fixin e dopo.

Viceversa sarebbero da impiccare.


Ovviamente ci rimarrà male comunque colui che comprando Titoli di Stato ha in pratica firmato l'acquisto e la tassazione fino a scadenza (nel regolamento dei titoli di stato una volta era esplicitata la tassazione, ora non so).

Tuttavia nella legge hanno sempre la possibilità di attuare una tassazione con Fixin,
rende la normativa molto più complessa dovendo prevedere tante variabili, e la espone all'elusione (ciò che è complesso è anche aggirabile), ma almeno non sarebbe ingiusta.

hai detto bene alan, una volta era esplicita la tassazione, per questo quando introdussero le imposte i titoli gia' emessi continuarono ad essere esenti.....
ora non piu' le cedole sono al lordo della tassazione vigente, quindi indipendentemente dal titolo posseduto bastera' variare l'aliquota fiscale per ottenere il malloppo..... per quanto riguarda il fixin la vedo dura,
provo ad immaginare, ho in ptf enel a 6,50 comprate il 1/01/2003
le vendo il 1/01/2009 a 10 euro, nel frattempo nel 2006 (se vince la sx) aumenta il CG da 12,5% a 20%, come fa il sostituto d'imposta a calcolare i due periodi??
e' molto piu' semplice applicare il 20 e come dicono a napoli chi ha dato ha dato.......
 
Per alan1: cosa è il fixin ?
Per $o$: sai come fanno ad andare in vacanza i capitali + grandi ? è una cosa che si dice molto (compreso Tremonti ieri a porta a porta), ma quello che mi chiedo è possibile che vi sia un modo legale per mandare i capitali in vacanza ?
 
Mario Palombi ha scritto:
Per alan1: cosa è il fixin ?
Per $o$: sai come fanno ad andare in vacanza i capitali + grandi ? è una cosa che si dice molto (compreso Tremonti ieri a porta a porta), ma quello che mi chiedo è possibile che vi sia un modo legale per mandare i capitali in vacanza ?


Il Fixin è il fissaggio di un valore.

Il giorno di applicazione delle ipotetica nuova legge il sostituto di imposta potrebbe fissare un valore dei imposta per tutte le posizioni aperte,
quando poi l'investitore chiuderà la posizione, si farà un nuovo calcolo a partire da quel giorno,
e si applicherà la somma algebrica.
Si può fare, e speriamo lo facciano.

Per l'elusione ne parlammo qua:

http://www.finanzaonline.com/forum/showthread.php?t=659789&page=3&pp=20
 
per non sapere ne' leggere ne' scrivere sarebbe bene che chi ha attivita' finanziarie con utili non ancora tassati liquidasse prima delle elezioni... come diceva un noto personaggio pubblico non a casa finito nell'Ulivo a pensare male si fa sui' peccato.. pero'...
 
Indietro