tasso di sconto e rendimenti titoli di stato

dj_lagra

Nuovo Utente
Registrato
26/10/20
Messaggi
251
Punti reazioni
28
c'è un livello "neutro"/"normale" del rendimento del titolo di stato decennale dato il tasso di sconto attuale?
Sia il decennale americano che il bund tedesco si sono mossi molto prima (ed il bund anche molto molto di più) del cambio dei tassi deciso dalle relative banche centrali. Non parliamo poi del btp decennale, che si muove in maniera ancora più imprevedibile per via dello spread.
Non riesco a capire quanto i rendimenti attuali dei titoli di stato siano "reali" (e quindi possano aumentare ancora molto) e quanto invece già incorporino i prossimi aumenti del tasso di sconto.
 

piof

Nuovo Utente
Registrato
8/5/09
Messaggi
13.829
Punti reazioni
542
Non riesco a capire quanto i rendimenti attuali dei titoli di stato siano "reali" (e quindi possano aumentare ancora molto) e quanto invece già incorporino i prossimi aumenti del tasso di sconto.

è che provare prevedere il futuro dà risultati...imprevedibili

per ora i membri della fed paiono assai desiderosi di rassicurare sulla determinazione nel riportare l'inflazione a livelli contenuti, anche al costo di favorire una recessione. Prima o poi l'inflazione calerà in maniera tale da giustificare scelte diverse, ma quando e a che livelli dei tassi e di inflazione è ignoto a tutti. Puoi far un po' di ipotesi, anzi più scenari su inflazione, tassi e bond...così almeno uno non sarà troppo lontano dalla realtà
 

DoctorT

Nuovo Utente
Sospeso dallo Staff
Registrato
21/5/01
Messaggi
3.159
Punti reazioni
129
il discorso in realtà è molto ampio e non semplicissimo (almeno per me) comunque le variazioni del tasso di sconto hanno poca influenza diretta sui rendimenti dei titoli decennali mentre invece ne hanno un pò di più su quelli a breve - medio termine.
Addirittura potrebbe verificarsi il caso in cui l'aumento del tasso di sconto provochi un calo del rendimento a lungo termine, perchè i tassi alti dovrebbero garantire un calo dell'inflazione nel lungo periodo.
Se osservi la yeld curve dei titoli Usa vedrai che il rendimento dei titoli a 2 anni è ormai simile a quello dei t-bond a 10 anni (fenomeno chiamato appiattimento della curva dei rendimenti) perchè probabilmente c'è un'attesa di alta inflazione nel medio periodo e di un suo calo nel lungo periodo.
 

nullapiu'

Poveri ma Belly
Registrato
15/6/19
Messaggi
2.683
Punti reazioni
118
C'e' qualche possibilita' che l'inflazione eroda il debito pubblico?
 

DoctorT

Nuovo Utente
Sospeso dallo Staff
Registrato
21/5/01
Messaggi
3.159
Punti reazioni
129
C'e' qualche possibilita' che l'inflazione eroda il debito pubblico?

il minimo del nostro debito pubblico è stato raggiunto nel 1947 (26% del pil) nel periodo 1940 - 1950 l'inflazione è stata del 4000 %
quindi si è possibile ma credo che quello che volessi sapere è altro ... cioè se è possibile erodere il debito pubblico con un inflazione
alta ma "ragionevole".
 

nullapiu'

Poveri ma Belly
Registrato
15/6/19
Messaggi
2.683
Punti reazioni
118
il minimo del nostro debito pubblico è stato raggiunto nel 1947 (26% del pil) nel periodo 1940 - 1950 l'inflazione è stata del 4000 %
quindi si è possibile ma credo che quello che volessi sapere è altro ... cioè se è possibile erodere il debito pubblico con un inflazione
alta ma "ragionevole".

Esatto e anche considerando che una sostanziosa quota del debito e' ora in pancia alla bce che se ho capito bene dovrebbe tenersela.
 

piof

Nuovo Utente
Registrato
8/5/09
Messaggi
13.829
Punti reazioni
542
Esatto e anche considerando che una sostanziosa quota del debito e' ora in pancia alla bce che se ho capito bene dovrebbe tenersela.

finchè dura il consenso europeo per questa situazione che somiglia ad una monetizzazione del debito di alcuni paesi europei, e sin quando durano le condizioni economiche per proseguire in questo modo, andremo avanti così, magari per anni o decenni, forse.
La Germania in questo momento è debole, visti i suoi problemi energetici
 

dj_lagra

Nuovo Utente
Registrato
26/10/20
Messaggi
251
Punti reazioni
28
intanto sono aumentati i tassi di interesse di 75 punti base eppure il BTP a cui rimangono circa 15 anni che sto seguendo quota circa sempre lo stesso dall'inizio di settembre. chissà se la quotazione di ora è "reale" o già incorpora il prossimo aumento...