Telecom target 3 euro !!!!!!!!!!!!

  • Ecco la 56° Edizione del settimanale "Le opportunità di Borsa" dedicato ai consulenti finanziari ed esperti di borsa.

    Settimana da incorniciare per i principali indici internazionali grazie alla trimestrale più attesa dell’anno che non ha deluso le aspettative. Nvidia negli ultimi tre mesi del 2023 ha generato ricavi superiori all’intero 2021, confermando la crescita da record della società grazie agli investimenti globali nell’intelligenza artificiale. I mercati azionari hanno festeggiato aggiornando i record assoluti a Wall Street e in Europa, mentre il Nikkei giapponese raggiunge un nuovo massimo storico dopo 34 anni. Le prossime mosse delle banche centrali rimangono sempre al centro dell’attenzione. Per continuare a leggere visita il link

Ing64

Nuovo Utente
Registrato
24/4/03
Messaggi
36.929
Punti reazioni
1.595
Così la finite di attaccarmi per riportare solo ed sclusivamente considerazioni su dati numerici e sarete contenti per la favoletta che ho appena raccontato.


:o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o
 
:D :D Bravo ing!!!Adesso ragazzi tutti fuori da telecom minimo è diretta a 1,5 euro!!!! :D
 
ricpast ha scritto:


Ma se per una corretta ossevazione hanno fatto dieci e passa pagine di post!!!!!!!!!!!!!!!!!!


E che CAPZOOOOOOOOOOOOOOOOO


Volete le favolette?

E allora vi accontento!!!!!!!!!!!!!!!
 
Ing64 ha scritto:
Così la finite di attaccarmi per riportare solo ed sclusivamente considerazioni su dati numerici e sarete contenti per la favoletta che ho appena raccontato.


:o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o


dilla giusta..... ti ha assunto Merril Linch...... :D
 
ciro maniglia ha scritto:
dilla giusta..... ti ha assunto Merril Linch...... :D

No!!!1

M'eggi rutt u capz


:angry: :angry: :angry: :angry: :angry: :angry: :angry: :angry: :angry: :angry: :angry: :angry: :angry: :angry: :angry: :angry: :angry: :angry: :angry: :angry: :angry: :angry: :angry: :angry: :angry: :angry: :angry: :angry: :angry: :angry: :angry: :angry: :angry: :angry: :angry: :angry: :angry: :angry: :angry: :angry: :angry:
 
Ing64 ha scritto:
Così la finite di attaccarmi per riportare solo ed sclusivamente considerazioni su dati numerici e sarete contenti per la favoletta che ho appena raccontato.


:o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o


visto? alla fine abbiamo vinto noi :D
 
ing ma stavolta non citi anche qualche gioranalista non prezzolato che capisce di economia? :D

da repubblica in merito al peggioramento dell' outlook:


".......I casi sono due: o deslondes (l' analista) ci vede più lontano degli altri e con la sua opera sta facendo venire alla luce dati che la telecom non vuole comunicare.Oppure è rimasto scottato da alcuni casi del passato (leggi parmalat)-quando la S&P' s fino a pochi giorni prima del default continuava a scrivere che la società era in ottima salute- e ora cerca di farsi perdonare con un eccesso di prudenza."

allora ing che ne dici? :D
 
ivan100 ha scritto:
ing ma stavolta non citi anche qualche gioranalista non prezzolato che capisce di economia? :D

da repubblica in merito al peggioramento dell' outlook:


".......I casi sono due: o deslondes (l' analista) ci vede più lontano degli altri e con la sua opera sta facendo venire alla luce dati che la telecom non vuole comunicare.Oppure è rimasto scottato da alcuni casi del passato (leggi parmalat)-quando la S&P' s fino a pochi giorni prima del default continuava a scrivere che la società era in ottima salute- e ora cerca di farsi perdonare con un eccesso di prudenza."

allora ing che ne dici? :D

Tu hai qualcosa che non ti funziona bene e so pure cos'è!!!!!!!!!1

A volte cerchi il dialogo, a volte domandi , a volte offendi.

Insomma fatti visitare da qualcuno in gradi di curare questa preoccupante malattia, perchè io sono abituato a catalogare le persone e a comportarmi di conseguenza, con te invece è impossibile

Azzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzz
 
ora ing si e' coperto sia che salga o che sceda potra dire: "io ve lo avevo detto"
 
caimano ha scritto:
ora ing si e' coperto sia che salga o che sceda potra dire: "io ve lo avevo detto"


Ma sei in grado di capire quello che leggi, almeno??????????????????????
 
Ing64 ha scritto:
Così la finite di attaccarmi per riportare solo ed sclusivamente considerazioni su dati numerici e sarete contenti per la favoletta che ho appena raccontato.


:o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o :o


Allora sei tu l'analista che mette target a 3!!!!!! :eek: :eek:

La decisione della Commissione Ue di chiedere alle società tlc un taglio delle tariffe del roaming per le chiamate dai telefoni cellulari pesa su TI. Il titolo perde infatti lo 0,92% a 2,4025 euro all'indomani, tra l'altro, della decisione di Standard & Poor's di confermare il rating di BBB+ per il debito della società, ma di rivedere l'outlook da stabile a negativo, in relazione all'incremento del dividendo deciso dal management.

"La decisione non ha comunque un impatto sugli oneri finanziari pagati dal gruppo che paga il 4,9%, ha il 70% del debito a tasso fisso e 10 miliardi di euro di liquidità, che consentirebbe di far fronte alle scadenze del 2007 senza rifinanziare", precisa un analista di una sim milanese che sul titolo ha un giudizio di buy (acquistare) con un target a 3 euro dopo che Telecom Italia (NYSE: TI-A - notizie) ha annunciato un'ulteriore cessione di immobili per 71 milioni di euro, con impatto positivo pretasse sul debito pari a 70 milioni e una plusvalenza lorda consolidata di circa 34 milioni.

Operazione che però oggi passa in secondo piano con il mercato che punisce il comparto (-1,4% lo Stoxx) dopo la decisione della Commissione europea di chiedere alle società telefoniche un taglio delle tariffe del roaming per le chiamate dai telefoni cellulari. Tanto che sia Lehman Brothers (NYSE: LEH - notizie) sia Morgan Stanley (NYSE: MS - notizie) in due report pubblicati oggi hanno ridotto le stime sulle principali società telefoniche europee a questa richiesta della Commissione Ue.

Morgan Stanley ha ipotizzato una riduzione di circa la metà dei ricavi derivanti dal roaming internazionale, traducendo questa diminuzione in termini di calo delle stime di Ebitda. Il broker, più nel dettaglio, ritiene che le società più colpite saranno Belgacom (Bruxelles: BLG.BR - notizie) e Bouygues (Parigi: FR0000120503 - notizie) con una riduzione delle stime di Ebitda di oltre il 3% nel 2008.

Telecom Italia con Btm Eircom, Tef, Telenor (Oslo: TEL.OL - notizie) e DT è tra le meno colpite. La riduzione media dei target price è del 3,5%. Nel caso di Telecom Morgan Stanley, mantenendo il rating di equal weight, ha rivisto al ribasso il target price dell'azione ordinaria da 2,7 a 2,5 euro (-7,4%), mentre valuta la risparmio a 2,1 euro (-1,20% a 2,205 euro oggi). Ricordiamo che i giorni scorsi la Commissione europea ha proposto di ridurre fortemente i costi del roaming delle chiamate mobili internazionali nell'area Ue in modo da consentire ai consumatori un risparmio tra il 40% e il 60%.

Il regolamento, la cui entrata in vigore è prevista entro l'estate del 2007, dovrebbe sancire una forte riduzione delle tariffe internazionali all'ingrosso con l'eliminazione dei costi delle telefonate ricevute all'estero. La revisione al ribasso del target da parte del broker segue naturalmente il ritocco delle stime sulla società italiana alla luce di un taglio delle previsioni di Arpu (ricavo medio per utente) per il prossimo biennio.

In particolare l'utile per azione 2006 di Telecom Italia è visto ora a 0,15 euro, quello 2007 a 0,16 euro e quello 2008 a 0,16 euro da una stima precedente di 0,17, mentre i ricavi 2008 sono previsti a 31,345 miliardi di euro dai 31,772 miliardi di euro precedenti (-1,3%) e l'Ebitda a 13,424 miliardi di euro dai 13,782 miliardi precedenti (-2,6%).

Mentre Lehman Brothers, che ha abbassato il target price dell'operatore telefonico italiano da 2,9 a 2,8 euro per l'ordinaria e da 2,45 a 2,40 euro per la risparmio, confermando comunque il rating positivo di overweight (sovrappesare), vede i ricavi 2006 di TI a 31,382 miliardi di euro, quelli 2007 a 31,382 miliardi da una stima precedente di 32,080 e quelli 2008 a 32,341 miliardi da 32,537 (-0,6%). Invece se l'Ebitda 2006 resta invariato a 13,345 miliardi, quello 2007 passa da 13,618 miliardi a 13,519 e quello 2008 da 13,746 a 13,550 miliardi (-1,4%) con un Eps visto quest'anno a 0,17 euro per azione per salire a 0,19 nel 2007 e a 0,20 nel 2008.

"Noi valutiamo il business della telefonia fissa di Telecom 41,2 miliardi di euro, in pratica 5,4 volte le stime di Ebitda 2006, mentre al business domestico della controllata Tim diamo un valore di 40,6 miliardi di euro, 8 volte l'Ebitda 2006. Infine Tim Brasile vale per noi 5,3 miliardi di euro, 6,9 volte l'Ebitda 2006", si legge ancora nella nota di Morgan Stanley che non manca di analizzare i rischi insiti in un investimento in TI.

In primo luogo l'incremento della pressione competitiva nel mercato italiano della linea fissa e i cambiamenti a livello di regolamentazione così come i ridotti prezzi di accesso al mercato all'ingrosso. Senza contare che Tim potrebbe soffrire della fase discendente del ciclo economico in America Latina, di una crescita più bassa nel medio termine, anche dei margini sempre per l'aumento della competitività.

Antonella Marseglia

Cmq vedrete che se verranno tagliate le tariffe saranno sempre inferiori a quelle richieste!!!!! :D
Certo che le stanno massacrando queste telecom!!!
 
Ing64 ha scritto:
Tu hai qualcosa che non ti funziona bene e so pure cos'è!!!!!!!!!1

A volte cerchi il dialogo, a volte domandi , a volte offendi.

Insomma fatti visitare da qualcuno in gradi di curare questa preoccupante malattia, perchè io sono abituato a catalogare le persone e a comportarmi di conseguenza, con te invece è impossibile

Azzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzz


e quando ti avrei offeso?
 
Ing64 ha scritto:
Ma sei in grado di capire quello che leggi, almeno??????????????????????

per me tu stai snervando tutti su tit per farli vendere perche' stai scalando telecom :mmmm:
 
sciclone ha scritto:
Allora sei tu l'analista che mette target a 3!!!!!! :eek: :eek:

La decisione della Commissione Ue di chiedere alle società tlc un taglio delle tariffe del roaming per le chiamate dai telefoni cellulari pesa su TI. Il titolo perde infatti lo 0,92% a 2,4025 euro all'indomani, tra l'altro, della decisione di Standard & Poor's di confermare il rating di BBB+ per il debito della società, ma di rivedere l'outlook da stabile a negativo, in relazione all'incremento del dividendo deciso dal management.

"La decisione non ha comunque un impatto sugli oneri finanziari pagati dal gruppo che paga il 4,9%, ha il 70% del debito a tasso fisso e 10 miliardi di euro di liquidità, che consentirebbe di far fronte alle scadenze del 2007 senza rifinanziare", precisa un analista di una sim milanese che sul titolo ha un giudizio di buy (acquistare) con un target a 3 euro dopo che Telecom Italia (NYSE: TI-A - notizie) ha annunciato un'ulteriore cessione di immobili per 71 milioni di euro, con impatto positivo pretasse sul debito pari a 70 milioni e una plusvalenza lorda consolidata di circa 34 milioni.

Operazione che però oggi passa in secondo piano con il mercato che punisce il comparto (-1,4% lo Stoxx) dopo la decisione della Commissione europea di chiedere alle società telefoniche un taglio delle tariffe del roaming per le chiamate dai telefoni cellulari. Tanto che sia Lehman Brothers (NYSE: LEH - notizie) sia Morgan Stanley (NYSE: MS - notizie) in due report pubblicati oggi hanno ridotto le stime sulle principali società telefoniche europee a questa richiesta della Commissione Ue.

Morgan Stanley ha ipotizzato una riduzione di circa la metà dei ricavi derivanti dal roaming internazionale, traducendo questa diminuzione in termini di calo delle stime di Ebitda. Il broker, più nel dettaglio, ritiene che le società più colpite saranno Belgacom (Bruxelles: BLG.BR - notizie) e Bouygues (Parigi: FR0000120503 - notizie) con una riduzione delle stime di Ebitda di oltre il 3% nel 2008.

Telecom Italia con Btm Eircom, Tef, Telenor (Oslo: TEL.OL - notizie) e DT è tra le meno colpite. La riduzione media dei target price è del 3,5%. Nel caso di Telecom Morgan Stanley, mantenendo il rating di equal weight, ha rivisto al ribasso il target price dell'azione ordinaria da 2,7 a 2,5 euro (-7,4%), mentre valuta la risparmio a 2,1 euro (-1,20% a 2,205 euro oggi). Ricordiamo che i giorni scorsi la Commissione europea ha proposto di ridurre fortemente i costi del roaming delle chiamate mobili internazionali nell'area Ue in modo da consentire ai consumatori un risparmio tra il 40% e il 60%.

Il regolamento, la cui entrata in vigore è prevista entro l'estate del 2007, dovrebbe sancire una forte riduzione delle tariffe internazionali all'ingrosso con l'eliminazione dei costi delle telefonate ricevute all'estero. La revisione al ribasso del target da parte del broker segue naturalmente il ritocco delle stime sulla società italiana alla luce di un taglio delle previsioni di Arpu (ricavo medio per utente) per il prossimo biennio.

In particolare l'utile per azione 2006 di Telecom Italia è visto ora a 0,15 euro, quello 2007 a 0,16 euro e quello 2008 a 0,16 euro da una stima precedente di 0,17, mentre i ricavi 2008 sono previsti a 31,345 miliardi di euro dai 31,772 miliardi di euro precedenti (-1,3%) e l'Ebitda a 13,424 miliardi di euro dai 13,782 miliardi precedenti (-2,6%).

Mentre Lehman Brothers, che ha abbassato il target price dell'operatore telefonico italiano da 2,9 a 2,8 euro per l'ordinaria e da 2,45 a 2,40 euro per la risparmio, confermando comunque il rating positivo di overweight (sovrappesare), vede i ricavi 2006 di TI a 31,382 miliardi di euro, quelli 2007 a 31,382 miliardi da una stima precedente di 32,080 e quelli 2008 a 32,341 miliardi da 32,537 (-0,6%). Invece se l'Ebitda 2006 resta invariato a 13,345 miliardi, quello 2007 passa da 13,618 miliardi a 13,519 e quello 2008 da 13,746 a 13,550 miliardi (-1,4%) con un Eps visto quest'anno a 0,17 euro per azione per salire a 0,19 nel 2007 e a 0,20 nel 2008.

"Noi valutiamo il business della telefonia fissa di Telecom 41,2 miliardi di euro, in pratica 5,4 volte le stime di Ebitda 2006, mentre al business domestico della controllata Tim diamo un valore di 40,6 miliardi di euro, 8 volte l'Ebitda 2006. Infine Tim Brasile vale per noi 5,3 miliardi di euro, 6,9 volte l'Ebitda 2006", si legge ancora nella nota di Morgan Stanley che non manca di analizzare i rischi insiti in un investimento in TI.

In primo luogo l'incremento della pressione competitiva nel mercato italiano della linea fissa e i cambiamenti a livello di regolamentazione così come i ridotti prezzi di accesso al mercato all'ingrosso. Senza contare che Tim potrebbe soffrire della fase discendente del ciclo economico in America Latina, di una crescita più bassa nel medio termine, anche dei margini sempre per l'aumento della competitività.

Antonella Marseglia

Cmq vedrete che se verranno tagliate le tariffe saranno sempre inferiori a quelle richieste!!!!! :D
Certo che le stanno massacrando queste telecom!!!

ma oltre che deficienti sono pure ignoranti???

scrivono "Telecom Italia con Btm Eircom, Tef, Telenor (Oslo: TEL.OL - notizie) e DT è tra le meno colpite. La riduzione media dei target price è del 3,5%. Nel caso di Telecom Morgan Stanley, mantenendo il rating di equal weight, ha rivisto al ribasso il target price dell'azione ordinaria da 2,7 a 2,5 euro (-7,4%), mentre valuta la risparmio a 2,1 euro (-1,20% a 2,205 euro oggi)."

ma allora se la riduzione media del target (per tutte le telecom) è del 3,5% e Telecom Italia e far quelle che soffre di meno, com'è che la riduzione del TP di TIT è del 7,4%??? :angry:

questi sono dei criminali!!!

e qualcuno ancora da' valore ai TP, cose da pazzi :wall:
 
caimano ha scritto:
per me tu stai snervando tutti su tit per farli vendere perche' stai scalando telecom :mmmm:
salve caimano un salve a tutti
 
l'unica cosa certa...per ora e' il muro a 2,39....toccato 8 volte ..e di cemento armato OK!
 
Indietro