TENNIS: COMMENTI SULLE GARE (VOL.6)

  • Trading Day 19 aprile Torino - Corso Gratuito sull'investimento

    Migliora la tua strategia di trading con le preziose intuizioni dei nostri esperti su oro, materie prime, analisi tecnica, criptovalute e molto altro ancora. Iscriviti subito per partecipare gratuitamente allo Swissquote Trading Day.

    Per continuare a leggere visita questo LINK
Quest'anno sicuramente il Roland Garros avrà un nome nuovo nell'albo d'oro,
diamo atto che negli ultimi 3 anni sono giunti in finale Ruud (2 volte) e Tsitsipas.
 
Ed anche Darderi passa il turno..
 
per gli amanti della classifica ATP

FB_IMG_1712079674323.jpg
 
Ultima modifica:
Il torneo più determinante per Sinner è stato Roland Garros dell’anno scorso . Dopo essere uscito velocemente dal torneo parigino, Sinner e la sua squadra nelle due settimane successive hanno lavorato duramente sul servizio e jannik ha cambiato movimento . Il suo gesto è differente rispetto a un anno fa, differente e più efficace.
 
Ultima modifica:
Come peraltro avevo già detto, dalla tabellina dei punti si evince chiaramente che il sorpasso avverrà a Parigi salvo situazioni clamorose. Per clamorose intendo Sinner vincitore a Montecarlo e Roma e Djokovic non pervenuto.

Esattamente, non credo che potrà avvenire prima, sempre se avverrà.
Djokovic non ha neppure lui molti punti da difendere prima di Parigi.
Io credo che Sinner quest'anno non farà Barcellona e in compenso credo sia già iscritto a Madrid, poi forse solo dopo Montecarlo deciderà se farlo.
Dopo la vittoria degli AO il suo programma era questo e Madrid non c'era.
p.s. ho letto che potrebbe anche fare Halle come preparazione a Wimbledon.
IMG-20240222-WA0000.jpg
 
Esattamente, non credo che potrà avvenire prima, sempre se avverrà.
Djokovic non ha neppure lui molti punti da difendere prima di Parigi.
Io credo che Sinner quest'anno non farà Barcellona e in compenso credo sia già iscritto a Madrid, poi forse solo dopo Montecarlo deciderà se farlo.
Dopo la vittoria degli AO il suo programma era questo e Madrid non c'era.
p.s. ho letto che potrebbe anche fare Halle come preparazione a Wimbledon.
Vedi l'allegato 3001951
Sicuramente non andrà in Spagna
Solo Montecarlo e poi Roma e RG anche se questi ultimi sono vicini... ma Roma non si può saltare
 


Ho vista la partita; Berrettini ha giocato bene, ma l'avversario ha fatto errori a raffica. Più probante sarà la sfida con Minar al prossimo turno. Con tutto il rispetto per i nostri, a parte Sinner il Matteo resta per me quello che ha le maggiori potenzialità di darci altre soddisfazioni.
Le superfici lente potrebbero essergli d'aiuto.
Anch'io penso che Berrettini se si riprende può darci grandi soddisfazioni, ma c'è un SE grande come una casa. Il fatto che sia tornato a giocare e a vincere è già un successo.
 
Il torneo più determinante per Sinner è stato Roland Garros dell’anno scorso . Dopo essere uscito velocemente dal torneo parigino, Sinner e la sua squadra nelle due settimane successive hanno lavorato duramente sul servizio e jannik ha cambiato movimento . Il suo gesto è differente rispetto a un anno fa, differente e più efficace.
Avevo dimenticato il link dell’intervista a Cahill.

Sinner, clamoroso Cahill: "Vi svelo il momento chiave in cui tutto è cambiato"
 
Anche il cambiamento fisico di Sinner è stato notevole, il ragazzo alto e gracile... adesso è un uomo con un fisico da atleta e sta lavorando per migliorarsi ancora.
E poi l'aspetto mentale... ricordo Sinner 18enne che metteva sempre in primo piano lo studiare come i Federer, Nadal, Nole pensano in campo. Perchè poi i colpi sono sempre una conseguenza dell'aspetto mentale vincente.
 

Sinner, è vero che è meno forte sulla terra rossa e perché?​

di Marco Calabresi
Diego Nargiso spiega le possibili difficoltà di Jannik Sinner nel passare sulla terra rossa: «La prima può essere di natura fisica, le palle possono essere più pesanti, soprattutto con l’umidità. Vengono molti meno punti con un colpo solo, bisogna lavorare di più. Gli avversari hanno più tempo per organizzarsi»
Sinner, è vero che è meno forte sulla terra rossa e perché?

Ascolta l'articolo
4 min
i
NEW

Jannik Sinner non gioca una partita sulla terra dal 1° giugno. Un altro Sinner, un’altra era geologica. L’ultima volta fu al Roland Garros quando Sinner, da numero 9 del ranking, si arrese al tedesco Daniel Altmaier, 70 posizioni più in basso. In meno di un anno, dalla 9 è arrivato alla 2, «ma tutto il mondo, compreso lui, sa che il numero 1 adesso è Sinner», dice Diego Nargiso.

A lui il compito di definire il concetto di «possibili difficoltà di Sinner sulla terra», visto che sul cemento ha tritato ogni avversario. «La prima difficoltà può essere di natura fisica derivante anche dalle condizioni atmosferiche — spiega Nargiso —. Potrà capitare di trovare più umidità, visto che alcuni tornei si giocano la sera, con le palle più pesanti o una possibile pioggia caduta il giorno prima o il giorno stesso, quindi la palla viaggia di meno. E quindi la palla deve essere lavorata molto di più, vengono molti meno punti con un colpo solo. A Indian Wells, con condizioni molto più lente rispetto a Miami, Alcaraz che ci ha vinto e altri sono riusciti a fare partita pari con lui proprio per questo. A Miami, invece, lo avete visto com’è andata a finire».


PUBBLICITÀ

Non è un caso che sulla terra (di Umago, nel 2022 in finale contro Alcaraz) sia arrivato un solo titolo nella carriera folgorante di Sinner. «Sulla terra c’è ovviamente bisogno di lavorare di più, e quindi di affrontare partite più dure, che possono stancare — ancora Nargiso —. Ci sono più giocatori che mettendosi molto lontani da fondo campo tendono a farti faticare di più: non si gioca a un colpo solo. Ricordiamoci Altmaier al Roland Garros che ha giocato quattro metri oltre la linea, ma ricordiamoci anche di Francisco Cerundolo che eliminò Jannik a Roma . Sulla terra c’è più tempo per “organizzarsi”, sul cemento no».
Quanto tempo ci vorrà per adattarsi quindi? «Ci vogliono secondo me quattro-cinque partite di buon livello, anche se sono convinto che Sinner scenderà in campo già dalla prima come se non fosse passato questo tempo — ancora Nargiso, oggi talent per Supertennis e con un’accademia che porta il suo nome —. Non è il problema di sentire il colpo, quanto adattare le giocate. L’uno-due non basta, ci sarà bisogno di qualche colpo in più, anche se il Sinner che ho visto nelle ultime settimane è tornato il giocatore devastante da fondo campo che, a parte qualche scorribanda a rete o palla corta, quando colpisce la palla non la fa tornare indietro».
Altra difficoltà: la consapevolezza degli avversari di trovarsi davanti quello che al momento è il più forte di tutti. Tradotto: motivazioni extra nel giocare contro Sinner. «Il Sinner di maggio 2023 non è il Sinner di aprile 2024— ricorda Nargiso —. Jannik lo scorso anno arrivava da un inizio di stagione molto diverso: quello che oggi trovi negli spogliatoi è il numero 1 del mondo, anche se il computer che stila la classifica ancora non lo dice. Vanno tutti in campo ancora più convinti di poterlo battere, anche sapendo che è quasi sicuro che non sarà così».
Svantaggi sulla terra, ma anche un vantaggio enorme, a prescindere dalla superficie: l’Italia ha esultato con Jannik in Australia e negli Stati Uniti, ora vorrà farlo a Montecarlo (dove gli italiani saranno tantissimi) e poi al Foro Italico. «Mi aspetto una bolgia, un entusiasmo coinvolgente dei media, dei tifosi, degli addetti ai lavori. Tutti aspettano questo fenomeno che con questa semplicità ci sta deliziando e coinvolgendo. L’Italia si sta fermando per Sinner ogni volta che gioca, ma la cosa più meravigliosa è la tranquillità che dimostra ogni giorno e che dimostrerà anche nelle prossime settimane quando verrà inondato di amore e affetto. Non solo per il giocatore fenomenale che è, ma anche per la persona: perché ci siamo innamorati di Sinner, ma soprattutto di Jannik».
 
Quali sono i tornei obbligatori? (trovata nel web)

I tornei obbligatori sono i 4 slam, 8 master 1000 (tutti tranne Montecarlo), 4 ATP 500, di cui almeno 1 disputato dopo gli US Open (il torneo di Montecarlo può' sostituire 1 dei 4 500) e le Nitto ATP Finals. Questi tornei non sono obbligatori per tutti, ma solo per i cosiddetti commitment players, che per l'anno 2024 sono i primi 30 giocatori della classifica ATP alla data di conclusione delle Finals di Torino dello scorso anno.

Quali sono le penalita' per chi salta 1 o piu' tornei obbligatori? Innanzitutto avranno 0 punti nel calcolo del loro ranking che si porteranno dietro sino all'anno successivo (il ranking prende in considerazione i 19 migliori risultati conseguiti nelle ultime 52 settimane). Questa comunque per i top players non e' una grande penalizzazione. In secondo luogo, e piu' importante, vengono penalizzati in sede di distribuzione del bonus pool money di fine anno.

Che cos'e' il bonus pool money? Esistono 2 bonus pool, uno per I master 1000 pari a 20 milioni di dollari e uno per gli ATP 500 pari a 1,6 milioni di dollari. Il primo viene distribuito ai primi 30 in classifica alla fine dell'anno, sulla base pero' di una classifica che tiene conto solo dei punti conseguiti negli ATP 1000 e nelle ATP finals (gli slam e gli altri tornei dunque non contano). Il secondo viene distribuito tra i primi 5 giocatori di una classifica, invece, basata solo sugli ATP 500.

Quali sono le penalita'? Per quanto riguarda il primo bonus, per ogni torneo 1000 saltato, il bonus viene decurtato del 25%. Quindi, se si saltano 4 o piu' 1000 (come fece Djokovic l'anno scorso), il bonus sarà pari a 0. Per quanta riguarda gli ATP 500, chiunque ne fa meno di 4, non avra' diritto ad alcun Bonus. Saltare gli slam non costa nulla in termini monetari ma, come gia' detto, comporta solo uno 0 obbligatorio nel calcolo del ranking.

Quanto costerebbe a Sinner, come alcuni in questo gruppo sembrano suggerire, saltare Madrid? Come viene esattamente ripartito il Bonus non e' noto. Basandosi su quanto ripartito l'anno scorso, al primo in classifica ( e al momento se si guardano i 1000, Sinner lo e'), spetterebbe una cifra nell'ordine dei 6 milioni di dollari. La penalizzazione per saltare Madrid potrebbe dunque anche ammontare 1,5 milioni di dollari. Per giocatori tra la 20a e la 30a posizione, il cui bonus e' nell'ordine dei 200/300 mila dollari, la penalizzazione sarebbe ovviamente molto minore.
 
Da quello che dice e da come lo dice Nargiso non si capisce assolutamente nulla.
Provo a spiegarlo in modo più semplice e completo.
Sulla terra Sinner avrà principalmente due difficoltà connesse al cambiamento di superficie in due aspetti :
1) il rimbalzo della palla è meno rapido.
Ne consegue un gioco più lento , non basterà tirare una botta come sul cemento per fare il punto , ma bisognerà correre e correre. Quindi un gioco più fisico.
Questa è una condizione che si può definire passiva, perché è valida per tutti allo stesso modo.
Poi c’è un altro aspetto di cui Nargiso non parla
- ma che ne sa lui ??? Qualcuno mi ricorda i risultati di Nargiso sulla terra rossa? Lasciamo perdere -
e cioè il fatto che la palla col top spin salta molto alta e fa una curva tipo onda. Ne consegue che idealmente bisogna impattarla nel punto più alto e ci vuole un gioco di gambe continuo a cercare il punto migliore braccio e gambe / palla per colpire.
Sul cemento fai due passi e colpisci ; sulla terra servono anche 3/4 passetti.
E questa è una condizione attiva nel senso che dipende dal giocatore singolo.
Per entrambi gli aspetti le gambe sono molto sollecitate.
Riguardo Sinner, in termini brevi , la testa la ha , il dritto ed il rovescio senza dubbio, ma le gambe e la tenuta fisica ( la condizione passiva) ed il tempo a colpire la palla ( la condizione attiva) sono un’incognita.
 
Ultima modifica:
Non penso che Sinner ci metterà molto tempo per adattarsi alla terra.
 
Intanto Berrettini, in vantaggio di un set, 3 a 1 nel secondo 0/40 sul servizio dello spagnolo va in black out incassando 13 punti di fila, stavolta senza problemi fisici mi pare...
 
Intanto Berrettini, in vantaggio di un set, 3 a 1 nel secondo 0/40 sul servizio dello spagnolo va in black out incassando 13 punti di fila, stavolta senza problemi fisici mi pare...

Bene ha vinto, ed ora Berettini - Sonego

Update:

Grande anche Fognini che sotto al terzo set 4-2 contro la testa di serie nr.1 Djere, ha ribaltato il risultato vincendo 6-4, avanti anche lui insieme ai due sopra.

Altro update 😀, questa sera mi sono fatto una scorpacciata di tennisti italiani, ne è valsa la pena.

Bravissimo Darderi che batte al terzo set 7-6 F.Cerundolo, ho visto gli ultimi game e devo dire che su terra gioca veramente bene
 
Ultima modifica:
Quali sono i tornei obbligatori? (trovata nel web)

I tornei obbligatori sono i 4 slam, 8 master 1000 (tutti tranne Montecarlo), 4 ATP 500, di cui almeno 1 disputato dopo gli US Open (il torneo di Montecarlo può' sostituire 1 dei 4 500) e le Nitto ATP Finals. Questi tornei non sono obbligatori per tutti, ma solo per i cosiddetti commitment players, che per l'anno 2024 sono i primi 30 giocatori della classifica ATP alla data di conclusione delle Finals di Torino dello scorso anno.

Quali sono le penalita' per chi salta 1 o piu' tornei obbligatori? Innanzitutto avranno 0 punti nel calcolo del loro ranking che si porteranno dietro sino all'anno successivo (il ranking prende in considerazione i 19 migliori risultati conseguiti nelle ultime 52 settimane). Questa comunque per i top players non e' una grande penalizzazione. In secondo luogo, e piu' importante, vengono penalizzati in sede di distribuzione del bonus pool money di fine anno.

Che cos'e' il bonus pool money? Esistono 2 bonus pool, uno per I master 1000 pari a 20 milioni di dollari e uno per gli ATP 500 pari a 1,6 milioni di dollari. Il primo viene distribuito ai primi 30 in classifica alla fine dell'anno, sulla base pero' di una classifica che tiene conto solo dei punti conseguiti negli ATP 1000 e nelle ATP finals (gli slam e gli altri tornei dunque non contano). Il secondo viene distribuito tra i primi 5 giocatori di una classifica, invece, basata solo sugli ATP 500.

Quali sono le penalita'? Per quanto riguarda il primo bonus, per ogni torneo 1000 saltato, il bonus viene decurtato del 25%. Quindi, se si saltano 4 o piu' 1000 (come fece Djokovic l'anno scorso), il bonus sarà pari a 0. Per quanta riguarda gli ATP 500, chiunque ne fa meno di 4, non avra' diritto ad alcun Bonus. Saltare gli slam non costa nulla in termini monetari ma, come gia' detto, comporta solo uno 0 obbligatorio nel calcolo del ranking.

Quanto costerebbe a Sinner, come alcuni in questo gruppo sembrano suggerire, saltare Madrid? Come viene esattamente ripartito il Bonus non e' noto. Basandosi su quanto ripartito l'anno scorso, al primo in classifica ( e al momento se si guardano i 1000, Sinner lo e'), spetterebbe una cifra nell'ordine dei 6 milioni di dollari. La penalizzazione per saltare Madrid potrebbe dunque anche ammontare 1,5 milioni di dollari. Per giocatori tra la 20a e la 30a posizione, il cui bonus e' nell'ordine dei 200/300 mila dollari, la penalizzazione sarebbe ovviamente molto minore.
Vabbe nessun problema, si fa buttare fuori al primo turno. Comunque le penalizzazioni per quanto riguarda i punti sono ridicoli, tanto un top player può anche fare l annata facendo molti meno di 19tornei. L unica pecca sono i soldi se uno punta al primo posto perdere 1 milione per aver saltato un torneo è tantino. Quindi non gli costa nulla prendere l aereo e farsi buttar fuori subito.
 
Indietro