tifosi? Tie'!

luigir

再見論壇
Registrato
25/3/02
Messaggi
5.320
Punti reazioni
165
parlo dei tifosi di calcio... nel 2000 scrissi un articolo su un altro sito di finanza dove manifestavo il mio sdegno (non era proprio sdegno ma è l'unica parola che non viene censurata che mi viene in mente) per la quotazione in Borsa delle società calcistiche.

Allora ritenevo che era assurdo quotare società di calcio in Borsa e legare l'andamento della Borsa il lunedi' alla classifica della sera prima...

ricordavo anche del calcio scomesse che ci aveva gia' fregato ampiamente una volta come scommettitori Totocalcio e come tifosi...

ricordo anche che non avevo invece nulla in contrario alla quotazione del Manchester United che allora aveva un marchio merchandising, aveva una TV ed interessi in altre società... Ma in Italia, proprio no: le società calcistiche spesso nelle mani delle banche e producevano solo calcio... Che per un tifoso era abbastanza, per un investitore, un po' meno...

Dietrologia? No, lo avevo scritto allora, ma oggi le cose sono cambiate... Infatti ora comprendo che esiste un disegno enorme per fregare il prossimo, allora vedevo la possibilità di perdere soldi come rischio legato al calcio ed alle retrocessioni, ora invece lo vedo proprio come imbroglio, lo si vede nelle estati chee non vanno mai tranquille e che i campionati vengono formati a tavolino...

Cosa ha a che vedere con la macroeconomia? Molto, al pari di tutte le truffe delle migliori tradizioni: altra gente fregata.

Mi chiedo se riusciremo mai a non essere cosi' italiani e se si vedrà mai un po' di orgoglio emergere che non sia solo il rispetto verso la bandiera tanto sbandierata, scusate il gioco di parole, dal Presidente Ciampi...

Si gioca con i risparmi della gente e non oso neanche pensare lo scandalo che potrebbe derivare da una conferma delle accuse alle società quotate (sembra solo la Juve al momento)...

che devo dire, speriamo che il Napoli lo ripeschino in A ... :mad:
 
correggo.. non è solo la Juve tra quelle quotate.. letto ora che sc'è anche la Lazio... evvai!
 
luigir ha scritto:
Si gioca con i risparmi della gente [...]
i risparmi, la gente li mette sui BOT o sui CCT

se la gente mette soldi su quelle azioni, allora sono speculazioni, e lo fanno perche' vogliono guadagnare tanti soldi, possibilmente senza lavorare.
 
Il calcio è una piaga sociale.
 
bollafrolla ha scritto:
i risparmi, la gente li mette sui BOT o sui CCT

se la gente mette soldi su quelle azioni, allora sono speculazioni, e lo fanno perche' vogliono guadagnare tanti soldi, possibilmente senza lavorare.

quello vale per Argentina e Cirio, nel calcio c'è il tifo che spinge la gente qualunque ad acquistare. Io nonostante non investa non avrei avuto dubbi a comprare azioni del Napoli se fosse stato quotato, semplicemente da tifoso...
 
Tavashi Kovacs ha scritto:
non esageriamo

Non esagero. :no:

Treni devastati, auto danneggiate, migliaia di poliziotti ogni domenica a controllare i teppisti, alcuni da mantenere nelle patrie galere per qualche settimana... chi paga ? la collettività. Andrebbe addebitato tutto alle società, sono i loro tifosi e quindi paghi, danni compresi, chi organizza.
Ci sarebbe abbastanza da far giocare a porte chiuse con la diretta in tv su sky per chi è interessato alla partita.

Inoltre il fisco è sempre orbo, se tu ed io non versiamo le imposte l'agenzia entrate non ci riserva il trattamento di favore che ha per il pallone.
 
Mah....parlo da tifoso che segue moderatamente la sua squadra quando la passano in TV (e ogni tanto sul digitale se in serata non c'è di melgio) e l'Italia con affetto sincero verso la maglia azzurra.

Quello che sta accadendo è tremendo. Senza fare moralismi questi signori (oddio signori è troppo...) sono riusciti a corrompere quello che doveva restare un bel gioco, una passione pulita, uno svago. Ricordo quando da ragazzino andavo con mio padre a vedere il Milan dei mitici Van Basten , Gullit, Rijkaard e Baresi...
Erano belle serate, ci si emozionava, ci divertivamo, ridevamo degli sfottò e delle parolacce dei più scalmanati.
La quotazione non piaceva neanche a me, ma all'epoca non scrivevo su forum di finanza. Sta di fatto che investire su un titolo come Juve per più di tre giorni di fila mi è sempre parso più un atto da giocatore d'azzardo che da investitore...

Ora mi auguro solo che facciano pulizia sul serio, pubblicando tutti i risultati con chiarezza. Meglio addirittura l'Italia fuori dal mondiale ( sigh,nel peggior dei casi) ma un calcio ripulito, ridimensionato, che non tutta sta bolgia di miliardi...

Dark
 
Quanto ai tifosi teppisti concordo che le spese andrebbero addbitate senza pietà alla società e che tali str.onzi non dovrebbero più poter entrare allo stadio per almeno 10 anni.
Diavolo perchè un padre deve aver paura a portare il figlio alla stadio se non può permettersi la tribuna d'onore ??? E' tremendamente ingiusto.
 
luigir ha scritto:
quello vale per Argentina e Cirio, nel calcio c'è il tifo che spinge la gente qualunque ad acquistare. Io nonostante non investa non avrei avuto dubbi a comprare azioni del Napoli se fosse stato quotato, semplicemente da tifoso...

Io invece se quotassero il Milan non ci investirei mai, al massimo una scalpatina intraday.... :yes:
 
Darkghost ha scritto:
Io invece se quotassero il Milan non ci investirei mai, al massimo una scalpatina intraday.... :yes:

Ah, se per questo ora non comprerei neanche il biglietto di ingresso allo stadio... Quelle erano sensazioni passate... Si diventa sempre piu' smaliziati col tempo. Ora non mi fido piu'...
 
luigir ha scritto:
parlo dei tifosi di calcio... nel 2000 scrissi un articolo su un altro sito di finanza dove manifestavo il mio sdegno (non era proprio sdegno ma è l'unica parola che non viene censurata che mi viene in mente) per la quotazione in Borsa delle società calcistiche.

Pensai e scrissi la stessa cosa anche io :)
Anzi ho sempre raccomandato di NON investire su quei titoli.

Strano che ci sia anche la Lazio di mezzo...:)
chissa' chi fece pressioni per quel decreto spalma debiti col fisco...
 
skymap ha scritto:
Non esagero. :no:

Treni devastati, auto danneggiate, migliaia di poliziotti ogni domenica a controllare i teppisti, alcuni da mantenere nelle patrie galere per qualche settimana... chi paga ? la collettività. Andrebbe addebitato tutto alle società, sono i loro tifosi e quindi paghi, danni compresi, chi organizza.

Se non ci fosse il calcio sarebbe peggio.


Il calcio e' l'oppio del popolino.
 
già...io lo considero molto peggio di una piaga sociale...

piuttosto che far quotare questi titoli meglio quotare casinò, case di piacere, penitenziari privati e imprese funebri come avviene sul mercato USA...

ma anche a livello europeo questi titoli sono divoratori di capitale...

a me non sorprende tutto questo, trovo avvilente che si stia perdendo tempo, denaro a scrivere e parlarne...

sarei molto più drastico...

gioia23
 
gioia23 ha scritto:
già...io lo considero molto peggio di una piaga sociale...

piuttosto che far quotare questi titoli meglio quotare casinò, case di piacere, penitenziari privati e imprese funebri come avviene sul mercato USA...

ma anche a livello europeo questi titoli sono divoratori di capitale...

a me non sorprende tutto questo, trovo avvilente che si stia perdendo tempo, denaro a scrivere e parlarne...

sarei molto più drastico...

gioia23
Mi domando che senso abbia investire in una squadra di calcio.
Per permettergli di comprare giocatori a prezzi sempre piu' assurdi ? o per dargli degli stipendi da nababbi ?

Sono soldi sottratti alla crescita delle IMPRESE, quelle vere, che investono in persone e macchinari.
 
gioia23 ha scritto:
già...io lo considero molto peggio di una piaga sociale...

piuttosto che far quotare questi titoli meglio quotare casinò, case di piacere, penitenziari privati e imprese funebri come avviene sul mercato USA...

ma anche a livello europeo questi titoli sono divoratori di capitale...

a me non sorprende tutto questo, trovo avvilente che si stia perdendo tempo, denaro a scrivere e parlarne...

sarei molto più drastico...

gioia23

Vedi sono queste considerazioni che proprio faccio fatica a condividere.
Del pensiero liberale sposo il fatto che debba vigere la massima libertà possibile, salvo punire comportamenti fuori della legge in maniera severa e puntuale (cosa che spesso da noi non accade).

Se voglio trasformare investendo onestamente la mia squadra di calcio in un fenomeno mondiale devo essere libero di farlo. Se voglio vedere la partita allo stadio, idem, se la voglio vedere in tv, idem. Se non voglio più sentire parlare di calcio mi limito a cambiar canale quando ne parlano. Spegnere se ne parlano ovunque o farmi sky....

Sta a me come uomo ragionevole farmi un dovere di informarmi e decidere per quel che penso meglio. Lo Stato si limiti a creare leggi eque e a punire chi le viola, senza tarpar le ali a nessuno, finchè si comporta correttamente (e purtroppo da noi , lo ripeto, spesso non gira così)
 
Beh sarebbe da vedere quanto crea di indotto, soros. non credo che sia l'industria meno remunerativa d'Italia. C'è molto di peggio. Il problema è che non si puo' ammettere in borsa una società che ha una volatilità di mercato esageratamente dipendente da individui, dal loro stato di forma e dalle loro performance. Per assurdo fossi un azionista di una squadra di calcio se vedessi il centravanti in giro tardi la sera avrei il diritto di dirgli di tornare subito a casa :D Assurdo...
 
luigir ha scritto:
Beh sarebbe da vedere quanto crea di indotto, soros. non credo che sia l'industria meno remunerativa d'Italia. C'è molto di peggio. Il problema è che non si puo' ammettere in borsa una società che ha una volatilità di mercato esageratamente dipendente da individui, dal loro stato di forma e dalle loro performance. Per assurdo fossi un azionista di una squadra di calcio se vedessi il centravanti in giro tardi la sera avrei il diritto di dirgli di tornare subito a casa :D Assurdo...
Si, pero' mi sembra che l'indotto delle societa' quotate non sia maggiore a quello delle non quotate di pari dimensione.

Potrei capire solo un prestito obbligazionario per la costruzione di uno stadio.
Ma la quotazione in borsa, anche per i motivi da te citati, mi sembra assurdo.
Ancora piu' assurdo che ci sia gente che compra i titoli...ma ormai ho imparato a non stupirmi piu' di quello che fanno i nostri connazionali.
 
soros75 ha scritto:
Si, pero' mi sembra che l'indotto delle societa' quotate non sia maggiore a quello delle non quotate di pari dimensione.

Potrei capire solo un prestito obbligazionario per la costruzione di uno stadio.
Ma la quotazione in borsa, anche per i motivi da te citati, mi sembra assurdo.
Ancora piu' assurdo che ci sia gente che compra i titoli...ma ormai ho imparato a non stupirmi piu' di quello che fanno i nostri connazionali.

mi trovi perfettamente d'accordo. Sono contro la quotazione in Borsa non contro le società di calcio anche se, psero, prima o poi si faccia una vera indagine sui contratti di sponsorizzazione delle società sportive in Italia... Li' si nasconde il marcio...
 
Scusate ... ma se c'e' gente che vuole comprare azioni di societa' di calcio ... perche' non debbono poterle comprare ...

Se poi quei titoli perdono il 90% del valore, ma saranno cavoli di chi le compra?


E' proprio vero che e' pieno di comunisti.

Vietare la pubblicita' perche' il popolo "stupido" se la beve; vietare le quotazioni delle squadre di calcio perche' il popolo "stupido" se le compra...

Vietare ... vietare ... vietare ... vietare ... vietare ... vietare ... vietare ... vietare ... vietare ... vietare ... vietare ... vietare ... vietare ... vietare ... vietare

Ma ci volete lasciare in pace di fare quello che capzo ci pare?
 
Indietro