Tinteggiatura stanza dopo perdita acqua

schiller

Nuovo Utente
Registrato
27/4/11
Messaggi
205
Punti reazioni
5
buongiorno, vivo in condominio con riscaldamento centralizzato. A seguito di una perdita d'acqua dell'impianto, sono stati eseguiti lavori di riparazione nel mio appartamento (rottura del muro, sostituzione del tubo rotto e chiusura del buco). Il problema è risolto e tra qualche giorno verrà l'imbianchino del condominio a tinteggiare. Mi ha detto che tinteggerà solo la parete interessata e che difficilmente riuscirà a uniformare il colore al resto della stanza. Domanda: è giusto da parte mia pretendere il ripristino della situazione precedente alla perdita, quindi chiedere la tinteggiatura di tutta la stanza? Se sì, in base a quali norme, leggi.etc etc..?
 

donsalieri

Rentier in progress
Registrato
13/9/12
Messaggi
3.210
Punti reazioni
209
Non sono un avvocato per cui non so tirarti fuori la legge precisa ma tu hai il diritto al rirpistino dello stato dei luoghi.
Questo vuol dire che tutto deve tornare come era prima, viste le premesse ti suggerisco di mettere le mani avanti e scrivere subito una racc. a/r all'amministratore evidenziando la cosa.
 

-matteo-

who dares wins
Registrato
24/4/02
Messaggi
8.137
Punti reazioni
394
Non sono un avvocato per cui non so tirarti fuori la legge precisa ma tu hai il diritto al rirpistino dello stato dei luoghi.
Questo vuol dire che tutto deve tornare come era prima, viste le premesse ti suggerisco di mettere le mani avanti e scrivere subito una racc. a/r all'amministratore evidenziando la cosa.
E se prima la stanza fosse stata già tinteggiata da anni e magari avesse già bisogno di una rinfrescata come la mettiamo?
ripristino vuol dire come era prima del danno, non imbiancata a nuovo.3detto ciò mi impunterei affinchè fosse imbiancata in toto
 

donsalieri

Rentier in progress
Registrato
13/9/12
Messaggi
3.210
Punti reazioni
209
E se prima la stanza fosse stata già tinteggiata da anni e magari avesse già bisogno di una rinfrescata come la mettiamo?
ripristino vuol dire come era prima del danno, non imbiancata a nuovo.3detto ciò mi impunterei affinchè fosse imbiancata in toto
Che avesse bisogno di una rinfrescata può darsi ma se intervengono in maniera pesante buttandoti giù un muro non è che possono verniciarti una zona di un colore diverso dicendo che "tanto aveva bisogno comunque di una rinfrescata".
Non funziona così, il ripristino dello stato dei luoghi va fatto in maniera da non evidenziare difformità.
Se il pittore riesce a trovare un colore che non evidenzia difformità rispetto al resto può limitarsi alla zona interessata altrimenti rivernicia tutto dello stesso colore.
Mettilo per iscritto all'amministratore che qualora il lavoro presentasse difformità di colore rispetto alla pittura originale si dovrà riverniciare tutto pena richiesta dei danni ossia il costo di una riverniciatura totale.
Però una cosa non mi è chiara, ma perchè deve venire l'imbianchino del condominio?
Il danneggiato sei tu quindi sei tu a scegliere l'imbianchino che deve mettere mano a casa tua, io impedirei l'intervento di quello scelto dall'amministratore se le premesse sono di avere un colore diverso e contatterei un altro pittore per vedere cosa dice lui.
Ovviamente se lo scegli tu produrrai tutta la documentazione (fattura) atta a chiedere il rimborso della spesa al condominio.
 

ciccino53

Nuovo Utente
Registrato
19/11/11
Messaggi
1.443
Punti reazioni
70
e’ sempre una questione, ogni tanto c’è qualcuno che vuol far riverniciare tutto l’appartamento con stucco veneziano da un pittore di grido oppure ci sono gli altri che vorrebbero lasciarglielo grezzo….
serve un minimo di buon senso ma in ambito condominiale non si trova più!
normalmente per questi interventi risponde l’assicurazione ed il perito giustifica una cifra congrua, non oltre.
 

Black Prince

Nuovo Utente
Registrato
29/12/08
Messaggi
66
Punti reazioni
7
Mi sono trovato più volte in situazioni simili per immobili nostri e di parenti, 7 sinistri aperti per danni da rottura tubature immurate (montanti dell'acqua condotta, scarichi, impianti di riscaldamento centralizzati) con spargimento d'acqua, in 3 casi la ricerca della tubatura rotta è avvenuta nei nostri appartamenti, negli altri questi si trovavano sotto quelli oggetto della perdita.
In TUTTI i casi le spese di ripristino integrale, a regola d'arte, dei locali danneggiati sono state a carico del condominio.
In NESSUN caso abbiamo dovuto anticipare agli artigiani (idraulici, muratori, imbianchini) le somme che sono state tutte corrisposte dal condominio.
In TUTTI i casi i condomini hanno dovuto contribuire, perché pur con valori assicurati congrui, le garanzie accessorie "danni da acqua condotta" e "spese di ricerca e ripristino da spargimento d'acqua" presentavano massimali di rimborso per singolo sinistro e per annualità insufficienti a coprire le spese.
Ovviamente, a nostra volta ci siamo trovati a contribuire più volte per sinistri patiti da altri condomini, c'è sempre stata piena reciprocità.
 

schiller

Nuovo Utente
Registrato
27/4/11
Messaggi
205
Punti reazioni
5
grazie per i vs. commenti, mi sono molto utili per inquadrare la questione. Proprio adesso mi ha chiamato il perito dell'assicurazione (del condominio) che domani verrà a fare un sopralluogo. Vediamo cosa dice sia per quanto riguarda il ripristino della tinteggiatura sia per l'eventuale utilizzo di imbianchino di mia scelta.
 

Black Prince

Nuovo Utente
Registrato
29/12/08
Messaggi
66
Punti reazioni
7
In un caso, per trovare una perdita nell'impianto di riscaldamento, hanno aperto uno squarcio su muro perimetrale da 150 x 30 cm ed hanno dovuto sollevare 3 mq di parquet, di cui 1 mq si era rigonfiato.
Le tempistiche sono state lunghe (fortunatamente era seconda casa), ma il ripristino a nuovo è stato interamente a spese del condominio: il locale è stato totalmente ritinteggiato, il parquet era di posa recente quindi è stato sufficiente sostituirne 3 mq, con un risultato ottimale.
Ergo o siamo sempre stati fortunati, o in condomini di persone civili è prassi che ci si comporti così.
 
Ultima modifica:

Black Prince

Nuovo Utente
Registrato
29/12/08
Messaggi
66
Punti reazioni
7
Per la questione di chi debba (o possa) scegliere a chi affidare i lavori, nel nostro caso è dipeso dalla natura e dall'entità dei sinistri: quando interessavano esclusivamente la nostra proprietà siamo sempre stati noi a scegliere, quando invece interessavano più appartamenti o i singoli proprietari concordavano su un nominativo a tutti gradito, oppure ci si rivolgeva a professionisti "di fiducia" del condominio.
 

donsalieri

Rentier in progress
Registrato
13/9/12
Messaggi
3.210
Punti reazioni
209
Sei libero di affidarti ai professionisti di fiducia del condominio ma sappi che hai tutto il diritto di scegliere tu l'imbianchino che deve imbiancare casa tua soprattutto se quello scelto dal condominio esordisce mettendo le mani avanti e avvertendoti che il muro verrà di un colore diverso dalle altre pareti.
Io metterei ben in chiaro che non esiste accettare una tale difformità per cui o mi garantisce un lavoro a regola d'arte o si faccia da parte.
Ovviamente se lo scegli tu ti fai fare un preventivo e lo presenti al condominio per accettazione, personalmente seguirei questa strada visto come ha esordito quello incaricato dall'amministratore.
 

Black Prince

Nuovo Utente
Registrato
29/12/08
Messaggi
66
Punti reazioni
7
grazie per i vs. commenti, mi sono molto utili per inquadrare la questione. Proprio adesso mi ha chiamato il perito dell'assicurazione (del condominio) che domani verrà a fare un sopralluogo. Vediamo cosa dice sia per quanto riguarda il ripristino della tinteggiatura sia per l'eventuale utilizzo di imbianchino di mia scelta.
Dovresti (se non l'hai già fatto) farti dare dall'amministratore:
1) copia della polizza del condominio
2) estremi della denuncia di sinistro
3) contatto diretto di chi ha in carico la gestione della pratica nell'agenzia assicurativa di riferimento
L'imbianchino non ha nessun titolo per dirti, in autonomia, ciò che si potrebbe o meno fare: è un mero esecutore, deve seguire le direttive del committente (il condominio, nella persona dell'amministratore).
Se il perito non ha ancora fatto il sopralluogo, l'amministratore non può conoscere quanto riceverà dall'assicurazione (sa solo la cifra massima indennizzabile): attualmente avrà in mano solo i preventivi di tutti gli artigiani (idraulico, muratore, imbianchino) intervenuti nell'opera di ricerca e ripristino.

Nel momento in cui ci sarà una proposta di liquidazione del sinistro da parte dell'assicurazione si potrà quantificare la probabile compartecipazione alla spesa da parte dei condomini.
 

schiller

Nuovo Utente
Registrato
27/4/11
Messaggi
205
Punti reazioni
5
Dovresti (se non l'hai già fatto) farti dare dall'amministratore:
1) copia della polizza del condominio
2) estremi della denuncia di sinistro
3) contatto diretto di chi ha in carico la gestione della pratica nell'agenzia assicurativa di riferimento
L'imbianchino non ha nessun titolo per dirti, in autonomia, ciò che si potrebbe o meno fare: è un mero esecutore, deve seguire le direttive del committente (il condominio, nella persona dell'amministratore).
Se il perito non ha ancora fatto il sopralluogo, l'amministratore non può conoscere quanto riceverà dall'assicurazione (sa solo la cifra massima indennizzabile): attualmente avrà in mano solo i preventivi di tutti gli artigiani (idraulico, muratore, imbianchino) intervenuti nell'opera di ricerca e ripristino.

Nel momento in cui ci sarà una proposta di liquidazione del sinistro da parte dell'assicurazione si potrà quantificare la probabile compartecipazione alla spesa da parte dei condomini.
Ok grazie, Black, ovviamente l'imbianchino farà quello che dice l'amministratore.
Possiedo copia della polizza e so anche qual è l'agenzia assicurativa di riferimento (tra l'altro con la medesima agenzia ho in essere un'assicurazione casa come RC per danni a terzi nel caso fossi io a combinare guai).
Secondo te il perito può darmi copia della sua perizia?
Infine, non mi è chiaro quando parli di compartecipazione alla spesa dei condomini: in passato, per quanto ne so, nessun condomino ha mai partecipato a questi sinistri, ma è stato sempre tutto coperto dall'assicurazione.
 

Black Prince

Nuovo Utente
Registrato
29/12/08
Messaggi
66
Punti reazioni
7
Ok grazie, Black, ovviamente l'imbianchino farà quello che dice l'amministratore.
Possiedo copia della polizza e so anche qual è l'agenzia assicurativa di riferimento (tra l'altro con la medesima agenzia ho in essere un'assicurazione casa come RC per danni a terzi nel caso fossi io a combinare guai).
Secondo te il perito può darmi copia della sua perizia?
Il perito lavora per conto dall'assicurazione, in teoria non dovrebbe dirti nulla, in pratica (parlo per esperienza sui sinistri pregressi) può darti un'ordine d'idee ma dubito fortemente possa rilasciarti qualcosa di ufficiale.
Viceversa, puoi contattare l'agenzia (meglio ancora se sei cliente) e chiedere a loro, non appena la riceveranno, di girarti copia della perizia (o quantomeno di una sintesi della stessa).
 

gioviale56

Nuovo Utente
Registrato
10/1/06
Messaggi
16.841
Punti reazioni
381
Nel mio caso l'assicurazione ha fatto anche più del dovuto. é stata rotta una piastrella per rottura tubatura nel muro vicino al bidet. é stato rifatto mezzo bagno...Potevano cambiare la singola piastrella , anche se di colore non proprio identico. Non sempre però i periti sono di manica larga.
 

Black Prince

Nuovo Utente
Registrato
29/12/08
Messaggi
66
Punti reazioni
7
Infine, non mi è chiaro quando parli di compartecipazione alla spesa dei condomini: in passato, per quanto ne so, nessun condomino ha mai partecipato a questi sinistri, ma è stato sempre tutto coperto dall'assicurazione.
Intendo dire che se il costo di ricerca del guasto e ripristino a regola d'arte (oltre ad eventuali danni ad oggetti contenuti nell'appartamento) supera il massimale d'indennizzo per ricerca e ripristino e danni d'acqua condotta (che sono 2 voci separate, ciascuna con un massimale ed una franchigia), l'eccedenza dovrà essere coperta da tutti i condomini.
Per farti un esempio, in un condominio dove abbiamo un appartamento dal 2005 ad oggi ci sono stati 4 sinistri per cedimento di tubi dell'impianto di riscaldamento a soffitto, 2 per rottura di pluviali murati e 2 per infiltrazioni dal lastrico solare... solo in 2 casi è bastato il rimborso dell'assicurazione, negli altri 6 tutti i condomini hanno coperto la differenza, su base millesimale.
 

schiller

Nuovo Utente
Registrato
27/4/11
Messaggi
205
Punti reazioni
5
Intendo dire che se il costo di ricerca del guasto e ripristino a regola d'arte (oltre ad eventuali danni ad oggetti contenuti nell'appartamento) supera il massimale d'indennizzo per ricerca e ripristino e danni d'acqua condotta (che sono 2 voci separate, ciascuna con un massimale ed una franchigia), l'eccedenza dovrà essere coperta da tutti i condomini.
Per farti un esempio, in un condominio dove abbiamo un appartamento dal 2005 ad oggi ci sono stati 4 sinistri per cedimento di tubi dell'impianto di riscaldamento a soffitto, 2 per rottura di pluviali murati e 2 per infiltrazioni dal lastrico solare... solo in 2 casi è bastato il rimborso dell'assicurazione, negli altri 6 tutti i condomini hanno coperto la differenza, su base millesimale.
ok, adesso mi è chiaro.
Per fortuna è stato facile trovare il tubo rotto e non c'è stato alcun danno a cose/arredi. Il problema è che il palazzo ha ormai 60 anni e, nonostante quasi tutti i condomini abbiano fatto all'interno della loro proprietà lavori di ristrutturazione, tutte le tubature "comuni" relative a riscaldamento e scarichi sono decrepite. Quindi c'è da aspettarsi altri episodi analoghi: ecco perchè voglio imparare bene come funzionano queste dinamiche. Grazie ancora, vi terrò aggiornati sugli sviluppi.