Tiscali intraday 18/4/06

gico66 ha scritto:
Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione
sulle proposte all’ordine del giorno

Assemblea Ordinaria degli Azionisti di Tiscali S.p.A. - 30 aprile 2006

Siete stati convocati in Assemblea per deliberare sul seguente ordine del giorno:

1. Approvazione del bilancio al 31 dicembre 2005. Deliberazioni relative e conseguenti.
2. Nomina di un membro del Consiglio d’Amministrazione. Deliberazioni relative e
conseguenti.
3. Nomina del Collegio Sindacale e del suo Presidente. Determinazione del compenso
dei Sindaci. Deliberazioni relative e conseguenti.

...
Siete, quindi, invitati ad approvare il bilancio di esercizio della Società al 31 dicembre 2005 che si chiude con una perdita di Euro 54.408.718,00. Proponiamo di procedere al
ripianamento delle perdite mediante utilizzo di una parte, di corrispondente importo, della riserva sovrapprezzo azioni, il cui ammontare al 31 dicembre 2005 era pari ad Euro
957.871.960,00.

...
Signori Azionisti,
Vi informiamo che, come da avviso pubblicato in data 14 aprile 2006 sul Sole 24-Ore,
l’assemblea ordinaria in seconda convocazione si terrà giovedì 18 maggio 2006 alle ore
11.00 presso la sede legale della Società in Cagliari, località Sa Illetta, S.S. 195 km. 2,3.

Cagliari, 14 aprile 2006
Per il Consiglio di Amministrazione
Il Presidente
Vittorio Serafino

:cool:

http://www.borsaitalia.it/bitApp/viewpdf.bit?location=/media/borsa/db/pdf/new/18889.pdf
ma doctor pompi, si decide ad esporre?
 
Buffett offre 598,3 milioni $ per lo sport di Russell

La Berkshire Hathaway, conglomerata finanziaria che fa capo al magnate Warren Buffett, ha messo sul piatto 598,3 milioni di dollari per l'acquisizione di Russell, società produttrice di abbigliamento e accessori sportivi, proprietaria tra gli altri del marchio Spalding. Per ogni singolo titolo Russell saranno offerti 18 dollari in contanti, pari a un premio rispetto alla chiusura di venerdì del 35%. L'operazione dovrebbe chiudersi entro il terzo trimestre del 2006.
 
Salve a tutti

Larga banda sia su cavo sia su wireless, integrazione dei servizi, telefonia Ip e IpTv sono solo alcuni dei tanti fattori che si prevedono al centro del complesso universo delle telecomunicazioni. I grandi player si stanno preparando ad affrontare un mercato globaleDi Gabriele Zacchetti

Reduce non solo dalle Olimpiadi invernali di Torino, ma anche da una massiccia operazione di ridefinizione del management e del business, coronata da una serie di join venture e acquisizioni, Nortel ( www.nortel.com ) si prepara ad affrontare il prossimo futuro. La diffusione della larga banda, pur rallentata rispetto alle previsioni continuerà a segnare crescite importanti.
Secondo uno studio di Dell'Oro Group, infatti, il fatturato totale del mercato mondiale dei sistemi di accesso a banda larga nel 2005 ha sfiorato i 9 miliardi di dollari Usa dei quali 1 miliardo solo nel segmento Ip-Dslam che è previsto in forte crescita con un target di 2 miliardi per il 2008.
Ma larga banda significa innanzitutto nuovi servizi, soprattutto quelli a valore aggiunto. La telefonia su Ip sembra destinata a lasciare l'ambito attuale, quello delle grandi imprese, per spostarsi in tutte le realtà, compresa quella consumer. Per continuare a mantenere la loro posizione in un mercato sempre più globale, le aziende che da sempre hanno fatto della telefonia il proprio core business sono chiamate ad adeguarsi ai tempi nuovi e la cosa è abbastanza complessa.
Per capire meglio le strategie in atto, abbiamo rivolto alcune domande ad Attilio Piro , responsabile, in qualità di Carrier Account Leader, Emea Southern Region , delle attività di business Nortel per Operatori di Telecomunicazioni e Service Provider fissi e mobili in Italia, Grecia e Cipro.

Data Manager: Come è andata l'esperienza relativa alla realizzazione della rete voce per le Olimpiadi di Torino?Piro: Non esito ad affermare che si è trattato di un grosso successo raggiunto solo grazie alla qualità della presenza di Nortel in Italia, con la massima soddisfazione del Toroc, il Comitato Organizzatore di Giochi, che ci ha affidato in toto progettazione, realizzazione e supporto. Se si pensa alla complessità dell'operazione di realizzare una rete telefonica fissa privata dedicata ai 2.500 atleti e alle loro squadre, a 10.000 tra giornalisti e operatori radio-televisivi e allo staff del Toroc, in una situazione tutt'altro che agevole, direi che era difficile fare di più. Basandoci sulle soluzioni di comunicazione Nortel Communication Server 1000 Meridian1, la rete privata di telefonia fissa per i Giochi ha fornito servizi di comunicazione altamente affidabili tramite circa 14.000 telefoni disponibili nei 33 siti Olimpici ufficiali a Torino e nelle valli che hanno ospitato i siti di gara.

Il prossimo passo Vancouver?Anche se è presto per dire qualcosa, quello che è certo è che a Vancouver giochiamo in casa e non ci stiamo facendo scappare l'occasione anche grazie ai crediti acquisiti qui a Torino.

Abbiamo assistito recentemente a significativi cambiamenti al vertice. Quale sarà il nuovo corso di Nortel a livello mondiale ?
I cambiamenti sono stati dettati in primo luogo dall'orientamento di mercato, non solo quello delle telecomunicazioni, ma quello generale dove in tutti i settori la focalizzazione è sul business e di conseguenza sul Roi. La scelta è stata quella di puntare su un management molto operativo. I due anni precedenti sono stati focalizzati su nuovi modelli di presentazione dei bilanci come prescrivevano le nuove normative, il che ha richiesto uno sforzo notevole in quella direzione. Ora, superata questa fase occorre tornare a focalizzarci sul business. Questa è la chiave di lettura che motiva la scelta di un intervento molto netto relativamente a uno stile di management che punta su efficacia e rapidità. Non a caso come nuovo presidente e Ceo è stato scelto Mike Zafirovski , una figura che vanta trent'anni di carriera nel settore in società fortemente innovative come General Electric e Motorola. A lui, e su sua scelta, è stato affiancato tra gli altri George Riedel nel ruolo di Chief Strategy Officer Nortel che ha maturato le sue esperienze in Juniper Networks e Mckinsey & Company . Non siamo interessati a nicchie ma vogliamo intervenire puntando su grosse fette di mercato come dimostrano le recenti joint venture e acquisizioni.

Abbiamo visto di recente i risultati finanziari di Nortel. Vuole farci un commento?Abbiamo appena chiuso, secondo i dati preliminari annunciati, un 2005 in positivo come bilancio di business e abbiamo anche registrato una svolta concreta con la chiusura concordata della class action sollevata da alcuni nostri azionisti in nord America in relazione al restatement della precedente gestione. A conferma del nuovo corso intrapreso con decisione da Nortel, abbiamo contestualmente annunciato obiettivi concreti e ambiziosi, che comprendono, tra l'altro, la focalizzazione su quei segmenti tecnologici di mercato dove possiamo raggiungere almeno il 20% di market share, una sostanziale revisione delle priorità negli investimenti in R&D, e l'espansione del margine operativo lordo con un target di più di 1,5 miliardi di dollari entro i prossimi 36 mesi, un'area questa nella quale si concentra buona parte della sfida lanciata dal nuovo Ceo visto che riassume in sè ottimizzazione organizzativa e operativa, e crescita dell'azienda nei settori di punta.

Ci vuole dire qualcosa di più a riguardo delle recenti join venture e acquisizioni?
La prima cosa che ritengo importante sottolineare è che le partnership di cui parleremo vedono tutte Nortel come socio di maggioranza. Un accordo per una joint venture dedicata allo sviluppo di soluzioni di accesso a banda ultralarga per i mercati di tutto il mondo è stata fatto con Huawei Technologies. L'altra JV, che mi sembra importante citare e che è già operativa da qualche mese, è quella con LG Electronics; denominata LG-Nortel la nuova realtà si focalizza sulle tematiche del wireless, in particolare WiMax e WiBro, con una forte componente di ricerca e sviluppo e sull'IpTv. A proposito di IpTv, i nostri prodotti sono stati scelti da Comcast per la realizzazione della loro Converged National Ip Backbone . Per quanto riguarda le acquisizioni dallo scorso 24 febbraio Tasman Networks è diventata parte integrante della nostra divisione Enterprise e i loro router fanno oggi parte dell'offerta Nortel Secure Router.
Tutto questo perché, siamo convinti, laddove gli investimenti sono massicci pochi fornitori possono essere dominanti. Questi sono stati mesi molto vivi che segneranno il trend di Nortel per i prossimi anni. I commenti sulla stampa mondiale sono stati positivi.

Cosa ci può dire di Nortel rispetto al mercato carrier in Italia ?
Ci stiamo muovendo fondamentalmente su due fronti. Da una parte quello del Wireline broadband attraverso le reti ottiche metropolitane per la raccolta dell'accesso Adsl con Tiscali e Telecom Italia. Tiscali Italia ha completato l'implementazione di un'infrastruttura ottica di comunicazione Nortel in oltre 300 città italiane per supportare servizi Internet, voce e di intrattenimento in modalità integrata. La nuova rete permette a Tiscali Italia di rendere rapidamente disponibili i servizi Adsl2, la seconda generazione dei servizi Dsl, alla clientela italiana residenziale e professionale. La rete ottica consolida il trasporto di tutti i servizi per gli abbonati di Tiscali Italia su una singola infrastruttura scalabile multi-servizio riducendo i costi operativi. La prima fase dell'implementazione, iniziata nell'ottobre 2004, è stata completata con una copertura complessiva di più di 300 città italiane. La seconda fase verrà terminata nel 2006.L'altro fronte riguarda il Wireless, e continua la nostra collaborazione con Vodafone anche in Italia sull'Umts con cui abbiamo mostrato la nostra soluzione Hsdpa al 3Gsm2006 di Barcellona. La nostra esperienza nel settore ci ha inoltre permesso di fare la prima dimostrazione Triple Play al mondo in Giappone con SoftBank e LG attraverso reti Umts/Hsdpa-WiMax-Wlan.

Concludiamo con due parole sul ruolo di Nortel nel mercato enterprise in Italia.
Siamo sicuramente uno dei due principali player in questo settore. Abbiamo realizzato diverse soluzioni di convergenza e Ip Telephony nel mercato enterprise in Italia tanto nella Pubblica Amministrazione (Regione Toscana, Regione Sicilia, Provincia di Torino e Istat, solo per citare alcuni casi) quanto nel settore bancario in realtà come Banca Intesa e Banca Popolare di Milano, tra le altre. Lo sviluppo della rete di distributori e canali ci ha permesso di raggiungere anche il mercato della Pmi grazie alla piattaforma convergente "tutto in uno" Business Communication Manager (Bcm).
 
TLC: MORGANTI, NO A TV SUL CELLULARE, GRANDI GRUPPI CRESCERANNO (PRIMA)








(ASCA) - Roma, 18 apr - Televisione sul telefonino, tv satellitare, Iptv via Internet, digitale terrestre: quale di queste piattaforme ha piu' possibilita' di sfondare dal punto di vista economico? ''Prima Comunicazione'' l'ha chiesto a Franco Morganti, uno dei massimi esperti italiani di convergenza e di nuovi media digitali oggi presidente dell'advisory board di ItMedia Consulting. Nell'intervista, pubblicata sul numero di aprile di 'Prima', in edicola da domani 19 aprile Morganti non e' molto ottimista sul futuro del Dvb-h, la tv sul cellulare. ''Se si guarda un gol sullo schermo e non si vede il pallone non si puo' essere ottimisti. Battute a parte - afferma -, in generale non credo nella convergenza su un unico terminale. Il cellulare-televisore e' come il coltellino svizzero: vuole essere un cacciavite, un cavatappi e una limetta, ma poi quando si prova ad usarlo si rinuncia''. Piu' ottimista sulle prospettive dei grandi gruppi telefonici. ''Anche se, in questo momento, sono depressi in Borsa, gli ex monopolisti o 'incumbent' come vengono definiti in gergo hanno buone prospettive, grazie al 'triple play', il gioco triplo di voce, Internet e tv sui cavi del telefono''. Per Morganti, ''molti pensano che con l'arrivo di Skype i gestori telefonici andranno a picco. Io pero' faccio due considerazioni. La prima e' che i gestori hanno gia' tutta la rete su Ip, quindi dal punto di vista tecnologico sono nella migliori condizioni per fare il voice over Ip. Inoltre propongono sempre piu' tariffe 'flat'. Hanno escogitato l'astuzia dei contratti 'tutto compreso', dove le telefonate in pratica sono gratis. Io penso che anche sul Voip i grandi operatori finiranno per averla vinta''. Morganti e' ottimista anche sul futuro di Mediaset. ''Se si vanno a leggere i bilanci, si vede che la tv in chiaro sostenuta della pubblicita' e' un modello di business molto azzeccato. Mediaset ha un reddito prima delle tasse che supera il 20%, dopo le tasse supera il 10%. Avranno avuto tutti i privilegi possibili e immaginabili, pero' se uno si limita a guardare il modello di business, deve riconoscere che funziona bene''.
 
Usa: prezzi alla produzione marzo +0,5% m/m, core +0,1% m/m
 
Usa: nuovi cantieri marzo -7,8% a 1,960 mln, permessi a 2,059 mln
 
Wall Street pronta a tagliare le perdite della vigilia
Riflettori accesi sulle numerose trimestrali


Wall Street inaugura la settimana all'insegna delle vendite, con perdite che interessano in maniera diffusa i tre indici principali, complice soprattutto il nuovo rialzo del prezzo del petrolio che si è riportato con decisione al di sopra dei 70 dollari al barile, andando ad aggiornare il record segnato la scorsa estate.

Un certo ottimismo sembra riaffacciarsi però per la seduta odierna, stando alla lettura dei futures sui due principali contratti che non solo hanno annullato le perdite della mattinata, ma si stanno spingendo sui massimi di giornata, grazie soprattutto alle prime buone notizie che giungono dal fronte societario.
Entrati ormai nel vivo della nuova stagione delle trimestrali, diversi big dell'economia americana hanno iniziato a diffondere i risultati relativi agli ultimi tre mesi, come nel caso di Merrill Lynch che pur avendo riportato utili in discesa rispetto allo scorso anno, ha superato le attese degli analisti, con una crescita record del fatturato, salito a 8 miliardi di dollari, con un incremento del 28%.
Buone notizie anche per Pepsi Bottling che batte le previsioni della comunità finanziaria, pur riportando utili in discesa rispetto all'analogo periodo dello scorso anno.
Il mercato tra l'altro attende di conoscere in serata, dopo la chiusura dei listini, i numeri di altri importanti protagonisti dell'economia a stelle strisce, quali Yahoo e IBM, con un utile per azione previsto rispettivamente a 0,11 e 1,04 dollari, insieme a Motorola e Texas Instruments, che per non deludere le attese dovranno centrare l'obiettivo di un eps di 0,29 e 0,32 dollari.
La giornata proporrà anche alcuni aggiornamenti sulla congiuntura economica statunitense, in attesa di conoscere il contenuto dei verbali dell'ultima riunione della Federal Reserve questa sera, nella speranza di poter carpire nuovi elementi atti a prevedere le prossime mosse in materia di politica monetaria.
Per quanto riguarda infine le altre notizie che giungono dal fronte societario, da segnalare in particolare Lockeed Martin che si è aggiudicata una commessa di oltre 450 milioni di dollari, per la costruzione di un sistema di comunicazione mobile satellitare che supporterà a partire dal 2010 gli aerei da combattimento statunitensi. Da seguire anche General Motors che potrebbe mettersi in evidenza, dopo aver annunciato la costruzione di 20 stazioni di etanolo.

:cool:
 
aò, qui qualcuno se la canta e se la sona....


denaro a 2.5425 e lettera a 2.5575... :wall:

almeno date una parvenza!!! :D
 
+++RCS: ARRESTATO RICUCCI+++
18/04/2006 16:28
(ANSA) - ROMA, 18 apr - L'immobiliarista romano Stefano
Ricucci h stato arrestato dalla Guardia di Finanza per i reati
di aggiotaggio
e rivelazione di segreto di ufficio. E' quanto si
apprende da fonti della stessa Guardia di Finanza. Secondo
quanto si h appreso le ordinanze emesse dai pm romani Giuseppe
Cascini e Rodolfo Sabelli sarebbero cinque. (ANSA).


non scherziamo su certe cose....

okkio.
 
mi sfugge il nome del padrino politico di ricucci
a chi faceva comodo il corriere della sera?
 
ispe ha scritto:
+++RCS: ARRESTATO RICUCCI+++
18/04/2006 16:28
(ANSA) - ROMA, 18 apr - L'immobiliarista romano Stefano
Ricucci h stato arrestato dalla Guardia di Finanza per i reati
di aggiotaggio
e rivelazione di segreto di ufficio. E' quanto si
apprende da fonti della stessa Guardia di Finanza. Secondo
quanto si h appreso le ordinanze emesse dai pm romani Giuseppe
Cascini e Rodolfo Sabelli sarebbero cinque. (ANSA).


non scherziamo su certe cose....

okkio.

Oltre al reato di aggiotaggio, gli viene contestata anche l'ipotesi di reato di false fatturazioni e occultamento di scritture contabili. Quest'ultima accusa riguarda le false scritture contabili emesse dalla società "Il Corso", che avrebbe fatto un falso sgombero dell'immobile di via Lima, nel quartiere Parioli a Roma, oggetto di una compravendita tra lo stesso Ricucci e l'ex presidente di Confcommercio Sergio Billè. Indagato per appropriazione indebita dalla procura di Roma, proprio per la compravendita del palazzo.

La società, che era intestata secondo le accuse ad un prestanome di Ricucci, avrebbe effettuato fittiziamente anche la ristrutturazione dell'immobile di viale Lima, per un finto corrispettivo di 11 milioni di euro.

Le altre quattro ordinanze di custodia emesse dal gip Orlando Villoni, su richiesta dei pm Giuseppe Cascini e Rodolfo Sabelli, sono ancora in esecuzione. E proprio i due pubblici ministeri hanno interrogato Ricucci, lo scorso 3 aprile, a proposito delle indagini sul suo tentativo di scalata alla Rcs. Il manager, che è indagato in questa vicenda per aggiotaqggio e ostacolo all'attività degli organi di vigilanza (Consob e Banca d'Italia), aveva consegnato ai magistrati una memoria e due consulenze contabili, redatte l'una dalla Worburg Bank e un'altra sull'andamento del titolo Rcs dalla Deloitte & Touche.

:cool:

notizia attesa...
ma condivido, ispe...
il momento è molto molto delicato...
occhio e prestare la massima attenzione
agli accadimenti che vanno dai giorni scorsi in poi...

:cool:
 
e anche oggi giornatona con volumoni...
 
thedrake ha scritto:
che titolo maronnnnnnnn :rolleyes: :rolleyes:
se lo dici in giro non ci credono.... :wall:

ps: che ne pensi drago di datalogic?
 
salve a tutti e auguri, mi collego adesso giusto per dare un occhiatina, ma preferisco godermi le ferie ciao alla prossima settimana OK!
 
ispe ha scritto:
se lo dici in giro non ci credono.... :wall:

ps: che ne pensi drago di datalogic?



Beh è salito un bel pò ...però è una bella società ...
 
$.tommaso2 ha scritto:
mi sfugge il nome del padrino politico di ricucci
a chi faceva comodo il corriere della sera?
è già cominciato l'accerchiamento?... vae victis...
buona serata a tutti
 
Indietro